Bosnia-Italia, chance da titolare per Belotti: un gol per agganciare Gino Rossetti

Bosnia-Italia, chance da titolare per Belotti: un gol per agganciare Gino Rossetti

Granata in Nazionale / Possibile partenza dalla panchina per Izzo e Sirigu. Gli azzurri scendono in campo già matematicamente qualificati

di Marco De Rito, @marcoderito

Lo ha annunciato Roberto Mancini nella conferenza stampa della vigilia: “Belotti in campo dal primo minuto”. Il Gallo dovrebbe essere l’unico tra i granata convocati in campo nel match che andrà in scena questa sera a Zenica alle 20.45 tra Bosnia e Italia, valido per la qualificazione agli Europei 2020, manifestazione per la quale gli azzurri hanno già in mano il pass.

Il capitano del Torino raccoglierà il 27° gettone in azzurro e andrà a caccia del nono gol in Nazionale, che gli permetterebbe di agganciare Gino Rossetti al quarto posto tra i bomber granata più prolifici con la maglia azzurra. La partita di questa sera è un’occasione da sfruttare: il ballottaggio con Immobile per chi sarà il centravanti titolare a Euro 2020 è più aperto che mai e Ciro in questo momento ha il biglietto da visita dei 14 gol messi a segno in 12 partite con la Lazio in campionato. In porta, spazio per Donnarumma come titolare. Il ballottaggio principale è per il ruolo di terzino destro, a giocarsi una maglia sono in questo momento Florenzi e Di Lorenzo. Bonucci, Acerbi ed Emerson completeranno il quartetto difensivo. A centrocampo Zaniolo e Barella come mezzali e Jorginho come interno. In attacco, ad affiancare il Gallo Belotti, ci saranno Bernardeschi e Insigne.

Laxalt, amichevole tra passato e presente: Ungheria-Uruguay inaugura la Puskas Arena

E per quanto riguarda gli altri due granata? Possibile ingresso a partita in corso per Armando Izzo, dipenderà molto da come andrà la partita, ma le prime due alternative per il ruolo di terzino destro sono al momento Florenzi e Di Lorenzo. Per Sirigu ci potrebbe essere spazio nella prossima partita con l’Armenia che andrà in scena a Palermo lunedì 18 novembre alle 20.45. Prima, però, l’impegno di questa sera: la Bosnia porta in campo l’orgoglio di una nazionale ancora giovane e alle spalle ha un ruolino di marcia molto positivo per quanto riguarda le sfide in casa: la Bosnia ha vinto 10 partite su 13 negli ultimi 5 anni, con un solo incidente di percorso contro il Cipro.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13967438 - 3 mesi fa

    Quel che a me risulta gravemente pornografico è vedere che qualunque calciatore del Toro nella sua nazionale gioca (o meglio viene fatto giocare) incommensurabilmente meglio che nel Toro.
    Come è possibile che tutti i commissari tecnici abbiano il tocco di re Mida e trasformino in oro ciò che un allenatore con il tocco di re Merda trasforma in sterco?
    Il problema che a distanza sistematica di 5/6 giorni spero sempre che nascano i fiori, mentre in quei 90 e rotti minuti vedo solo la solita minestra prevedibile come gli orari di alba e tramonto esattamente come un anno fa…
    Deve essere come nel deserto: l’anno scorso dopo le intense piogge manifestatesi in Torino – Udinese c’è stata la fioritura, ma ora la sabbia ha ripreso il suo dominio sotto il sole cocente.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 mesi fa

      …aaaahhhh almeno x una partita mi godo il gallo al centro e le 2 ali…utopia con Mazzarri…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy