Mancini, progetti di “ItalToro”: ecco il possibile pokerissimo granata

Mancini, progetti di “ItalToro”: ecco il possibile pokerissimo granata

Il punto / Il ct azzurro avvistato in tribuna durante Torino-Roma: tra i granata almeno cinque osservati speciali

di Nicolò Muggianu
Belotti

Sirigu, Izzo, Baselli, Belotti e non solo. Roberto Mancini mette sotto la lente d’ingrandimento almeno quattro giocatori del Torino. Il ct della Nazionale Italiana è stato avvistato sulle tribune dello Stadio Olimpico Grande Torino in occasione della prima gara stagionale tra Torino e Roma.

OSSERVATI – Una presenza tutt’altro che casuale per il commissario tecnico azzurro, che ha scelto il match tra granata e giallorossi per l’alto tasso di giocatori potenzialmente “convocabili” in vista dei prossimi impegni dell’Italia. L’ex allenatore di Zenit ed Inter ha avuto il difficile compito di iniziare la rivoluzione azzurra e per farlo dovrà ripartire da alcuni volti nuovi. Per questo oltre ai “veterani” della Roma Florenzi e De Rossi, Mancini ha deciso di assistere al match di domenica sera per valutare alcuni profili che ha messo nel mirino da tempo.

OBIETTIVO – Su tutti Sirigu, Baselli, Belotti, Zaza e Izzo, ma anche Soriano e De Silvestri. Se i primi quattro hanno già avuto modo di confrontarsi con il tecnico azzurro nelle amichevoli che hanno preceduto il Mondiale di Russia 2018, anche il difensore è tenuto sotto stretta osservazione da diverso tempo. La sua prestazione contro la Roma è stata ottima: due interventi in scivolata decisivi e una grande attenzione in fase di copertura sull’asse Kolarov-Pastore-El Shaarawy. Completamente annullato, prima dell’infortunio che lo ha costretto ad abbandonare anzitempo la gara. Mancini adesso ci pensa: potrebbe arrivare la convocazione anche per lui in vista delle prime gare di Nations League contro Polonia e Portogallo, rispettivamente in programma il 7 e il 10 settembre. Valutazioni in corso anche per Soriano, tornato in Italia dopo l’esperienza in Spagna e voglioso di riconquistare la maglia azzurra. Una Nazionale sempre più a tinte granata, con l’obiettivo di eguagliare i “magnifici 6” de El Mundial argentino del 1978 (Pulici, Graziani, Pecci, Zaccarelli, Claudio Sala e Patrizio Sala).

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Michele Nicastri - 1 anno fa

    Vado contro corrente: meno giocatori vanno nelle varie nazionali, meno rischiano infortuni e hanno più tempo per allenarsi col Mister.
    Inoltre,la nazionale italiana è l’emblema del sistema-calcio gobbo-mafioso e quindi un buon granata tifa CONTRO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13997937 - 1 anno fa

    anche perché sono talmente pochi gli italiani titolari nelle “grandi” ormai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 1 anno fa

    Magari fosse vero! Più giocatori in Nazionale danno lustro alla nostra squadra! Allora ho ragione a dire che, esclusi alcuni “grandi (es.Nkoulou, Falque, Ljajic) il Toro, x perpetuare le sue tradizioni, deve affidarsi possibilmente a giocatori italiani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

      Ciao Madama,
      Quindi…
      SIRIGU
      BASELLI
      IZZO
      BELOTTI
      ZAZA
      SORIANO
      L’esterofilia di Mazzarri forse non è poi così vera :=))
      Un abbraccio granata!
      Fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 1 anno fa

        Non ne sono molto convinta, x ora. In entrata: Meité, Ola Aia, Bremer, Damascan, Djidji, Lukic (6) a fronte di Izzo, Zaza, Soriano, Parigini (4). Giovani promesse su cui scommettere gli stranieri, per lo più giocatori italiani già ampiamente affermati i secondi.
        Barreca, Bonifazi, ora parlano pure di Edera(l’emblema dei nostri ex-primavera) e taluni scrivono anche di Parigini mandati altrove a vario titolo, con i vari Zaccagno, Fiordaliso, De Luca, Coppola, Buongiorno, Bianchi,ecc.
        Nell’attuale rosa, estrapolata da Toronews, 11 italiani (compresi Edera e Parigini) a fronte di 16 stranieri..
        Spero caldamente che tu abbia ragione e che tutti i nostri ragazzi in prestito rientrino il prossimo anno più forti di prima..
        Certo è comunque che, x ora, i giovani stranieri scesi in campo non hanno demeritato..
        Ricambio il fraterno “abbraccio granata”!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

          Ciao Madama grazie della risposta. Ottima analisi la tua.
          Credo che Mazzarri sarebbe il primo a volere 22 italiani ma ciò è impossibile. Costi e qualità.
          Un Meite’ per esempio non esiste tra i nostri giovani. I nostri rientreranno alla base solo se dimostreranno di esser superiori agli altri.
          Diversamente serviranno per portare utili ed acquistare i meite’ della situazione.
          Spiace ma è così.
          Purtroppo se vogliamo ambire a stare dalla parte alta della classifica di sinistra… vedremo sempre più stranieri e sempre meno italiani può non piacere ma è così.
          Credimi però che…
          6 convocabili in nazionale tutti in una squadra…non è poco!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bergen - 1 anno fa

            Diciamo che avere ricostituito un vivaio fatto di giovani che si distinguono in tutte le categorie è la strada giusta ed è’ anche la nostra tradizione. Purtroppo non vuol dire sfornare automaticamente campioni ma aumentare la probabilità di individuare giocatori più o meno dotati che possono fare i professionisti. Ricorrere agli stranieri nel frattempo è una necessita’anche causata dalla piaga dei procuratori. Appena un giovane sembra promettente, si interpongono queste figure che alimentano un mercato oramai falsato e insostenibile.

            Mi piace Non mi piace
  4. collwyn - 1 anno fa

    Il capitano della Nazionale non viene “scelto” da ct perché ci sono delle precise gerarchie che identificano chi deve portare la fascia. In primis, il maggior numero di presenze; in caso di ugual numero di presenze, il numero totale delle convocazioni. Nelle amichevoli di giugno, prima di Balotelli, c’erano Bonucci (numerose presenze in più) e De Sciglio (che aveva lo stesso numero di presenze di Balotelli ma era stato convocato numerose volte in più). Dunque non vedo perché si debba fare polemica, ci sono delle gerarchie da rispettare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

    Dopo che per anni il capitano è stato colui che scommetteva sulle partite, colui che diceva meglio due feriti di un morto, colui che da dell’animale ad un arbitro, colui che ha detto che mai avrebbe ammesso in partita che il pallone calciato da Muntari aveva oltrepassato la linea di oltre un metro e mi fermo qui per pietà…. bhe dopo di lui Balotelli non sfigurerebbe affatto…. chiunque ma non un gobbo o ex gobbo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 anno fa

      Anche questo è vero.
      Buffon esempio per i giovani è come dire cicciolina patrona delle consacrate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

        Come Lapo capo della buoncostume

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GlennGould - 1 anno fa

    Poi,non volevo mica scatenare polemiche o aprire un dibattito. M gandin 920,niente di personale, a onor del vero mi sono espresso male io nei tuoi riguardi. Tutto ok.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

      Glen sei un signore. Complimenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Spygor - 1 anno fa

    Credo che Mancini voglia tenersi buono un giocatore che sicuramente ha nei piedi qualità,nei piedi…Purtroppo non è così come mentalità,personalmente ho altri valori,molto distanti da Balotelli,ma anche dal mondo del calcio per come è diventato oggi.Un capitano è un uomo in campo che parla e dialoga,che si prende le responsabilità(perchè ne ha parecchie)proprio a livello disciplinare,inoltre come qulaunque leader,deve essere riconosciuto dal gruppo per le proprie qualità,quindi lascio spazio alle mille interpretazioni e opinioni di tutti i tifosi,giuste e sbagliate,ma chi ha giocato tanto al calcio,sa cosa vuol dire avere un CAPITANO in squadra.Dopodichè se i giocatori del Toro vengono convocati,è una bella soddisfazione,vuol dire che oltre a noi qualcun’altro si accorge del loro valore.Penso anche che se vengono convocati,questo avrà influenza sul rendimento del nostro Toro(rischio infortuni ,eccessivo affaticamento etc.)a dire la verità,sono un po geloso dei nostri giocatori,ma d’altronde se si ragionasse così non ci sarebbe più la Nazionale,qualcuno se ne accorge?Si,non c’eravamo agli ultimi mondiali,vero….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. tororussia - 1 anno fa

    la mia Nazionale e’ solo il TORO di quella italiota non mi importa proprio nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 1 anno fa

      Salvinista no. Bossista forse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tororussia - 1 anno fa

        piemontesee del toro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. m.gandin_920 - 1 anno fa

    tu che ne sai dei miei valori?
    mi conosci?
    no.
    e allora non ti permettere di giudicare le persone,se non le conosci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 1 anno fa

      Echi ti conosce infatti? Il capitano della nazionale è l’esempio degli esempi,per i ragazzi, nell’ambito calcio,una figura che richiama valori di un certo tipo. Balotelli e’ in questo senso l’antitesi assoluta. Io trovo assurdo e anche abbastanza grave vederlo come capitano della nazionale, tu condividi la cosa. Questo è.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cecio - 1 anno fa

        In nazionale il capitano lo fa chi ha il numero maggiori di presenze.
        Nell’ultima amichevole c’è stato il rischio che Balotelli fosse quello con maggior n di presenze tutto qua.
        Poi alla fine ha giocato bonucci e l’ha fatto lui il capitano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Thomas 71 - 1 anno fa

    A prescindere dal carattere e dalla testa di cazzo, Balotelli non ha mica ammazzato nessuno. Non è un ergastolano. È un calciatore come gli altri che fatto due ottime stagioni e in nazionale c’era già. Che poi lo voglia far capitano può anche essere discutibile, ma non ci trovo niente di male a convocarlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. m.gandin_920 - 1 anno fa

    e cosa c’è di strano…
    Ha fatto bene.
    Meglio lui di nasone ladro Chiellini.
    O si responsabilizza…o fuori dai maroni per sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. m.gandin_920 - 1 anno fa

    E cosa c’è di strano…
    Meglio lui di nasone ladro Chiellini.
    ha fatto bene.
    O si responsabilizza…oppure fuori dai maroni.
    Adesso o mai più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 1 anno fa

      Per te non c’è nulla di strano nell’eleggere Balotelli capitano della nazionale? vuol dire che io e te abbiamo valori totalmente differenti. Ma proprio tanto, daltronde, libero arbitrio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. GlennGould - 1 anno fa

    Questo ct ha prima convocato, poi decretato titolare, Balotelli, e vorrebbe anche fargli fare il capitano.
    E da uno che vorrebbe Balotelli CAPITANO DELLA NAZIONALE ITALIANA, ci si può aspettare qualunque cosa.
    Tutti convocabili, dunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy