Caso Nkoulou, dichiarazioni non autorizzate dal Torino: multa in arrivo?

Caso Nkoulou, dichiarazioni non autorizzate dal Torino: multa in arrivo?

Torino / Tiene ancora banco la vicenda del difensore camerunense, dopo il suo comunicato stampa comparso sull’Equipe e sui suoi canali social. La società dovrà decidere se procedere con un’ammenda al giocatore

di Redazione Toro News
GettyImages-1135261700-min

Il caso Nkoulou è tornato alla ribalta nella giornata odierna. Il difensore camerunense ha fatto sapere la propria versione sotto forma di comunicato stampa sull’Equipe, il principale quotidiano francese sportivo. Il ragazzo si è detto pronto a rimettersi a disposizione del Torino (LEGGI QUI). La società granata, tuttavia, non potrà chiudere entrambi gli occhi di fronte alle parole di Nkoulou sul giornale transalpino. Le parole del giocatore, apparse prima su L’Equipe e poi sui social del ragazzo, non erano state infatti autorizzate dal Torino. Il regolamento in questi casi, prevede un’ammenda in caso di interviste non autorizzate e c’è la possibilità che Nkoulou incappi in questo destino. Ma starà al Torino decidere se lasciar passare la questione ed aprire a una riappacificazione, o punire il ragazzo per non aver rispettato le regole. Potrebbe, comunque, essere l’ultimo atto di un’annosa vicenda che ha scosso il mondo granata nelle ultime settimane.

PAROLE – Nkoulou era perfettamente consapevole di trasgredire le regole, consegnando un proprio comunicato stampa personale ad un giornale, ma ha voluto comunque procedere. Il tentativo è apparso come un’estrema modalità di far sentire la propria voce al termine di una lunga e fastidiosa querelle. Ha cercato di difendere la propria professionalità, criticando la società per non aver mantenuto le promesse. La chiusura del comunicato, tuttavia, appare come una mano tesa verso il Torino. “Ho sempre rispettato il Torino – dice Nkoulou, aggiungendo -. Continuerò a lottare per questi colori”.

AMMENDA – Prima, però, della pace definitiva, la società dovrà decidere se multare o meno il giocatore il giocare. Il condizionale è d’obbligo in questo caso perchè il regolamento interno riguarda le interviste non autorizzate, ma quello di Nkoulou era un comunicato stampa. E in più in una condizione particolare, in cui il ragazzo non aveva avuto modo di far sentire la sua versione dei fatti. Nelle prossime ore la decisione. Intanto, stamane, nel corso della conferenza stampa di presentazione di Simone Verdi il presidente Urbano Cairo è tornato sulla vicenda, sottolineando come “Nkoulou sa bene cosa deve fare per rimediare all’errore” (LEGGI QUI).

 

Andrea Calderoni

86 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rimbaud - 3 mesi fa

    Ieri il giocatore si è scusato con la squadra. Sarà reintegrato, ma ripartirà da zero come panchinaro. Giusto che si riguadagni il posto, non lo fischiamo e guardiamo avanti per il bene comune.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alètoro - 3 mesi fa

    La Società TORINO F.c. ha rischiato fortemente un nuovo “caso Maksimovic” nella recente vicenda del difensore centrale camerunense.
    Purtroppo è dilagante il malcostume di numerosi operatori di mercato, quale quello del Direttore Sportivo della Roma Petrachi nel caso specifico, di ignorare totalmente le norme federali che stabiliscono di effettuare un offerta alla Società di cui è tesserato un calciatore obiettivo di ingaggio.
    Petrachi ha scelto la “scorciatoia” maggiormente breve e semplice di contattare direttamente dapprima N’koulou proponendogli un sostanzioso aumento di ingaggio economico rispetto a quello che egli percepisce al TORO, essendo perfettamente a conoscenza di tale cifra essendo stato lo stesso Petrachi dirigente della Società granata fino allo scorso Giugno, quando ha rescisso il contratto con la stessa con un anno di anticipo.
    N’Koulou si è fatto lusingare dalle astute promesse del dirigente salentino e, a quel punto, ha chiesto al tecnico Mazzarri di non giocare più non essendo più nelle condizioni psicologiche di offrire l’ottimo rendimento che aveva caratterizzato le due precedenti stagioni in maglia granata.
    Soltanto la fermezza del patron Cairo ha impedito che tale operazione effettuata dall’ingrato ex Direttore Sportivo Petrachi si realizzasse con successo.
    Auspico vivamente per il bene del TORO che dopo la sosta di campionato N’Koulou sarà reintegrato nella rosa a disposizione del tecnico toscano.
    Naturalmente egli deve riconquistare la fiducia dell’intero ambiente granata all’indomani di tale nota vicenda.
    Personalmente sono convinto che per lui non si tratta di un operazione assolutamente semplice in quanto rimane il principale responsabile della recente eliminazione del TORO dall’Europa, essendo stato protagonista di una pessima prestazione nella gara di andata casalinga con i “wolves” inglesi in cui la difesa granata subì tre clamorose reti decisive anche a causa di suoi determinanti errori di posizione in campo (immagino che in quella serata la sua testa fosse già assolutamente distratta dal ricco contratto offertogli dalla Roma) e il suo “assenteismo” volontario in quella di ritorno.
    Tuttavia ritengo che la Società granata faccia bene a reintegrarlo al più presto in quanto rimane un patrimonio della squadra granata sotto l’aspetto tecnico.
    Personalmente in questa specifica circostanza esprimo sinceri complimenti al Presidente Cairo per l’ottima gestione del “caso N’Koulou” e per aver stanato efficacemente l’astuto e ingrato ex dirigente Petrachi. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gantonaz64 - 3 mesi fa

    Secondo me il giocatore potrebbe non avere tutti i torti. E’ stato promesso, gli e’ stato detto qualcosa,impossibile pensare a una presa di posizione del genere senza che sia successo qualcosa a noi sconosciuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 3 mesi fa

      La penso come te, la società ha mantenuto le promesse, però le dichiarazioni di maggio se le poteva risparmiare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Schachner - 3 mesi fa

    Credo che il comportamento di nkoulou sarebbe stato giustamente sanzionato in qualsiasi delle aziende in cui noi tutti lavoriamo ( multe, lettere di richiamo ) o no ?
    Detto ciò è giusto riaprirgli la porta tenendo ben presente che trattasi di mercenario dichiarato che tornerà alla carica a giugno se non già a gennaio .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mario66 - 3 mesi fa

    Per quanto mi riguarda ho già espresso il mio pensiero: l’unico responsabile è il giocatore. Comunque la rigiri il suo comportamento (compreso l’uscita di oggi) è sbagliato. Ma cosa si aspettava che Cairo l’avesse ceduto per due spiccioli in base ad una promessa? Ma dai qui si parla di milioni di euro. Perché poi se aveva queste intenzioni ha firmato un contratto così lungo?
    Infine rompi le scatole in un momento delicato della stagione e poi ti dichiari corretto?
    In ogni caso chi ci rimette è il nostro TORO. Proprio adesso che si era creata quella empatia tipica delle grandi imprese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Svevo - 3 mesi fa

    Secondo me,la vicenda mette in luce alcuni aspetti interessanti, peraltro evidenziati in diversi commenti a questo articolo e a quello precedente, sempre su Nkoulou.

    In primo luogo, si evince che la società Torino, perlomeno finora, sia stata più rivolta verso operazioni di sicuro interesse economico più che a un reale progetto sportivo. Il modus operandi di Petrachi era chiaro: giovani promesse o buoni giocatori da rilanciare da comprare a poco per poi cercare di rivenderli a un prezzo maggiore, ovviamente con soddisfazione per tutti.
    Per questa ragione, sempre secondo me, per molti giocatori il Torino è stato considerato più un luogo di transito, più o meno lungo, piuttosto che un approdo più renumerativo.
    Sia chiaro, è legittimo che un’impresa (questo è la società TORINO FC) persegua la propria politica aziendale e scelga le persone che meglio la possano realizzare. Probabilmente Petrachi era funzionale a questo scopo.
    Circa il Toro, ho detto “finora”, perchè è evidente che l’acquisto di Verdi per 25mln non vada in questa direzione, così come l’aver trattenuto (almeno per quest’anno) i nostri migliori (Izzo in primis, Belotti, Sirigu, etc.), così come non aver comprato le solite promesse (l’anno scorso comprammo i pur buoni Meité e Ola Aina), ma aver puntato su giocatori già formati. Solo Laxalt potrebbe essere inquadrato come un giocatore da rilanciare, ma è evidente che non è qui solo per questo motivo.
    Questo è un segnale di discontinuità tra la gestione Petrachi e la gestione Bava che lascia ben sperare.
    Resta da definire se questo cambiamento di strategia sia l’inizio di una politica aziendale differente (che includa anche i risultati sportivi come veicolo di nuovi introiti) oppure no, ma questo lo capiremo a fine stagione, quindi inutile sbatterci la testa ora.

    In secondo luogo, è legittimo che un professionista di questo calcio moderno cerchi di migliorare la propria posizione.
    Se fossi un calciatore il mio sogno sarebbe di giocare titolare nel Toro e venire ad esultare sotto la curva Maratona per ogni gol segnato, almeno quattro a partita (sei nel derby con annessa ammonizione per aver fatto il gesto dell’ombrello sotto il settore dei gobbi).
    Ma se fossi davvero un calciatore, uno bravo, non uno medio, il mio obiettivo è strappare un buon contratto in una società dove giocare con continuità e avere molta visibilità e poi strappare ancora un contratto migliore anche con un’altra società.
    Se fossi quel buon giocatore (non è necessario essere bravi, basta aver un buon procuratore) e oggi il Toro mi offrisse due milioni per restare un’altra squadra 4 milioni l’anno più l’Europa, cosa sceglierei? E se magari tra due anni una squadra inglese me ne offrisse 6? Ci andrei di corsa con la soddisfazione di tutti (tranne i tifosi).
    Il mondo del calcio moderno è questo, un business, a meno di non vivere ostinatamente e ciecamente in una visione romantica inesistente.

    In terzo luogo, si evince che Petrachi operava con una certa spregiudicatezza e mi sembra chiaro che lo facesse con modi poco cristallini, e se non aveva l’avallo della società, perlomeno aveva la sua indulgenza.
    Lo confesso, come ds Petrachi non mi è mai piaciuto, perchè non mi piace questo modo di lavorare, ma è questo un modo di operare comune e diffuso (magari con forme differenti) in questo calcio moderno malato di soldi.

    In quarto luogo, la vicenda Nkoulu. L’unica cosa chiara è che la vicenda è torbida e gestita peggio da tutte le parti.
    Ecco la telenovela che ho immaginato leggendo le varie dichiarazioni.
    Petrachi (con il tacito assenso di Cairo) porta Nkoulou al Toro con la promessa di rivenderlo: più soldi per la società (Cairo felice), piu potere per il ds (Petrachi felice), miglior contratto per il giocatore (Nkoulou felice) e più commissioni per il procuratore (mister X felice).
    Passa un anno e il giocatore non viene venduto. Il Siviglia sarebbe stato un ottimo affare per tutti, ma la cosa non si concretizza.
    All’inizio della stagione, Petrachi promette al giocatore di rivenderlo l’anno successivo. Cairo è d’accordo, il giocatore sta prendendo valore. É un buon calciatore.
    Poi qualcosa si rompe. Petrachi va alla Roma mentre è ancora un tesserato del Toro. Nkoulou (spinto dal procuratore mister X) chiede garanzie, perchè intanto agli altri “top player” della squadra viene rinnovato il contratto e a lui no, solo che le chiede a Petrachi. Il ds gli dice che lo porterà alla Roma (e qui voglio credere che Cairo non lo sapesse), ma al momento buono l’affare salta (ricordate le uscite di Cairo e Pallotta in quei giorni?).
    Il giocatore si sente preso in giro da tutti e comincia a sbagliare ogni mossa. Il danno è fatto: Petrachi resta in silenzio, Cairo (discesa in campo in vista?) sceglie la linea dura (e non ha alternative) e Nkoulou resta con il cerino in mano (per dire di peggio).

    Ecco è un bell’esempio di calcio moderno. In questa telenovela che ho immaginato non c’è nulla di romantico. E credo che gli unici a credere ina visione sana del calcio siamo proprio noi tifosi.
    Una vicenda che avrebbe dovuto rimanere sotto silenzio, con quella tipica maschera di ipocrisia che il mondo del calcio è capace di mostrare, ed essere gestita in modo diverso. Era meglio fingere un infortunio e trattare una uscita alla prima finestra utile. Il passaggio dalla possibile cessione di Bonifazi per fare cassa alla sua permanenza come titolare era un segnale da non sottovalutare.
    Una volta resa nota la storia, il gioco delle parti è diventato inevitabile (cosa poteva dire Cairo di differente?) e la situazione più difficile da ricucire.

    E ora che fare?

    1) Il giocatore è inviso alla tifoseria (che si sente tradita).
    2) Il giocatore è buono e ha un valore di mercato che rischia di diminuire. Non credo che questo sia il sogno di Cairo (e ci mancherebbe altro).
    3) Un reinserimento in squadra è assai problematico. Non per la reazione dei compagni (professionisti anche loro, conoscono bene queste dinamiche e non si scandalizzano), ma per la reazione ambientale.
    4) Il mercato è chiuso e anche aspettare fino a gennaio creerebbe un danno economico.

    Insomma un bel pasticcio dal quale tutti perdono qualcosa: Cairo forse non realizzerà quanto aveva sperato, Petrachi perde la faccia (o una delle facce), Nkoulu rimane a piedi. E ci perdiamo anche noi tifosi (una difesa Nkoulu/Izzo/Bonifazi o Djidji sarebbe stata da sogno).

    Scusate il lungo post.

    Non me la sento di partecipare al linciaggio di Nkoulou, non perchè non sia da biasimare (ha sbagliato a gestire la situazione), ma perchè queste dinamiche sono assai comuni nel mondo del calcio, solo che non vengono a conoscenza dei tifosi, che si illudono che tutto avvenga all’ultimo minuto.
    Non lo voglio linciare, perchè credo non sia l’unico colpevole. Hanno addossato tutte le colpe su di lui, ma non è il solo.
    Non lo voglio linciare, perchè credo che con il Wolverhampton abbia fatto una brutta partita, ma che non fosse intenzionale.
    Però ha sbagliato e una soluzione va trovata, non la ghigliottina però.

    FORZA TORO

    PS: le mie affermazioni in questo post sono frutto di mie riflessioni personali, non sono la verità assoluta e non per forza ho ragione io.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 3 mesi fa

      Egregio Svevo, questo è il commento più appropriato che si potesse fare. Complimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 3 mesi fa

      E’ stato un piacere leggere questa tua riflessione, che è anche la mia. Sono però più ottimista sulla ricomposizione della situazione proprio per i motivi stessi che tu citavi: è interesse comune rimettersi a remare tutti dalla stessa parte e la maschera di ipocrisia che il calcio usa quotidianamente tornerà molto utile. Ieri un utente scriveva di aspettarsi una dichiarazione d’amore da parte di N’Koulou per poterlo perdonare. Capisci quanto sarebbe facile ricucire tutto?……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 3 mesi fa

    Basta con sta storia, che si alleni, che si scusi, che giochi contro il Lecce, bastaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 3 mesi fa

    Il professionismo, in ogni campo, è sempre più esasperato. Dirigenti affermati, manager, persone che parevano insostituibili, rischiano di punto in bianco di trovarsi in mezzo alla strada. Il calcio non fa eccezione ed i protagonisti che ne hanno l’occasione, cercano di sfruttare al massimo le opportunità che si presentano. Le firme sui contratti hanno sempre meno valore vincolante ed è ormai quasi impossibile trovare chi sia refrattario alle voci di sirene seducenti a fior di milioni. Tutto ciò per dire che il caso Nkuolou non è il primo e non sarà l’ultimo. Spiace perché si tratta di un ottimo giocatore, utile alla nostra difesa, ma bisogna mettere in conto che si possano verificare queste situazioni ed essere preparati a rimediarvi, senza inutili esasperazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 3 mesi fa

      volevo dire la mia poi ho letto il tuo commento…..sono d’accodo con te, normale situazione del calcio di ieri, oggi e domani. Forza Nkoulou, io ti aspetto a braccia aperta e in campo cazzuto e forte come l’anno scorso, poi se a fine campionato ti offrono di nuovo il doppio di quanto guadagni adesso e al Toro danno 30 mln, arrivederci e grazie di tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Paul67 - 3 mesi fa

    Pensavo che con la fine del mercato le novelas fossero finite, invece…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granata - 3 mesi fa

    Idea mia, multa e tribuna sino a quando non impara. Nessuna indulgenza. Indulgenza che va concessa , sempre, post pentimento non ante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Inserirei anche l’obbligo di imparare a memoria gli “editoriali” di Palmiro@

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. palmiro - 3 mesi fa

        Chi sa che non impari qualcosa che tu, povero Bacitarlucco, non imparerai mai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Chissà Palmiro@ chissà….
          Non chi sa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. palmiro - 3 mesi fa

            [http://www.treccani.it/vocabolario/chissa/]
            Vedi Bacitarlucco, sei un poveretto che non sa e inoltre non fa neanche lo sforzo di informarsi.

            Mi piace Non mi piace
      2. maxx72 - 3 mesi fa

        Voi scherzate ragazzi ma a me gli editoriali di Palmiro mi hanno dato una lezione di vita! Parole sagge dall’uomo del ghiaccio mica pizza e fichi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 mesi fa

          Palmiro…sei proprio un gelosone!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. RFgranata - 3 mesi fa

            Ciao fratello maxx quando incontri le persone in giro ricordati di dirgli di SALUTARE LA CAPOLISTA ahahahah FVCG

            Mi piace Non mi piace
          2. maxx72 - 3 mesi fa

            Ovvio fratello RF…Ahahah

            Mi piace Non mi piace
          3. RFgranata - 3 mesi fa

            Secondo te maxx chi ci ha messo meno? Ahahahah FVCG

            Mi piace Non mi piace
      3. Granata - 3 mesi fa

        Scusa @Bacigalupo, palmiro chi ????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13958142 - 3 mesi fa

    Ma che multa e multa, Nkoulu serve al toro tantissimo, diamogli fiducia e quel che è stato è stato, poi se l’anno prossimo, non a gennaio, arriva l’offerta che fa contento il toro e il ragazzo allora può partire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 3 mesi fa

      Io caro user gli darei anche la fascia di capitano e il raddoppio dello stipendio a sto traditore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 mesi fa

        Ciao @maxx, anche un trono da Maria ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Il trono è già occupato mi dispiace per lui.
          Potrebbe partecipare a temptation island insieme a Petrachi.
          Oppure a il ricco e il povero con Sirigu

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 mesi fa

            Ahahah Ahahah! Grandi ragazzi! È vero il trono è già occupato da Parigini…però me lo immagino a temptation island con Petrus…Ahahah!

            Mi piace Non mi piace
          2. maxx72 - 3 mesi fa

            Di nuovo una giornata epica! Grazie di cuore!

            Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        Gli rifarei anche il cappello bianco postato durante le vacanze.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 mesi fa

          Quello era mio! E l’ho dovuto restituire.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 mesi fa

            Signora non si offenda…solo una battuta bonaria! Davvero!

            Mi piace Non mi piace
  12. Calogero - 3 mesi fa

    Se una società che prende un impegno, anche soltanto in modo verbale e promette a un calciatore la possibilità di cambiare squadra (per maggiori guadagni, per maggiori stimoli), a prescindere dal rendimento del giocatore e dal contratto: si deve accontentare la volontà del calciatore…Sarebbe bastato parlare per tempo con Nicolas e se non si raggiungeva un nuovo accordo con onestà intellettuale bastava spiegarlo ai tifosi e prendere un opportuno rimpiazzo, probabilmente le telenovelas nel calcio sono il pane per i giornaloni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. wendok - 3 mesi fa

      esatto. l errore difatti ( ma madornale e imperdonabile ), è stato la modalità ed il comportamento.
      Fosse andato questa estate da Cairo e da Mazzarri e avesse detto, da Uomo vero, con le Palle, ” voglio essere ceduto perchè blablabla”, nessuno avrebbe potuto eccepire nulla.In questo modo, è stato un omuncolo mal consigliato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ralph - 3 mesi fa

      ma stai scherzando vero? non puoi essere serio … col tuo ragionamento allora il primo che si presenta e offre 1 (dico UNO) milione per acquistarlo, bhe, noi lo vendiamo perchè così è stato promesso ???? ma davvero, si sta rasentando il ridicolo …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. wborg_516 - 3 mesi fa

    E basta gettare benzina sul fuoco. Detto che il ragazzo ha sbagliato atteggiamento, tempi e modi, è comunque un bene per tutti ricucire questo strappo per un obiettivo comune. Dopotutto è sottocontratto profumatamente pagato. Che si meriti lo stipendio e torni il grande centrale che abbiamo ammirato. A giugno si aprirà un nuovo capitolo con il nuovo DS e il presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PignaL - 3 mesi fa

      Nuovo DS?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Tony polster - 3 mesi fa

    E tanta panchina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. inf_710 - 3 mesi fa

    Il calcio è al momento questo ovunque(vedi Icardi ecc).
    Noi siamo tifosi innamorati, loro no.
    Non sono neanche per massacrare Petrachi, solo da quando è arrivato lui il Toro è sempre migliorato, prima una totale pena…ora vedremo.
    E’ “un figlio di buona donna”, come tutti in questo mondo, presidenti(che certo non spendono milioni per noi o per amore delle squadre )e dirigenti(Bava lo è stato coi giovani, chi lo conosce sa).
    Ma funziona al momento così. Inutile fare gli offesi se questi non hanno rispetto o cuore, lo sappiamo prima ancora che arrivino(Verdi ha dichiarato amore ai colori azzurri del Napoli pochi giorni fa e poi…)
    E per pietà un campionato con Bremer o Djidji centrali nella difesa a 3 NO(neanche Lyanco per ora gioca lì)!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. wendok - 3 mesi fa

    Non sono daccordo con Palmiro.
    Ho riflettuto a lungo su questa vicenda e sono arrivato alla ( personale ) conclusione che non si devva vendere e non si debba farlo giocare titolare.
    Che messaggio si darebbe ? dopo il caso Maksimovic,… ora NK. per cui in futuro basta che qualcuno pianti una grana, faccia qualche capriccio che viene accontentato. Tantopiù per i modi con cui si è svolta la vicenda, tolleranza zero. Per carità, i contratti si possono interrompere, idea la si può cambiare, ma non in queste modalità. E’ vero che chi non vuole stare al toro è meglio che vada ( come ha detto anche Cairo più volte ), ma è anche vero che una lezione una volta per tutte vada data. A mo di esempio. Cairo ha scommesso e investito 24 milioni su Verdi,… non credo che lo sconvolga usare 1,5 milioni per fare stare Nkoulu in panca fino a giugno. Poi si,… venderlo per non essere gabbati a paramentro zero l anno dopo,… ma per intanto ti fai un anno di panca e sperare che poi qualche squadra top, a 33 anni, ti prenda e ti paghi quello che chiedi.
    Farlo andare via a gennaio, sarebbe un pessimo esempio per tutti e oserei dire, diseducativo per lo stesso NK. Farlo giocare no,…. da tifoso preferisco veder crescere chi quantomeno non “disprezza ” l appartenere ai colori granata. Tantopiù che sono sicuro che Lyanco sia già ora più forte di NK e in prospettiva, Molto più forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. palmiro - 3 mesi fa

      Forse dovevo virgolettare il pensiero del Camerunese. Guarda che io lo voglio vedere due anni in tribuna a Torino. E’ lui che vuole ritornare presto in pista e liscia il pelo ai sempliciotti con le sue dichiarazioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        Adesso ci arrampichiamo sui vetri eh!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. palmiro - 3 mesi fa

          Fate pure, se volte arrampicarvi non vi trattengo…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Toro Forever - 3 mesi fa

    È incredibile, quando si erige un patibolo, come la gente accorra in piazza portandosi la sedia da casa. Se verrà inflitta una multa a Nkoulou, si trasformerà nel famoso “sapone” sulla corda del cappio. Rullino i tamburi. Il “popolo” ringrazia. Giustizia è fatta. Amen.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. palmiro - 3 mesi fa

    Secondo me Nkoulou ha ragione da vendere a fare queste dichiarazioni. Quelli che hanno torto marcio sono quelli che vanno ancora allo stadio e fanno gli abbonamenti televisivi per ingrassare gente così. Quelli andrebbero multati, no Nkoulou.
    Il Camerunese ha detto in faccia ai suoi clienti la pura e semplice verità: carissimi io mi ero messo d’accordo da tempo con quella immondizia d’uomo che ora sta a Roma e che da ds del TORO stava lavorando già per una concorrente e per mettervelo Nkoulou, poi le cose sono precipitate e allora mi hanno consigliato di fare i capricci come fanno tutti. La grana purtroppo non ha a trovato uno sbocco e quindi ora sono costretto a rimanere qui, quindi vi insapono un po’ con le solite frasi che vi piacciono tanto tipo “la storia e i colori ” e l’immancabile “Forza Toro”.
    Ora però , carissimi, finiamola qui perché devo giocare da titolare per andarmene via al più presto in un posto dove mi danno più soldi altro che “la storia , i colori ” e “Forza Toro”.
    Bravo Nkoulou e se vengono ad applaudirti, pagando, hai anche ragione di ridertela di gusto perché si meritano una risata in faccia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Gaute la nata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 3 mesi fa

        Ma che dice costui?
        Capisco voler far polemica ad ogni costo ed andare controcorrente, ma così si dà la zappa sui piedi!
        Non è un ragionamento: è uno sproloquio!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. palmiro - 3 mesi fa

          Madamin, pensi alla salute!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. GlennGould - 3 mesi fa

            E tu pensa al rispetto da portare ad una signora.
            Non entro nel merito del tuo post su Nkoulou, che trovo assurdo ma tant’è. Sono opinioni.
            Ma porta rispetto e impara l’educazione.

            Mi piace Non mi piace
          2. maxx72 - 3 mesi fa

            Palmiretto un altra cosa: porta rispetto per le signore!

            Mi piace Non mi piace
          3. palmiro - 3 mesi fa

            Ma lo vista alterata e mi sono preoccupato per lei.
            Dove sarebbe la mancanza di rispetto?

            Mi piace Non mi piace
      2. palmiro - 3 mesi fa

        Sempre argomenti relativi al vino e alla bottiglia eh, Bacitarlucco? Fatti aiutare, ma da uno bravo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Capisco perchè in boita nessuno ti saluta….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Palmiro@…
          L’ho non lo…
          Poi l’alcolista sarei io…
          🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. palmiro - 3 mesi fa

            Hai ragione, mi cospargo il capo di cenere. Non faccio come fai tu che dai colpa al “correttore gobbo” che gobbo non è, ma ha solo un utilizzatore con molti problemi.

            Mi piace Non mi piace
    2. Torello_621 - 3 mesi fa

      Il declino di un uomo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. palmiro - 3 mesi fa

        Hanno parlato “gli uomini veri”…già…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 mesi fa

          Ne hai proprio per tutti caro Andropov…devi smanettare un bel po eh?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. maxx72 - 3 mesi fa

      Palmiro, con questo nome mi ricordi Andropov e sei simpatico pari pari a lui e quindi come una vangata sulle palle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. palmiro - 3 mesi fa

        Sta vanga sulle palle ce l’hai sempre in testa e la ripeti spesso…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 mesi fa

          La ripeto finché mi pare caro Andropov, come te scassi gli zebedei con i tuoi pipponi assurdi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. palmiro - 3 mesi fa

            vanga e pipponi…ho capito…

            Mi piace Non mi piace
    4. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

      Se sei circondato solo da persone della levatura morale che tu appioppi a Nkoulou ti vedo piuttosto male . Una curiosità : per quale squadra tifi? Oppure sei schifato dal calcio in toto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. palmiro - 3 mesi fa

        Sono schifato dal calcio in toto, ma mi fa ancora più schifo il calcio in questa città.
        Vadano a fare certe porcate nella Milano da bere o a Roma “godona”.
        Vedere il merda stadium a Torino con quello che c’è dentro è un insulto all’umanità.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. barrieradimilano - 3 mesi fa

          Scusa Palmiro se mi permetto, ho la presunzione di aver capito il tuo punto di vista che, in buona parte è anche il mio (calcio=Panem et circenses) ma mi sfugge il gusto di andare a testa bassa contro tutti i commenti su un forum di calcio quando ci sono siti (che forse come me già frequenti)tipo militant, contropiano ecc.ecc. in cui il confronto su questi temi, a mio avviso, sarebbe molto più stimolante.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. palmiro - 3 mesi fa

            Mi dispiace, ma io non sono ne di destra ne di sinistra…sono solo un vero granata.

            Mi piace Non mi piace
    5. Luciano gem - 3 mesi fa

      Comunque, per me, l’ERRORE è leggere e commentare un ‘personaggio’ del genere. IGNORARE!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. pinco pallino - 3 mesi fa

    Secondo me, le dichiarazioni di nicolas, avanno stizzito e non poco a Urbano Cairo. Non conosco il presidente, dal quel che si percepisce da fuori, a parte di essere un uomo di successo e multimilionario (beato lui),sembra che sia una macchina instancabile quando c’é da fare i soldi. Noto che é molto attento ai risultati della squadra.Se perdiamo, non appare mai, al contario di quando vinciamo. É uno che guarda tutto a 360 gradi, quindi anche questi dettagli. Detto questo, sono quasi sicuro che non accetterá fare la parte del fessacchiotto e …. e ora son cazzi tuoi caro nicolas ahahahhah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. okami - 3 mesi fa

      in realtà ha parlato dopo le due sconfitte in coppa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    Direi complicato ricomporre la frattura ove di certo il giocatore ha avuto magna pars,ma le responsabilità,a mio a avviso, sono plurime compresa la Società che avrebbe dovuto gestire con discrezione un “mal di pancia”non certo improvviso.Verosimilmente uscirà a Gennaio,magari al Milan in cambio del “favore”Laxalt ad una valutazione superiore ai presunti 20 mln offerti dalla Roma.Spiace che si concluda in tal modo questa vicenda che tecnicamente ci depaupererà del perno difensivo.Però gli NK od altri passano ed il ns. Toro resta.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Madama_granata - 3 mesi fa

    Ma magari!!!
    Fosse vero!
    Salata ed esemplare!
    E poi in vendita a gennaio, il più caro e salato possibile!!
    Questo qua sta facendo di tutto x rovinare l’armonia, la serenità e la coesione dello spogliatoio!
    Via a Roma con il suo degno compare Petrachi!!
    Sempre che Petrachi lo voglia ancora..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 3 mesi fa

      Io aggiungerei 100 frustate, magari date da Bonifazi! Eh?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinco pallino - 3 mesi fa

        ma no Mimmo, basterebbero un paio di calcioni in culo e basta

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. pinco pallino - 3 mesi fa

          dati da Mazzarri

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Mimmo75 - 3 mesi fa

          Ero ironico e Madama (che mi perdonerà, spero) sa perché

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 3 mesi fa

            Nessuna pena corporale, ma non perdono chi offende e non rispetta il nostro Toro!
            Bonifazi non c’entra nulla: lui deve solo pensare a fare bene il suo dovere.
            Comunque, se dovessi scegliere, preferirei i calcioni nel deretano da parte di Mazzarri!

            Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        Ahahaha Mimmo!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. user-13981054 - 3 mesi fa

    Chiudiamola li se vuole andare via gioca e a gennaio monetizziamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. maxx72 - 3 mesi fa

    Andiamo sempre peggio eh Nicolas?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Alex70 - 3 mesi fa

    Bisogna fare vedere a questi giocatori che non comandano i procuratori, devono avere maggiore rispetto della società e dei tifosi
    A me dispiace molto dato che come giocatore lo apprezzavo anche per il suo stile differente dai tipici ramarri del calcio, oltre ad una eleganza in campo, non capisco come mai sia scaduto cinsi
    ora bisogna ammonirlo e NON venderlo fino a che non faccia comodo a noi, quindi a fine anno, se vogliamo guadagnare almeno 30/35 milioni deve giocare e bene e poi mandarlo a FARE NKULO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. armando - 3 mesi fa

      perfettamente d`accordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Altedo - 3 mesi fa

    Poco tempo fa su questo sito avevo scritto che chi rifiuta di giocare la partita più importante di tutta la stagione non è più degno di indossare la maglia Granata.
    SONO STATO MASSACRATO!!!
    Alla luce di queste dichiarazioni veniamo a scoprire che lui già l’altro anno voleva essere ceduto!!!!
    Complimenti!!!!
    ADESSO MAXIMULTA E 2 ANNI IN TRIBUNA…. E POI ALLA SOGLIA DEI 32 ANNI CHE VADA A GIOCARE DOVE VUOLE!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 3 mesi fa

      Ero d’accordo con il suo primo intervento, e lo sono anche in questo caso!
      PUGNO DI FERRO, PENALI E NON IN TRIBUNA, MA A CASA SUA!
      Farsi vedere allo stadio potrebbe turbare l’armonia della squadra e la serenità dei compagni!
      Immaginiamo se questo darà ancora l’anima per il bene e l’interesse del Toro!
      L’unica cosa che può ancora dare al Toro sono i soldi della sua vendita.
      Non credo alle “MNESTRE SCAUDÀ”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. ale - 3 mesi fa

    Ha torto marcio, cosi come ci vedeva una scusa da parte della società per venderlo.
    Comunque serve, multa reintegro e poi si vende a gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eesmi_12009986 - 3 mesi fa

      diciamo multa reintegro e poi si vende a giugno tenendolo come rincalzo facendo crescere Lyanco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy