Balice (Calciomercato.com): “Domenica gara apertissima, il Toro ha grandi individualità”

Balice (Calciomercato.com): “Domenica gara apertissima, il Toro ha grandi individualità”

Verso il match / Le parole del giornalista che segue da vicino le vicende della Juventus

di Daniele Delbene
numeri

Manca sempre meno alla sfida che il Torino dovrà affrontare domenica pomeriggio contro la Juventus; per avvinarci al meglio a questo incontro abbiamo contattato Nicola Balice, noto giornalista di calciomercato.com che segue da vicino le vicende della squadra bianconera. Ecco le sue parole:

Buongiorno Nicola, come arriva la Juventus a questa sfida?

“La Juventus al netto degli infortuni è una squadra in netta ripresa e questo si è visto anche nella gara contro l’Atalanta e sta recuperando degli elementi importanti; manca ancora qualcuno in difesa ma la retroguardia bianconera è di livello assoluto. La squadra ha ricevuto molte critiche perchè spesso non esprime un bel gioco, ma i risultati stanno arrivando visto che ha vinto il girone di Champions League e al momento è prima in campionato. Al momento la formazione di Allegri non sta benissimo ma neanche male ed ora ha tre partite decisive per concludere al meglio il suo 2016”.

Che impressione si ha di questo Torino negli ambienti juventini?

“Questo Torino è il migliore degli ultimi anni; è una squadra molto aggressiva e tenace che è difficile da affrontare per qualunque squadra. Il Toro ha un grande potenziale offensivo ma in difesa concede qualcosa agli avversari, è dotato di grandi individualità e in Italia è una delle poche squadre che ha molti giocatori che ti possono risolvere la partita. Quella di domenica non sarà una partita come le altre, il derby dà sempre tantissime motivazioni per far bene; ma se la Juve gioca da Juve per le altre squadre è molto più complicato vincere”.

La Juventus ha recuperato un giocatore molto importante come Dybala, cosa cambierà nella formazione bianconera con l’argentino in campo?

“Con Dybala la Juventus è una squadra molto più imprevedibile, lui è l’uomo in più di questa squadra ed è un vero e proprio regista aggiunto. L’attaccante argentino può inventarsi la giocata decisiva in qualunque momento della partita. Tatticamente in attacco non dovrebbe cambiare nulla, non credo che la Juve sia pronta per giocare con Dybala, Mandzukic e Higuain insieme, ma con lui in campo cambiano le caratteristiche di gioco degli attaccanti, avere Dybala permette ad Allegri di avere un’arma pazzesca e di assoluta imprevedibilità che per le altre squadre è difficile da controllare”.

Qual è il giocatore che temi di più all’interno della formazione granata?

“Dire temere sarebbe sbagliato; il Toro è una squadra dotata di grandi individualità e citare Belotti come l’uomo più pericoloso sarebbe troppo facile. Il Torino grazie alle sue individualità e al suo gioco corale può mettere in difficoltà la Juventus, il tridente offensivo è di primissimo piano e insieme agli interni di centrocampo giocherà un ruolo chiave nell’incontro. Per mettere in difficoltà la Juve i granata dovranno tenere in campo un ritmo molto elevato, ma tenere certi ritmi per tutta la partita è molto difficile e non credo che i giocatori bianconeri commetteranno lo stesso errore di approccio alla gara che hanno commesso contro il Genoa”.

Cos’è cambiato rispetto alle sfide della scorsa stagione dove la Juventus è riuscita a sconfiggere con risultati netti il Toro?

“E’ cambiato tutto il Toro. La Juventus ha cambiato qualche giocatore e ha acquistato un giocatore importante come Higuain, ma il Torino è cambiato totalmente; nella scorsa stagione era alla fine di un ciclo e alle prime difficoltà la squadra si è sciolta. Dopo il derby di Coppa Italia si è rotto qualcosa all’interno della formazione granata e tra Ventura e il pubblico; quest’estate al Torino è arrivato Mihajlovic e ora il Toro è una squadra viva. Credo che entrambe le squadre giocheranno per riuscire a vincere questa importante sfida. Gli ultimi due derby possono essere considerati come una sfida tra una grande e una piccola squadra, con il Torino che si arrendeva alle prime difficoltà. Emblematico è il gol realizzato da Khedira a cui è stato concesso di passeggiare in mezzo alla difesa; mentre domenica entrambe le squadre saranno vive e cercheranno di vincere la gara, sarà una partita apertissima che potrebbe dar vita a qualsiasi risultato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy