Ogni tanto anche noi vorremmo godere

Ogni tanto anche noi vorremmo godere

Il Toro nella Testa / Torna la rubrica di Marco Cassardo: “Ogni tanto, anche noi tifosi del Toro vorremmo godere. Chiediamo troppo?”

di Marco Cassardo

Apro questo nuovo anno con un augurio che formulo a me stesso e a tutti gli amici granata. Ogni tanto, anche noi tifosi del Toro vorremmo godere. Chiediamo troppo?

L’ultima, gagliarda partita contro la Lazio ha concluso un girone d’andata che è una summa di occasioni perse, maledizioni e post partita trascorsi a base di tristezza e Ansiolin. In tutto il 2018 abbiamo goduto una sola volta: lo scorso novembre a Genova battendo la Sampdoria 4-1. Godimento contenuto, si badi bene; non è che siamo andati a sbancare il San Paolo o San Siro o il Venaria Stadium, abbiamo battuto una pari grado. L’altra vittoria di rilievo l’abbiamo ottenuta la scorsa primavera in casa contro l’Inter, ma fu una vittoria di Pirro, eravamo già fuori da tutto e contava poco o niente. Ogni tanto, anche noi tifosi del Toro vorremmo godere. Vorrebbero godere gli anziani che si chiedono se avranno ancora la fortuna di vivere qualche lunedì da leoni; vorrebbero godere quelli della mia generazione che, dopo i fuochi d’artificio dell’infanzia e della prima giovinezza, si chiedono come sia possibile che negli ultimi 25 anni abbiamo partecipato una sola volta alle coppe europee e grazie alle disgrazie del Parma. Soprattutto, vorrebbero godere i ragazzi che tifano Toro, giovani eroi, novelli donchisciotte, splendide creature che credono che Bilbao sia il giardino dell’Eden e hanno dovuto sobbarcarsi anni di Scarchilli, Pratali e Statella. Lo scorso campionato chiudemmo il girone d’andata al decimo posto con 25 punti per concludere noni a maggio. Quest’anno, al giro di boa, siamo sempre lì: noni con 27 punti.

Cairo: perchè non contiamo nulla?

Volete farci godere una buona volta? Non dico tanto, davvero, dico qualche grande partita, qualche impresa che ci permetta il mattino dopo di girare per i bar a testa alta raccontando a tutti che il Toro è tornato. Volete, una volta ogni tanto, permettere ai bambini che tifano Toro di essere cosi esaltati da non riuscire a dormire la notte dalla voglia di andare a scuola il giorno dopo a professare la loro fede granata? Ottima cosa essere imbattuti in trasferta, ma sette trasferte su nove sono state fonti di rimpianto, preludio a giorni trascorsi a dire se, ma, se, ma. A Milano contro l’Inter abbiamo fatto un grande secondo tempo ma quando era ora di mordere e completare la rimonta (ecco cosa intendo per godimento!!! Perdi due a zero a San Siro dopo il primo tempo e vai a vincere tre a due… Ecco cosa non farebbe dormire dalla gioia un bambino granata… ) ci siamo fermati, quasi terrorizzati di essere felici. Contro un Milan derelitto abbiamo tenuto palla per settanta minuti senza combinare nulla. Idem contro il Cagliari. Idem contro l’Udinese, dove, a parte lo scandaloso gol annullato a Berenguer, non abbiamo mai tirato in porta. Contro il Bologna ci siamo suicidati in modo così plateale da fare impallidire un samurai giapponese. Contro il Sassuolo siamo riusciti a regalare il pareggio nei minuti di recupero. Contro la Lazio l’apoteosi: ti concedono un rigore all’ultimo secondo del primo tempo, il momento perfetto per spezzare le gambe agli avversari. Lo segni, torni in campo, hai un’occasione gigantesca per chiudere la partita, ma a tre metri dalla porta e con il portiere a terra riesci a sbagliare. Sul cambiamento di fronte prendi il gol. Non basta; hai la possibilità di disputare gli ultimi dieci minuti in superiorità numerica, ma niente, anche uno dei tuoi si fa espellere e trascorri il recupero con la salivazione azzerata e la paura di perdere. Al netto della vergogna Var, perché non vinciamo mai? Ognuno ha la propria opinione. Vi dico la mia; io credo che dipenda da due motivi: uno tecnico e l’altro psicologico.

Graziani, Millico e la pioggia sottile

In ordine alla motivazione psicologica, ho già scritto in passato e scriverò in futuro. In estrema sintesi, credo che nel nostro DNA si sia insinuata una mentalità perdente che non riusciamo più a scrollarci di dosso e che società e staff tecnico non stanno facendo nulla per combattere, anzi, per certi versi alimentano. In ordine all’aspetto tecnico, Cairo deve decidersi una volta per tutte a investire pesantemente sul centrocampo. E’ il quattordicesimo anno consecutivo che il centrocampo è l’anello debole della squadra. Quest’anno la difesa è eccezionale: il quartetto Sirigu, Dijdij, Izzo, N’koulou è da top team. L’attacco sta faticando, ma sono certo che Belotti, Iago e lo stesso Zaza, quando Mazzarri troverà i giusti schemi offensivi ed eviterà al Gallo di fare anche il mediano (e magari la società si deciderà di sostituire Soriano con un giocatore capace di saltare l’uomo e inventare giocate), farà il suo dovere. Il centrocampo no: manca di qualità. Le partite si vincono quando, in vantaggio, hai giocatori capaci di sfruttare le ripartenze; se nella linea mediana hai gente con piedi buoni, dinamismo e fisicità tali da consentirti di tenere palla e addormentare le partite. Noi abbiamo uno splendido mastino come Rincon a cui possiamo chiedere tutto meno che la capacità di palleggio; Baselli che, seppure in crescita, dopo 70 minuti boccheggia ed è oggettivamente “leggero”; Meité che, dopo un inizio promettente, è sempre più lento e apatico e dista anni luce dal tipo di giocatore capace di farci compiere il salto di qualità. Se sulla linea mediana aggiungiamo i piedi proletari di Lollo De Silvestri, la frenesia ancora acerba di Ola Aina e l’atletismo ridotto di Ansaldi, la frittata è fatta, i pareggi fioccano e le vittorie latitano.

La classifica è corta, difficile immaginare che anche nel girone di ritorno gli arbitri ci tartassino come all’andata. La squadra è buona e ha senz’altro qualcosa in più che gli anni scorsi. A essere ottimisti, il bicchiere è mezzo pieno, ma vi chiediamo un favore: ogni tanto, fateci godere.


 

Marco Cassardo, esperto in psicologia dello sport e mental coach professionista. E’ l’autore di “Belli e dannati”, best seller della letteratura granata.

95 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maroso - 11 mesi fa

    Egr. Sig. Cassardo, perchè qualche volta non assume un atteggiamento positivo e costruttivo sul Torino, come ogni vincente come lei si definisce dovrebbe saper fare? L’essere ipercritici e distruttivi secondo lei porta da qualche parte? O forse il suo obiettivo è semplicemente quello di fare demagogia a poco prezzo sostenendo tesi condivise da qualcuno più o meno numeroso?
    Buon Anno a tutti. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tric - 11 mesi fa

    Destinato ad alcuni che non sanno neppure leggere. Non ho augurato del male a nessuno. Ho scritto:”Sembra non desiderino altro che risultati negativi per esaltare il loro spirito critico. A loro vada l’augurio di un pessimo 2019!” significa che che auguro un pessimo 2019 a coloro che desiderano risultati negativi per il Toro. Tradotto per i somari: mi auguro che il Toro dia loro dispiaceri ottenendo ottimi risultati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 11 mesi fa

      Dovresti renderti conto che hai quantomeno un modo contorto di esprimerti. A fatica credo d’aver capito cosa intendi, ma è veramente poco chiaro e avevi sicuramente maniere migliori per esprimere questo pensiero. Della serie: “mi auguro che quelli che pensano a un Toro perdente nel 2019, restino delusi e gli vada male”. Rileggiti con calma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Hagakure - 11 mesi fa

      …anche i vetri, attoniti, scricchiolano vistosamente di frone a cotanta “arrampicata”…!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giaguaro 66 - 11 mesi fa

    Caro Marco, magari con uno come te (anche se uno non è sufficiente) in società si riuscirebbe a combinare qualcosa di più, ma questo sappiamo che rimarrà un utopia. Come scrive Seagull’59 il punto sta tutto nella società: per Cairo meglio tenersi stretta gente del calibro di Antonio Comi, che solo a ricordarmelo quando faceva il centravanti nel Toro con la maglia di Ciccio Graziani mi vengono i brividi (tant’è che ha finito la carriera facendo il libero…)di Petrachi meglio non ricordare perché siamo riusciti a scambiare uno scarso come lui che giocava nel Venezia con Bobo Vieri ed è tutto detto…altro che dire mi mancano quasi le parole pensando di avere un gruppo di dirigenti del genere e seduto in panchina un allenatore come Mazzarri…a volte stento davvero a vedere il bicchiere mezzo pieno, comunque spero tanto di sbagliare e che questo 2019 sia l’anno della svolta, almeno per fare felici i piccoli gladiatori tifosi granata che il lunedì mattina vanno a scuola a testa alta nonostante tutto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 11 mesi fa

      Forse non molti sanno che Comi, assieme a Benedetti altro ex granata, nella stagione del fallimento ed a seguire fu uno dei pochi a pensare anche economicamente al settore giovanile accollandosi le spese per il vestiario e persino per le borse della Primavera del Torino. Certo, non fu Pulici, ma ha un grande cuore granata e come dirigente funziona, a mio avviso. Vorrei vedere tanti che criticano cosa sarebbero capaci di fare al posto suo, avendo da trattare con quei Geni Metropolitani.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 11 mesi fa

        I dirigenti non si misurano su come giocavano al pallone, se no Maradona sarebbe presidente almeno del Boca Junior. E non mi sembra così sia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granata69 - 11 mesi fa

    Far scrivere un articolo a questo personaggio ha lo stesso valore di farlo scrivere ad uno qualsiasi di noi. Peraltro uno che mette Alessio Scarchilli tra gli scarsi che hanno indossato il granata nel corso degli anni e allo stesso tempo invoca qualità a centrocampo, fa capire le conoscenze calcistiche che possiede.
    Avercelo adesso Alessio Scarchilli ! ! !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giaguaro 66 - 11 mesi fa

      avercelo adesso Alessi Scarchilli? mai stai scherzando o dici sul serio? Con uno come lui che valore aggiunto potremmo avere e dove potremmo andare? In Champions League? Ma dai siamo seri. Mi viene quasi il dubbio che le tue conoscenze calcistiche vadano a braccetto con la società attuale e con i risultati degli ultimi 14 anni, uguali a zero! Qualora ti sfuggisse, negli ultimi 10 anni contro i gobbi di merda ti ricordo i risultati: una vittoria, due pareggi, tredici sconfitte in sedici partite!!! ma di cosa stiamo parlando

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 12 mesi fa

    Anno nuovo, diatribe vecchie….sempre gli stessi scontri da accontentisti e realisti….
    Continuo a pensare, a costo di farmi dei nemici, che c’e’ un minimo comune multiplo in questi 14 anni: Gli stessi dirigenti! GLI STESSI DIRIGENTI.
    QUesti dirigenti ci sono serviti ad emergere dal fango ma non sono consoni a fare il salto di qualita’. Mi spiace ma e’ una realta’. Come dissi tempo fa, Petracchi va bene rilanciare rejetti, scartati e/o mezzi rotti ma co vuole uno che abbia conoscenze migliori. Come succede con i direttori di banca, bisogna fare turnover altrimenti si stabiliscono delle situazioni particolari e le radici crescono nel sottosuolo…..
    l’altro che andrebbe rimosso e’ il presenziante divoratore di bignole, ma sanno dire “si” molto bene, quindi la situazione rimarra’ tale per altri anni a venire.
    In questo momento non mi accanisco neanche piu’ di tanto su Cairo (anche se e’ lui che mantiene questo organigramma corto) prendo invece atto della ineguatezza di chi ha scelto i giocatori in questi ultimi due anni. Chiunque esso sia. Abbiamo bisogno di gente piu’ qualificata, con questi non vai oltre questo livello e i risultati lo dimostrano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 12 mesi fa

      aggiungo che sia Petracchi sia Mazzarri sono tanto bravi a scaricare colpe riguardo l’impegno nelle interviste. Ma sono loro che fanno i mercati….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabrizio - 12 mesi fa

      parole sante confermate dai numeri. quelli non mentono mai…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marchese del Grillo - 11 mesi fa

      Il conto è presto fatto, caro Hic, l’ho sempre detto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ddavide69 - 12 mesi fa

    Bacigalupo sinceramente spero che in queste tre prossime settimane Cairo e Petrachi ci prendano uno con i piedi fini da mettere in mezzo al campo, chiedo solo questo. Basta poco secondo me per scrollarsi di dosso il centroclassifica, vediamo se succederà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

      Dubito accadrà

      A gennaio Maxi Lopez a parte abbiamo sempre preso comprimari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 12 mesi fa

        Purtroppo è così… Tranne quando abbiamo ripreso immobile…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

          Vero! Che però ci ha utilizzato come un taxi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 12 mesi fa

            Ehhh… Li a distanza di anni ancora non sono riuscito a sentire le due campane.

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 12 mesi fa

            Ehhh, li non sono riuscito a sentire le due campane.. Mi sarebbe piaciuto

            Mi piace Non mi piace
  7. marcohelg_385 - 12 mesi fa

    con questo cairo che è un presidente da 8-10 posto e visto il suo braccino sempre corto dovrebbe costruire un settore giovanile top stile bergamo ed allora senza buttar via milioni(niang)e investendone comunque meno avrebbe ragazzi del vivaio forti e si facendo ridurrebbe il gap con milano-roma . la squadra cosi com’è ora non è al livello di lazio/roma/milan/atalanta e non credo si possibile arrivare settimi poi puo’ giocarsela con samp/sassuolo/viola e parma…quindi da ottavi puoi arrivare 12!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Seagull'59 - 12 mesi fa

    caro Marco, quello che chiedi non dovrebbe essere un sogno una tantum ma una situazione che si ripete con una certa regolarità.
    Il punto sta tutto nell’organizzazione e nella mentalità, vincente, della società: senza queste basi non si va da nessuna parte. Non è solo questione di soldi spesi ma dove, come e da chi vengono spesi. Non si può dire che, ultimamente, Cairo non stia investendo ma sulle scelte fatte ci sarebbe molto da discutere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. dattero - 12 mesi fa

    Baciga,una cosa volevo dire,ma esula..il nipote di bacigalupo,ha un figlio,di circa 12 anni che è stampato al mitico portiere,due gocce d’acqua.
    Io al caso non credo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

      Non capisco l’attinenza.
      Mi permetto di usare il cognome dell’Immortale perché era l’idolo di mio padre e perché proprio spinto da mio padre ho giocato in porta per anni nelle serie minori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Piemunteis - 12 mesi fa

    @Bacigalupo
    sarebbe troppo lunga la lista che dovrei fare per testimoniare quello che dico, dovrei citare tutte le volte che difendi ad oltranza l’indifendibile oggettivo delle cose.
    Mi sembra piu’ un partito preso che delle reali necessita’ di analisi non di parte.
    Lungi da me farti cambiare idea, giacche’ nessuno e’ mai riuscito a far cambiare idea a chicchessia semplicemente rimproverandolo, poiche’ il nostro ego rifiuta di sottometersi, quindi si rafforza in quell’ego un’arroccamento antitetico.
    Quindi mi posso solamente limitare a rendere descrizione della tua non consona (alla tua eta) presa di posizione continua a difesa di una secieta’ che non offre crescita ma stagnazione. Siamo tutti tifosi della stassa cosa ma in modo molto diverso. In ogni caso ti reputo di gran lunga migliore di tifosi come quello che cito qui sotto a cui dovrebbe essere ricordata l’opera di Sciascia…
    Cambia, ti sara’ perdonato tutto, rinsavisci ti prego…
    Tu sei uno che ne sa molte di cose… non stare nel lato oscuro… eheheh
    ti basta come analisi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Piemunteis - 12 mesi fa

    @Baciga
    abbandona il lato oscuro della forza … ti prego…
    zot!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Piemunteis - 12 mesi fa

    Vattene @Tric sei sempre solo venuto a rimproverare, torna su noigranata con i tuoi malauguri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piemunteis - 12 mesi fa

      che schifezza augurare il male a chi non la pensa come noi….. che vergogna…
      non e’ vecchio chi e’ anziano e’ vecchio chi e’ invecchiato invano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. dattero - 12 mesi fa

    redazione,chiedo scusa,ma,da uomo,non posso permettere che un imbecille ignorante,auguri del male al prox,in un sito sportivo,intollerabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. dattero - 12 mesi fa

    sig baciga,permetta,ma M,arcao era roba calleriana

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piemunteis - 12 mesi fa

      @Baciga non puo’ avere l’eta che dichiara, ha le idee di un’accontantista 3.0 ventenne, non puo’ essere uno di 50 anni che ha visto ben altro e accontentarsi come fa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

        Fate furb

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Piemunteis - 12 mesi fa

          fate furp non e’ una risposta, argomenta dai

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Vanni - 12 mesi fa

            lui sa solo rispondere cosi’. No ha verbo se non per mandare a quel paese la gente. Accontentista 3.0 ma ignorante

            Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

        Piemunteis@ in merito alla mia età anagrafica quando vedi su questo sito bazzicare Granatiere di Sardegna@ chiedi lumi a lui che ho avuto il privilegio di conoscere e con il quale mi sento spesso.
        Per il resto età anagrafica a parte prova a contestare nel merito quanto scrivo come fa il SIG Dattero con eleganza eloquio ed apprezzata sottile ironia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Piemunteis - 12 mesi fa

          sarebbe troppo lunga la lista che dovrei fare per testimoniare quello che dico, dovrei sitare tutte le volte che difendi ad oltranza l’indifendibile oggettivo delle cose.
          Mi sembra piu’ un partito preso che delle reali necessita’ di analisi non di parte.
          Lungi da me farti cambiare idea, giacche’ nessuno e’ mai riuscito a far cambiare idea a chicchessia semplicemente rimproverandolo, poiche’ il nostro ego rifiuta di sottometersi, quindi si rafforza in quell’ego un’arroccamento antitetico.
          Quindi mi posso solamente limitare a rendere descrizione della tua non consna (alla tua eta) presa di posizione continua a difesa di una secieta’ che non offre crescita ma stagnazione. Siamo tutti tiosi della stassa cosa ma in modo molto diverso. In ogni caso ti reputo di gran lunga migliore di tifosi come quello che sito sopra.
          Cambia, ti sara’ perdonato tutto, rinsavisci ti prego…
          Tu sei uno che ne sa molte di cose… non stare nel lato oscuro… eheheh
          ti basta come analisi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

            Aprimi la mente… Cosa non saprei Piemunteis@?
            Poi come ebbi modo di dire ad altro utente poi scomparso… se hai notizie certe perché non le pubblichi e le lasci sottese?
            Il lo so ma non lo dico non porta da nessuna parte.
            Personalmente Cairo non mi sta simpatico e non mi piace ma è il presidente della mia squadra e questo mi tengo in mancanza di alternative valide. Purtroppo essendo del 1967 ho vissuto la contestazione del cav. Sergio Rossi ultimo presidente ad aver messo soldi veri. Rossi venne contestato e costretto a regalare il toro a Gerbibe De Finis e tutti sappiamo dove siamo finiti.
            Ribadisco io tifo la maglia, chiunque la indossi…
            Ho incoraggiato Tricarico posso incoraggiare N’kolou

            Mi piace Non mi piace
          2. Piemunteis - 12 mesi fa

            sai che non ho la minima idea di cosa stai dicendo?
            Sara’, io stavo dicendo altre cose. Non importa non mi interessa convincere nessuno… hai ragione hai visto di peggio, non sei come me che ho visto cose migliori un po prima di te e non mi capacito di come la gente si possa accontentare…

            Mi piace Non mi piace
      3. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

        “@Bacigalupo
        sarebbe troppo lunga la lista che dovrei fare per testimoniare quello che dico, dovrei citare tutte le volte che difendi ad oltranza l’indifendibile oggettivo delle cose.”
        Dici che sarebbe troppo lunga la lista delle cose che dovresti scrivere per argomentare quanto affermi. Inizia con una di queste cose, ti leggerò con attenzione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Piemunteis - 12 mesi fa

          vado a mangiare, ti illuminero’ appena ne combini una delle tue cosi te ne accorgerai subito… cioe’ oggi stesso o domani…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

            Mangia nen tan am racumandu.

            Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

      Carlao chiedo umilmente scusa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dattero - 12 mesi fa

    vede sig bacigalupo,basta poco x farla alterare,mi scusi.
    Ho forse buttato guano,o forse vilipeso?non mi sembra,ho solo fatto presente cose reali
    Che poi lei applauda sempre,si faccia andare bene tutto,bonta sua,buon per lei.
    Che io sappia,il tifoso granata è abbastanza fumino,le contestazioni ed i rimbrotti sonori,non eran rarita’ da noi,poi che lei applaudisse sempre,incitasse ed inciti sempre,è pregevole,direi che si stacca dalla massa,anche se,negli ultimi tempi tutto è stato cloroformizzato,ma questo non è discorso da sito,sarebbe lunghetto e circostanziato.
    Poi,mi permetta,ma Sirigu venne trattato direttamente del capo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. tric - 12 mesi fa

    Noto con disgusto che i disfattisti sono sempre in maggioranza. Sembrano gobbi infiltrati per destabilizzare squadra ed ambiente. Sembra non desiderino altro che risultati negativi per esaltare il loro spirito critico. A loro vada l’augurio di un pessimo 2019!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piemunteis - 12 mesi fa

      semplicemente, con rispetto…. posso dire che con le tue idee, che conosco da tempo, il sito migliore e’ un’altro, quello su cui scrivi di solito. Non stupirti se qui non la pensiamo tutti come te e Macaluso.
      Inoltre i risultati del torino non dipendono dal numero di spettatori allo stadio ma sono gli spettatori che dipendondono dallo spettacolo che vedono sul campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vanni - 12 mesi fa

      questo deve essere lo scemo del villaggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

        Ciao Vanni@ in tuo tuo post hai ironizzato con me sulla disabilità.
        Finché si scherza va bene ma non ti permetto di ironizzare su queste cose.
        Neppure immagini la sofferenza che provano dei genitori ad avere dei bimbi disabili, per cui cortesemente cerca di avere rispetto per chi soffre veramente.
        Grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Hagakure - 12 mesi fa

      Che il tuo malaugurio nei confronti di tutti i Tifosi Granata che non la pensano come te e come i tuoi “compagni di merende 3.0” ti si possa ritorcere contro e causarti atroci sofferenze.

      Vergognati, cialtrone e merdoso gobbo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. dattero - 12 mesi fa

    bacigalupo,lei che è un fervente totale difensore della societa’,non mistifichi la realta’,chiedo venia,ma glick darmian zappacosta,falque e belotti,non son certo farina del sacco petrachiano,belotti,parole sue,non lo voleva perche’costava troppo.
    Si informi chi convinse il proprietario a prenderlo,scoprira’cose interessanti.
    Lei,giustamente puo’ essere pro questa societa’,è un suo diritto,diamine,ma sia logico per cortesia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

      Quindi secondo lei Ajeti, tata Gonzales, Marcao etc etc sono imputabili a Petrachi mentre Sirigu e N’kolou a congiunzioni astrali favorevoli e alla consulenza del mago otelma?
      Vede personalmente non sono un difensore della società della quale poco mi importa, ma sono fortemente contrario alle critiche fine a stesse, al buttar guano sui nostri colori, a vilipendere chi indossa la maglia granata, ad incensare le altre squadre.
      Iniziamo a riempire lo stadio in ogni partita, iniziamo ad incitare tutti i nostri ragazzi a far sentir loro il nostro calore, a far pressioni con fischi e ululati di disapprovazione verso le decisioni a noi contrarie della terna arbitrale (magari una volta in più vanno a visionare il VAR).
      Personalmente ho sempre incitato tutti coloro che hanno indossato la maglia granata e continuerò a farlo finché avrò voce, che ablei SIG. DATTERO piaccia o meno. È finché Petrachi sarà il DS del toro (e finché ci porterà a costo zero gente del calibro di N’kolou e Sirigu) dirò forza Petrachi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Piemunteis - 12 mesi fa

        Finche’ ci sara’ Petracchi il torino rimarra’ quello dei peones. Per innalzare l’asticella servono altri DS. La prova e’ che negli ultimi 2 anni, quando c’e’ da fare sul serio si sono sbagliate un sacco di operazioni..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Conta7 - 12 mesi fa

    Speravo che il nuovo anno portasse in dote un po’ di sano equilibrio e maggior senso della realtà, ma evidentemente per il fenomeno Cassardo le “filosofiche digressioni” hanno un sapore troppo irresistibile.
    Lascio perdere i contenuti delle motivazioni tecniche e psicologiche riportate, evidentemente chi scrive non ama guardare le partite o ha delle evidenti lacune concettuali: avere uno dei baricentri più alti della serie A, vedere Mazzarri (sull’1-1 all’80’ fuori casa all’Olimpico…) gridare su una rimessa laterale “Dai che la vinciamo” o ascoltare le sue parole a fine partita da cui si evinceva chiaramente più rammarico che soddisfazione (sempre dopo un pareggio fuori casa contro la Lazio…) secondo voi è sinonimo di “mentalità perdente” o “paura di vincere”?

    Ma il tema, a mio avviso, è soprattutto un altro: mi perdoni, Sig. Cassardo, ma da abbonato pluriennale del Toro credo che personaggi come lei facciano solo male alla nostra piazza, anche perchè – alla luce del costante tono da maroni fracassati delle sue analisi e del voler sempre ricercare/inventare gli aspetti negativi anche laddove non ci sono – ho la netta sensazione che lei stia proprio aspettando che le cose prendano un verso negativo per poi esaltare i suoi pessimismi da tastiera (forse De Silvestri aveva letto uno dei suoi articoli prima della partita con la Lazio…).
    E su questo, è emblematico che la sua disamina parta “al netto della vergogna VAR”! Chissà cosa avrebbe scritto se solo gli arbitri avessero dimezzato gli e(o)rrori verso di noi e fossimo ora a 33/35 punti, come meritavamo??

    E concludo con un appello ai nostri tifosi, abbonati e non: ragazzi, facciamoci meno p***e mentali; GODIAMOCI con serenità una squadra che finalmente è tornata a trasmetterci buone sensazioni in termini di equilibrio ed atteggiamento da cuore granata; GODIAMOCI lo stadio; GODIAMOCI il TORO!!!

    FVCG ed un Sereno 2019!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

      Conta@,Condivido al 100×100 la tua analisi.
      Il dr. CASSARDO, dovrebbe per correttezza scrivere anche che i tifosi del toro “riempiono” il Grande Torino meno di quanto facciano i tifosi di Doria e Genoa…che notoriamente hanno presidenti molto più qualificati, seri e spendaccioni del nostro.
      Secondo il Dr Cassardo quale imprenditore dotato di un minimo di raziocinio, migliore di Cairo si potrebbe avvicinare al toro con queste premesse?
      Sicuramente ci sarà la fila per acquisire la maggioranza del toro e portarlo stabilmente in Champions tipo Atletico Madrid, Dr Cassardo ci faccia un nome solo e noi la seguiremo diversamente i suoi articoli tutti dello stesso stampo e con le stessa tematiche hanno il valore di “Blowin’ in the Wind”
      Come diceva un vecchio spot pubblicitario dr. Cassardo “fatti e non parole’ e i fatti sono di un toro stabilmente nella parte sinistra della classifica. È sufficiente? NO, è meglio di 13 anni fa? Si.
      C’è un’alternativa credibile? A lei la risposta.
      Buon anno e sempre FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vanni - 12 mesi fa

      e certo, Cassardo e’ un gobbo. Basta che non lecchino culi e son tutti gobbi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Hagakure - 12 mesi fa

    Per comprendere le vere e unche intenzioni di Bracciamozze & yesmen allegati, nonchè della cairese, basta leggersi e rileggersi l’intervento de “Il_Principe_della_Zolla” sotto.

    Sono anni che lo diciamo/scriviamo, ma i “tifosi 3.0” adorano sguazzare e vivere di anonimato, mediocrità e di briciole.

    Per costoro il nono posto e i bilanci in ordine rappresentano il massimo obiettivo sportivo raggiungibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ddavide69 - 12 mesi fa

    Veramente una impresa scrivere da un mobile su questo forum,tra t3, messaggi che non partono, pubblicità che rompe i coglioni mentre cerchi di scrivere e paginate che scorrono su e giù… Una rottura di balle….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Pulster - 12 mesi fa

    Manca dinamismo a centrocampo, meite e Rincon a far legna vanno bene, ma manca il collante per l’attacco, infatti Belotti torna indietro a prender palla etc etc
    Quindi un 3/4tista, baselli non è in grado di interpretare quel ruolo, mi spiace ma è e rimarrà una mezz’ala da inserimento e nient’altro, ed anche un po’ apatia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. tric - 12 mesi fa

    Baselli ha perfettamente i 90 minuti nelle gambe! Non fatevi fregare dall’aspetto: sembra stanco già quando entra in campo, ma è essenziale e contrasta quanto El General. Forse voi non ricordate Emil Zatopek, fantastico atleta del fondo che afferma: “non avevo il talento per correre e sorridere al tempo sesso”!
    Quanto a Cassardo, se pretende di godere deve cambiare squadra o dedicarsi ad altri … sollazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Certo che pretendo di godere almeno ogni tanto, non capisco. A te piace prenderti a martellate gli zebedei tutto l anno, ma pensa te. Questa è la vera mentalità da perdenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 12 mesi fa

        Tifoso 3.0. Va tutto bene com’è e guai a cambiare. Un bel centroclassifica tranquillo, conti in ordine e sguazzare nel guado della mediocrità.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Hagakure - 12 mesi fa

      Eccolo qui il solito gobbo merdoso infiltrato che viene ad “insegnare” agli altri come, dove e con chi godere.

      Vai a cagare “3.0”…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. saettadallimite - 12 mesi fa

    Condivido l’articolo al 100%. Manca qualcosa a livello societario, a livello di ambizioni ai “piani alti” ma soprattutto a livello di programmazione. Ho già scritto in altri commenti: un Meitè così, per esempio, non serve a niente, latita per il campo facendo solo danni. Però per come è strutturato il Toro e per la mentalità di Cairo probabilmente lo vedremo titolare fisso fino a fine stagione, squalifiche permettendo. Questo è il vero problema del Toro, di dover principalmente badare alle plusvalenze, obiettivo che segue dinamiche spesso opposte a quelle dei risultati sportivi. E questo senza minimamente voler fare polemiche, so benissimo che grazie a certe plusvalenze siamo riusciti a costruire l’attuale ottima squadra. Ma per andare in Europa, come dice Cassardo, bisogna che soprattutto il centrocampo funzioni bene. Attualmente l’unico elemento veramente affidabile è Rincon, infatti quando è mancato è stata notte fonda. Ma non è un giocatore di qualità, come non lo sono veramente Baselli e Meitè perchè pur avendo piedi buoni per motivi diversi non hanno costanza. Forse proprio per dare qualità era stato preso Soriano, ma si è rivelato un acquisto sbagliato (quello che conta di più è la testa e la voglia di giocare, io avevo qualche dubbio al proposito). Oltre tutto Soriano avrebbe dovuto giocarsi il posto con Baselli, anche per la Nazionale, qualsiasi giocatore se gioca qualche minuto qua e là non farà mai vedere il meglio di sè. In conclusione scrivo quello che ho scritto un sacco di volte: MANCA UN DIRETTORE GENERALE CAPACE!!!!!! Anche per quanto riguarda il mercato, Petrachi è bravo ma non bravissimo, si è fatto scappare Ilicic per una questione di spiccioli, adesso uno come lui ci servirebbe come il pane (e accetta anche di partire molte volte dalla panchina alla’Atalanta). Speriamo nel 2019!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

      Sei sicuro che Petrachi si sia fatto scappare Ilicic per pochi spiccioli?
      Secondo me Petrachi aveva concluso l’accordo poi quando si è trattato di firmare Cairo non ha accettato le condizioni. In fondo chi tira fuori i quattrini è lui mica il DS.
      Petrachi secondo il mio modesto parere portando a casa con pochi spiccioli Glik Darmian D’Ambrosio Sirigu Zappacosta, Moretti, N’kolou, Belotti, Aina, Izzo, Jago, ha dimostrato grandi capacità.
      Poi ha commesso errori come tutti i DS Tare compreso che considero un autentico fuoriclasse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 12 mesi fa

        E Infatti grazie anch’io a Cairo E Infatti grazie anch’io a Cairo siamo ancora e sempre incompleti. ancora e sempre incompleti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. saettadallimite - 12 mesi fa

        Infatti come ho scritto lo considero bravo e tutti i giocatori che hai citato sono ottimi acquisti, anche se conosciuti (al Palermo e al Chievo qualche anno fa facevano davvero colpi con giocatori semisconosciuti con due soldi). Potrei citarti altrettanti flop tipo Carlao, Barreto, Larrondo, Menga, Ajeti….. ma nessuno è perfetto, ovviamente. Quello che sostengo è che Petrachi può essere anche bravo, anche se a parer mio non il genio che qualcuno dice, ma c’è bisogno di una figura manageriale che gestisca le cose e tiri le fila. Ti faccio un semplice esempio: se Mihajlovic vuole prendere Njang e far spendere 15 milioni al Toro non c’è nessuno che abbia l’autonomia di giudizio e la saggezza per impedirlo. Ci vuole una figura che possa davvero imporsi, che abbia davvero una conoscenza calcistica, Petrachi non basta. Io ho la sensazione che alla fine quello che decide sia sempre Cairo e che Petrachi non riesca a imporsi, anzi che sia sostanzialmente il suo delfino, altrimenti non mi spiegherei la gran quantità di errori in fase di mercato, compreso questo di Soriano. Alla fine penso che solo quando avremo questo benedetto direttore generale (non è un’idea mia, se ne parla da quando si è insediato Cairo, 13 anni fa) faremo il famoso salto di qualità. Infatti: perchè nel settore giovanile il salto lo stiamo facendo? Perchè c’è una vera organizzazione dirigenziale. Probabilmente la prima squadra la vuole gestire in prima persona Cairo, questo è il problema.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 12 mesi fa

          Secondo me ci si affida troppo ai procuratori proprio perché non abbiami una struttura solida che consenta attraverso gli osservatori a fare vero scouting. Infatti abbiamo sempre le solite minestre riscaldate e gente da ricondizionare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. saettadallimite - 12 mesi fa

            Bravo ddavide69, condivido in pieno. E penso che Petrachi in questo sistema si sia calato alla perfezione.

            Mi piace Non mi piace
  24. dattero - 12 mesi fa

    bel commento di principe della zolla.
    spero di essere smentito,ma,a questa proprieta’l’europa non interessa,non conviene economicamente.
    Sul fatto di avere momenti leonini,difficile con societa prodiga a spegnere entusiasmi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-13814870 - 12 mesi fa

    che ottimismo!!!!!!!!! adesso siamo addirittura per lottare per la B..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Dopo tredici anni di ottimismo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. user-14142375 - 12 mesi fa

    Certo che lamentarsi di questo Toro……… ognuno faccia il proprio mestiere che è meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Ecco comincia a fare il tuo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. RDS - 12 mesi fa

    Quando ogni anno allo spuntare del mercato invernale e cm evidenti lacune da colmare (vedi crossatore, vedi fantasista, vedi Panca non all’altezza dei titolari) si sente il presidente parlare di rosa che va più che bene e ora aggiungiamoci anche un allenatore aziendalista che la desidera corta, si capisce subito quali sono le reali intenxioni della società….l’Europa per il TorinoFC è un optional se arriva bene, se non arriva va bene lo stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      E a quanto pare anche a molti tifosi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

    “Rincon a cui possiamo chiedere tutto meno che la capacità di palleggio; Baselli che, seppure in crescita, dopo 70 minuti boccheggia ed è oggettivamente “leggero”; Meité che, dopo un inizio promettente, è sempre più lento e apatico e dista anni luce dal tipo di giocatore capace di farci compiere il salto di qualità. Se sulla linea mediana aggiungiamo i piedi proletari di Lollo De Silvestri, la frenesia ancora acerba di Ola Aina e l’atletismo ridotto di Ansaldi, la frittata è fatta, i pareggi fioccano e le vittorie latitano.”
    Con queste premesse siamo li li per giocarcela con L’Empoli per l’ultimo posto utile per non finire in b.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Assolutamente no. Però non saremo certo la settima forza d campionato. Ci va altra gente a centrocampo se si vuole cambiare davvero l andazzo, altrimenti saremo sempre una delle 4-5 squadre che si giocano il settimo posto, che, a ben vedere, non è che sia chissà quale irraggiungibile traguardo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 12 mesi fa

        Periferici, Inter, romane, Napoli, hanno più di noi.
        Il Milan per gli infortuni che ha avuto è attualmente al nostro livello (vedremo dopo il mercato di gennaio, dove si posizioneranno) Samp viola e Atalanta se la giocheranno con noi.
        A mio parere la Samp mollerà, la viola con Muriel non si è migliorata e poi le squadre di pioli a metà girone di ritorno perdono brillantezza, la più temibile è l’Atalanta che grazie al suo allenatore (che su qs ed altri forum granata quando si ventilava il suo avvicinamento al toro i molti leoni da tastiera lo chiamavano Gaspagobbo) sta ottenendo risultati incredibili.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Mav - 12 mesi fa

    una lagna continua

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Una condiscendenza continua

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Il_Principe_della_Zolla - 12 mesi fa

    Io faccio parte della categoria “anziani”, Sig. Cassardo. Come la capisco, come capisco questa voglia di vincere e di godere. Fa parte del nostro DNA! Siamo figli degli Invincibili (per i cultori del mito Cairesco/Petrachesco, prego consultare l’enciclopedia Treccani), nipoti del Toro olandese, cultori della triade Giagnoni, Radice, Mondonico.
    Ma NON siamo più quel Toro, quel Toro NON esiste più. La creatura coltivata dal Sig. Urbano Cairo non è nemmeno la pallida controfigura del Toro che fu.
    Costui è un usurpatore che mantiene il Torino FC come una pianta di plastica, sempre verde ma che non ha profumo, né dà frutti. E’ la sua piantina da salotto, alimentata dai proventi ai procuratori per assemblare alla meno peggio qualcosa che possa stare in piedi, ma soprattutto che non possa mai volare.
    Non resta che sperare nelle ambizioni extra-sportive del Sig. Urbano Cairo, che lo inducano finalmente a levare il disturbo, e nei miracoli che un allenatore “che non deve chiedere mai” e undici onesti pedatori possano regalarci in modo non previsto né prevedibile.
    Buon anno a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. user-13658280 - 12 mesi fa

    per vincere di piu serve un centrocampista nel ruolo ke fa spesso baselli, però capace di fare assist, questo l hanno capito i muri speriamo anke i nostri dirigenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Madama_granata - 12 mesi fa

    Commento in linea di massima condivisibile, ma in un punto, per me, troppo ottimista!
    “Difficile immaginare che anche nel girone di ritorno gli arbitri ci tartassino come all’andata”: così commenta, e questo spera, il Signor Cassardo.
    Credo che tutti lo speriamo, però..
    Però io temo che tutto dipenda dalla “resa del Torino”.
    – Se le nostre prestazioni saranno mediocri e i punti ottenuti limitati, allora gli arbitri non saranno contro di noi.
    – Se le nostre prestazioni saranno buone e numerosi i punti ottenuti, allora gli arbitri “dovranno” fare di tutto per “frenare” il Toro e contenerlo, dando la precedenza alle squadre
    “pre-destinate” (=destinate, scelte in precedenza) all’Europa.
    Juve, Napoli, Inter irraggiungibili.
    Milan, Roma, Lazio le “pre- destinate”: per me, purtroppo, “dovranno” sopravanzarci.
    Ce la giochiamo con Fiorentina e Samp (che però ad oggi non sembrano essere state “frenate= danneggiate” dagli arbitri come il Toro), e poi Parma, Sassuolo, e qualsiasi altra squadra che raccolga tanti punti nel ritorno.
    Spero, anzi voglio, sbagliarmi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. user-13721612 - 12 mesi fa

    vero sembra un toro con il freno tirato dovrebbe giocare sempre per vincere tanto la solita salvezza arrivati a questo punto è acquisita quindi penso che non ha più niente da perdere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. user-13721612 - 12 mesi fa

    verissimo è possibile che chi comanda non vede i tasselli per centrare l’Europa league

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. BIOFA70 - 12 mesi fa

    Articolo codiviso. Ma alle domande di perché siamo sempre li a galleggiare pieni di rimpianti le risposte possono essere molte…ma la domanda vera ė:
    La società e quindi Cairo vuole fare il salto di qualità??
    Secondo me no. Altrimenti certi giocatori scommesse(Soriano e tanti come lui) non dovrebbero vedere il Toro nemmeno in tv.
    E invece ogni anno ne abbiamo in ogni reparto che ci costringono ad avere rose limitate e classifiche sempre stitiche.
    Qundi caro Cairo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. MONDO - 12 mesi fa

    Sante parole …. condivido pienamente .
    Manca certamente , come sostengo da sempre , il trequartista con piedi “buoni , inventiva , ecc ….. un Liaijc oppure , senza pensare a top player inarrivabili , Papu Gomez Ilicic , De Paul

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. GlennGould - 12 mesi fa

    Solitamente non mi piace il modo di porsi dell’autore dellarticolo, non di meno questa volta non posso esimermi dall’essere d’accordo e sottolineare la sua, a questo punto, legittima richiesta. In questo girone di ritorno, qualche lunedi da completo leone (granata) sarebbe buono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. ddavide69 - 12 mesi fa

    Perché non godiamo già abbastanza così? A voler dare lettura del sondaggio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Perché non è vero??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 12 mesi fa

        Secondo me Atalanta e Sampdoria le nostre concorrenti per il settimo posto, che spero basti per andare in EL. Un Toro sesto anche per le ragioni che hai indicato non ce lo vedo proprio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 12 mesi fa

      Il tifoso del Toro 3.0 col nono posto è campione d’Italia. Gli 1.0 non esistono quasi più ed i 2.0 vivono tra rammarichi, rimpianti e ricordi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 12 mesi fa

        Eppure i sondaggi sono a favore della gestione e dei risultati attuali

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marchese del Grillo - 12 mesi fa

          E te l’ho scritto il motivo! Abbonda il tifoso 3.0. Hai voglia a vincere qualunque sondaggio e guai a chi tocca il sommo presidente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 12 mesi fa

        Ti chiedo scusa, avevi già scritto tu la ragione per la quale siamo messi così, al livello di tifoseria

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Gig66 - 12 mesi fa

    Bravo Cassardo, hai fatto un’ottima sintesi, condivido totalmente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. fabrizio - 12 mesi fa

    domanda e desiderio legittimi, ma di difficile realizzazione. A meno che a gennaio non arrivi finalmete un centrocampista che sappia giocare il pallone di prima a con un po’ di classe. così magari non dobbiamo sperare che le occasioni da goal capitino a piedi dighisa come De silvestri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy