Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

toro

Assembramenti e zero contenuti: quel che c’è da dire sulla conferenza Taurinorum

Toro News / Una conferenza ai limiti dell’inutilità per gli imprenditori intenzionati a rilevare la società, che non rivelano la propria identità

Redazione Toro News

Non possono che essere negative le prime impressioni dopo la conferenza stampa di presentazione del Progetto Taurinorum. I soggetti interessati ad acquistare il Torino hanno infatti deciso di non rivelare la propria identità, affidando la presentazione agli advisor Simone Salvetti e Giuseppe Pipicella, e all'avvocato Massimo Scalari. Nessun nome, dunque, ma solamente una vaga indicazione: "Sono tutti imprenditori legati al contesto italiano, legati alla città di Torino con interessi in più Paesi".

ORGANIZZAZIONE IMPROVVISATA - Prima di tutto c'è da evidenziare l'organizzazione improvvisata dell'evento. In un'epoca in cui è ancora doverosa l'osservanza delle regole anti-Covid (e infatti il Torino FC, così come le altre società di Serie A, non ha praticamente ancora organizzato una tradizionale conferenza stampa), davanti alla "Console and Partners" (il cui sito internet risulta da ore inaccessibile per il crollo del server dovuto ai tanti contatti) si è presentata una quarantina di giornalisti. Nella giornata antecedente erano stati distribuiti dei presunti ticket di accesso ai (pochi) media che avevano ricevuto l'invito alla conferenza stampa. Ma i ticket non sono mai stati richiesti per entrare alla sede degli advisor. "Non prevedevamo una così grande partecipazione" la giustificazione degli addetti alla sicurezza all'entrata. Ma i cronisti presenti sul posto hanno ovviamente preteso di entrare quasi tutti per poter lavorare non avendo ricevuto alcuna comunicazione in via preventiva. Una volta entrati negli uffici di corso Galileo Ferraris, si è scoperto che per l'incontro era stata riservata una stanza di pochi metri quadrati, senza sedie nè microfoni che potessero garantire ai media di poter registrare audio e video stando a distanza. L'unica misura anti-Covid, se così si può dire, era un addetto alla sicurezza che passava dai giornalisti chiedendo di indossare nel modo corretto la mascherina.

L'OFFERTA - Si passa a quelli che (non) sono stati i contenuti della conferenza. I tre interlocutori hanno fatto riferimento ad obiettivi di quella che si candida ad essere la nuova proprietà (Qui la diretta), ma al momento non è stata nemmeno presentata un'offerta ad Urbano Cairo."Il nostro obiettivo non è presentare un'offerta, ma esporre a Cairo il nostro progetto per sedersi al tavolo" ha dichiarato inizialmente Simone Salvetti, salvo poi correggersi e dichiarare l'intenzione di contattare oggi stesso il patron granata. Sulla questione si è espresso anche l'avvocato Scalari: "Questo progetto va avanti da alcuni mesi, l'incontro di oggi ha carattere conoscitivo: si fa sapere che c'è un pool di imprenditori che vuole acquisire le quote societarie". Incalzati a più riprese sull'identità degli imprenditori in questione, i relatori hanno solamente indicato la presenza di una figura come leader, senza indicare nomi né numeri. La conferenza, a conti fatti, si è solamente rivelata un biglietto da visita negativo per tifosi e addetti ai lavori: nessuna indicazione concreta, tante incertezze ed una generale idea di improvvisazione. Se l'intenzione era conquistare il favore dei tifosi, il primo approccio non ha sicuramente aiutato.

Gianluca Sartori - Alberto Giulini

tutte le notizie di