Il Toro, il mercato di gennaio e l’Europa

Il Toro, il mercato di gennaio e l’Europa

Occhi Sgranata / Torna la rubrica del nostro Vincenzo Chiarizia: “Possiamo credere anche noi all’Europa?”

di Vincenzo Chiarizia

Il Torino di Walter Mazzarri ha chiuso il girone di andata del campionato di Serie A al nono posto con 27 punti, a sole due lunghezze dalla settima posizione. Dunque l’Europa è veramente a portata di mano, come lo era nella passata stagione. L’anno scorso il Toro aveva 25 punti, ma era nella stessa condizione: era sì al decimo posto, ma era sempre a -2 dal settimo. Quello che è diverso rispetto alla stagione scorsa, oltre alla posizione in classifica e ai due punti in meno ottenuti rispetto a quest’anno, era il momento che stava vivendo il Toro di Mihajlovic. In campionato c’era stato il ko di Firenze che aveva già messo il tecnico serbo sulla graticola, e Cairo non aveva la benché minima intenzione di investire in un progetto al quale ormai non credeva più. Prova ne fu la lunga telenovela Donsah conclusasi con la telefonata mancata dal giocatore perché, stando a quanto dichiarato da Cairo e Mazzarri, pare che il giocatore stesse dormendo. Giunse dunque a fagiolo, per la dirigenza granata, la sconfitta nel derby di Coppa Italia, per sollevare Mihajlovic dal suo incarico.

Quest’anno però la situazione è leggermente diversa. La squadra in difesa e a centrocampo è più forte, merito sicuramente di mister Mazzarri. Tuttavia in attacco il Toro ha dimostrato di avere le polveri bagnate e qui Mazzarri deve ancora trovare la quadra. Ad onor del vero quest’anno nel girone di andata i granata hanno segnato 24 gol, solo uno in meno rispetto alla passata stagione, campionato funestato dagli infortuni del Gallo sostituito dall’impalpabile Sadiq. Mentre, come detto, per quanto riguarda il contributo offerto dalla difesa granata, la differenza di rendimento è evidente: 19 gol subiti quest’anno contro 27 della passata stagione.

Tornando al reparto avanzato, sarebbe servito un calciatore tecnico come Ljajic (non per forza lui!) capace di servire meglio le punte? Io ritengo di sì. In estate, una volta ceduto il fantasista serbo, si è deciso di investire su Soriano, giocatore diverso dall’attuale trequartista del Besiktas, ma pedina che ha mostrato in passato numeri importanti. L’ex Samp e Villareal non ha reso in granata, si è anche inimicato la piazza con quei like nel post derby e la cosa migliore fatta dallo stesso giocatore nella sua esperienza sotto la Mole, è stata quella di lasciare il Toro. Però per quanto si è creduto che Soriano potesse farci fare il salto di qualità, occorre adesso che l’italotedesco venga sostituito con un’alternativa utile alla causa granata. Credo che non sia accettabile che la rosa resti così com’è, soprattutto per quei due punti che ci separano dall’Europa. Sarebbe davvero un peccato buttare all’aria anche in questa stagione l’occasione di poter agguantare l’Europa League. Aggiungo poi che pensare di ridursi al 31 gennaio, per eventualmente prendere l’alternativa di Soriano, sarebbe l’atavico difetto delle sessioni di mercato dell’era Cairo che non hanno mai fatto bene al Toro.

Di certo il mercato di riparazione di gennaio svelerà le reali intenzioni della dirigenza granata e cioè se vorrà puntare sul serio all’Europa League oppure no. Una sessione invernale avara di investimenti rappresenterà un brutto messaggio per la piazza. Ad esempio il Milan crede all’Europa e prende Paquetà. La Fiorentina punta dichiaratamente all’Europa League e si rafforza con Muriel che, probabilmente, scenderà in campo domani proprio contro il Toro nel match casalingo di domani in Coppa Italia. Possiamo credere anche noi all’Europa?


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 11 mesi fa

    Per una volta 100% con Chiarizia, trovo cmq strano essere cosi’ ‘contenti’ di WM, quando le differenze sono cosi’ minime, uno esonerato l’altro lodato.
    Quello che WM da (almeno a me) e’ piu’ credibilita’ e serieta’, e solidita’ la dietro.
    Non mi ero reso conto che come goals siamo vicini all’anno scarso di Miha con Sadiq, Niang, Boye la davanti, il gallo gioca ma e’ come se non fosse in campo o come se fosse di ritorno dall’infortunio!!!

    Certo un giocatore va preso, altrimenti questo e’ un segnale chiaro che all’europa si puntera’ magari l’anno prossimo con calma, tanto non c’e’ fretta cairo! Dopo aver fallito le ultime 2 stagioni (quelle di ventura non le conto per puntare all’europa perche’ a guardare i nomi dei giocatori, tutti solidi e cuore granata e’ un miracolo che siamo rimasti in A persino arrivati al Mames!).

    Le altre si rinforzano (alla faccia del a gennaio costa tutto troppo, non si trova mai niente), mi vuoi dire che Muriel e’ un innesto scarso? Lo stesso Gabbiadini potrebbe ritornare forte alla Samp.

    Come al solito, in Europa ci si arriva tutti, la societa’ sistemando gli errori fatti in fase di mercato (Soriano, ma ci metto ancora Zaza e l’addio strano di Ljacic), l’allenatore (non ha fatto rendere Soriano, il Gallo, Iago, Parigini, Edera, Zaza: insomma davanti non ne sta azzeccando una e deve cambiare!), la squadra (Zaza deve tirar fuori qualcosa di meglio, lo stesso Iago deve smettere di spegnersi, il Gallo deve diventare una macchina infallibile per il goal perche’ ne arriveranno sempre poche di palle con WM in panca!)

    Mercato+cambi tattici+grinta e lavoro in campo.

    Con la fiore si deve vincere, li dobbiamo veramente mettere in difficolta’, niente scherzi, abbiamo visto gia’ quest’anno che sono alla nostra portata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marchese del Grillo - 11 mesi fa

    #siamoapostocosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Kieft+Bresciani - 11 mesi fa

    E se prendessimo Martin Odegaard , norvegese 21 anni,prodotto del vivaio del Real Madrid ma che non rientra nei piani della società spagnola,valore 4 milioni ma con contratto in scadenza a giugno 2019…
    Sicuramente è ancora un poco acerbo, però magari un domani si rivelerà un nuovo Recoba

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 11 mesi fa

      La scadenza del prestito è giugno 2019 ma il contratto con il Real scade giugno 2021

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatadellabassa - 11 mesi fa

    Rispetto ad un anno fa, la classifica ci sta stretta mentre un anno fa i 25 punti erano fin troppi. Non è solo questione di aver fatto due miseri punti in più.
    Il mercato? Serve un centrocampista con attitudini offensive, non saprei proprio chi. Sul mercato non vedo un profilo simile, penso arriverà un giovane rincalzo.
    La nostra unica speranza è che Mazzarri riesca a far giocare meglio questa squadra. Mi chiedo se insisterà sul 3-5-2 o se proporrà il tridente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. GlennGould - 11 mesi fa

    Contenuto che ci può stare, solito finale propenso alla polemica. L’autore dell’articolo sottilinea un problema senza porre uno straccio di soluzione, in questo caso nomi per sostituire il flop Soriano. Manco uno.
    E fosse la prima volta..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Depaul e inglese al posto di zaza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 11 mesi fa

        Depaul magari! Valore attuale (trmrkt) 18 milioni. E mi che per i Pozzo, manco bastano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 11 mesi fa

          Se pensi che la samp ne ha spesi sedici per jankto, sarebbe ora di tirare fuori i soldi per quelli forti che servono alla causa, altrimenti di che parliamo? Se si vuole galleggiare va bene così, ma se si vuole puntare a qualcosa di più ambizioso bisogna spendere

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mauro_Mo - 11 mesi fa

    per me se non ci sono le possibilità o le intenzioni di investire seriamente sul mercato (20 mln circa) non vale la pena prendere un giocatore scarso giusto per il contentino dei tifosi, meglio far giocare quelli che abbiamo e investire seriamente a giugno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Noi aspettiamo sempre l anno prossimo, a gennaio gouo e a settembre aspettiamo gennaio. Intanto gli anni passano e in Europa ci vanno gli altri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mauro_Mo - 11 mesi fa

    per me se non ci sono le possibilità o le intenzioni di investire seriamente sul mercato (20 mln circa) non vale la pena prendere un giocatore scarso giusto per il contentino dei tifosi, meglio far giocare quelli che abbiamo e investire seriamente a giugno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. TOROHM - 11 mesi fa

    Il problema è chi compri?
    Ditemi un possibile uomo che faccia assist ma che sappia anche un po’ difendere e che costi (e sto pure alto con il budget) meno di 20 mln.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Depaul

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 11 mesi fa

      Hector HERRERA

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 11 mesi fa

      Certo non si può pretendere che gli dai 1,5milioni di stipendio. Se vuoi alzare l asticella devi cacciare i soldi per i giocatori più importanti e forti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 11 mesi fa

        -2 piciu

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Leo - 11 mesi fa

          ahahahah, il “mi piace” è mio

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ddavide69 - 11 mesi fa

    Sono anni che si aspetta la svolta. Chissà che sia la volta buona? Manca almeno un uomo a centrocampo, non una comparsa, uno forte. Andava già preso ad agosto, si è preso Soriano all ultimo giorno. Speriamo di non aspettare di nuovo il 31 per dire che a gennaio non ci sono affari. Se hai i soldi e li vuoi usare compri gente pronta. Esistono anche mercati in olanda e in Portogallo oltre alle solite minestre riscaldate affidandosi ai soliti procuratori affaristi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Leo - 11 mesi fa

    Condivido al 100% l’opinione di Chiarizia. La Viola giocando contro di noi in campionato si dimostrò debole in avanti : e infatti già da domani avrà un Muriel in più. Noi latitiamo un poco in fase di rifinitura nella trequarti, sostituire degnamente Soriano è indispensabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy