Torino: il mercato di gennaio non è un inutile orpello

Torino: il mercato di gennaio non è un inutile orpello

Editoriale / Se non è sulla guida tecnica che si vuole incidere è allora sul mercato di gennaio che servirà fare qualcosa

di Nicolò Muggianu

Certo, il mercato di gennaio è da sempre una sessione difficile, perché chi ha i giocatori forti spesso se li tiene e le occasioni per rinforzare davvero una squadra non sono molte. Altrettanto certamente nella gestione Cairo i mercati invernali sono stati quasi sempre ridotti al minimo per non dire inesistenti: nell’ultima categoria rientrano quelli di gennaio 2018 e gennaio 2019, quando in panchina c’era Mazzarri.

Al momento il tecnico toscano è ancora lì; il presidente Cairo ha confermato fiducia anche dopo la clamorosa sconfitta contro la Spal, nonostante sia ormai inviso a buona parte dell’ambiente. Se non è sulla guida tecnica che si vuole incidere – in attesa di scoprire come andranno le prime partite del nuovo anno – è allora sul mercato di gennaio che servirà fare qualcosa per dare uno scossone ad una stagione che sta scivolando via nella mediocrità. O almeno serve provarci.

Ecco che quindi questo mercato di gennaio alle porte non va interpretato alla stregua di un inutile orpello come gli ultimi due; assume invece le sembianze di un’occasione da non perdere. È lecito aspettarsi che la società provi a lavorare con intelligenza: innanzitutto sfoltendo la squadra, ma non solo. Servono volti nuovi, aria fresca, un paio di innesti che possano alzare il livello di qualità della squadra. Al limite, se non sarà possibile trovare giocatori pronti, che almeno si peschi qualche giovane di prospettiva verso la prossima stagione. Elementi promettenti da inserire in questi mesi per averli pronti il prossimo anno in vista di una rivoluzione tecnica che a giugno, di questo passo, sarà inevitabile.

57 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 9 mesi fa

    Troppe incongruenze in questo articolo, che direbbe cose giuste, ma solo se non ci fosse più Mazzarri.
    – 1) – “Volti nuovi ed aria fresca:un paio di innesti x alzare il livello di qualità della squadra”.
    Per alzare il livello qualitativo della squadra ci vorrebbero dei (solo un paio?) campioni che, o non ci sono sul mercato, o costerebbero troppo.
    – 2) – E infatti l’articolo prosegue così:
    “Se non sarà possibile trovare giocatori pronti, che almeno si peschi qualche giovane di prospettiva verso la prossima stagione. Elementi promettenti da inserire in questi mesi per averli pronti il prossimo anno”.
    Elementi giovani e promettenti, “aria fresca”, il Toro ne ha fin troppi, ma se Mazzarri (che non se ne va!) si intestardisce a mettere solo e sempre in campo gente come Aina e Meité, Bremer e Berenguer, che:
    – o non ha voglia di correre e giocare
    – o cancella le cose buone rimediando rigori contro ed espulsioni
    – o si deprime in corso d’opera se il pubblico disapprova e fischia gli errori
    Allora è inutile acquistare altri “nuovi giovani”!!!
    Altri giovani già ci sono, e tanti, ma:
    – o non hanno avuto gli spazi necessari x dimostrare “se” (e ribadisco “SE” x taluni co-tifosi), e quanto valgono: Parigini ed Edera
    – o hanno avuto le ali tarpate da Mazzarri, che prima li ha trattenuti e poi non ha avuto il coraggio (o la volontà) di lanciarli nel calcio che conta: Millico, Rauti, Buongiorno, De Angelis, ecc..
    Mazzarri ha ampiamente dimostrato che a lui non interessa valorizzarli e che non li metterà mai in campo.
    – o si sono dimostrati troppo “bravi”, hanno difeso e fatto gol, e hanno urtato Mazzarri surclassando i suoi “prescelti”.
    E Mazzarri li ha castigati e non li ha mai più fatti giocare (Bonifazi).
    Per loro, x tutti questi tanti giovani, il posto nel Toro, sempre con il “dannosissimo” Mazzarri al timone, non c’è oggi e non ci sarà domani.
    Allora: per quale motivo comprare altri giovani?
    Solo x scaldare la panchina?
    Solo x vedersi pure loro “passare comunque davanti” elementi come Meité ed Aina?
    Ieri un altro articolo sottolineava, a ragione, che nessuno dei “promettenti prestiti” è mai più ritornato.
    È tornato solo Verdi, venduto a poche centinaia di migliaia di euro e riacquistato a €25.000.000! Ma la colpa non è certo del giocatore!
    – 3) – E infatti l’articolo così si conclude:
    “in vista di una rivoluzione tecnica che a giugno, di questo passo, sarà inevitabile”.
    Oooohhh…!!! Finalmente!
    Ma, se non prima, almeno a giugno una “rivoluzione tecnica” è prevista, ma per quale motivo “dare carta bianca” e lasciare agire ancora Mazzarri, permettendogli di vendere, prestare, acquistare, confermare e continuare a fare danni a suo piacimento???
    Se non va: fuori subito!
    Se piace, nonostante gli insuccessi, non lo si cambia neppure a giugno.
    O il nuovo tecnico rimpiangerà magari Millico e Rauti, Parigini o Edera, o Bonifazi, ma sarà costretto ad avere a che fare con Meité, Aina, Bremer e Berenguer…
    Aggiungo che si parla pure di vendere ottimi ed affermati giocatori come Falque, Zaza e De Silvestri, magari perdendoci del denaro, ma il nome di Djidji, inutilizzato pure lui, non compare mai tra i partenti! Che se lo tiene a fare Mazzarri?
    Questo è masochismo bello e buono!
    E il Toro continua a fare le spese e a subire danni per gli errori di questo allenatore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 9 mesi fa

      Come recita il titolo: L'”inutile orpello” è proprio lui! È Mazzarri!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. guido - 9 mesi fa

      Concordo in tutto. Ma mi spiegate perche’ si pensa di cedere Bonifazi, non solo in prestito, ma addirittura a titolo definitivo? A me pare un ottimo giocatore, ha avuto pochissimo spazio e ha fatto 2 gol, che per un difensore non e’ poco. E se si fa male qualcuno della difesa restiamo con i soli Izzo (che non e’ piu’ quello dell’anno scorso), NKoulu (che non ha piu’ voglia di giocare nel Toro), Lyanco (infortunato a vita), Bremer (che ne fa una buona e 2 ne combina) e De Silvestri (che non e’ un difensore. Io sostengo che Bonifazi deve restare: per 10-11 milioni dove lo troviamo un altro come lui? Qualcuno mi risponda: sbaglio o non me ne intendo di calcio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. afo70t_14519221 - 9 mesi fa

    Meggiorini Coco Pancaro e si svolta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 9 mesi fa

    io il 31 gennaio prenderei Amauri e barreto…. costo 0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 9 mesi fa

    Sì come no un altro damascan ma per favore, magari un palacio, usato garantito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giancarlo - 9 mesi fa

    Al di la delle considerazioni lette sotto, dettate da uno sconforto che non provavamo da tempo, non credo che a gennaio possano arrivare i rinforzi necessari, sulla destra in quanto Aina si è rivelato improponibile e Lollo, comunque meglio di Aina, comincia a sentire gli anni, ed a centrocampo, dove da anni manca un leader. Sono elementi indisponibili a gennaio e difficili da raggiungere anche in estate, vista la carenza strutturale della Società. Se non si cambia allenatore è inutile andare a comprare gente non condivisa dalla prossima (spero presto) conduzione tecnica. Sfoltiamo, questo si, per dare modo ai giovani di fare esperienza ed essere valutati. Bonifazi però ci insegna che anche questa via potrebbe essere inutile se nulla cambia all’interno della società. Inutile dire Cairo resta, Cairo va via. è il padrone e presidente e fa quello che ritiene perciò spero che l’anno nuovo porti un pò di entusiasmo all’uomo e di amore per quei colori che gestisce, ma quelli no, non sono suoi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. guido - 9 mesi fa

      SE non cambia la dirigenza non si va da nessuna parte? Perche’ nessuno si fa avanti per comprare il Toro? Ieri Tuttosport scriveva che il Toro vale 280 milioni, una cifra non impossibile per un imprenditore che abbia voglia di investire in una societa’ che ha delle interessanti prospettive (giocatori, stadio, tifosi in tutta Italia e anche all’estero). E – dico un’eresia – non si potrebbe valutare l’idea di un azionariato popolare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Dario61 - 9 mesi fa

    Non è facile fare buoni acquisti a gennaio poi per noi è quasi impossibile conoscendo Cairo…. poiché per rinforzare la squadra servirebbe un buon DS un grande presidente tifoso e una buona rete di osservatori che lavora tutto l’anno cose che aimé noi non abbiamo quindi mettiamoci il cuore in pace e passiamo le feste non pensando al NOSTRO Toro per non rovinarci il fegato che tanto finché ci sarà lui come presidente nn andremo da nessuna parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 9 mesi fa

      Non riusciamo a farli a giugno, figurati a gennaio! La “ciliegina sulla torta” è arrivata a settembre… che già aveva il verme!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 9 mesi fa

        verissimo! 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 9 mesi fa

    Sabato sera allo stadio parlavo con dei tifosi della SPAL che si stupivano di non vedere bonifazi titolare, uno che per due anni di fila è stato il migliore e, assieme a lazzari, ha letteralmente salvato la spal! Tanto rendimento e applicazione, con semplici non ha sbagliato nulla e la nazionale se la è strameritata. Un conto era lasciarlo lì per prendere lazzari, oggi inamovibile nell 11 titolare di indaghi, un altro è non prendere nessuno e giocare con aina, con bonifazi in tribuna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 9 mesi fa

      Il problema è che la cairese ad oggi é una società di avvinazzati, dove il presidente amministra il condominio, l allenatore toglie o sacchetti della spazzatura e il centravanti va a sbattere contro la bandierina del calcio d angolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. guido - 9 mesi fa

      Anch’io, come ho gia’ scritto, sostengo che Bonifazi deve giocare e non e’ da meno dei vari Lyanco e Bremer. E invece si pensa addirittura di venderlo!!! Dopo la partita persa contro la Spal (sconfitta in casa contro l’ultima in classifica, con tutto il rispetto per la Spal) anche altri tifosi concordavano che Kevin Bonifazi deve restare e puo’ diventare una bandiera del Toro. Tratteniamo Bonifazi, al Toro uno come lui serve eccome!
      IO non voglio che se ne vada, capisco che possa voler andare via se da noi non ha spazio e non viene considerato da VM. Che se ne vada Mazzarri, ma Bonifazi deve restare!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Simone - 9 mesi fa

    Cosa ci si può aspettare da un presidente che si fa prendere per il culo da un ct che tiene fermo il calcio mercato xké lui vuole verdi, solo verdi, soltanto verdi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ciampo - 9 mesi fa

    Auguro al Torino FC un buon Natale al Gran dott rifiuto Urbano . Una società strutturata con un direttore generale che faccia il direttore generale un direttore Sportivo che conosca il mercato internazionale una struttura dove i giovani del vivaio possono allenarsi tutti insieme e formare una cantera di valore una programmazione con un futuro solido vero Babbo rifiuto Urbano, forse chiedo troppo? Ma se vuoi che i tifosi del Toro ti rispettino esegui questi doni, altrimenti passa la mano grazie auguri Francesco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. RossoSangueGranata - 9 mesi fa

    #siamoapostissimocosì.

    Adesso sfoltire, vendere, passare all’incasso e rosa al lumicino, come vuole il livornese avvinazzato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ddavide69 - 9 mesi fa

    Ma qualcuno ha notizie di Rampamti? È andato a festeggiare il Natale in anticipo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RossoSangueGranata - 9 mesi fa

      No, dopo la partita con la Spal, avendo esaurito le scuse e le giustificazioni assortite con cui “condiva” i suoi articoli settimanali, è in silenzio stampa: ordini del giornalaio milanista

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Kurtz - 9 mesi fa

    Colgo l’occasione per formulare i miei deferenti auguri di buone feste da umile tifoso al Torino fc, nella persona del Presidente Cav Dott Urbano Cairo, alla struttura societaria, a tutti gli Atleti anche dei Settori giovanili ed al Personale Dirigenziale, amministrativo, operativo tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mauri - 9 mesi fa

      “Comunque a tutti loro i miei più servili auguri per un distinto natale e uno spettabile anno nuovo ” (cit.)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 9 mesi fa

      …non vogliamo baciare le mani anche al duca conte barambani e alla duchessa mazzanti vien dal mare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 9 mesi fa

        ..Faranno a gara per ospitarci!!…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. fabrizio - 9 mesi fa

        🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. fabrizio - 9 mesi fa

        servirebbe Ivan il terribile 32mo per svegliare i “giocatori” nostri…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Kurtz - 9 mesi fa

    Colgo l’occasione per formulare i miei deferenti auguri di buone Feste da umile tifoso al Torino fc, nella persona del Presidente Cav.Dott.Urbano Cairo, alla struttura societaria,a tutti gli Atleti anche dei Settori giovanili ed al Personale Dirigenziale,Amministrativo, Operativo tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. loik55 - 9 mesi fa

    a questo toro, come a molte squadre, servirebbe un cemtrocampista che sappia gestire il pallone anche se pressato, che veda le linee di passaggio (sempre che i compagni si smarchino), con piede educato, un tipo alla Borja, sensi, leo junior, pirlo, ecc…ma dove trovarlo? Abbiamo Bava alla bocca!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. CUORE GRANATA 44 - 9 mesi fa

    Finalmente è stato scoperchiato “Il vaso di Pandora”relativo al Torino fc targato Cairo e sono emerse tutte le contraddizioni,la debolezza strutturale ed organizzativa e le volutamente mancate promesse del Presidente Factotum.Per Gennaio penso che l’unica certezza sia quella di sfoltire la rosa accompagnandola anche con qualche cessione di peso per “mettere fieno in cascina”e rientrare in tutto\parte dell’attuale sbilancio tecnico di 50mln.Per Giugno si vedrà..In ogni caso non mi faccio illusioni in quanto sarà Cairo a dettare tempi e modi per un’eventuale cessione al fine di trarne il maggior vantaggio possibile a meno che talune ” variabili”non determinino una repentina modifica all’Agenda…..Nonostante tutto sempre FVCG!!In ultimo ma non certo per ultimo formulo Auguri di Buone Feste a tutti i fratelli\sorelle di virus ed alla Redazione auspicando un pò meno aziendalismo(capisco che non sia semplice,però..)e più realismo critico evitando di bannare certi commenti non “propriamente”pro Cairo:ne và della vs. credibilità ed autonomia. Se così non fosse più che di Toro news dovremmo parlare di “prawda news”in stile Soviet.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 9 mesi fa

      Ricordo solo che lo sbilancio sarebbe un po’ inferiore a 50 milioni e comunque spalmato su piu anni, mentre vanno ricordati i bilanci chiusi in positivo per alcuni anni e dei quali non si ha più notizia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 9 mesi fa

        cambia poco, bilancio o meno questi a comprare giocatori che servono alla causa non sono capaci, nemmeno con miliardi di euro!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Ardi - 9 mesi fa

    Gli unici che venderei, ma non credo ci sia in giro qualche fesso che ce li compri al prezzo che abbiamo speso, sono meite e aina, ovviamente trovando dei sostituti migliori. Ma credo sia più facile che questa notte, guardando fuori dalla finestra, veda babbo natale volare con le renne al seguito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 9 mesi fa

      Concordo, completamente!
      E invece a andranno via giovani promettenti che Mazzarri “non vede”!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Nero77 - 9 mesi fa

    Una società vera,già da ottobre doveva pianificare un mercato per colmare qualche buco.Aspetteremo al 31 gennaio,alle 23:00 arriverà qualche prestito gratuito,qualche svincolato,una futura promessa del 2002-03,non illudiamoci,i titoloni di tuttosport non funzionano più..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 9 mesi fa

      Ben detto una società… tralascio seria

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. user-14003131 - 9 mesi fa

    A gennaio non si farà nessun mercato in entrata, solo in uscita per me. Cairo ha altre gatte da pelare e speriamo lo pelino per bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 9 mesi fa

      Si è vero speriamo solo che lo lisciamo bene bene fino in fondo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. vecchiamaniera - 9 mesi fa

    Dunque,a gennaio chi ha i giocatori che fanno la differenza se li tiene,chi li vende se li fa giustamente strapagare,Cairo a parte Verdi non ha mai strapagato nessuno,tanto meno a gennaio:quindi,salvo rivoluzioni nella rosa,mercato già chiuso prima di iniziare.Anticipo gli eventuali – e preciso che,sarei ben felice di essere smentito,solo ed esclusivamente per il bene del Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 9 mesi fa

      Purtroppo ha strapagato Meité, Aina, Djidji ,ecc..
      E chi ce li ripaga costoro?
      Manco gratis se li riprendono, e Mazzarri vuole tenerseli stretti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. spelli_446 - 9 mesi fa

    Mi domando che senso abbia pescare giovani di prospettiva per la prossima stagione quando li abbiamo già in casa i giovani di prospettiva.. Certo che se uno li ha ma non li vede allora è inutile..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. DenisLaw - 9 mesi fa

    Se si deve prendere qualcuno a gennaio prima viene il centrocamo, sempre asfittico e con la coperta corta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. uiltucs.pesar_12159015 - 9 mesi fa

    Sono triste… vedere sabato bambini e bambine con la sciarpa granata al collo in contrasto con la vergognosa prestazione dei loro “eroi” in campo mi ha fatto montare una rabbia, mista a tristezza, assoluta! E pensare a mio figlio, abbonato, che ogni 15 giorni si spara 1.000km. x vedere certi scempi… Mi fermo qui che è meglio! Il mio Toro è morto nel 2005: mi sono illuso x anni ma questo non è più sport ma wrestling! E noi siamo parte di un ingranaggio perverso… Ma vaff…!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Toro Forever - 9 mesi fa

    Il mercato deve essere sempre coerente con le idee dell’allenatore. Ma se non sarà più Mazzarri, cosa che spero, con quale utilità verrebbero fatte delle valutazioni e delle scelte? Prendere qualcuno adesso per poi bocciarlo a Giugno? Chiunque arrivasse ora, capiterebbe in un marasma tecnico e societario. Si perderebbe nel “nulla”. Giusto sfoltire la rosa, ma si dovrà programmare il futuro puntando su un altro tecnico che sappia dare un gioco e un’identità alla Squadra, scegliendo non solo i giocatori, ma sopratutto gli “uomini” da Toro. Basta “ominicchi”, anche in Società. Vogliamo gente tosta e rude. Siamo il Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Fb - 9 mesi fa

    A gennaio non si fanno affari, non si cambia la squadra se non a prezzi proibitivi

    Meglio sforltire e rifondare la societa, per essere pronti a giugno. Questa stagione non e‘ persa, Ma si fa di Tutto perche lo sia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. WGranata76 - 9 mesi fa

    L’unico mercato serio da fare sarebbe nello staff.
    Se si vuole cambiare, cosa che non credo voglia fare l’attuale presidenza, si deve investire in dirigenti esperti e capaci. Un Direttore Tecnico ed un Direttore Sportivo di provata esperienza in serie A che, oltre alle capacità, abbia anche le conoscenze utili in tutto l’ambiente.
    E’ utile investire anche in figure che leghino la squadra alla società, come Moretti, ma che diano anche consigli sulla gestione interna ai calciatori e a tutto l’ambiente, gente che vuole il bene del Toro prima dello stipendio come ad esempio Pulici.
    Infine serve potenziare la rete di osservatori che è sempre stata un punto dolente per noi; una buon pool di professionisti garantisce ogni anno piccole o grandi plusvalenze e ogni tanto un buon crack tramite calciatori provenienti da campionati esteri.
    Per il resto non concordo sul prendere a Gennaio giovani di prospettiva, a meno che non si sia deciso già oggi quale è l’allenatore del prossimo anno, che li dovrà plasmare e crescere. Stesso discorso vale per lo sfoltire chi non gioca abbastanza; se non si sa quale sarà il tecnico non si potrà prevedere chi potrebbe essere un profilo giusto tra i giovani che oggi non trovano spazio.
    In sostanza in questo momento è sensato programmare già per il prossimo anno oppure prendere giocatori forti ed esperti, già pronti sul mercato, che sono profili validi a prescindere da chi sia l’allenatore; un giocatore davvero forte rende con qualsiasi allenatore, ma costa anche tanto e questo è il vero tallone di Achille di questa presidenza, non si vuole investire davvero.
    Temo che il mercato a Gennaio porti solo sfoltimento per sanare anche quel piccolo passivo creato nei futuri bilanci dall’acquisto di Verdi. Se si vendono Bonifazi, Parigini ed Edera, al netto del mancato riscatto di Laxalt, saremo già in pari o attivo per il prossimo mercato estivo.. et voilà il solito modus operandi di Cairo da 14 anni, mai tirare fuori un euro di troppo.
    L’unica speranza è che il presidente intraveda un valore strategico finanziario dalla crescita del Toro, e di conseguenza investa sul serio, oppure che venda a qualcuno più interessato ai risultati sportivi. FVCG e Buon Natale a tutti i fratelli Granata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 9 mesi fa

      Questo é saper parlare di calcio. Concordo su tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. dennislaw - 9 mesi fa

    non sono un anti Cairo, però il Presidente deve dare segnali di lucidità e competenza. Al Torino in questo momento serve un rifinitore-trequartista, non un valzer di attaccanti. E poi serve un cambio in panchina. Infine una struttura manageriale. Ci vorrebbe un appello al Presidente ( credo fino a prova contraria nella buona fede…e poi è anche Natale) , per fargli capire che sta buttando soldi con un allenatore sul viale del tramonto che gli svaluta la rosa( gli acquisti più cari , che altrove poi dimostrano di saper giocare) non valorizza i giovani e non fa giocare bene la squadra; e con una dirigenza non all’altezza, peggio del povero Petrachi che è tutto dire. Insomma non può sempre sbandare fra plusvalenze e soldi buttati: ad esempio Quagliarella , Immobile e Ljajic e i 25 mln per Verdi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. pupi - 9 mesi fa

    Per Cairo il mercato di gennaio non è un orpello, è un herpes….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    Sì ma il mercato di gennaio serve in teoria per completare non per rifondare.
    Già petrachi a suo tempo rifondó a gennaio.
    Fallimento totale, vergognoso e scandaloso.
    Occorrerebbe che qualcuno che non siano i tifosi chiedesse conto di questo operato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Bischero - 9 mesi fa

    A be. Se cé il mercato di gennaio sono molto più contento e rilassato….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Antoniogranata76 - 9 mesi fa

    A gennaio non ci sono giocatori che possono rafforzare questa fortissima rosa,quindi bisogna vendere perché siamo troppo forti e rischiamo di vincere il campionato troppo presto!!! La prendo sul ridere almeno non mi incazzo.Buone feste a tutti voi ed alle vostre famiglie amiche ed amici granata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. GlennGould - 9 mesi fa

    Il mercato di gennaio è irrilevante dinnanzi a problemi molto più importanti.

    In ordine sparso:

    Dopo Toro Lecce, partita andata male e di cui i giocatori si sono prese le responsabilità, la situazione tra squadra e società è precipitata, chi è informato sa di cosa parlo, aggravando una situazione che già prevedeva un presidente assente e NESSUNA figura delegata di rilievo.

    Rapporto società squadra alla frutta.

    Organigramma societario che parla da se.

    Allenatore in balia degli eventi, contestato dai tifosi, e mi piacerebbe sapere com’è il rapporto tra squadra e mister.

    Squadra che dopo prestazioni vergognose posta foto di lussuose e felici vacanze, in barba ai tifosi di cui, evidentemente, non frega nulla.

    Curve in sciopero e rapporto rotto con la società.
    Contestazione generale a Cairo, e manifesta volontà della grande maggioranza dei tifosi a che metta immediatamente in vendita la società.

    Questo a grandi linee.
    Poi c’è il mercato di gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 9 mesi fa

      Glenn@ che è successo dopo Torino Lecce tra societa’ e calciatori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Immer - 9 mesi fa

        Sei sempre propositivo dicendo che Cairo è il migliore del mondo io non parlo dei risultati,?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 9 mesi fa

          Mai detto.
          Trovami un post nel quale ho scritto ciò

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mauri - 9 mesi fa

      Ciao Glenn, condivido, sono i miei stessi pensieri, solo che io non ho nessuna conferma. Da ciò che scrivi mi pare di capire che tu sia ben informato. Se puoi, mi dai qualche indizio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 9 mesi fa

        Mauri, Baci.

        Non vi do un indizio.
        E credetemi, vi faccio un favore.
        Auguri di buon Natale a voi 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Il_Principe_della_Zolla - 9 mesi fa

    la strategia di Cairo è nota e arcinota. Non esonera Mazzarri fino a mercato chiuso. Vende se puo’, non compra nessuno, tranne il Tata Gonzales di turno. La sempre più esigua parte del tifo boccalone è contenta, mentre alla marea montante della contestazione non frega nulla di quello che dice e pensa il Nostro, men che meno del mercato. Spera solo che se ne vada, al più presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy