Calcio, si riparte? Gli aggiornamenti del 5 maggio / Bolchini del Como positivo al Covid-19

Diretta TN / Gli aggiornamenti di giornata dal mondo dello sport

di Redazione Toro News

Di seguito i principali aggiornamenti di martedì 5 maggio, sulla situazione del Covid-19 in Italia e all’estero, relativi al mondo dello sport.

19.15 – Anche il Napoli ha iniziato a fare i tamponi ai propri giocatori e il rientro in campo è previsto per il fine settimana.

18.45 – Stando a quanto riportato da SkySport, il consiglio federale della FIGC in programma per questo venerdì è stato rimandato. Lo spostamento sarebbe dovuto a mancanza di dati sull’emergenza e servono dunque maggiori approfondimenti.

17.45Ecco di seguito il bollettino della Protezione civile odierno. Il numero più positivo è quello dei guariti, che sono più di duemila rispetto alla giornata di ieri:

POSITIVI: 213.013 (+1.075)
di cui 98.467 (-1.513)
DECEDUTI: 29.315 (+236)
GUARITI: 85.231 (+2.352)

17.00 – Stando a quanto riportato dal Rheinische Post sarebbero stati trovati positivi al Covid-19 un giocatore e un fisioterapista del Borussia Mönchengladbach. La società tedesca al momento non ha confermato.

16.30 – Trovato positivo un giocatore del Como, a renderlo noto è la stessa società: “Il Como 1907 comunica, in accordo col diretto interessato, che il calciatore Pierre Bolchini è risultato positivo al Covid-19. Il controllo si è reso necessario a seguito dalla riscontrata positività di un componente del suo nucleo familiare che opera in ambito sanitario. La società tiene a precisare che Pierre sta bene ed è completamente asintomatico. Il calciatore si trova in isolamento nella sua abitazione dal 10 marzo, dove continuerà il periodo previsto di quarantena

16.25 – Intervenuto a Football Show, Dean Smith, manager dell’Aston Villa, parla della volontà di riprendere, ma del rischio che corrono i villains si riprendere senza due giocatori: “Vogliamo tornare ad allenarci, ma prima sono fondamentali i protocolli medici. Sappiamo che comunque esiste un certo livello di rischio legato al ritorno agli allenamenti. Potremmo ripartire senza almeno due calciatori. Uno sappiamo essere asintomatico. Un altro sta passando la quarantena con la suocera affetta da COVID-19“.

16.06Ai microfoni di Teletutto è intervenuto Massimo Cellino, presidente del Brescia:Attendere decisioni della Merkel? E’ vergognoso. Abbiamo un presidente di Lega, uno della Federazione, uno del Coni ed un ministro dello sport e attendiamo gli altri? A me non frega niente della Merkel e dell’UEFA: l’Italia deve decidere in autonomia“.

15.50 – Intervenuto durante la trasmissione radiofonica ‘Tutti convocati’, l’ad del Sassuolo Carnevali racconta come stanno procedendo i primi allenamenti: “Si allenano sei giocatori alla volta, con un solo preparatore atletico e un medico. Il tutto con il massimo isolamento e le massime precauzioni. I giocatori arrivano ogni 15 minuti, si portano l’acqua e si lavano a casa“. Poi continua parlando di Spadafora e delle possibili alternative per la ripresa del campionato: “Ultimamente preferisco non leggere le dichiarazioni del Ministro Spadafora, anche perché spesso cambia idea. L’unica cosa importante è che in queste ore siamo riusciti a ripartire con gli allenamenti. Giocare in pochi stadi in aree con pochi contagi? A me piace come idea, tanto a porte chiuse uno stadio vale l’altro. Bisogna cercare di limitare distanze e contatti. E’ talmente tanta la voglia di riprendere che c’è massima disponibilità da parte dei nostri atleti ad un ritiro lunghissimo in modo da finire la stagione“.

15.30 – Primi allenamenti individuali anche per la Lazio, oggi a Formello i primi ad essersi allenati individualmente sono Adekanye e Patric.

15.10 – Il Sassuolo ha ripreso ieri gli allenamenti e oggi al centro sportivo è arrivato anche l’amministratore delegato Carnevali.

14.50 – Il Milan terminerà entro giovedì i test medici, così da poter riprendere in quel giorno gli allenamenti a Milanello.

13.58 –  L’agenzia Reuters scrive che “con grande probabilità” domani la Cancelliera Angela Merkel darà l’ok per la ripresa del campionato e si fa l’ipotesi del weekend 16-17 maggio, con prima gara in programma venerdì 15. Le squadre di Bundesliga, che si stanno allenando individualmente dal 6 aprile, in questi giorni stanno completando il secondo giro di tamponi per dare l’ok all’attività di gruppo.

13.40 – A Roma presenti striscioni di protesta conto la ripresa della Serie A.

13.21 – La positività di un membro dello staff ha portato all’isolamento di tutta la squadra dell’Erzgebirge Aue, club di seconda divisione in Germania. È il primo caso confermato nel secondo turno di tamponi nella lega tedesca. La notizia arriva alla vigilia della riunione del Governo sull’allentamento delle misure di blocco per spianare la strada al ritorno del calcio negli stadi vuoti. Tutti i giocatori, gli allenatori e il personale del backroom rimarranno a casa prima di altri test.

12.55 – Secondo quanto riportato da Sky, il Torio sta effettuando i tamponi e le visite mediche al primo gruppo di giocatori. A seguire sarà la volta dello staff tecnico. Domani e giovedì ci saranno i restanti test per gli altri due gruppi di giocatori e staff. Venerdì inizieranno gli allenamenti individuali al Filadelfia. La squadra, sotto la guida di Longo e del suo staff, verrà suddivisa in gruppi da 6, tre giocatori per ogni campo. I gruppi verranno cambiati ogni ora.

12.11 – In Portogallo è pronto a riaprire il campionato. Da ieri le squadre sono tornate ad allenarsi, secondo i piani la Primeira Liga ripartirà nell’ultimo fine settimana di maggio anche se manca ancora il via libera del Ministero della Salute atteso nei prossimi giorni. Gli ultimi 10 match della stagione saranno disputate a porte chiuse.

11.13 –  Ieri sera il presidente Erdogan ha annunciato la road map per la fase 2, che partirà lunedì. Nelle ultime ore hanno ripreso gli allenamenti almeno sei club della Superlig, la serie A turca, tra cui il Fenerbahce e il Trabzonspor. Ma proprio stamani e’ giunta la doccia fredda della positività registrata per un giocatore dell’Ankaragucu, altro team della massima divisione. Il calciatore, di cui non e’ stata svelata l’identità, si trova ora in ospedale per ricevere le cure necessarie.

10.35 – “Accorciare i due tempi della partita quando si riprenderà a giocare dopo l’emergenza coronavirus, devono essere più corti dei tradizionali 45 minuti“. E’ la proposta fatta alla BBC da Gordon Taylor, chief executive dell’Associazione calciatori professionisti, l’equivalente inglese di Damiano Tommasi

10.22 –  Secondo giro di tamponi in arrivo per i club tedeschi: Colonia, Wolfsburg, Paderborn e Eintracht li hanno già completati e sono risultati tutti negativi. Leverkusen, Mainz, friburgo, Gladbach, Schalke e Union si sono sottoposti al secondo tampone e sono in attesa dei risultati. Il Bayern procederà ai controlli oggi. I 10 positivi fra Bundesliga e seconda divisione (su oltre 1700 persone controllate, staff medici e tecnici compresi, positivo lo 0,5% dei controllati) non hanno affatto spaventato né rallentato i piani per il ritorno in campo.

10.02 – Questa mattina il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui ha parlato della possibile ripresa del campionato (QUI i dettagli).

9.30 – “La competizione sportiva deve essere sicura per atleti e spettatori. Non possiamo permetterci oggi palazzetti e stadi pieni. Sulle gare si può riflettere, ma serve cautela: devono avvenire nella massima sicurezza“. Così Ricciardi dell’Oms a Frontiere su Rai1

Bentrovati amici di Toro News: in questo articolo troverete tutti gli aggiornamenti, minuto per minuto, e tutte le dichiarazioni sulla possibile ripresa del calcio (e altri sport) in Italia e non solo. Lo sport è stato fermato in tutta Europa, con svariati campionati di diverse discipline che sono stati interrotti fino a data da destinarsi. Già rinviati anche Euro 2020 e le Olimpiadi di Tokyo 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy