Toro, questa sera contro lo Spalato é vietato sbagliare!

Toro, questa sera contro lo Spalato é vietato sbagliare!

Europa League Torino – RNK Split, l’ Editoriale di Gino Strippoli / La vittoria come spartiacque della stagione

di Gino Strippoli

Solo una vittoria contro lo Spalato potrà dare la giusta dimensione di questo Toro per tutta la stagione. Una sconfitta o comunque un pareggio con conseguente uscita dalla Europa League potrebbe significare un traballante avvertimento per il proseguo in campionato e Coppa Italia. Una possibile tegola che gli uomini di Ventura devono assolutamente allontanare con una prestazione perfetta che li conduca ad una vittoria convincente. Se poi tale qualificazione ai gironi arrivasse questa sera con fatica poco importerebbe visto che la vittoria porterebbe lo stato di autostima dei giocatori sempre più in alto, e poi una vittoria tira l’altra!

Dal punto di vista delle qualità tecniche il Toro é superiore ai croati e anche all’ andata ciò si ë visto ogni qualvolta in Toro ha deciso di affondare e imprimere alle sue azioni maggior aggressività. Il problema che ciò si é verificato poche volte vuoi per il campo indecoroso, vuoi perché i croati ci mettevano più forza agonistica grazie ad una preparazione atletica molto più avanti rispetto ai granata.

Al di la di queste considerazioni il dito puntato sarà rivolto agli attaccanti granata che a Spalato hanno sbagliato troppo e questa sera sarà assolutamente vietato sbagliare. Il Toro anche in condizioni difficili é stato capace di costruire almeno 5 azioni gol che non si sono concretizzate per la poca incisività dei suoi attaccanti. Rispetto a una settimana mister Ventura farà debuttare dal primo minuto il top player granata, quel Fabio Quagliarella tanto atteso dai tifosi granata. É lui il bomber granata ed é lui che deve essere il principale finalizzatore di gol. In coppia con Barreto potrebbe costituire questa sera il grimaldello giusto o gonfiare la rete e portare in Toro nell’ Europa che conta.

Molto importante sarà sicuramente la posizione che assumerà in campo El Kaddouri, giocatore capace di inventare giocate importanti per le punte. Se il ragazzo giocherà con la giusta continuità di rendimento potrà risultare la vera fantasia di questo Toro per tutta la stagione. Ci si aspetta molto da lui. Per il momento il suo moto discontinuo non da i risultati che potrebbero arrivare, di sicuro quando la sua condizione atletica raggiungerá il massimo livello e la sua autostima crescerà con la tecnica che si ritrova potrà essere un uomo che in campo fa la differenza. Ecco allora che  stasera Il belga marocchino dovrà inventare gli assist per i frombolieri granata.

La differenza dovranno farla comunque tutti i granata in campo con quella grinta che non sempre si é vista in terra croata. Di sicuro i croati cercheranno il gioco duro, mordendo le caviglie granata come nell’ andata, il Toro per suo verso dovrà non cadere nella trappola della lite ma invece affrontare lo Spalato con intelligenza, sopratutto perché nel gioco é superiore e il terreno dell’ Olimpico di Torino non é di certo quello sciagurato campo di Dugopolje. Al riguardo il gioco venturiano fatto di palle a terra, rapidità in attacco e scambi veloci dovrebbe finalmente veder luce questa sera e a quel punto ci sarebbe poco scampo per Bilic e company.

Al di la di questa partita rimane comunque un Toro ancora incompleto per quanto riguarda l’aspetto offensivo. Per una stagione dura e difficile non può essere solo il tanto vociferato Zapata il possibile sostituto di Cerci . Se Quagliarella é il giusto sostituto di Immobile, per sostituire Cerci ,che di fatto é stato il secondo goleador granata con 13 gol oltre gli assist per i suoi compagni , occorre una punta vera che abbia in corpo almeno l’ abitudine al gol, cosa che oggi al Toro manca, ( Barreto e Larrondo non sono goleador), Martinez potrebbe essere la sorpresa ma siamo sempre nelle ipotesi, e il colombiano del Napoli é idem come il venezuelano. Ecco al Toro serve un giocatore capace di essere subito al servizio granata con raffiche di gol. Se la coppia granata lo scorso anno ha segnato quasi 35 gol oggi il Toro , senza il possibile partente Cerci e Immobile, si ritrova un attacco che tra tutte le sue punte (4) lo scorso anno non ha segnato nemmeno dieci gol e con Zapata forse arriverebbe a circa 13 reti, rete più rete meno…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy