Decisivo in Nazionale, ultima scelta a Benevento: Parigini merita più occasioni

Un paradosso quello del talento classe ’96: appena 142′ per lui nel peggior attacco del campionato, e a fine anno il Toro potrebbe perderlo definitivamente

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Un talento cristallino, troppo spesso sottovaluto o non sfruttato a dovere – anche dal Torino stesso, che a fine anno rischia di perdere definitivamente il controllo sul suo cartellino. Stiamo parlando di Vittorio Parigini: il talentuoso attaccante classe ’96 ancora di proprietà granata e in prestito al Benevento ieri sera è andato nuovamente in gol con l’Under 21 azzurra, firmando una rete di pregevole fattura e fornendo un assist decisivo nel finale del match vinto 3-2 contro la Russia. Non è la prima prova convincente dell’attaccante scuola granata in Nazionale, ma le soddisfazioni in azzurro non trovano riscontro nel proprio club: col Benevento, infatti, 6 presenze totali, di cui una solamente da titolare – per un totale di appena 142′ in questa Serie A.

LEGGI: Under 21, Parigini trascina l’Italia: un gol, un assist e la Russia è rimontata

E pensare che i campani – eufemisticamente – non se la passano affatto bene: 0 punti in classifica dopo 12 giornate e peggior attacco del campionato con appena 5 gol siglati. Anche con l’avvento di De Zerbi le cose non sono cambiate: Parigini non è quasi preso in considerazione nelle rotazioni offensive, e sicuramente i giocatori davanti a lui in gerarchia (Iemmello, Coda, Puscas e compagnia cantante) non stanno avendo un rendimento tale da giustificare la continua esclusione del talento scuola Toro. Un talento che anche lo scorso anno, in Serie A, non era riuscito a trovare spazio nell’allora peggior attacco del girone di andata (quello del Chievo, prossimo avversario dei granata), e che il prossimo anno potrebbe uscire definitivamente dall’orbita granata: già, perché il talentino azzurro è in prestito con diritto di riscatto a favore del Benevento, che sarebbe addirittura obbligato a rilevare l’intero cartellino in caso di una (a questo punto) improbabile salvezza.

FC Crotone v Benevento Calcio - Serie A

Un paradosso chiamato Vittorio Parigini: l’attaccante scuola Toro è decisivo con Di Biagio ma è finora rimasto fuori dai radar di una squadra in grande crisi offensiva come il Benevento. Il classe ’96 merita più occasioni in questa stagione, una stagione che per lui potrebbe essere l’ultima sotto l’egida del Torino…

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. andre_football - 3 anni fa

    Riprendete Parigini e fatelo giocare…partite intere, vi darà delle soddisfazioni.
    Tanto quelli che ci sono adesso, si possono vendere perchè non sono dei campioni; inutile illudersi anche se fanno bella figura (non che giocano bene) una volta ogni tanto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andre_football - 3 anni fa

      Con tutti quelli che ci sono adesso intendevo dire gli attaccanti esterni, a parte Edera, che va fatto giocare pure lui

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13658634 - 3 anni fa

    Parigini deve tornare al Toro!!Negl’i’anni 80 era una risorsa importante quella dei ragazzi del Fila, anche per uno spirito di appartenenza, oggi non è più così basta vedere l’ operazione Parigini!!complimenti!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. joe69 - 3 anni fa

    In effetti per far panchina al Benevento tanto valeva far panchina come vice Ljiaic invece di spendere per Berenguer…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Brawler Demon - 3 anni fa

    Incredibile, fare panchina in una squadra di scarpari da serie C…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Filadelfia - 3 anni fa

    Tornerai al TORO e ci resterai. Basta prendere stranieri che poi sono delusioni e costano. Dai Vittorio dai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy