Bergamini, il giallo della morte

Bergamini, il giallo della morte

19 Novembre 1989, muore il calciatore del Cosenza Denis Bergamini, “suicida, investito da un camion” afferma la fidanzata, testimone oculare. Ora, dopo oltre vent’anni dal tragico accaduto, sembra che non sia andata affatto così. Secondo, infatti, una perizia del 4 gennaio 1990 redatta dal medico legale Francesco Maria Avato, e resa oggi nota dai colleghi del Giornale di Calabria, il giocatore era stato in prcedenza evirato, e la morte sarebbe…

di Redazione Toro News

19 Novembre 1989, muore il calciatore del Cosenza Denis Bergamini, “suicida, investito da un camion” afferma la fidanzata, testimone oculare. Ora, dopo oltre vent’anni dal tragico accaduto, sembra che non sia andata affatto così. Secondo, infatti, una perizia del 4 gennaio 1990 redatta dal medico legale Francesco Maria Avato, e resa oggi nota dai colleghi del Giornale di Calabria, il giocatore era stato in prcedenza evirato, e la morte sarebbe arrivata per dissanguamento.

 

Soltanto in un secondo momento il corpo sarebbe stato scaricato sulla statale 106, cosa che modificherebbe completamente tutta la visione dei fatti e che confermerebbe l’ipotesi di omicidio come vendetta per motivi di relazioni “clandestine” del giocatore. La notizia schock ha scatenato diverse polemiche, compresa quella del Procuratore della Repubblica di Castrovillari Franco Giacomantonio, che ha riaperto il fascicolo a 22 anni di distanza dal tragico accaduto.

 

Si tratta di una perizia falsa, così come false” ha affermato Giacomantonio “sono tutte le ipotesi di omicidio. Le carte lo smentiscono, mentre continuano a confermare la morte per schiacciamento dell’addome nell’impatto con il camion“. Il tragico mistero continua.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy