Calcio, si riparte? Gli aggiornamenti dell’11 maggio / In Austria capolista controllata dalla polizia

Calcio, si riparte? Gli aggiornamenti dell’11 maggio / In Austria capolista controllata dalla polizia

Diretta TN / Tutti gli aggiornamenti di giornata dal mondo dello sport

di Redazione Toro News

Di seguito i principali aggiornamenti di sabato 9 maggio, sulla situazione del Covid-19 in Italia e all’estero, relativi al mondo dello sport.

21.58 – Leo Messi ha donato 500mila euro per la campagna “Juntos por la salud argentina”. Attraverso la propria fondazione, l’attaccante del Barcellona contribuirà all’acquisto di materiali di protezione per medici e infermieri degli ospedali argentini, oltre a svariati macchinari e respiratori.

21.55 – Il campionato bielorusso non si è mai fermato ma ad accusare qualche guaio. La Federcalcio di Minsk ha annunciato che a causa di una sospetta positività di alcuni giocatori una partita di prima divisione e una di seconda, previste per il prossimo fine settimana, sono state rinviate. Si tratta delle sfide tra Minsk e Neman Grodno del 15 maggio, annullata per possibili casi di Coronavirus nella squadra della capitale, e quella di seconda categoria tra Arsenal Dzerzinsk e Lokomotiv Gomel del 16 maggio, sempre per sospetta positività nelle file del Lokomotiv.

19.57 – Il consiglio direttivo dell’associazione italiana calciatori “ha deliberato di erogare una cifra non inferiore ad un milione di euro da destinare al fondo solidaristico che dovrà auspicabilmente coinvolgere tutte le componenti del calcio, a sostegno dei calciatori e delle calciatrici, professionisti e dilettanti, che percepiscono i redditi più bassi”. La delibera serve per andare incontro al calcio “minore”, provato dalla pandemia Coronavirus.

19.05 – In Austria massima allerta. Controllo a sorpresa della polizia durante gli allenamenti del Lask di Linz, capolista della Bundesliga austriaca di calcio finalizzati al rispetto dei protocolli nella “fase 2”. Gli agenti volevano assicurarsi che non ci fossero troppi giocatori in campo durante l’allenamento e che venisse rispettata la distanza tra loro, entrambe misure messe in atto per impedire la propagazione del coronavirus.

18.49 – La stagione calcistica riprende a tutti gli effetti in Germania e la finale di coppa si giocherà a giugno: lo ha annunciato la Federazione calcistica tedesca (Dfb) al termine della seduta dell’organo direttivo. La semifinale sarà il 9 e 10 giugno e la finale si giocherà il 9 luglio.

18.12 – Notizia importante: i ministri Speranza e Spadafora hanno dato l’ok agli allenamenti di squadra (LEGGI QUI).

16.33 – Intanto al Filadelfia gli Ultras Granata hanno espresso tutta la propria disapprovazione circa la ripresa del campionato (LEGGI QUI).

15.55 – Il Bologna rimborsa ai propri tifosi i ratei degli abbonamenti relativi alle gare a cui non hanno potuto assistere per l’emergenza Coronavirus. Come previsto dal decreto Cura Italia, l’unica forma di rimborso ammessa è l’emissione di voucher di biglietteria elettronica.

15.32 – La Premier League ha il via libera per riprendere a giugno. Il governo di Londra ha annunciato che lo sport ad alti livelli potrà ripartire dall’1 giugno, rigorosamente a porte chiuse. Oggi è in programma un’assemblea della lega inglese per discutere delle modalità con cui portare a termine la stagione interrotta nel marzo scorso a causa dell’epidemia coronavirus: in calendario rimangono ancora 92 partite (LEGGI QUI).

14.18 – Almeno otto casi di calciatori positivi al Coronavirus sono stati segnalati in quattro squadre della massima serie portoghese – incluso il Benfica, campione in carica – che si prepara a riprendere il campionato a fine maggio, a porte chiuse. Il Benfica ha annunciato che il centrocampista David Tavares è risultato positivo venerdì. Il giocatore è asintomatico e in quarantena. Il giorno prima, il Vitoria Guimaraes ha confermato tre casi. Un altro è emerso al Moreirense e, secondo l’agenzia di stampa Lusa, anche tre giocatori e due membri della direzione di Famalicao sono risultati positivi.

14.15 – La Spal per voce del suo presidente Walter Mattioli, si è detta pronta ad agire per vie legali qualora la Lega dovesse decidere di far retrocedere le ultime tre della classe in caso di stop del campionato in corso. “Ancora ho qualche dubbio sul ritorno in campo dopo il 18 maggio. Ribadisco, ripartiremo solo e se ci saranno le garanzie necessarie. Nel caso andremo in ritiro in un hotel della città. Faremo tutto il possibile per farci trovare pronti, ma è logico che dà fastidio quando ti dicono che sei penultimo e devi retrocedere senza avere la possibilità di giocare. In tal caso faremo tutti i ricorsi possibili. Noi siamo pronti a giocarcela, sempre se dovessero esserci le condizioni adatte”.

10.30 – Continua l’attesa per il parere del cts. Secondo il Corriere della Sera, la comunicazione potrebbe arrivare nella giornata di domani

09.30 Si tratta della settimana decisiva per la ripresa della Serie A, ad ore potrebbe arrivare la decisione del Comitato Tecnico Scientifico per la ripresa degli allenamenti di squadra (LEGGI QUI)

Bentrovati amici di Toro News: in questo articolo troverete tutti gli aggiornamenti, minuto per minuto, e tutte le dichiarazioni sulla possibile ripresa del calcio (e altri sport) in Italia e non solo. Lo sport è stato fermato in tutta Europa, con svariati campionati di diverse discipline che sono stati interrotti fino a data da destinarsi. Già rinviati anche Euro 2020 e le Olimpiadi di Tokyo 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy