Notturno Granata

E’ andata, meglio di così non si poteva pretendere. Vittoria secca, squadra convincente e tre punti che valgono come sei. E si, perchè vincere contro una diretta concorrente e per di più in trasferta, non ha prezzo.

Ora il Toro può affrontare le prossime partite con più serenità, i giocatori sentiranno meno la pressione e saranno in grado, come capita nelle migliori condizioni psicologiche dopo…

di Redazione Toro News

E’ andata, meglio di così non si poteva pretendere. Vittoria secca, squadra convincente e tre punti che valgono come sei. E si, perchè vincere contro una diretta concorrente e per di più in trasferta, non ha prezzo.

Ora il Toro può affrontare le prossime partite con più serenità, i giocatori sentiranno meno la pressione e saranno in grado, come capita nelle migliori condizioni psicologiche dopo i successi, di rendere tutto meno difficile.

L’ottimismo per un passo importante verso la salvezza però non deve distrarre la società dai suoi doveri di rinforzare questa squadra che ha evidente bisogno di un paio di innesti per completare l’organico a disposizione dell’allenatore.

Non si dimentichi nel eriodo positivo quanto di negativo visto in precedenza e non si utilizzi l’attuale tranquilla classifica per errare sul calciomercato vendendo pezzi pregiati ora considerati in surplus ma certamente utili in caso di ribaltamento sempre possibile della situazione.

La classifica a tre punti è infida, bastano due vittorie e ti ritrovi al centro della classifica, bastano due sconfitte e sei risucchiato nelle posizioni da retrocessione.

L’augurio è che Petrachi operi quindi sul mercato non guardando alla situazione attuale ma capitalizzando la raggiunta serenità di squadra e ambiente lavorando saggiamente per il resto della stagione e magari anche iniziando a ragionare per la prossima.

 

Buona notte a tutti i fratelli granata

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy