Toro, pressing ultraoffensivo e tridente: a Firenze si deve solo vincere

Toro, pressing ultraoffensivo e tridente: a Firenze si deve solo vincere

Lavagna tattica / Come di consueto, il nostro Lello Vernacchia ci presenta i temi tattici della partita

di Lello Vernacchia

Giocare a Firenze non è mai facile, la Fiorentina vuole farsi perdonare dai suoi tifosi e la partita diventa un vero e proprio pass per l’Europa, vista la sconfitta con il Bologna. È con Fiorentina e Sampdoria che si fa la storia: nonostante il Toro abbia trovato una solidità difensiva non indifferente sono arrivati troppi pareggi e ora bisogna conquistare i tre punti. Per questo bisogna andare a Firenze con un atteggiamento offensivo, con l’unico obiettivo di vincere. Con il Bologna il Toro è stato troppo prudente e infatti poi è stato penalizzato dal risultato.

La Fiorentina è una squadra che gioca e di conseguenza lascia spazi, fa giocare l’avversario: non ha senso attendere, sarebbe ora di schierare un 3-4-3 con giocatori in grado di pungere in attacco. Iago Falque deve essere più vicino agli attaccanti, che possono essere Zaza e Belotti, con due esterni di spinta e due centrocampisti a supporto: ormai non c’è nulla da perdere e le catene di destra e sinistra possono rifornire ottimamente le due punte. Sono partite da portare a casa, in cui il centrocampo diventa decisivo per garantire pressing ed equilibrio. Io schiererei una mediana a 2 con Rincon e Baselli e darei un ruolo chiave agli esterni, che sono in grado di spingere e di dare copertura.

Si deve cercare di fare la partita con la ricerca della palla alta, nonostante gli attaccanti che nello spazio possono far male: Muriel e Simeone sono giocatori che cercano la profondità, bisogna chiudere i rubinetti e non fargli arrivare rifornimenti. La strategia deve essere quella di non far ragionare i palleggiatori viola, prenderli sul primo giro palla e recuperare le seconde palle: saranno fondamentali le coperture preventive dei difensori e le letture di Sirigu per togliere lo spazio ai contropiedisti viola. E infine, ultimo ma non meno importante, dovrà essere battaglia, battaglia da Toro.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano1967 - 5 mesi fa

    conta solo vincere oggi per continuare a sperare al di la di moduli uomini etc etc.ho visto la ripresa di parma atalanta.se i nostri concorrenti incontrano squadre cosi motivate sara dura sperare.quindi unico risultato sarebbe vincere ma e chiaro che di fronte c la viola.vedremo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. freddy - 5 mesi fa

    Lasciamo fare a chi sa… e poi in panchina c’è Mazzarri 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13963758 - 5 mesi fa

    mi sembra l’ideale attaccare alto con 2 attaccanti veloci come muriel e Simeone. così ci fanno come in coppa Italia, con 50 metri di campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

    Mister Vernacchia ma perché lei con tutte queste intuizioni tattiche non allena tra i professionisti?
    Lasciamo fare a chi sa.
    Oggi il problema maggiore sarà sostituire uno dei 4 migliori centrali della serie A.
    Romagnoli Kulibalibe e il gobbo sono sul suo livello

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy