Castan, Iago, Iturbe e Ljajic: con la Lazio c’è aria di derby

Castan, Iago, Iturbe e Ljajic: con la Lazio c’è aria di derby

Verso il match / I quattro giocatori hanno un passato in giallorosso e quella di stasera potrebbe avere per loro un significato speciale

di Nicolò Muggianu

Momentaneamente al quinto posto in classifica la Lazio crede ancora al sogno Champions: questa sera le motivazioni di certo non mancheranno, anzi, classifica alla mano, la squadra biancoceleste potrebbe averne anche di più rispetto ai granata. Nonostante ciò il Torino del grande ex Mihajlovic non farà di certo da vittima sacrificale: l’obiettivo di fare più punti rispetto al girone di andata è infatti vivo più che mai e il tecnico granata ha tutta l’intenzione di riuscire a raggiungerlo. Non vanno poi dimenticate le motivazioni personali dei vari singoli: da quelle di Belotti, in corsa sia per il titolo di capocannoniere che per la Scarpa d’Oro, a quelle dei vari ex giallorossi Castan, Ljajic, Falque e Iturbe per cui Lazio-Torino sarà una sorta di derby.

AC Milan v AC Torino - Tim Cup

Tutti e quattro i giocatori infatti hanno un passato giallorosso e il match contro la Lazio potrebbe riaccendere dentro di loro uno spirito di rivalsa e un carattere di cui il Toro potrebbe giovare. Il primo della lista – Leandro Castan – ha indossato la maglia della Roma per quattro anni, insieme a Ljajic ha anche cullato il sogno dello scudetto alimentato dalle dieci vittorie consecutive nelle prime dieci giornate di campionato, prima di interrompere la striscia positiva proprio contro il Toro. Tra quei dieci successi è presente anche il 2-0 rifilato ai biancocelesti alla quarta giornata: il secondo gol della Roma in quell’occasione fu messo a segno da Ljajic che, proprio contro la Lazio, dovrebbe tornare a far parte dell’undici titolare. Il centrale brasiliano invece, è da poco tornato ad allenarsi in gruppo spera di riassaporare il prato verde proprio contro i “vecchi cugini” dopo essere rimasto lontano dai campi da gioco per oltre due mesi. Castan inoltre, così come Iturbe, è ancora di proprietà della Roma e, nel caso il Torino non dovesse acquistarlo a titolo definitivo, tornare a giugno nella capitale con quattro punti conquistati in due partite contro i biancocelesti sarebbe per lui certamente un bel biglietto da visita.

Per Falque e Iturbe, invece, lo stadio Olimpico incarna il rammarico di non essere riusciti a mostrare in una grande del nostro campionato le qualità fatte vedere in precedenza con le maglie rispettivamente di Genoa e Verona. Per il paraguayano, in particolar modo, quella con la Lazio rappresenta una partita speciale in quanto il gol-partita segnato al derby il 25 maggio 2015 rimarrà nel suo cuore un ricordo indelebile della sua breve e sfortunata esperienza capitolina. La rete in questione infatti permise ai giallorossi di portare a casa la stracittadina per 2-1 e la gioia del ragazzo classe ’93 fu incontenibile. Oltre agli stimoli che avranno nel giocare contro la Lazio dunque, tutti i giocatori del Torino potranno contare anche sulla voglia di riscatto dei quattro che in quello stadio hanno combattuto diverse battaglie.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 3 anni fa

    Beh qualsiasi sia la molla per motivarli.. Va bene tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy