Presentata la nuova Ferrari

È stata presentata questa mattina a Maranello la nuova auto Ferrari per la stagione 2011. Essendo una macchina italiana, in onore ai 150 anni dell’unità, è stata proprio chiamata F150. Rispetto alla carena dell’anno scorso, ha un muso più alto, un alettone posteriore, con il tricolore in bella vista sul retro, regolabile dall’abitacolo. Il colore dominante,…

di Redazione Toro News

È stata presentata questa mattina a Maranello la nuova auto Ferrari per la stagione 2011. Essendo una macchina italiana, in onore ai 150 anni dell’unità, è stata proprio chiamata F150. Rispetto alla carena dell’anno scorso, ha un muso più alto, un alettone posteriore, con il tricolore in bella vista sul retro, regolabile dall’abitacolo. Il colore dominante, ovviamente, è sempre quello rosso.

La monoposto è stata progettata per essere la migliore e la parola d’ordine è vittoria. Come ogni anno, ha influito molto il regolamento, costringendo gli ingegneri a ridisegnare completamente il motore a causa del ritorno al KERS. Il sistema di recupero dell’energia già previsto nel regolamento del 2009, non utilizzato nel 2010 per effetto di un gentleman’s agreement tra i team principal, lo scopo era la riduzione dei costi di sviluppo delle monoposto. Proprio per l’elevato sforzo economico da investire nella progettazione soltanto Ferrari, BMW, Renault e McLaren avevano adottato il KERS al debutto in Formula 1 di questa tecnologia.

L’obiettivo, come abbiamo detto, è quello di portare a casa un titolo. I tifosi Ferrari sono abituati bene: “dal 1997 abbiamo sempre vinto titoli o perso all’ultima gara – ha dichiarato Montezemolo alla presentazione –. Abbiamo aggiornato la squadra, si correrà in piste nuove, gli avversari saranno sempre forti ma lavoreremo con passione e convinzione per l’obiettivo che ci siamo prefissi”. Non si possono quindi fare errori, l’obiettivo fondamentale per la prima parte di stagione è l’affidabilità, in modo da non perdere punti come lo scorso anno e potersi presentare nella seconda metà del mondiale con le carte in regola per il rush finale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy