Wolves ottavo in Premier e secondo nel girone di EL: come si rivaluta l’eliminazione del Torino

Wolves ottavo in Premier e secondo nel girone di EL: come si rivaluta l’eliminazione del Torino

Focus On / Dopo un inizio di campionato difficile i ragazzi di Nuno Espirito Santo si sono ripresi

di Luca Sardo

Il Wolverhampton, dopo un inizio di campionato difficile – complice anche la preparazione anticipata per affrontare i preliminari di Europa League, un problema che ha coinvolto anche il Torino -, ora si è ripreso ed in Premier League è ottavo in classifica a quota 16, a pari punti con Manchester United e Bournemouth. La squadra inglese che ha eliminato i granata di Mazzarri nel playoff europeo nell’ultimo periodo ha battuto il Manchester City all’Etihad Stadium per 2-0 grazie alla doppietta di Traorè nel finale di partita. Tra le altre ha pareggiato con Leicester, Arsenal, Manchester United e al rientro dalla sosta sfiderà il Bournemouth. Anche in Europa League, dopo aver perso il primo match del girone in casa contro lo Sporting Braga, gli uomini di Nuno Espirito Santo sono risaliti e ora sono secondi a 9 punti. Dopo aver battuto il Besiktas in trasferta e lo Slovan Bratislava (sia all’andata che al ritorno), il 28 novembre il Wolverhampton sarà impegnato in trasferta con lo Sporting Braga, primo in classifica a 10 punti. I Lupi dovessero vincere, sorpasserebbero gli avversari in classifica diventando così primi ad una partita dalla fine.

Wolves penultimo in Premier e ko in Europa League: aumentano i rimpianti Toro

Tutto questo per effettuare una rivalutazione a posteriori sull’eliminazione del Torino nei playoff di Europa League proprio contro i Wolves: si può notare che le due squadre – nei rispettivi campionati – hanno pressappoco la stessa dimensione ma ottenere gli stessi risultati nella Premier League inglese, che indiscutibilmente è di un livello superiore, ha un valore diverso. Tenendo in considerazione il momento della squadre e la posizione in classifica nei rispettivi campionati, si può dire che l’eliminazione per mano del Wolverhampton, non certo una squadra di basso livello che inoltre era arrivata a quell’appuntamento in una condizione fisica migliore, non può essere certo considerata una vergogna per gli uomini di Mazzarri. Che pure hanno dei rimpianti perchè la squadra granata non è arrivata al playoff europeo nella condizione migliore (vedi caso Nkoulou).

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rogozin - 11 mesi fa

    S’era visto già quest’estate che loro sono di tutt’altro livello e che, anche senza i famosi errori, non c’è mai stata nemmeno l’ipotesi di poterli battere. Diciamo che è stato un passaggio utile per comprendere la nostra dimensione: una modesta squadra in un campionato pure lui di livello mediocre ( il rendimento di tutte le altre italiane, J. esclusa, ne è la conferma ).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 11 mesi fa

    Mi permetto di fare ancora una piccola aggiunta al mio post precedente vuoi perché chiuso frettolosamente vuoi per rispondere (in parte) ad alcuni fratelli (come @toronelcuore):
    certo che non mi fa piacere che si stia in questo “anonimato” di classifica, certo che non mi fa piacere che sia da anni che non si vinca niente (anni che sono BEN PIU’ dei 14 di Cairo, per la precisione quasi un quarto di secolo, 24anni, Coppa Italia 1993, ed in questo Cairo c’entra ben poco…), però cerco di dare un senso logico un po a tutto questo mondo calcistico che è così tanto lontano e diverso da quello degli anni ’90…
    Stabilito ed assodato che il gioco del calcio non c’è più ed al suo posto c’è il business del calcio, chi ce l’ha più grosso (il conto in banca…) vince. Detto questo c’è un’ulteriore fattore, il fattore “J”: noi, a Torino, il fattore “J” ce l’abbiamo in casa, e non capisco come, ad esempio, quelli che sostengono che Cairo “sia stato messo lì da “LORO”..” poi non arrivino a capire che SE non abbiamo uno stadio di Proprietà (mentre invece LORO se lo sono fatto REGALARE dall’Italia intera visto che il Delle Alpi era stato fatto con i soldi pubblici di Italia90..), SE non abbiamo ancora un Robaldo operativo (che doveva andare a Lippi&C. se qualcuno non avesse fatto casino con le buste delle offerte all’epoca dell’asta..), se non riusciamo ad avere DA ANNI degli arbitri “onesti” non solo nei derby ma durante tutto il campionato (l’anno scorso 7 ERRORI a nostro danno..), se non si riesce ad avere UN MINIMO di “trasparenza” che invece hanno altre squadre e che infatti consente Loro di arrivare anche PIU’ SU è solo perché diamo fastidio, diamo fastidio al “fattore J”…
    Invece sul piano del gioco di squadra, in parte è così: con Mazzarri non avremo mai un gioco “spumeggiante” così come non lo avevamo con GPV e neppure con Sinisa: sono pochi gli allenatori che danno alle squadre che allenano questo tipo di gioco, davvero pochi, ed ancora meno quelli che riescono poi a mantenerlo per tutto il campionato perché, attenzione, il campionato è lungo 38partite….38partite dove fra infortuni e squalifiche QUASI NESSUNO riesce ad avere 2 squadre che si equivalgono! Quasi nessuno, a parte appunto “Loro, la J”: se a noi togli 2/3 titolari, chi metti allo stesso livello? Togli Sirigu, chi metti? Togli Belotti, chi metti? Detto questo il lavoro di Mazzarri, ad esempio, credo consista anche in questo, “formare” cioè “dare una forma” alla squadra tale che non dipenda TROPPO dai singoli, anche se non sarà MAI così! E la prova che “quasi” tutte le squadre sono messe allo stesso modo l’abbiamo avuta ad ogni giornata di campionato: il Napoli che non riesce a fare risultato in casa contro squadre “sulla carta” più deboli, l’Atalanta che viene battuta dal Toro ma che poi vince contro altre squadre che il Toro lo hanno battuto, il Milan che impatta o perde partite pur avendo speso 200Milioni in giocatori in 2 anni: ci sono esempi OVUNQUE di squadre che oggi vincono e domani invece perdono, e non c’entra che abbiano lo stadio di proprietà o meno, c’entra CONTRO CHI (se c’è il “fattore J” o meno…) oppure CHI avevano fuori rosa in quel momento! Noi abbiamo PAGATO i preliminari di EL, con una preparazione affrettata e del giocatori che addirittura aveva anche impegni con le proprie Nazionali (e che poi, guarda caso, si sono fermati per infortuni…): se a questo ci metti pure che tolti alcuni gli altri nostri giocatori sono giocatori “normali” e non “eccelsi” allora mi spiego questo inizio di campionato, oltretutto anche il campionato scorso abbiamo fatto meglio nella 2° parte e non certo nella 1°….Ecco perché sostenevo (E SOSTENGO ANCORA, a maggior ragione…) che i preliminari di EL per noi sarebbero stati una sciagura: portano via risorse, fisiche e mentali, e non siamo una squadra fatta da campioni che ne hanno A CHILI!!!
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14003131 - 11 mesi fa

    Non è che risollevi un granché eh….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14280108 - 11 mesi fa

    A me non interessa dove sono gli inglesi, mi interessa di più che siamo 11

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giuseppelupotorin_14490180 - 11 mesi fa

    Dunque:
    il wolverhampton è una società con stadio di proprietà! Vero.
    Hanno più introiti del toro. Vero.
    Hanno un budget di mercato più alto della nostra squadra. Vero anche questo.
    Nei preliminari, eravo più avanti di noi come condizione. Vero.
    I wolves però (a differenza del Toro), sono una società molto più organizzata. 2 anni fa non hanno vinto, ma hanno “stravinto” la premier chip!!!! Una volta promossi in premier league, al termine del campionato sono arrivati settimi! Quindi questo vuol dire che sono sì una società ricca. Ma anche molto seria, e molto organizzata. Sono una società che compra i giocatori che gli servono, e li compra per tempo. Cosicché al momento opportuno i loro giocatori siano pronti a scendere in campo per difendere i colori della squadra.
    Vogliamo parlare invece del toro come società? Società che ci ha messo tre mesi per fare l’unico acquisto che il proprio allenatore aveva chiesto. Quelli che tutti chiamano la prima scelta. E poi questo giocatore, una volta comprato e dato all’allenatore che lo aveva richiesto… viete utilizzato non male, ma malissimo da quello stresso allenatore che lo aveva voluto così fortemente.  E che da due mesi e mezzo a questa parte non sa ancora se metterlo a dx, al centro oppure a sx. Io trovo tutto questo inappropriato e ridicolo. Poi possiamo anche tornare a dire che in Europa League, il wolverhampton  fosse più forte di noi e quindi ci ha eliminato con merito. Per carità verità sacrosanta. Ma bisogna anche essere obbiettivi. Soprattutto quando a parlare, sono professionisti pagati fiorfiori di quattrini. Ed invece di essere professionali, sparano solo una gran quantità di *cazzate immani*! E scusate la citazione. Ma sono un grande fans, di Antonio Albanese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. DaveLeg - 11 mesi fa

    Considerazioni che possono anche avere un fondo condivisibile, ma che non possono essere di nessuna scusante per i seguenti aspetti:
    – nel Toro di oggi non si comprende il progetto, mentre i Wolves lo hanno ben chiaro e lo perseguono da diverse stagioni;
    – la prevedibile flessione da preparazione sballata causa preliminari di EL è stata accompagnata da una evidente perdita delle caratteristiche della squadra manifestate nel girone di ritorno dello scorso campionato: la falsa partenza dell’Atalanta dello scorso anno nelle stesse condizioni, non aveva provocato la perdita delle identità, perchè avevano comunque giocato a livello accettabile anche quando avevano perso; stessa considerazione vale per i Wolves di quest’anno.
    Quello che preoccupa è che abbiamo accusato una brutta involuzione, aggravata da un mercato non all’altezza, che non ha saputo colmare gli effettivi punti deboli: un centrocampo di poca qualità, un attacco prevedibile, senza un fantasista capace di accendere la luce…che purtroppo non credo possa essere Verdi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 11 mesi fa

    Non è per nkoulou che siamo arrivati nella condizione peggiore , ma perchè non ci abbiamo creduto!

    Loro avevano 3 settimane di preparazione in piu’ e mi pare due partite di premier , ma noi non abbiamo fatto mercato colpevolmente e al di là della qualificazione , dopo 2 mesi e mezzo abbiamo ancora una condizione atletica penosa per almeno la metà della squadra.

    Questo non dipende da altri dipende da noi ed è ingiustificabile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawn - 11 mesi fa

    Lo spirito santo dovrebbe venire da noi, non ci resta che quello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Dan - 11 mesi fa

    Beh tutte cose che chi segue un po’ il calcio sa bene. Roba che ovviamente non riguarda i disagiati da tastiera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Nero77 - 11 mesi fa

    Seppur due sconfitte,sono state le uniche partite giocate bene.In quanto ai lupi inglesi,se giocare con 10 uomini dietro la linea di centrocampo e un bisonte da 100kg ad aprire spazi non è il tipo di gioco che conosco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bertu62 - 11 mesi fa

    “Eh, però cosa c’entrano gli altri? Guardiamo a Noi, guardiamo al Toro!”….
    Ogni volta che leggo ste cose mi vien la pelle d’oca! Ma lo sapete che il Toro gioca contro altre squadre? Lo sapete che il gioco del calcio è un gioco “di squadra” E NON individuale?
    No perché OGNI VOLTA che si guardano ad altre squadre vien fuori sta “caz**ta”!
    Un po’ come quelli che dicevano di prendere il Sassuolo come esempio, poi l’Udinese, adesso l’Atalanta: squadre che NON HANNO VINTO NULLA, esattamente come noi e come il 95% delle altre squadre! Squadre che dopo un BOOM iniziale si sono afflosciate o si stanno afflosciando (vedi Atalanta in CL..)…Adesso è il turno del Cagliari stare sugli scudi, ma di qua alla fine del campionato la strada è ancora lunga 🙂 ….
    FV♥G!! SEMPRE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 11 mesi fa

      Mi raccomando, ben profonda sotto terra la testa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-13797744 - 11 mesi fa

      Tutte squadre con stadio di proprietà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 11 mesi fa

      L’atalanto ha 22 punti, noi 14 …. e gioca in champions dove tranne la dinamo zagabria ci sono squadre ben piu forti del wolverhampton

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Toronelcuore - 11 mesi fa

      Leggo spesso i tuoi commenti e si vede che ami il Toro e il granata. Però noto sempre un po’ di remissività del tipo non guardate gli altri tanto non hanno mai vinto, c’è solo una squadra ( aggiungerei io di merda) che vince sempre, siamo il Toro e va bene così. No, non va bene così perché dopo tutti questi anni di anonimato mi sono rotto. Come ti ho già scritto in un altro post c’è modo e modo di partecipare e non si tratta solo di vincere qualcosa. Perché le squadre che partecipano in un altro modo rispetto al nostro hanno quello che alcuni tifosi scrivono qui: un’organizzazione! E se dopo 14 anni non ce l’hai e al di fuori del calcio fai l’imprenditore vuol dire che qualcosa non funziona. In un altro post avevo preso come esempio l’Atalanta, ma visto che tu lo citi questa volta prendiamo il Cagliari. Partendo dal presupposto che al massimo posso fare il mister da bar e non ho partecipato a seminari a Coverciano non ci vuole un genio a capire il perché i sardi sono più quadrati e giocano meglio: hanno un signor centrocampo (parola che nel vocabolario del Toro Calcio non esiste da svariati anni). Solo questo è un piccolo granello per farti capire la nostra non organizzazione o incompetenza (il Ds non esiste e passiamo 3 mesi ad inseguire il fenomeno 25 milioni. Che sinceramente verde sta facendo venire la mia bile). Quindi spero che anche noi nel più breve tempo riusciremo a PARTECIPARE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CUORE GRANATA 44 - 11 mesi fa

    I lupi inglesi,a mio parere, erano e restano una squadra di livello medio\basso nel panorama di EL che tutto sommato salvo poche eccezioni è di livello +\-simile a CL.Non credo quindi che la ns. eliminazione venga rivalutata,semmai, con rammarico,direi che è Torino fc a non essere attrezzato per partecipare ad una competizione europea al di là dei primi preliminari contro squadre…FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Gio - 11 mesi fa

    Cairo – Mazzarri news non TOROnews, grazie e arrivederci a mai più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. dattero - 11 mesi fa

    mi rifiuto di considerare questo tipo di articolo sotto la voce giornalismo.
    questo non è giornalismo,è altra cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. suoladicane - 11 mesi fa

    il fatto che siano ottavi non vuole dire nulla, vino a pochi gionri fa erano molto più indietro, e allora? erano una squadra comunque alla portata mica il Manchester City, contro la quale non ce la siamo per nulla giocata, anzi abbiamo fatto una figura barbina, barbina proprio.
    Se volete trovare delle cose positive nella stagione del torino fc vi tocca cercare meglio………, una ve la suggerisco io,

    meno male che non abbiamo ancora giocato la coppa italia, così si è evitata la figura di mxxxa pure li.

    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Athletic - 11 mesi fa

    Ma si rivaluta cosa?? Ci siamo giocati l’accesso all’Europa League senza aver fatto mercato, con la grana N’Koulou appena scoppiata, con il nuovo DS e il presidente che nulla sapevano delle promesse fatte da Petrachi e del malcontento del giocatore. Sembrano le due particelle di sodio nell’acqua Lete…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. grinta - 11 mesi fa

    Nuno Espirito Santo mi piace molto come allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ALESSANDRO 69 - 11 mesi fa

    Che il Wolves era una squadra superiore alla nostra non c’era bisogno di scoprirlo sul campo, sono arrivati 7 in premier League e hanno speso sul mercato circa 100 milioni. Poi ovviamente hanno patito un inizio di campionato incerto dovuto al fatto che anche loro hanno dovuto modulare la preparazione in maniera differente, quindi come vediamo,quella della preparazione anomala non è un handicap che abbiamo subito solo noi bensì l’hanno pagata anche loro, poi ne stanno venendo fuori perché i valori ci sono, inutile girarci intorno. Chi ha dimostrato dilettantismo non è Mazzarri, è la società. Ansi direi che la società ha dimostrato di non tenere assolutamente a questo torneo altrimenti si sarebbe mossa prima e diversamente. La verità può essere solamente questa..Mi dispiace doverlo ammettere ma l’ambizione di Cairo si ferma qui…..Quindi inutile invocare un nuovo allenatore…per le nostre ambizioni Mazzarri è persino esagerato….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Furbanetto - 11 mesi fa

    si ok ma presentarci vestiti da capuccetto rosso non ha certo aiutato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 11 mesi fa

      piu’ che cappuccetto rosso, l’armata brancaleone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Mimmo75 - 11 mesi fa

    Guardiamo a noi, non agli altri. Non è che perchè loro son forti allora van bene il gol che gli ha regalato N’Koulou e il NON mercato della società che ha mandato il mister a far la guerra con la fionda nella speranza di incontrare la squadra del dopolavoro ferroviario piuttosto che i Wolves.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Paul67 - 11 mesi fa

    Si era visto subito che sono una squadra di caratura superiore alla nostra nn saremmo passati ne con il miglior N’Koulou e a parità di condizione fisica.
    I 63 punti dello scorso anno sono un mezzo miracolo, nn un punto di partenza ma un punto d’arrivo difficilmente ripetibile. I più delusi sono quelli che credendo ancora, dopo 14 anni, alle ciarlate del CAV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Toro Forever - 11 mesi fa

    Il Torino ha una poco invidiabile “statistica” di occasioni perse. In compenso ha una sterminata statistica di “suggestivi” alibi. Astenersi “astemi”. FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy