La partita più importante degli ultimi vent’anni

La partita più importante degli ultimi vent’anni

Editoriale / Vincendo contro il Milan, il Torino sarebbe tra le favorite per il quarto posto Champions

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Torino-Milan sarà la partita più importante degli ultimi vent’anni della storia granata. Può suonare come un’esagerazione, mancando altre quattro partite al termine del campionato, ma superando in casa i rossoneri – attualmente quarti in classifica – il Torino si metterebbe nelle condizioni di puntare davvero al quarto posto, che vale la Champions League. Fa effetto persino scriverlo. E’ un’occasione enorme per scrivere una pagina di storia eccezionale per il club. I granata sono padroni del proprio destino dopo la vittoria di Genova, avvalorata da un turno di campionato che sorride a Mazzarri: il Torino ha guadagnato punti su tutte le dirette concorrenti, aspettando l’Atalanta impegnata in casa del Napoli domani.

Contro il Genoa, va detto per onestà intellettuale, i granata non avrebbero meritato la vittoria per quanto prodotto. Un primo tempo pessimo, poi un secondo tempo in cui (stranamente) i granata hanno dato una lezione di cinismo, segnando al primo tiro nello specchio della porta con Ansaldi, un giocatore che ci si renderà conto di quanto sia forte solo quando lascerà Torino. A blindare la vittoria due parate surreali di Sirigu, decisive quanto il gol dell’argentino. Quanto accaduto a Marassi va quindi a bilanciare parzialmente altre occasioni in cui il Torino non ha raccolto punti che avrebbe meritato, per errori arbitrali (Udinese all’andata, ad esempio) o propri (Bologna all’andata, ad esempio).

Le pagelle di Genoa-Torino 0-1: fate un monumento a Salvatore Sirigu

Tanti sono i punti lasciati per strada dal Torino, ma lo stesso discorso vale anche per le concorrenti. La lotta per le posizioni europee va a rilento, difficilmente ci sono risultati scontati e nessuna squadra, dal Milan alla Sampdoria, è nettamente superiore o inferiore alle altre. In questa lotta ci sta a pieno titolo anche il Torino, non bello ma solido ed efficace, con la quarta difesa del campionato (a uno e due gol subiti di distanza, rispettivamente, dall’Inter terza e dal Napoli secondo) e con un ruolino di marcia che recita: solo una sconfitta su sedici trasferte. Insomma, Belotti e compagni non giocheranno come l’Ajax ma i tifosi granata possono “turarsi il naso” senza troppe difficoltà. Inseriamo nel computo generale la stagione storta di Iago Falque e quella disgraziata di Simone Zaza e concludiamo con poche parole: la stagione del Torino di Mazzarri, se non è già oggi da applausi a scena aperta, quantomeno merita rispetto e sostegno da parte di tutto il mondo granata.

 

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxxvigg1968 - 4 mesi fa

    ….. e se non sbaglio il milan tra qlche ora gioca una partita di una discreta importanza (x la sua stagione) !!!

    allora facciamo il tifo x i supplementari …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tric - 4 mesi fa

    La sensazione è che in questo momento ci siano alcune squadre “in riserva di carburante”. Ce ne sono altre invece, fra queste il Genoa, che dal punto di vista atletico sono in ottima condizione. Affrontare le seconde non è uno scherzo, perchè nessun controllo di palla avviene senza un avversario che morde le caviglie. I commenti iperbolici (in negativo ed in positivo) dovrebbero tener conto di queste condizioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

    L’accesso ai soli gironi di Champions, vale oltre 40 milioni di eurini!
    Sarebbe la svolta verso un’altra dimensione di calcio e di squadra. Non voglio nemmeno pensarci!!!
    Speruma bin.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 4 mesi fa

      É Pasqua, sognare costa poco, per una volta speriamo che giri per il verso giusto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. DavideGranata - 4 mesi fa

      Ciao Marchese,

      ammesso e non concesso che si arrivi addirittura alla qualificazione alla CL e ai gironi, sei sicuro che quei 40 milioni di euro verranno reinvestiti dal mandrogno per far fare alla squadra quel salto di qualità che tutti noi vorremmo…???

      Oppure, a conti fatti, servirebbero al mandrogno medesimo per coprire le eventuali minusvalenze, con tanto di interessi, derivanti dall’acquisto di due bidoni come Niang e Zaza..???

      Perchè certe domande bisogna anche avere il coraggio di farsele…!!!

      E poi il mandrogno lo conosciamo tutti molto bene…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

        Ciao Davide, io oramai non sono piu sicuro di niente. L’incasso sarebbe quello e credo risulterebbe difficile da parte di chiunque far finta di niente e non investire per fare una squadra competitiva per giocarsela. I soldi chiamano i soldi e immagino che a quel punto si entrerebbe in un circolo virtuoso. Ma per adesso siamo ancora nell’ambito delle supposizioni. Lasciamo perdere le pippe mentali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. DavideGranata - 4 mesi fa

          Giustissimo.

          E’ meglio stare con i piedi per terra e lasciare ai soliti noti le “vertigini d’altura”, visto che si sono esaltati come delle belve feroci per una prestazione che, a parte i tre punti essenziali per mantenere vive le speranze, per il resto hanno dimostrato ancora una volta la nullità e l’indisponenza del “calcio mazzarriano”.

          Senza scomodare gli arbitraggi (i quali, tuttavia, contano eccome), se penso alle partite contro il Bologna, Parma e Cagliari e ai punti gettati nel cesso, divento idrofobo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. rza78 - 4 mesi fa

            E già…la Lazio può.perdere in casa contro il Chievo retrocesso.la Roma avere 2 punti in classifica più di noi con monte ingaggi triplo. Noi possiamo essere li a giocarcela per traguardi inimmaginabili a inizio stagione ma quello che conta è che abbiamo pareggiato a Parma (come il milan) e con il Cagliari (che é in grande forma e non ha perso con nessuna negli ultimi 2 mesi,. Io lo dico da tempo certi tifosi sono la nostra rovina

            Mi piace Non mi piace
      2. Samuele - 4 mesi fa

        I soldi del Toro vengono investiti nel Toro. Quello ormai mi sembra chiaro, ci sono dei bilanci, basta leggerli. Non capisco inoltre perchè parli di minusvalenza, Niang se venduto ad una cifra sopra i 10 milioni (e direi che sarà facile) è una sicura PLUSVALENZA. Lo stesso discorso vale per Boyè (altra plus) e Ljajic (altra plus). Quindi non vedo grossi problemi di bilancio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14171626 - 4 mesi fa

    Se siamo ancora in ballo è senz’altro x causa di un campionato mediocre ma chissenefrega….noi siamo li e abbiamo delle chance importanti x andare in EL… Il resto non lo nomino nemmeno perché è un sogno ma se capita sarà come aver vinto lo scudetto..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ninjiagranata2 - 4 mesi fa

    Caro Simone e vero che come ingaggi siamo la settima rosa più pagata ma secondo Transertmarkt ( che è il più autorevole dito di mercato calcistico ) siamo la decima squadra Italiana per valore quindi non saremmo superori a nessuna delle squadre con cui lottiamo ciao e Buona Pasqua

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 mesi fa

      Ciao Ninja, Transfermarkt dice il valore odierno.
      Il monte ingaggi è datato inizio campionato.
      Il valore di mercato aumenta o diminuisce più volte nell’arco del campionato. Lo stipendio molto difficilmente viene modificato in corso d’opera.
      Siamo partiti (se tutto fosse matematico cosa che non è) x arrivare almeno vii.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bischero - 4 mesi fa

    Sono tutte importanti. Con lo stesso grado di difficoltà. Comprese Empoli e Sassuolo. Le ricette per l impresa sono Massima concentrazione, cuore oltre l ostacolo e ambiente unito e compatto. Chi darà più costanza di risultati andrà in Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. PietroCuoreGranata - 4 mesi fa

    Godiamoci tutti una Serena Pasqua con questa vittoria che ci consente ancora di sognare.Il più bel regalo tra le tante sorprese che avremmo potuto trovare in questa ricorrenza.A 5 giornate dalla fine conta ormai la sostanza, quindi TUTTI UNITI per trovare quanti più punti nelle prossime uova postdatate…TANTI AUGURI A TUTTI I FRATELLI GRANATA E AI LORO CARI E SEMPRE W TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 4 mesi fa

    Ieri, a caldo e sotto stress per la solita partita sofferta, sono stato piuttosto severo nel commentare la prestazione del Toro. Oggi, a mente fredda ed alla luce dei risultati delle altre concorrenti, riconosco che si è fatto il massimo possibile, l’impegno dei goicatorinon è mancato, si è vinta una partita fondamentale e tanto deve bastare. Ora, avanti con convinzione contro Milan e gobbi e poi potremo avere idee più chiare. FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Garnet Bull - 4 mesi fa

    Si gioca tutto sul filo del rasoio, punti, scontri diretti e differenza reti. Io credo fortemente nel cinismo che mazzarri trasmetterà alla squadra. Vedrete, questa sarà un’ annata da ricordare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ProfondoGranata - 4 mesi fa

    Siamo ad un passo dalla Champions, vero. Ma siamo anche ad un passo dal restare a bocca asciutta. Non dimentichiamoci come abbiamo perso la Coppa Italia: in casa, contro una Fiorentina non al top, per due errori della difesa e penalizzati da alcune assenze eccellenti.
    Questa stessa condizione la ritroveremo contro il Milan.
    Poi abbiamo i gobbi e infine la Lazio.
    Sia chiaro che la forma di queste avversarie non è affatto preoccupante (ieri la Fiorentina ha preso un palo, una traversa e ha fatto un autogol, altrimenti la festa la rimandavano di nuovo).
    Se vogliamo davvero fare il colpaccio non abbiamo alternativa: mancano 5 partite alla fine del campionato e dobbiamo vincerle tutte e sperare anche in qualche altro scivolone delle nostre concorrenti.
    Mettiamocela tutta. Massimo supporto. Crediamoci. I conti li faremo alla fine.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. SiculoGranataSempre - 4 mesi fa

    Seconda cosa. Le partite con Milan e Lazio diventano fondamentali anche per eventuali pari punti in classifica. Con l’Atalanta siamo in vantaggio, con la Roma in svantaggio mentre con rossoneri e biancocelesti ad oggi siamo pari. Quindi se vincessimo con entrambi in caso di pari punti saremmo avanti. Con un’altro pareggio varrebbe la differenza reti complessiva della classifica. E con il Milan siamo dietro e con la Lazio avanti di un gol. Ad oggi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. SiculoGranataSempre - 4 mesi fa

    Due cose. Un po’ di allenamento con passaggi a terra non guasterebbe. Perché alziamo sempre la palla anche per gli scambi vicini? Perdiamo un tempo di gioco e siamo brutti da vedere. Non penso che siamo così scarsi tecnicamente da non riuscirci anche perché in altre partite un gioco più fluido lo abbiamo fatto. Per il resto il Toro di quest’anno mi sta bene così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Firmo per il quinto posto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. GlennGould - 4 mesi fa

    Pur riconoscendo l’importanza del match, il titolo dell’articolo somiglia un po’ al tifoso granata, che con fatica riesce a rivelarsi equilibrato. D’altronde la storia del toro, ultimo ventennio compreso, parla chiaro, per cui è persin facile giustificarci.
    E poi, a poche giornate dalla fine, chi l’avrebbe mai detto, specie con tanti punti buttati, altri tolti dal var, che il toro avrebbe affrontato il milan con la speranza di potersi realmente proporre aspirante ad un posto in champions league?
    Personalmente, e spero di cuore di sbagliarmi, vista la situazione generale del milan e la relativa tragedia economica che comporterebbe un mancato accesso alla coppa più importante, ho poche speranze che quarto arrivi qualcuno al posto loro. D’altronde, c’è l’Europa League. Che schifo non farebbe. Anzi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-14036712 - 4 mesi fa

    Concordo con Sartori:match, importantissimo quello contro il Milan! Essere tifosi, tanto più essere il TORO, comporta sognare, essere irrazionali ed un paio di considerazioni però vanno fatte e cioè aspetterei di parlare di “squadra rivelazione dell’anno”, i bilanci si fanno alla fine del Campionato e vorrei ricordare a mister Mazzarri, che stimo e non da oggi, che siamo settimi come monte-ingaggi e settimo siamo. E che domenica alle 20,30 schiereremo una formazione iniziale dettata da infortuni(Falque e Djidji) e squalifiche(Baselli e Zaza) e non per colpa della rosa ristretta come molti scrivono. Non so il risultato finale di domenica ma noi siamo il TORO! SEMPRE FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. MaratonaItinerante - 4 mesi fa

    Il gioco di Mazzarri può non piacere ma proprio non capisco certi “tifosi” di cosa si lamentano. Ai blocchi di partenza il Toro aveva oggettivamente la rosa per competere con Fiorentina e Sampdoria, un gradino sotto Lazio, Atalanta e Milan. Quindi vorrei capire dove sarebbero tutti i danni fatti da Mazzarri visto che siamo lì a giocarcela con queste 3 squadre (+ la Roma, la vera delusione del campionato) e sopra proprio a Fiorentina (altra delusione) e Sampdoria.

    Io penso che andare in Europa League sarebbe comunque una grande impresa perché è vero che nessuna delle pretendenti sta brillando, ma nessuna è rimasta particolarmente indietro (vedi milan e inter negli anni in cui siamo andati in Europa noi, Sassuolo e Samp, e non c’era ancora l’Atalanta di oggi).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 mesi fa

      All’inizio del campionato avevamo il vii monte ingaggi mentre l’Atalanta l’viii e quindi, dato che quello è un dato oggettivo, la nostra rosa è, considerando il valore di ogni singolo giocatore, superiore.
      Che peccato non aver preso nessuno a gennaio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Mimmo75 - 4 mesi fa

    Aspetterei a definire da applausi la stagione. Sono un grande estimatore del mister per la sua capacità di concretizzare e di ottenere il massimo dalle rose a disposizione. La sua storia dice soprattutto questo (il tempo gli ha dato ragione anche sulla sua esperienza all’Inter come gliene sta dando su quella al Watford, che forse pensava di replicare la favola Leicester…). Aspetterei per gli applausi perché l’obbiettivo Europeo è stato dichiarato chiaramente e non solo in questa stagione. Il mister ha scelto quasi tutti gli uomini, non ha posto veti sugli arrivi last minute di Zaza e Soriano, ha preteso una rosa scarna, non ha battuto ciglio sulle ulteriori cessioni invernali e sul mancato rimpiazzo di un giocatore come Soriano. Ha preparato la squadra sin dal ritiro, l’ha allenata e ba scelto uomini e tattiche durante ogni partita della stagione. Le difficoltà che cita l’editoriale ci sono state e l’essere comunque in corsa per l’Europa è sicuramente sintomo che tante delle scelte del mister sono state assolutamente vincenti, ad oggi. Appunto: ad oggi. Ma il campionato finirà tra 5 turni e siccome al mister è stato chiesto di raggiungere l’Europa, sarà questo il metro di giudizio sul suo operato. E la standing ovation partirà convinta e travolgente se dimostrerà,ancora una volta, di essere un allenatore capace di superare ogni difficoltà e ottenere il risultato richiesto nonostante molte difficoltà. Daje mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 4 mesi fa

      P.S.: ovviamente concordo su rispetto e sostegno che non devono mai mancare. In caso contrario si sarebbe tutt’altro che tifosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Samuele - 4 mesi fa

        Siamo comunque a 53 punti, e direi che l’obbiettivo di superare il record degli ultimi (quanti anni? Ho perso il conto) sia alla portata. Nel caso, anche se non dovessimo centrare l’obbiettivo UEFA sarebbe comunque una stagione positiva; anche perchè l’anno prossimo con la conferma dell’allenatore e un miglioramento della fase offensiva l’obbiettivo potrà essere davvero la champions.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 mesi fa

    Continuo a non credere alla Champions (ma felice di essere smentito )
    Penso che pure per il sesto settimo posto sarà dura (ma il settimo da oggi un po’ meno ).
    Ma è vero: contro il Milan sarà la partita di campionato più importante da molti anni a questa parte.
    Spero torni anche alla grande l’entusiasmo e la partecipazione dei tifosi.
    Io vivo in Liguria ma per occasione mi sono preso le ferie per venire a tifare. Dobbiamo trascinarli al successo.
    Mazzarri non ci avrà dato un gran gioco, anzi, il gioco. salvo a tratti fa proprio schifo, ma la squadra è solida, unita e tosta, e poi non mi sembra che quest ‘ anno compresi i gobbi ci siano squadre che hanno fatto regolarmente un bel gioco, a parte l’Atalanta forse.
    Quindi Cerchiamo di essere anche noi tosti e calorosi e uniti fino alla fine, perché mi sembra che rispetto ai tempi di Cerci/Immobili ci sia meno entusiasmo… Noi siamo il Toro, vediamo di non imborghesirci , soprattutto in casa. In trasferta siamo sempre grandi.
    Forza Toro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. piroldo64 - 4 mesi fa

      Aggiungerei che a tutt’oggi il bel gioco dell’Atalanta l’ha portata ad avere all’incirca i nostri punti (al netto del recupero a Napoli), quindi la qualità del gioco non sembra fare sostanzialmente la differenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy