Il Toro e la forza del gruppo

Il Toro e la forza del gruppo

Granatina/ Quagliarella, l’uomo in più per l’Europa. Del resto, un altro ex bianconero ci ha ridato la dignità…

di Roberta Picco

Questo inizio estate un po’ troppo freddino è volato e, in un batter d’occhio, ci troviamo a vivere il nostro sogno di mezz’estate a fianco del Toro. Già, perché sembra tutto andare per il meglio in questa fase iniziale: il mercato è attivo più che mai in casa granata e si sta creando e consolidando lo zoccolo duro della squadra. Il gruppo è ciò che fa la differenza, è il punto di forza della squadra che è stata e che sarà! Sensazioni di calcio d’altri tempi! Sì, tutto sembra andare per il meglio, finalmente non saremo più costretti a sentire i piagnucolii del carissimo Antonio “Gonde” che, con un gesto di estrema classe bianconera, lascia la squadra a ritiro iniziato. Fiumi di lacrime bianconere… ogni tanto capita a tutti, no?

A proposito di bianconeri (poi giuro che non ne parlo più), ovviamente sul caso Quagliarella impazzano le polemiche: chi è felice di riaverlo e chi non lo vorrebbe nemmeno per sogno! Eppure sembra esserci, e sapete una cosa? Sono contenta, perché è un ottimo giocatore, perché può fare molto per questa squadra e perché l’ultima volta che abbiamo preso e amato un ex calciatore bianconero, siamo volati in Europa, con un grande capocannoniere che ci ha ridato la dignità! E non era forte perché era di “quelli là”, ma è diventato forte qui! E anche Quagliarella ha i numeri per riconquistare tutti i tifosi granata, per correre insieme, verso l’Europa!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy