Europa League: Toro testa di serie, grazie ad Israele

Europa League: Toro testa di serie, grazie ad Israele

Verso Brommapojkarna – Torino / Con l’eliminazione dell’Hapoel Tel Aviv al secondo turno, i granata scalano il ranking e passando il turno, eviteranno le big europee

di Redazione Toro News

La certezza matematica di aver passato il turno, il Toro ancora non ce l’ha. D’altronde, prima occorre giocare la sfida di ritorno contro il Brommapojkarna, in programma allo stadio Olimpico. I granata partono da un risultato più che rassicurante (vittoria per 0-3 in trasferta) e se – come tutti i tifosi si augura – verranno rispettati i pronostici, il Torino passerà il turno ed eviterà le big europee nei playoff di fine agosto: ultimo ostacolo prima dei gironi e del vero e consolidato ritorno in Europa. 

Eviterà le big perché il Toro – un po’ a sorpresa e finalmente con un pizzico di fortuna – grazie all’eliminazione dell’Hapoel Tel Aviv (durante il secondo turno preliminare) fa un passo avanti nel ranking Uefa: tanto quanto basta per essere considerati ‘testa di serie’. Uno status che accomuna i granata a squadre ben attrezzate come Lione, Villareal – quel maledetto Villareal – oppure Tottenham e Psv Eindhoven. 

Venerdì, dopo la sfida di ritorno contro il Brommapojkarna, ci sarà il sorteggio. Dove dall’urna di Nyon, salvo tragedie sportive, verrà fuori l’avversario del Torino. Essere testa di serie non è un dettaglio da sottovalutare, perché i granata incrocerebbero un avversario decisamente più alla portata. Abbassando quindi l’asticella che li divide dall’accesso ai gironi e dal vero ritorno nell’Europa League.

Questa é, dunque, la soluzione più probabile, a meno di clamorose sorprese nei preliminari di Champions League, qualora non perdessero le favorite, alzando il ranking dei rispettivi avversari. Un’ipotesi, questa, decisamente remota, il Toro puó iniziare a dormire sonni tranquilli…

ECCO L’ATTUALE LISTA DELLE TESTE DI SERIE, TRA CUI C’È ANCHE IL TORINO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy