I rigori tradiscono due volte il Ghana

Mancano 15 secondi alla fine dei tempi supplementari, Uruguay e Ghana giocano da 120 minuti onorando al meglio il quarto di finale di questo Mondiale 2010 con una partita bella e combattuta. L’arbitro fischia un calcio di punizione in favore degli africani sulla trequarti: palla in mezzo, un ghanese colpisce di testa e Suarez salva sulla linea con un piede, Adiyah ribadisce in porta di testa e trova la parata d’istinto…dello stesso…

di Redazione Toro News

Mancano 15 secondi alla fine dei tempi supplementari, Uruguay e Ghana giocano da 120 minuti onorando al meglio il quarto di finale di questo Mondiale 2010 con una partita bella e combattuta. L’arbitro fischia un calcio di punizione in favore degli africani sulla trequarti: palla in mezzo, un ghanese colpisce di testa e Suarez salva sulla linea con un piede, Adiyah ribadisce in porta di testa e trova la parata d’istinto…dello stesso Suarez, che viene espulso. Calcio di rigore per il Ghana a tempo (supplementare) scaduto, Asamoah Gyan sul dischetto, dopo la battuta finirà la partita: tiro, traversa, Muslera bacia il legno.

E così si va ai calci di rigore, dove gli errori di Mensah e dello stesso Adiyah (due parate di Muslera) regalano all’Uruguay quella semifinale che "la Celeste" non trovava da 40 anni, ma che sarebbe stata la prima per una selezione africana se il Ghana ce l’avesse fatta, se non ci fosse stata la scorrettezza di Suarez al 120′. Il calcio è questo, lacrime e incredulità, stasera particolarmente condensati al Soccer City Stadium.

URUGUAY-GHANA 1-1  (5-3 dcr)
pt 47′ Muntari (G), st 10′ Forlan (U)

Uruguay (4-3-3): Muslera; Maxi Pereira, Victorino, Lugano, Fucile; D.Perez, A.Rios, Fernandez; Cavani, Forlan, Suarez. All. Tabarez

Ghana (4-2-3-1): Kingson; Sarpei, Vorsah, Mensah, Pantsil; Annan, Boateng; Muntari, K.Asamoah, Inkoom; A. Gyan. All. Rajevac

Arbitro: Benquerenca (Por)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy