Gazzetta dello Sport: “Il Toro è con Mazzarri”

Gazzetta dello Sport: “Il Toro è con Mazzarri”

Rassegna / Le pagine dei principali quotidiani in edicola oggi dedicate al Torino FC

di Redazione Toro News

“Siamo tutti con Mazzarri, contro il Brescia giocheremo come nel derby” ha detto sicuro Andrea Belotti dopo il derby. I granata con il ritiro sembrano essersi ritrovati e aver ricucito anche il gruppo. La Rosea parte da un’istantanea, il conciliabolo a fine partita tra tutti i giocatori abbracciati in mezzo al campo, per spiegare come il Torino sia rinato dopo il ritiro. “Con la sesta sconfitta stagionale ormai maturata, tutti i giocatori del Toro, a cominciare da Tomas Rincon che era stato richiamato in panchina, si sono riuniti, si sono parlati, per poi andare a ringraziare la Maratona del continuo sostegno ricevuto. Con tali gesti hanno voluto inviare ai propri tifosi un messaggio chiaro: d’ora in avanti ci vedrete sempre così, uniti a testuggine per abbattere gli ostacoli“.

In spalla la Gazzetta pubblica anche un approfondimento sui casi discussi nei derby, partendo dalle voci dei tifosi, che sottolineano che negli ultimi 21 derby, solamente 6 non sono stati macchiati da decisioni dubbie.

Ulteriori dettagli nell’edizione odierna del quotidiano.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gengranata - 11 mesi fa

    Ma basta prenderci in giro. Da anni la stessa solfa…..come se impegnarsi fosse qualcosa di straordinario. Impegnarsi è il minimo per i soldi che prendono e il rispetto per i tifosi. Oltre all’impegno ci deve essere bel gioco, divertimento re quindi risultati. Ma che articolo è????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. christian85 - 11 mesi fa

    Io mi ripeto sempre che non avremmo dovuto andare a fare i prelimnari di EL… sono oltrechè una rottura totale, dannosi sia a livello atletico che preparativo.

    Non so perchè, ma ad agosto sospettavo che saremmo clamorosamente scoppiati, si.. me la sono tirata un po’, ma avevo veramente questa sensazione.

    Le 6 sconfitte maturate però, mi hanno fatto pensare che ( oltre la vicenda N’Koulou ) la rosa a disposizione non è in linea per arrivare a certi livelli.. così come l’esempio dell’Atalanta che ha dimostrato che non basta avere quei 4 big in squadra per affrontare 2 competizioni ad alti ritmi.

    Sicuramente in molte partite quest’anno, il Toro non ha fatto il Toro come avrebbe dovuto, ma permetto di dire che è ( o sta iniziando ) un campionato molto anomalo, dove anche squadre come il Napoli non trovano il piglio giusto.

    Quest’anno che tutti si aspettavano un Toro assemblato con la conferma degli 11 titolari che hanno conquistato il 7° posto lo scorso anno, devono fare i conti con una squadra che è sì assemblata ma inesperta a tirare la corda per troppo tempo.

    In ogni caso, il Toro visto contro la Juve è probabilmente tornato quello che tutti conoscono da quando Mazzarri è alla guida, nonostante davanti manchi qualcosa ( forse non era Verdi quello a farci fare il salto di qualità ), visto che spesso giochiamo sulla difensiva.

    Non credo che sia Mazzarri il problema, perchè ho notato che i maggiori problemi arrivano dal centrocampo.. Lukic non si capisce perchè sia crollato cosi tanto, Baselli ormai è inutile spendere parole, quando è al Toro da 5 anni e gioca l’80% delle partite impalpabile e molle; Meitè che l’anno scorso ha impressionato nelle prime 8 partite poi si spento arrivando a diventare quasi un brocco.
    Rincon non può fare il generale tutte le partite e comunque ha grossi limiti anche lui purtroppo, nonostante la grande grinta.
    Ansaldi che comunque è nato difensore e traslato ala da Mazzarri è una garanzia a livello tecnico e tattico, ma sappiamo bene la sua fragilità fisica, mentre Laxalt è un ottimo giocatore ma ancora presto per valutarlo.

    Detto questo, citando solo 6 centrocampisti, di cui solo 4 sono mediani con grossissimi ed eventi limiti..
    Non voglio fare il sapientone, ma quello che serviva al Toro ( spero di non sbagliare ) era proprio un Nainngolan e/o un Gagliardini giusto per citarne 2..

    Non a caso il Cagliari è lì, ha un centrocampo micidiale, anche con la cessione di Barella.
    Piccole mie considerazioni… ma credo che la verità stia proprio lì.

    Comunque in ogni caso, si è visto che il Toro vuole reagire e possono capitare a tutti momenti difficili e strani.. ma sono sicuro che Mazzarri con la sua grande esperienza saprà uscirne fuori e saprà rimontare alla grande.

    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tororossogranata - 11 mesi fa

      Ciao Cristian,io vedo spesso un gioco che non sostiene le punte, Bellotti deve arrivare fino al centrocampo per toccare palla, e questo l’ho notato dalla prima partita di Mazzarri. Pensavo che fosse per registrare la difesa e poi avremmo avuto un’altra atteggiamento e invece ora prendiamo gol e non li facciamo, mettici pure che sopratutto al centrocampo giocatori che fanno la differenza non ci stanno….ecco che la somma dei risultati è questa. È vero che con i gobbi si sono impegnati ma pericoli alla loro porta zero, e così sarà anche per le prossime partite, che dirti spero di sbagliarmi ma più che un Toro, mi sembra una vacca con il raffreddore…purtroppo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy