Toro, Mondovì: tre anni di fedeltà

Toro, Mondovì: tre anni di fedeltà

Granatina in ritiro / Torna l’onda granata nel monregalese

di Roberta Picco

Mondovì, 9 Agosto, si ricomincia! I volontari sono già al lavoro da giorni (forse da mesi!), ma tutto deve essere pronto per l’arrivo del Toro. Il terzo anno consecutivo, l’atmosfera deve essere perfetta. E così è. A partire dalla mostra “Eterna Leggenda” che vanta l’esposizione di importanti cimeli del Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata nella Chiesa sconsacrata di Santo Stefano nel cuore di Mondovì. Tante maglie leggendarie, da Maroso a Glik, foto, articoli, scarpe, palloni, fino alla ruota dell’aereo di quel terribile 4 maggio 1949.

C’è anche spazio per la macchina da scrivere dello storico giornalista granata Piero Dardanello, monregalese doc. La cosa davvero bella è che all’inaugurazione di ieri non mancava davvero nessuno. In primis la vedova Maroso, sempre presente con la sua dolcezza e il suo irrefrenabile cuore granata. Poi bambini, ragazzi, adulti e anziani; una delegazione del Torino FD che anche quest’anno scalderà il campo con una partita in terra monregalese prima dei compagni dei Torino FC.

Non sono mancati, tifosi, curiosi, turisti e amanti del calcio in genere: in moltissimi hanno voluto avere l’occasione di vivere il brivido della Storia granata. Sì, perché è proprio un brivido la prima sensazione che si prova camminando tra i cimeli del Museo, scrutando i momenti leggendari di questa straordinaria storia.

Ora, il Museo c’è, con tutta la sua storia, mancano solo i ragazzi, che saranno qui tra pochissimi giorni (il 13 agosto). Tutto sta per ricominciare, di nuovo. L’entusiasmo dell’onda granata nel monregalese è alle porte, e, permettetemi, negli ultimi anni, ha portato bene. Non vedo l’ora! Forza Toro!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy