Chievo-Torino, parla Ventura: ”Eravamo in emergenza, è un punto che ci sta bene”

Chievo-Torino, parla Ventura: ”Eravamo in emergenza, è un punto che ci sta bene”

Post partita / Il commento del tecnico granata dopo la sfida del Bentegodi

di Redazione Toro News

Al termine di Chievo Verona-Torino, il tecnico del Torino Giampiero Ventura ha commentato così il pareggio per 0-0: “Oggi eravamo in emergenza totale e assoluta. In settimana molti nostri giocatori hanno avuto la febbre e non si sono potuti allenare. Chi è sceso in campo è stato stoico.”

Punto perso o guadagnato: “Un punto guadagnato, oggi eravamo decimati. Il risultato è comunque giusto, entrambi abbiamo concluso poco in porta. Noi, comunque, abbiamo avuto delle potenziali occasioni non sfruttate. E’ chiaro che dovremo essere più cinici. Punto perso o guadagnato: “Un punto guadagnato, oggi eravamo decimati. Il risultato è comunque giusto, entrambi abbiamo concluso poco in porta. Noi, comunque, abbiamo avuto delle potenziali occasioni non sfruttate. E’ chiaro che dovremo essere più cinici. Il Chievo ha fatto un tiro in porta su punizione, forse qualcosina in più. Non abbiamo concesso nulla ad un avversario che sta bene fisicamente, noi abbiamo avuto due opportunità nella partita ed effettivamente non le abbiamo sfruttate. Oggi sarebbe stato difficile per tutti, se messi nelle nostre condizioni, fare di più qui a Verona. Ed anche il campo non ci ha aiutato, la palla schizzava via, non rimbalzava in maniera regolare. Faccio in ogni caso i complimenti alla squadra e agli avversari. Noi, tra squalifiche e defezioni abbiamo davvero fatto il possibile con le nostre forze, tutti i ragazzi hanno avuto la febbre e bisogna anche ammettere che forse è mancata la giusta serenità per affrontare il match. 

Infine, una battuta sul pupillo Cerci: “Sono contento per lui, è tornato in Italia in una squadra importante.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy