Glik, l’anima di un Toro che è diventato squadra

Glik, l’anima di un Toro che è diventato squadra

DIAMO I NUMERI / Il capitano è il primo difensore in Europa per gol fatti. Napoli annullato, un solo tiro dall’interno dell’area per i campani

di Giacomo Zanetello

Un’altra partita difficile, in cui oltretutto ci si poteva aspettare un calo di tensione dopo l’impresa di Bilbao. Ancora una volta però, il Toro ha sorpreso tutti conquistando con il cuore e la grinta una vittoria importantissima, che tiene viva la speranza di agguantare per il secondo anno di fila l’Europa.

FORMA SMAGLIANTE – Con questa vittoria, l’imbattibilità del Toro è arrivata a quota 12: sei vittorie e sei pareggi, in perfetta media inglese. I granata non restavano imbattuti per così tante giornate, in un singolo campionato, dal finale della stagione 1976/77, quando non persero nessuna delle ultime 12 partite. In queste 12 partite, la squadra di Ventura ha raccolto 24 punti, più di ogni altra squadra della Serie A (in attesa del finale di Roma-Juve). Numeri da capogiro.

GLIK VERO LEADER – Questo Toro è diverso da quello dello scorso anno: meno talentuoso, specie in attacco, ma più grintoso. Ha più carattere, e soprattutto gioca da squadra. Lo ha mostrato al San Mamés, lo si è visto nuovamente ieri. E questo Toro assomiglia tantissimo al suo capitano, Kamil Glik, leader assoluto dello spogliatoio. Nei momenti difficili, si è sempre visto di che pasta è fatto: ha saputo segnare, ma anche erigersi a muro in area difensiva, senza far passare un solo pallone. Quest’anno poi, si è puro “inventato” come goleador capace di mettere la palla in rete nelle fasi più difficili della partita. Sei gol per lui, nessun difensore ha fatto meglio in questa stagione nei cinque maggiori campionati europei.

NAPOLI CONTENUTO – Ieri si è visto un bruttissimo Napoli, e questo ha aiutato. Ma il merito è stato anche del Toro: la squadra di Benitez non è riuscita a trovare spazi nell’ultima trequarti, ed è stata costretta a provare conclusioni dalla distanza, a volte velleitarie. Un dato lo evidenzia in maniera particolare: i partenopei hanno effettuato un solo tiro dall’interno dell’area di rigore: mai ne avevano fatti così pochi in una partita di questa stagione.

EUROPA NUOVAMENTE POSSIBILE? – I risultati degli altri cambi non hanno aiutato il Toro: le formazioni in lotta per un posto in Europa hanno vinto tutte (Lazio, Fiorentina e Sampdoria; il Genoa probabilmente otterrà tre punti a tavolino). Ma la vittoria di ieri ha dimostrato che questa squadra può giocarsela contro tutti: ricordiamo che non perde dal derby con la Juve, e visto in cui lo ha perso, c’è la speranza di vedere un finale diverso nella sfida di ritorno.

(I dati utilizzati in questo articolo sono forniti da Opta)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy