Toro, con il Parma perché non sei sceso in campo?

Toro, con il Parma perché non sei sceso in campo?

L’editoriale di Gino Strippoli / Granata sconfitta bruciante e meritata nello Stadio Grande Torino

di Gino Strippoli
Non si riesce a capire come mai il Toro possa passare da una prestazione importante come quella contro la Sampdoria ad una deludente, passiva e inconcludente. Il Parma ha meritato la vittoria già solo per i tiri che hanno impegnato seriamente Sirigu, che ha salvato il passivo almeno per tre volte con altrettante parate miracolo. I granata non sono mai riusciti una volta a impensierire il portiere Sepe, mai andando al tiro nello specchio della porta. Oggi non ha funzionato nulla sin dall’inizio quando, sia la difesa troppo pasticciona, sia il centrocampo che senza Meité non è mai riuscito a costruire azioni degne di una vittoria, automaticamente l’ attacco granata ha latitato.
Belotti si è battuto e sbattuto, soprattutto lontano dalla porta, e sotto porta a parte un colpo di testa e una pizzicata andata oltre la traversa non ha più avuto l’opportunità di scaricare le munizioni. L’approccio alla partita ha visto un Toro subito alle prese con il contropiede pericoloso del Parma e di Gervinho, spesso regalato più volte dalla poca precisione dei giocatori del Toro. Troppi sono stati i passaggi fuori misura , o troppo corti o troppo lunghi. Il Parma ha dimostrato più cattiveria e più voglia di giocarsi la partita tant’è che nella prima mezz’ora ha dominato segnando due gol e mettendo una serie ipoteca alla vittoria finale. Il Toro non è mai riuscito a trovare il filo del gioco e la fisicità di Meité e la sua intelligenza tattica si è fatta sentire in mezzo al campo sia in fase difensiva che di attacco. Soriano, lento e impacciato, è sembrato un corpo estraneo dal resto della squadra. Ci si aspettava molto da lui ed invece sta deludendo ogni volta che scende in campo.
Male anche Zaza in tutti i secondi 45 minuti dove non ha trovato l’intesa con Belotti e soprattutto non è mai stato incisivo. Un bel passo indietro rispetto alle scorse settimane. Ieri il Toro non è sceso in campo, ci si aspettava una conferma e una prova di continuità ai sei risultati consecutivi utili ed invece ha fallito completamente la partita. Il Toro ha poi fatto la partita nel secondo tempo ma le migliori occasioni da gol le ha avute il Parma e nessuno si sarebbe meravigliato se avesse vinto per 3 a 1.
Certo l’arbitraggio è stato pessimo, ma la partita l’ha persa il Toro. Adesso Mazzarri dovrà cercare di ricucire le falle che si sono aperte ieri a questo Toro e capire con i giocatori i perché di questa prestazione, perché non ha davvero senso perdere in casa e vincere fuori casa. Iniziano però a venir dei dubbi sui due acquisti più importanti di questa estate: sia Zaza che Soriano non sembrano integrarsi con il resto del gruppo in partita e da loro tifosi e società si aspettano molto di più.
13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Hagakure - 9 mesi fa

    Ma in che lingua bisogna dirvelo che la responsabilità è di bracciamozze e dei suoi yesmen….???

    In 14 anni ha fatto e disfatto la squadra, ha ingaggiato allenatori di dubbie capacità, inneggiato a progetti di crescita e obiettivi inesistenti o irraggiungibili, circondandosi di lacchè e di servi (Comi e Barile) evitando come la peste di inserire nell’organigramma Elementi (Paolo Pulici, Claudio Sala, Francesco Graziani, tanto per fare degli esempi) che avrebbero forgiato la spina dorsale della squadra sul DNA del Toro e prendendo per il culo i Tifosi con le stesse identiche dichiarazioni e promesse ogni singolo anno…!!!

    Lui è entrato a Torino tramite la Cairese, fondata sui resti del Vecchio Torino Calcio, solo per fare affari con lo sterco bianconero e accrescere il suo impero imprenditoriale legato all’editoria (vedi acquisizione iniretta da Fiat Chrysler Automobiles del Gruppo RCS) e per far quattrini dal parco giocatori (acquistare a poco e vendere al quadruplo)

    Di tutti il resto, risultati sportivi, Tifoseria, ecc. non gliene fotte un cazzo…e quando deciderà di spolpare anche l’ultimo osso, petterà in vendita il “pacchetto” cercando di ricavarci il massimo.

    Cribbio, ma quando lo capirete…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_801 - 9 mesi fa

      Concordo al 1000% su tutto. Mazzarri , gli arbitri , la tattica in campo sono tutte balle : il giornalaio comanda su tutto ed è lui , solo lui il responsabile . In campo ci vanno le pippe che lui ordina di comprare ( vedi Amauri , Nijang, Soriano ,Zaza & C ) .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 9 mesi fa

    A mente fredda vorrei veramente capire se non e’ solo colpa di WM, voglio dire, se mi piazzi due difensori in posizioni opposte al solito mi squilibri non solo Izzo e Djdj ma anche De Silvestri e Aina. E N’Kolou.
    Rincon ha giocato ok come al solito, niente di male niente di eccezzionale: era nella sua posizione, ma senza Meite.
    Baselli ha giocato bene ma non ha potuto aiutare gli attaccanti come succede da quando gioca dietro di loro.
    Ora dove e’ la colpa dei giocatori mi chiedo io? E’ solo dell’allenatore.

    Poi ci sono quelli che hanno giocato sotto tono: Iago, capita, anche perche’ non rifornito da Baselli e Lollo, Gallo perche’ rifornito male e poco un po’ da tutti.

    Soriano e Zaza: acquisti inutili. Fate giocare Parigini ed Edera.

    Non capisco la delusione sulla performance di Berenguer, ha fatto quel puo’, a quel punto il toro giocava col solo rincon al centrocampo, 2+2=4 giocatori sulle fascie, due centrali difensivi, Zaza isolato la davanti e il Gallo (?!!!) ai lati dell’attacco.

    Se qualcuno capisse qualcosa di calcio WM oggi sarebbe a rapporto, tanti schiaffi e anche un paio di intimidazioni: se non risolve la penosa situazione via subito a Gennaio, si tiene Frustalupi da solo o si prende Longo.

    Basta gente che o e’ vittima a vita o sbraita e basta in panchina, serve grinta e cuore toro. De Nicola.

    Per fare questi risultati miseri (e ieri abbiamo rischiato il 0-5 contro il Parma) tanto vale pagare qualcuno 50.000 per farli allenare un minimo e che poi giochino come gli pare la domenica.

    Quest’anno la sqadra c’e’, magari non abbiamo le riserve ma WM ha tutti disponibili, sta preservando Ansaldi e Lyanco, va benissimo, ma non ha certo ne il curriculum ne lo stipendio per rovinare cosi’ malamente una bella squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giacki - 9 mesi fa

    Ma dove azxo e’ la società?Comi?…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 9 mesi fa

      Ma Comi quando mai si e’ fatto sentire?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Hagakure - 9 mesi fa

      …a leccare il deretano di bracciamozze insieme a Barile…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. francesco.test_780 - 9 mesi fa

    spesso ci stupiamo perché i CT non convocano i nostri giocatori.. ecco ieri abbiamo avuto la risposta.
    Perché i giocatori da nazionale sbagliano una due partite a stagione non due ogni cinque.
    E’ possibile vedere Izzo Nkoulu convocati ? I filmati dei balletti vanno anche bene ma in campo non si gioca da buffoni. Verso la fine del primo tempo era chiaro che avremmo potuto cancellarli nella ripresa (oltre al vergognoso fallo su de silvestri non fischiato) ma ovviamente non abbiamo reagito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

    Il problema secondo me non è tattico, non è nemmeno questione di chi Mazzarri manda in campo,è molto attento sulle condizioni atletiche dei propri giocatori per cui se ha scelto quelli avrà avuto le sue ragioni. Inutile discutere di tattiche e moduli se poi in campo si regalano gol da dilettanti, a centrocampo non si azzeccano 3 passaggi di fila e in area piove la miseria di un paio di cross in 90 minuti. Evidentemente c’è un limite psicologico causato anche dalla mancanza di obiettivi dichiarati da parte della società e di conseguenza da parte del tecnico.
    Perché avere paura di dichiarare gli obiettivi??? Abbiamo un organico di tutto rispetto che fino a oggi ha dimostrato,Napoli a parte, di giocarsela con chiunque,Perché non dire chiaramente che l’obiettivo è L’EL ??? soprattutto perché non dirlo chiaramente ai giocatori pressandoli ogni giorno e il tecnico se è davvero bravo lo si vede da come riesce a tenere sempre sulla corda i propri giocatori. Anni fa un giocatore aimè della Juve parlando di Conte disse testuale ” Ti sprona e ti stressa anche mentre fai la doccia “…..Chiaro No???
    Mi dispiace dover prendere esempio dalle merde zebrate ma loro ogni partita la giocano come fosse l’ultima, tanto con l’Inter quanto con il Chievo e contro il Manchester hanno dimostrato che puoi dominare una partita ma se non la chiudi e ti rilassi finisce che la perdi….Nemmeno le lezioni dagli altri riusciamo ad apprendere…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. halbert883 - 9 mesi fa

    Come se non bastasse, N’koulou, perfetto la scorsa stagione, questo anno fa degli errori incredibili e Aina fa una partita decente e tre o quattro no. Belotti non può continuare a fare anche la fase difensiva: il suo posto è l’area. Inoltre occorre dare la sveglia a molti. Con Baselli a quanto pare ha funzionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 9 mesi fa

      N’Kolou era forte a destra, cosi’ come Izzo va bene a sinistra e come Djdj e’ buono a sinistra.
      Vallo a spiegare a Walter

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. robertozanabon_821 - 9 mesi fa

    Soriano l’ha messo Mazzarri che non ha saputo valutarne l’inesistente inserimento mentale e fisico, così come Zaza, nel Mondo Toro. Già ampiamente bocciati da tutti gli osservatori, non si spiega per quale motivo abbiano dovuto godere della fiducia se non con la presunzione di Mazzarri che ha stravolto la squadra con le sue “prelibatezze” tattiche. Tutti i tifosi avevano paventato l’assenza di Meite’ suggerendo l’impiego di Lukic o di Ansaldi, dotati di caratteristiche più difensive e più dinamiche. Anche Soriano poteva essere una soluzione, a patto di verificarne le condizioni in allenamento con riscontri attendibili. Mazzarri ha fatto le scelte e Mazzarri le ha sbagliate trasmettendo insicurezza alla squadra, disorientata anche dalle inutili e dannose disposizioni difensive. Mazzarri è vanitoso e voleva farsi notare. Purtroppo c’è riuscito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. s.simone_183 - 9 mesi fa

    Che tristezza!!!! Il Parma sembrava il Brasile di Pelè ed il Toro il Canicattì. Incredibile ma vero!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. alrom4_252 - 9 mesi fa

    Il Toro è sceso in campo ma i congiungimenti astrali favorevoli , vedi Genova . succedono si e no una volta l’anno e per tutte le altre gare vengono fuori le 8 pippe su 11 che ci portano a certe figuracce. Mazzarri avrà pure le sue colpe ma diamo un’occhiata alla rosa che ha a disposizione e mettiamoci il cuore in pace . Come sempre .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy