Fila, domani giornata storica: il primo passo verso la ricostruzione?

Il Filadelfia, lentamente sta vedendo la luce; domani, durante il CDA, avverrà la nomina del presidente. Poi il progetto e, infine, i soldi

di Redazione Toro News

E’ difficile azzardare entro quando il Filadelfia sarà di nuovo la casa del Torino, ma quello di cui i tifosi possono stare certi è che la situazione si è sbloccata, e a piccoli passi, tutti i tasselli stanno andando al posto giusto. Come in un perfetto mosaico. Domani, infatti, ci sarà l’ultimo passo di questa storia triste e infinita: la nomina del presidente della Fondazione. Il bando del Comune di Torino, conclusosi il 5 dicembre scorso, ha portato alla formalizzazione di un nome: Cesare Salvadori. L’ufficializzazione – intoppi burocratici e amministativi permettendo – avverrà durante il CDA di domani. Ma non solo. Oltre alla nomina del presidente, verrà vagliata anche la delibera per lo stanziamento del primo simbolico milione, il primo mattoncino che andrà a comporre il muro del Filadelfia, che deve tornare a essere la dimora e il luogo simbolo del Toro, dimenticato in modo ignobile e irrispettoso. Contestualmente, sarà approvato anche il progetto per la ricostruzione. Per quanto riguarda la parte pratica, ovvero i soldi, pare esserci la volontà condivisa di adempiere i propri doveri. I soldi, arriveranno a gennaio: la prima tranche sarà versata dalla Regione (3.5 mln). Una volta arrivato il nullaosta dal Comune tramite la firma dell’Assessore allo Sport Gallo, sarà la volta del Torino, che garantirà la sua quota. A fine gennaio, quindi, dovrebbero esserci già tutti i soldi necessari alla ricostruzione. Il Fila, a questo punto, non è più un’utopia…Speriamo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy