Granata al tappeto, 7 a 1 i tiri in porta

di Gianluca Sacchetto


Si interrompe a dieci la striscia di risultati utili consecutivi del Torino. Nulla da fare per Bianchi e compagni contro un Varese solidissimo davanti al proprio pubblico, capace di portare a 46 la propria serie interna, al termine di una gara praticamente perfetta….

di Redazione Toro News

di Gianluca Sacchetto


Si interrompe a dieci la striscia di risultati utili consecutivi del Torino. Nulla da fare per Bianchi e compagni contro un Varese solidissimo davanti al proprio pubblico, capace di portare a 46 la propria serie interna, al termine di una gara praticamente perfetta. Se è innegabile analizzare gli errori in serie compiuti dal Toro, grande merito va comunque ad una compagine, quella di Sannino, capace di aggredire il portatore di palla costantemente, dal primo al novantesimo. Letale l’uno-due a cavallo dell’intervallo, con i granata che non sono poi più riusciti a rientrare in partita.

La statistica più interessante del match è quella riguardante la pericolosità, un dato che fa capire quanta differenza ci sia stata tra le due squadre. Quasi il 60% il numero, spaventoso, del Varese, contro un 21% da parte del Torino. Sostanzioso anche il gap riguardante il numero dei tiri in porta: 7 a 1. I granata hanno, invece, primeggiato nel possesso palla (55% a 45) e nella percentuale di passaggi riusciti (con numeri simili a quelli del possesso).

Nelle statistiche individuali, il Toro comanda la speciale classifica dei passaggi riusciti, con Garofalo, D’Ambrosio e Ogbonna che occupano l’intero podio. Ma questo è un dato da prendere con il beneficio d’inventario, perché spesso può anche essere considerato in maniera negativa. Possibile, infatti, che una squadra che non trova sbocchi compia molti passaggi orizzontali, che portano inevitabilmente i propri giocatori alle prime posizioni di questa classifica. E’, invece, Emanuele Pesoli (33) il leader per ciò che concerne le palle recuperate, davanti ad Ogbonna (27) e alla coppia Corti-Pratali (24). Infine, il dato più interessante, quello dei tiri effettuati. Ed è proprio in questa classifica che si nota maggiormente la differenza tra Varese e Torino, con i lombardi presenti in cinque posti su sei. L’unico giocatore granata che compare è Sgrigna, con tre conclusioni. L’unico ad averci davvero provato ieri, anche se con risultati non lusinghieri.

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy