Premier League, stop a tempo indeterminato. Taglio 30% dello stipendio dei giocatori?

Altri campionati / Ecco la decisione dei vertici del calcio inglese. La volontà è quella di terminare il torneo

di Redazione Toro News

Una riunione fiume, ma alla fine la Premier League ha preso decisioni importanti. Nel summit in call conference dei 20 club del massimo campionato inglese, coordinato dalla sede di Londra, è stato deciso di chiedere ai calciatori un taglio salariale del 30% ed è stato annunciato che la stagione non riprenderà fino a quando “non è sicuro e appropriato farlo”. Non ci sarà la ripresa ad inizio maggio come era stato precedentemente annunciato, anche perché i numeri della nazione governata da Boris Johnson diventano di giorno in giorno sempre più preoccupanti.

Uefa, Ceferin: “La stagione può finire a porte chiuse in estate, massimo ad agosto”

TEMPO INDETERMINATO – I club vogliono chiudere il torneo. La linea generale è questa: il parere è unanime, senza divisioni. Anche i rappresentanti delle altre leghe professionistiche hanno espresso questo desiderio, ma per ora non si possono stabilire date. Proprio per questa ragione, con il calcio sospeso a tempo indeterminato, si chiede ai calciatori di contribuire alla gestione dello stato di crisi. La Premier assegnerà anche 141,7 milioni di euro alle altre leghe prof, più 22,6 mln destinati al servizio sanitario nazionale (NHS).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy