Fiorentina-Torino 1-1, il film della partita: “Immaturi”

Fiorentina-Torino 1-1, il film della partita: “Immaturi”

Film / Il film del 2011 diretto da Paolo Genovese e interpretato da Luca Bizzarri e Paolo Paolo Kessisoglu per raccontare il pareggio di Firenze

di Redazione Toro News

APPROCCIO SHOCK

GettyImages-1134005881-min
Fiorentina-Torino, Simeone esulta dopo il gol del vantaggio

Il Torino arriva al Franchi con un tabù da sfatare: ritrovare una vittoria in trasferta, che a Firenze manca dal lontano 1976. L’approccio della squadra di Mazzarri però è completamente da rivedere: primi 10′ di gioco non pervenuti, con Simeone che al 7′ trova il gol che porta in vantaggio la Viola. Poi ci pensa Sirigu a mantenere in vita il Torino, che vacilla in un altro paio di occasioni ma non crolla.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granatadellabassa - 6 mesi fa

    Inutile girarci intorno. La squadra è solida e combattiva ma dotata di scarsa qualità e con attaccanti non adatti al 3-5-2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 6 mesi fa

    Giusto Ciccio Graziani. Le squadre contro le quali cerchiamo di competere per l’Europa, appaiono tutte più dotate di qualità complessive. Siamo una discreta squadra e nulla più. Il salto di qualità si fa con la qualità. Per ciò che siamo, abbiamo fatto fin troppo. Continuiamo a provarci e a sperare. Alé Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ciccio Graziani - 6 mesi fa

    squadra senza giocatori di qualita’, stanno facendo piu’ delle loro possibilita’. Stiamo uniti e tifiamo, ForzaToro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13967438 - 6 mesi fa

    Non è immaturo, gioca in modo imbarazzante come caratteristica ordinaria.
    Poi, frutto del caso, ci sono state 2/3 partite dove ha giocato decisamente bene.
    Magari giocando da schifo si faranno 6 punti le prossime due partite, ma sarà più frutto del culo e del caso, che non del lavoro sui particolari di ogni tipo che dovrebbe fare una buona squadra di serie A.
    Perché quest’anno c’è solo un aggettivo appropriato, ed è MEDIOCRITÀ.
    C’era tutto il materiale possibile per fare bene e sicuramente meglio di quel che è stato fatto, ma appena messa la testa su un traguardo transitorio soddisfacente (vittorie contro Ciclisti e Magutti) la squadra ha posato il culone pesante sulla sedia degli allori.
    Giustamente Pupi li ha definiti collettivamente “quelli di adesso”… anche troppo gentile.

    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ToroMeite - 6 mesi fa

    A parte l’immaturitá, che ormai conosciamo da un bel po’ di tempo, qui purtroppo non si scappa piú dal termine incapacitá, perché anche oggi é ricapitato: quanti veri tiri in porta sono stati eseguiti nell’arco di 98 minuti? Mi pare appena due. Meno male che alla vigilia era stato detto, andiamo a Firenze per vincere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marco59 - 6 mesi fa

    All’asino in panchina piacciono tanto gli aggettivi che iniziano con la “I”: Immaturi, Ingenui, Inesperti, ecc….!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy