Torino: la lente delle statistiche sul Club Brugge

Torino: la lente delle statistiche sul Club Brugge

Diamo i numeri / Andiamo a scoprire tutto sulla prima avversaria di Europa League

di Giacomo Zanetello

Manca poco all’attesissimo ritorno del Torino nelle coppe europee. Quelle vere, non i turni preliminari. I primi avversari dei granata saranno i belgi del Club Brugge, formazione dalla grande tradizione nel suo Paese: vanta 13 titoli nazionali, 10 trionfi nella coppa nazionale, nonché una finale di Coppa dei Campioni ed una di Coppa Uefa, entrambe perse contro il Liverpool.

JUPILER LEAGUE – Lo scorso anno il Club Brugge ha chiuso la regular season al secondo posto, dietro allo Standard Liegi; poi dopo i playoff per il titolo si sono ritrovati in terza piazza, non riuscendo perciò a qualificarsi alla Champions League. Nella stagione appena iniziata, dopo due vittorie nelle prime due giornate non sono più riusciti ad ottenere i tre punti, raccogliendo solo quattro pareggi ed una sconfitta nelle successive cinque. Al momento si trovano perciò al sesto posto, a quota 10 punti. La formazione guidata dal grande Michel Preud’homme è andato a segno in tutte le sette partite disputate in questo campionato, ma dopo aver tenuto la porta inviolata nelle prime due giornate, ha subito gol in tutte le successive cinque.

EUROPA LEAGUE – Entrati come il Torino al terzo turno preliminare, i nerazzurri di Bruges hanno ottenuto quattro vittorie su quattro, contro i danesi del Brøndby e gli svizzeri del Grasshoppers. A differenza dei garanata hanno quindi ottenuto bottino pieno; stesso numero di gol segnati (otto), ma il Toro ha tenuto la porta inviolata in tutte le partite mentre i belgi hanno concesso un gol. In grande spolvero lo spagnolo Víctor Vázquez, classe 1987, a segno in tre gare su quattro.

IL BOMBER – Il vero goleador della squadra è però Nicolás Castillo, promettente attaccante cileno classe 1993: cinque reti stagionali per lui, tre in campionato (tutte nelle prime quattro giornate), due nei preliminari di Europa League. Nelle sei partite di campionato giocate, il cileno ha effettuato 23 tiri, centrando lo specchio 13 volte. Contro l’Anderlecht, il 31 agosto, ha rimediato un’espulsione che gli è costata la squalifica per l’ultima giornata di campionato.

L’ISPIRATORE – Oltre ad aver segnato tre gol nelle qualificazioni all’Europa League, Vázquez si è dimostrato anche molto abile in fase di rifinitura: è il giocatore del Club Brugge che più volte ha mandato un compagno al tiro, ben 20, nonché quello che ha effettuato più passaggi. Occhio anche al talento del giovane Nikola Storm, classe 1994: 18 dribbling tentati (nove riusciti), primo tra i suoi in questa categoria.

(I dati utilizzati in questo articolo sono forniti da Opta)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy