Stefano Pioli si dimette da allenatore della Fiorentina: “Discusso come uomo”

Stefano Pioli si dimette da allenatore della Fiorentina: “Discusso come uomo”

Serie A / Dopo gli attriti dell’ultimo periodo, il tecnico ha deciso di dimettersi

di Redazione Toro News
GettyImages-1134021208-min

Stefano Pioli ha deciso di rassegnare le dimissioni e di lasciare la Fiorentina. Dopo gli attriti dell’ultimo periodo con spogliatoio e dirigenza, che dopo la sconfitta al Franchi contro il Frosinone aveva rilasciato un comunicato nel quale annunciava di essersi presa alcuni giorni di tempo per valutare la situazione dal punto di vista tecnico.

Secondo il tecnico non ci sarebbero più le condizioni per continuare, nonostante ci sia ancora da giocare la semifinale di ritorno di Coppa Italia e sette gare di campionato. L’allenamento odierno è stato diretto dal vice Murelli, mentre la Fiorentina sta valutando a chi affidare la panchina viola. 

Stefano Pioli, in una nota rilasciata all’Ansa, ha spiegato le motivazioni della decisione: “Mi sono sempre assunto le mie responsabilità, ho sempre garantito nel mio lavoro professionalità, rispetto e massimo impegno: a malincuore oggi mi vedo costretto a dover lasciare, dimettendomi, poiché sono state messe in discussione le mie capacità professionali e soprattutto umane. Lascio un gruppo di ragazzi eccezionali che hanno avuto una tangibile crescita dal punto di vista professionale e del valore, nonché una squadra che ha l’opportunità di conseguire qualcosa di eccezionale giocandosi una semifinale di Coppa Italia. A seguito di questa scelta, per me dolorosa, ci tengo a ringraziare Firenze e i tifosi fiorentini; si è creato un legame speciale che porterò sempre con me”.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 7 mesi fa

    l’erba del prato altrui è sempre più verde….Non credo che le cose vadano meglio che da noi…anzi …è già molto tempo che i tifosi viola sono in subbuglio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MV - 7 mesi fa

    Ecco, quando si valuta la situazione del Toro sarebbe interessante considerare altre realtà come la Viola.
    Da qualche anno ha ridimensionato il monte-ingaggi, per evitare il rischio fallimento, e puntualmente è passata da una media di 65-70 punti ad una di 50-55 all’anno.
    I Della Valle hanno deciso di non perderci più dei soldi: qualcuno li vorrebbe al posto di Cairo?
    Pioli ha portato la Viola a -10 da noi (vedremo la Coppa Italia): qualcuno lo voleva al posto di Walter?
    Forse allora la rosa non era granché. Peccato che il monte-ingaggi sia sui 40 milioni, esattamente come il nostro. Dunque forse Corvino ha fatto acquisti più costosi e meno utili di Petrachi?
    Hanno certamente una rosa molto giovane e ricca di potenziali plusvalenze: qualcuno di tifosi del Toro potrebbe accontentarsi di questa rosa di prospettiva?
    Ecco, queste secondo me sono le domande da porsi se si vuole valutare con realismo la situazione del Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatadellabassa - 7 mesi fa

      Considerazioni corrette ma ingenerose nei confronti dei Della Valle. La gestione Della Valle ha un bilancio molto più positivo di quella di Cairo, non puoi guardare solo l’ultimo anno.
      E poi, come hai fatto notare anche tu, sono pieni di giovani molto interessanti che magari sono altalenanti ma sono un patrimonio importante. Perchè hanno margini di miglioramento e in ogni caso se vendono Chiesa per 40 milioni vedi che squadra fanno…
      Considero entrambe le gestioni societarie positive per quanto al momento diametralmente opposte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MV - 7 mesi fa

        Sono d’accordo con te nella sostanza.

        Le mie considerazioni miravano a evidenziare una serie di aspetti.

        1) Nel caso Fiorentina, che molti qui proponevano come modello, non c’era nessun miracolo. Come ormai è ovvio, nel calcio moderno, con un alto monte-ingaggi ottieni buoni risultati. Prima i Della Valle spendevano tanto e ottenevano buoni piazzamenti (e hanno rischiato di fallire); ora ne mettono meno, e i piazzamenti sono diminuiti sensibilmente.

        2) In questo quadro, non c’è nessun mago-Corvino. In situazione di riduzione di risorse, fa quello che può anche lui, che pure penso sia un ottimo dirigente, e che qui di nuovo in molti sognavano come alternativa a Petrachi.

        3) Bene la linea dei giovani. Io sarei anche d’accordo nel seguirla a Torino. Ma i criticoni sarebbero contenti? Ovviamente no, perché loro vogliono vincere subito; e perché immagino già i commenti “eh, ma vuoi i giovani solo per farci plusvalenze!”. Quindi, neanche questa linea andrebbe bene.

        P.S.

        I 40 milioni li hanno già presi per Bernardeschi, e non ci hanno costruito poi questo gran squadrone. Ma io li capisco pure, perché pure i Della Valle si saranno rotti di buttare via i soldi, come in Italia solo in pochi possono permettersi di fare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il_Principe_della_Zolla - 7 mesi fa

      Negli ultimi dieci campionati, escluso quello in corso, per cinque volte sono arrivati al 4° posto. Una volta agli ottavi di Champions League e una agli ottavi di EL.
      Quando Cairo avrà ottenuto la metà di questi risultati ne riparliamo, “se si vuole valutare con realismo la situazione del Torino FC”, e rispondere alla domanda “qualcuno li vorrebbe al posto di Cairo?”. Ma anche per la metà, mi sa che non mi bastano gli anni che ho davanti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

    Ex gobbo…
    Spiace solo esser usciti in coppa Italia per mano della Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13797744 - 7 mesi fa

    Sarà quel che sarà ma un signore resterà la maggior parte preferisce essere lincenziata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. co_riv_637 - 7 mesi fa

    Certo che il secondo anno di permanenza nella stessa società sta diventando quasi periodico per Pioli(vedi anche la Lazio).Piuttosto scarso o si può ipotizzare altro?????Mi sembra tanto una fuga.Forse è troppo sopravalutato!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ellelibo_669 - 7 mesi fa

    robert, tu di cosa ti occupi? anche con te sono cosi’ severi gli altri nel valutare il tuo operato? tu sei irreprensibile? non sbagli mai? e poi… gli stipendi li fa il mercato. domanda. offerta. il calcio muove miliardi. ha un indotto pazzesco. chi ha capacita o fortuna di lavorarci guadagna di conseguenza. per inciso io non lavoro nel mondo del calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13687521 - 7 mesi fa

    Altro allenatore sopra valutato
    Pioli appena sente aria di bruciato……Scappa
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. robert - 7 mesi fa

    Questo è uno dei tanti allenatori che non valgono nulla.Bisognerebbe eliminare la figura dell’allenatore e dare l’incarico al capitano della squadra oppure tenere l’allenatore ma pagarlo molto poco dal momento che fanno più disastri che altro.Guardate per es. il nostro ,quello precedente e ancora quello precedente !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy