L’Europa e il TAS: adesso il Torino aspetta una mossa del Milan

L’Europa e il TAS: adesso il Torino aspetta una mossa del Milan

Tra attesa e l’ipotesi “procedura d’urgenza”: i destini di Torino e Roma sono legati alle decisioni del Milan

di Nicolò Muggianu

Il Torino aspetta una mossa del Milan. La querelle che in queste settimane sta condizionando le estati di Milan, Roma e Torino sembra ancora ben lontana dalla parola fine. Dopo la sentenza del Uefa, che ha sospeso il procedimento in attesa del giudizio del TAS in merito al ricorso relativo al triennio 2014-17, è cambiato poco o nulla. E con il Tribunale di Losanna che non ha ancora calendarizzato l’eventuale udienza, molto dipenderà dalla volontà del Milan di accelerare i tempi.

IL PUNTO – La volontà del Milan è chiara ed è stata espressa in più occasioni dall’Amministratore Delegato Ivan Gazidis: richiedere l’integrazione delle due sentenze, con la speranza di non veder prolungati i vincoli del FFP. La prima, quella facente riferimento alla stagione sportiva 2017-2018, per cui l’Uefa si era già pronunciata l’estate scorsa con conseguente esclusione del Milan dalle competizioni europee per la stagione 2018-19. Sentenza messa momentaneamente in stand-by dal successivo ricorso della società rossonera e già depositato dal TAS a dicembre 2018. L’altra, quella facente riferimento al campionato appena concluso (e relativa al triennio 2015-18), per cui da Nyon di fatto è arrivata una “non sentenza” che mette tutti in disaccordo (LEGGI QUI). Specialmente Torino e Roma, che attendono di pianificare il proprio futuro in base alle decisioni dell’arbitrato di Losanna. Intanto, dalla Svizzera, tutto tace: sul calendario delle udienze del TAS ad oggi non risultano appuntamenti fissati per il Milan.

UEFA, il rinvio scontenta tutti: ipotesi procedimento d’urgenza del Milan

LE IPOTESI – Dopo la decisione dell’Uefa di non pronunciarsi, i tempi come detto restano un’incognita. Tutto (o quasi) dipenderà allora dalle decisioni del Milan, che valuta l’attuazione della cosiddetta “procedura d’urgenza”. Soluzione consentita dall’art. 44.4 del codice del TAS, ma attuabile esclusivamente in caso di previo accordo tra le parti. Ipotesi che potrebbe convenire alla società rossonera, che teme un prolungamento ed un inasprimento del regime di rientro nei vincoli del Fair Play Finanziario. A questo punto l’attuazione della “procedura d’urgenza” sembra essere l’unica ipotesi in grado di rimettere in gioco il Torino. Dopo un’eventuale accordo tra le parti, la decisione sarebbe rimessa alla Camera Giudicante, che dovrebbe emettere un giudizio definitivo – unificando le sentenze. Il tutto in un orizzonte temporale di circa 15 giorni, che permetterebbe a Roma e Torino di pianificare la prossima stagione con maggiore tranquillità.

I TEMPI – Roma e Torino osservano con attenzione, in attesa di sviluppi. Ma per il momento entrambe le società, comprensibilmente, stanno programmando il proprio futuro in base a quelli che sono stati i risultati di campo. A partire dai ritiri. La società giallorossa, ad oggi qualificata ai prossimi play-off di Europa League, è pronta a ufficializzare il ritiro di Pinzolo; rinunciando di conseguenza alla consueta tournée americana. Discorso simile anche per il Torino, che al momento mantiene la data del 13 luglio come inizio del ritiro di Bormio. Poi si vedrà. Intanto il tempo scorre e le due società attendono di conoscere il proprio futuro. Tutto (o quasi) dipenderà dalle decisioni che il Milan prenderà nelle prossime settimane.

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TORO1960 - 1 settimana fa

    La penso come Maurygranata, è proprio quello che il Milan non vuole, lo schifo totale sta nel non rispetto delle leggi.♉♉♉F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14134673 - 1 settimana fa

    Quest’articolo non dice niente di nuovo fa schifo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ANNO1976 - 1 settimana fa

    Cairo compra Messi, Hazard e Ibrahimovic, non pagare nessuno e andiamo in Champions. Poi si vedrà….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. robertozanabon_821 - 1 settimana fa

    Fantastico!!! Si conosce il reato, l’indirizzo e il nome dell’autore e la Legge che fa? Aspetta che si “costituisca”!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 1 settimana fa

    Ma perché mai il Milan dovrebbe fare sta mossa? Per farsi buttare fuori dall’Europa League? Tanto vale che aspetti con comodo l’evolversi dei procedimenti e fare i ricorsi del caso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maurygranata - 1 settimana fa

      Perché il rischio sarebbe di fare quest’anno la EL ed essere squalificati l’anno prossimo malgrado una eventuale qualificazione alla Champion … il che gli costerebbe molto di più che non rinunciare quest’anno per avere uno sconto. Mio pensiero naturalmente .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marchese del Grillo - 1 settimana fa

    Aspetta e spera, che poi s’avvera, terremo alta la nostra bandiera!
    Cosi’ compatti verso i premi marceremo e dalle e dalle poi che vinceremo!!!
    LA VITA E’ TUTTO UN QUIZ…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. andrea.granata - 1 settimana fa

    Ma bastaaaa. Ma ancora???? Ormai è andata così. Basta. Non se ne può più di sta storia.. ecchecazz…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13963316 - 1 settimana fa

    ma è mai possibile tutto ciò????? no DS no MERCATO etc etc , solo avendo un buffone come presidente si può arrivare a questo….!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tifoso Obiettivo - 1 settimana fa

      Non condivido l’insulto, ma è abbastanza stucchevole che a metà giugno siamo senza ds.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mimmo75 - 1 settimana fa

    Come Buscaglione, il dritto di Chicago
    suscito passione colla mossa del Giaguaro.
    Eh bravo! ma amo’ come te paro?
    “parate er culo che ariva er Giaguaro!”
    Me te sciogli in mano, te sciogli piano piano
    a cottura lenta il piatto è prelibato.
    Il Giaguaro co’ ‘sta mossa è troppo forte,
    chi bastona primo, bastona due volte”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13797744 - 1 settimana fa

    Sta querelle nn diventi un alibi per la dirigenza granata, Roma e Milan sono attive indipendentemente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Madama_granata - 1 settimana fa

    “ADESSO IL TORINO ASPETTA UNA MOSSA DAL MILAN”
    E infatti il Milan si muove: va a giocare l’Europa League!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 1 settimana fa

      Prima o poi la pagheranno, e come accade sempre nella vita, e per chiunque, più aumenta il poi e più le lacrime saranno amare. Io mi accomodo sulla sponda del fiume!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Maurygranata - 1 settimana fa

      Penso che alla fine neppure a loro convenga molto anche perché andrebbero a fare una competizione che porta poco nelle casse e rischiano di avere due sentenze negative contro, senza contare le prossima stagione che probabilmente sarà altrettanto negativa. Credo quindi alla fine tenteranno di mediare per avere un giudicato su entrambe le stagioni e tentare di classificarsi alla Champion l’anno prossimo. Ciao

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 1 settimana fa

        Infatti. Io, però mi sarei già mosso, invece loro…
        Bah!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Pulster - 1 settimana fa

    Hanno bloccato! Bene! Ma stanno cercando altri escamotage per bloccare o rendere indolore il prossimo giro, è tutta una pagliacciata! Non rompete più le pale con sta storia, solo a cosa avvenuta, perché ogni volta che leggo un articolo del genere lo schifo aumenta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13719128 - 1 settimana fa

    Sì ,adesso il milan fa ricorso d’urgenza per farsi squalificare . Mettiamoci pure l’anima in pace!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Madama_granata - 1 settimana fa

    Per me il Milan non fa un bel nulla. Aspetta.
    E, aspettando aspettando, si gioca l’Europa League questo anno (come previsto, e x me concordato, da sospensione decisioni Uefa).
    Poi, la prossima stagione, concorderà di nuovo come poter “evitare o ridurre al minimo” le sanzioni, proprio come l’anno scorso e quello in corso.
    E così si proseguirà x anni, fino alla prescrizione di tutti gli illeciti.
    La Roma, in fondo, in Europa gioca comunque, e non ha grossi danni.
    Che quello “fregato” sia come al solito il Toro è normale: non disturba nessuno.
    L’importante è che ci abbiano riconosciuto il premio x il “fair play” finanziario!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. LeoJunior - 1 settimana fa

    Ma che bel Mondo dove è l’imputato ad avere il pallino del gioco in mano! Strepitoso.
    Ma che problema c’è? Il Milan risfora i parametri, altro procedimento, altro ricorso, altra sospensione … questi sono capaci di andare avanti così per i prossimi 20 anni!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 1 settimana fa

      …vedi quanti processi, nella vita civile, vanno avanti in questo modo tra 10000 cavilli, ricorsi e controricorsi, fino alla prescrizione. Quanti personaggi pubblici l’hanno fatta franca, pur essendo maiali conclamati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. SiculoGranataSempre - 1 settimana fa

    La vergognosa vergogna è che ancora non ci sia neppure la prima sentenza al ricorso. Vergognoso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Vlad51 - 1 settimana fa

    Semplicemente Ridicoli UEFA E TAS non potevano dimostrare meglio la teoria degli Amici degli Amici…io non decido tu nemmeno tutto sospeso le regole del fair play finanziario si aggirano e vissero tutti felici e contenti….ma che si facessero un campionato per gli affari loro….forse di fare la super Champions non è una brutta idea almeno si fanno un campionato con le loro regole e non potranno più giocare nei campionati nazionali….almeno ritorneremo a vedere e a parlare di sport e non di diritti TV

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy