Angoli o punizioni: Toro, un gol su tre nasce da palle inattive. E con Verdi…

Angoli o punizioni: Toro, un gol su tre nasce da palle inattive. E con Verdi…

L’approfondimento / Dei ventuno gol messi a segno finora, sette sono arrivati sugli sviluppi di calci piazzati (rigori esclusi)

di Alberto Giulini, @albigiulini

I COLPITORI

Detto che i piedi delicati non mancano, un discorso analogo lo si può fare per chi i piazzati ha il dovere di capitalizzarli. L’osservato speciale è sempre Andrea Belotti: un buon cross per il Gallo ha sempre grandissime possibilità di trasformarsi in gol. Sulle orme del numero nove c’è poi Simone Zaza, che si sta confermando un elemento prezioso per Mazzarri. Ma limitarsi agli attaccanti sarebbe un grave errore. Già, perché nel Toro i colpitori di testa non mancano affatto, anzi. Contro l’Atalanta è toccato a Bonifazi ed Izzo, due che hanno dimostrato di avere buona confidenza con il gol. Lo stesso Nkoulou, se tornerà a disposizione, si è rivelato un ottimo saltatore anche nelle aree avversarie. E poi c’è Lorenzo De Silvestri, che in granata ha già messo a segno dodici gol: non male per non essere un attaccante.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCGallo9 - 6 mesi fa

    In uno sport come il calcio dove il risultato è pesantemente condizionato dagli episodi, avere un buon giocatore che batte benissimo le punizioni come Verdi è fondamentale. Negli ultimi anni abbiamo segnato molti gol di testa su palle inattive, ma da punizione l’ultimo gol è stato di Ljajic contro il Genoa alla 37a giornata della stagione 2016/2017… sono passati quasi due anni e mezzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RFgranata - 6 mesi fa

    Salutate la capolista FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy