Primavera, Torino-Chievo 1-2: Juwara punisce un Toro farfallone

Primavera, Torino-Chievo 1-2: Juwara punisce un Toro farfallone

Il commento / I ragazzi di Coppitelli non riescono a raggiungere la matematica certezza dei playoff e vengono superati dai clivensi in casa

di Redazione Toro News

Il Torino di Coppitelli perde l’appuntamento con la matematica certezza di essere nei playoff sotto anche gli occhi di un ospite d’onore come Graziani. I granata non avrebbero meritato la sconfitta, ma vengono puniti per aver giocato un primo tempo sottotono.

L’avvio dei granata è da incubo, con il Chievo che sembra più in palla. I torelli, infatti, passano subito in svantaggio. Bertagnoli taglia bene dietro la linea difensiva e con un diagonale chirurgico supera Gemello. Lo svantaggio sveglia i ragazzi di Coppitelli, che riescono ad aumentare la pressione in avanti e con il passare dei minuti schiacciano i clivensi nella loro metà campo difensiva. Il forcing granata però produce solamente occasioni sterili e il match torna presto molto equilibrato. La migliore occasione dei granata capita in chiusura di tempo, quando Petrungaro serve in mezzo Rauti, che, però, viene scavalcato dalla sfera. Nella ripresa entra Millico e la musica inizia a cambiare, con il Toro che pian piano si rende sempre più pericoloso. La migliore occasione è al tredicesimo con Petrungaro, che, pescato a centrare, viene fermato da un grande intervento di Caprile. Il Toro inizia a carburare e la partita si gioca di fatto a una porta. Prima Singo si divora una rete clamorosa, poi si rende pericoloso Millico, che, circondato da 5 avversari, riesce comunque a calciare, ma la sua conclusione viene respinta molto bene da Caprile. Scorre il tempo, ma il canovaccio non cambia e sono ancora i due prima menzionati a sfiorare il pareggio. Prima Millico e poi Singo, però, vengono fermati ancora dall’estremo difensore clivense. Gli sforzi dei granata alla fine vengo premiati al 35′ con la rete del pareggio e il gol non poteva che essere di Singo. Tutto sbilanciato in avanti alla ricerca del vantaggio, il Toro al 43′ si fa sorprendere però dagli ospiti e a pungere i ragazzi di Coppitelli è stato Juwara, cioè un “ex” considerando che aveva giocato in prestito il torneo di Viareggio.

TORINO-CHIEVO VERONA
Marcatori:
6’ Bertagnoli (C), 35’st Singo (T), 43’st Juwara
Ammoniti: 35’ Cuoco (T), 45’ Zueli (C), Juwara (C)

TORINO (4-4-2): Gemello; Gilli, Ferigra, Singo, Ambrogio (20’st Michelotti); De Angelis, Onisa, Cuoco (1’st Millico); Kone Ben; Petrungaro (33’st Del Bianco), Rauti (41’st Garetto). Allenatore: Coppitelli. A disposizione: Trombini, Marcos, Potop, Portanova, Ghazoini, Isacco, Giunta, Moreo, Del Bianco, Garetto.

CHIEVO VERONA (4-3-3): Caprile; Pavlev, Ndrecka, Pina Nunes (40’ Corti), Kaleba, Martires, Juwara (44’st Soragna), Zuelli, Grubac (1’st Rovaglia), D’Amico (33’st Tuzzo), Bertagnoli. Allenatore: Mandelli. A disposizione: Bragantini, Salvaterra, Raffa, , Enyan, Metlika, Rossi, Tuzzo.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

    Anche se,per la matematica, i playff non sono stati ancora raggiunti penso si possano considerare virtualmente acquisiti.L’odierna prestazione avrebbe meritato almeno il pareggio ma la squadra ha perso brillantezza.Certo il rientro di Millico è importante ma…Ma torniamo a quello che a mio parere è il discorso di fondo:ad eccezione di alcuni ottimi giocatori la qualità complessiva dell’organico è inferiore a quella di altre squadre,si è visto anche oggi.Il motivo è semplice:il ns. budget è la metà rispetto a Dea, Viola,Roma e via dicendo e di più ed ancora non disponiamo di un Centro Sportivo degno di questo nome.Non intendo certo fare una commistione con la prima squadra però,sempre a mio parere,aumento risorse al settore giovanile e l’attenzione sul tema infrastrutture saranno un preciso indicatore per comprendere le reali intenzioni di Cairo circa il mitico “salto di qualità” di Torino fc.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata78 - 4 mesi fa

      Beh il Robbiano dovrebbe proprio sopperire al problema che giustamente indichi tu. La lentezza con cui quel progetto va “avanti” è esasperante (tra l’altro Redazione ci sono news?), però non è da imputare a una mancanza di progettualità della società.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy