Toro, un “tesoretto” di entusiasmo da non sprecare

Toro, un “tesoretto” di entusiasmo da non sprecare

Il Granata Della Porta Accanto / La stagione sembra ben avviata, ma eventuali ostacoli non dovranno essere un limite al potenziale del Toro che sta nascendo

di Alessandro Costantino

Più di 3000 tifosi presenti al Fila per il raduno del Torino in un afosissimo pomeriggio lavorativo di luglio sono un bel segnale del fatto che l’entusiasmo attorno alla squadra di Mazzarri è molto alto. Bello che sia così: c’è un’avventura europea da godersi, un girone di ritorno da Champions da ricordare e tanti giocatori che vivono momenti di alto livello (Izzo, Sirigu, Belotti, N’Koulou). C’è un nuovo direttore sportivo reduce da uno strepitoso rilancio del settore giovanile granata, un nuovo dirigente, Emiliano Moretti, che segna una scelta di continuità della società nel non voler disperdere figure di spessore legate al Toro in campo e fuori, un nuovo sponsor tecnico che stiamo cercando un po’ tutti di decifrare e un forte attaccamento dei giocatori più rappresentativi alla maglia (Belotti, ad esempio, si è accorciato le vacanze pur di esserci sin dal primo giorno).
È incredibile pensare come dopo tutto quello che abbiamo visto e passato in questi ultimi 25 anni, basti sempre relativamente “poco” per riaccendere l’entusiasmo del tifoso granata: fare qualcosa “da Toro” all’interno del Toro è la chiave, da sempre, per risvegliare l’animo tremendista di ognuno di noi supporter. È per questo che ogni volta che vedo euforia attorno al Toro ho sempre un po’ di timore recondito che ci possa essere dietro l’angolo un evento, una coincidenza o chissà cosa che porti ad un brusco risveglio dall’idillio del momento. Già in passato è accaduto più volte, ma per fortuna attualmente non c’è nessun segnale che possa capitare di nuovo.

Ciò non significa, comunque, abbassare la guardia perché è vero che qualche intoppo si sta materializzando sul cammino del Toro agli albori della nuova stagione, come l’impossibilità di giocare questo turno di Europa League allo Stadio Grande Torino o i prodromi di un mercato difficile che quasi sicuramente non porterà nuove pedine nello scacchiere del mister prima della partenza per Bormio o ancora i continui assalti di altre squadre, dal Tottenham alla Roma, ai nostri “gioiellini” (Izzo, N’Koulou, ecc.). Tutte situazioni gestibili, sia chiaro, ma che alla lunga rischiano di diventare pericolose micce pronte ad innescare potenziali malcontenti, nella tifoseria e nei giocatori stessi. Sono però certo al cento per cento che questo Toro saprà reggere l’urto di eventuali negatività perché al suo interno (società, staff tecnico e giocatori) si è cementata una certa consapevolezza circa il fatto di essere di fronte alla potenziale svolta definitiva. È difficile da spiegare, ma per farlo cito un’intervista di Gasperini quando in autunno, con l’Atalanta fuori dall’Europa League e attardata in campionato, parlava di lottare per le posizioni da Champions League.

 

Allora pensai che il tecnico torinese fosse pazzo, mentre oggi capisco che era semplicemente conscio di quello che la sua squadra poteva dare. Mazzarri non lo direbbe neanche sotto tortura, ma sono sicuro che sia lui che i suoi collaboratori abbiano sensazioni molto positive sul futuro prossimo del Toro. A questo punto non resta che fidarsi e credere fortemente che si stia lavorando per obiettivi finalmente ambiziosi. C’è un entusiasmo diffuso sebbene non ci siano grandi acquisti all’orizzonte e non si sappia nemmeno dove si giocherà la prima partita di Europa League: non importa perché, ciò che è importante è continuare ad alimentarlo il più possibile. È un valore aggiunto talmente grande che sarebbe un vero delitto disperderne anche solo una piccola parte…


 

Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxx72 - 1 mese fa

    Io per questa annata sono molto ottimista. La società è sana e abbiamo un ottimo allenatore, ci aspettano i tanto sospirati preliminari di Europa League e sono sicuro che il mercato si muoverà. Un po di pazienza non guasta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_8385196 - 1 mese fa

      Noi tifosi del Toro siamo ottimisti per definizione , noi DOBBIAMO essere ottimisti perché con la storia della ns società alle spalle se non lo fossimo a quest’ora ci occuperemmo di curling. Ciò non toglie che se il nostro presidente ci regalasse un paio di buoni innesti entro pochi giorni il nostro fegato ne avrebbe giovamento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mimmo75 - 1 mese fa

    Grazie Walter Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Ciao Mimmo, mi sa che devi tirare le orecchie ai tuoi contatti, non è che ci azzecchino molto con le soffiate di mercato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 1 mese fa

        Ciao. Mi son fatto violenza è ho “disturbato” (con l’aggravante della domenica) ancora per capirci un po di più. E dunque, i due acquisti che mi aveva dato per sicuri e solo da ufficializzare erano quelli dei due ragazzi presi dalla Roma (ne ha avuto a sua volta conferma successivamente). Sugli altri due, definiti nelle intenzioni ma ancora da chiudere, non mi ha ancora saputo dire nulla se non che i tempo si sono allungati per divergenze sulla valutazione (in un caso) e per incastri di mercato nell’altro. Ha aggiunto che Bonifazi dovrebbe essere in procinto di lasciare il Toro a brevissimo. Il fatto che non sia in ritiro pare confermarlo visto che alla fine, rispetto agli altri nazionali, non ha praticamente giocato per infortunio interrompendo prematuramente la sua esperienza azzurra. Se la mia fonte sbaglia lo poglio dalle orecchie e lo alzo come la Coppa della Champions

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 1 mese fa

          Bonifazi non è in ritiro xké era impegnato con la u21 come spiegato da TN nell’altro articolo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tifoso Obiettivo - 1 mese fa

    Come si può non essere entusiasti con tutti questi volti nuovi a Bormio?
    Maicuntent!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RFgranata - 1 mese fa

      Dai tifoso obiettivo fai un giro su un altro sito ce ne sono tanti qui si prova a parlare tra tifosi granata trovati un altro passatempo fai il bravo dai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tifoso Obiettivo - 1 mese fa

        Caro RFgranata, io scrivo dove mi pare. Nessuno ti obbliga a leggere i miei commenti.
        La mia era una battuta che purtroppo per tutti noi, me e te, rispecchia la realtà.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. RFgranata - 1 mese fa

          Caro tifoso obiettivo hai ragione nessuno mi obbliga a leggere i tuoi commenti e tu puoi fare quello che vuoi ovviamente questa volta la tua era una battuta e non era neanche male a dire la verità se non fosse che sei sempre così iper critico su tutto quello che fa la ns società che a volte mi viene da rispondere come stasera ma non volevo essere offensivo xché non lo sarò mai con nessuno buona serata

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 1 mese fa

      Ma lo sai che sei proprio divertentissimo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Toro Forever - 1 mese fa

    Basta con la depressione!!! C’è un ottimo gruppo, una Società sana e un grande allenatore. Il mercato è lungo e si coglieranno le opportunità per rinforzare la squadra. Ci giocheremo l’Europa, il Campionato e la Coppa Italia cercando di ottenere i migliori risultati.Un po’ di entusiasmo, eccheccaz..!!! Alé Toroooooo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy