Torino, la posizione di Mazzarri: salvo sorprese il tecnico non è a rischio

Torino, la posizione di Mazzarri: salvo sorprese il tecnico non è a rischio

Le ultime / Il tecnico, salvo clamorose sorprese, non è a rischio esonero: dal Torino filtra fiducia nei suoi confronti nonostante l’ultima sconfitta

di Nicolò Muggianu

Nessun esonero in vista per Walter Mazzarri. Nonostante l’ultima, pesante sconfitta casalinga contro la Spal, il tecnico di San Vincenzo non dovrebbe essere a rischio. Non ci sono segnali concreti dal Torino per ora che facciano pensare a qualcosa di diverso: al momento la fiducia dei vertici societari nell’ex allenatore di Napoli e Watford che dunque, salvo clamorose sorprese, “mangerà il panettone” (come si dice in gergo calcistico) e siederà sulla panchina del Torino il prossimo 5 gennaio all’Olimpico contro la Roma.

Torino-Spal 1-2, Mazzarri: “Forse in 10 contro 11 non dovevo mettere un altro attaccante”

Una presa di posizione coerente al recente passato, con Mazzarri che in più occasioni in questa prima metà di stagione è stato messo in discussione dall’ambiente, trovando però dall’altro lato sempre rinnovata la fiducia da parte della società. Non abbastanza pesante dunque l’ultima sconfitta casalinga contro la Spal per parlare di esonero, almeno per il momento. E dopo la debacle di ieri adesso squadra, società e tecnico avranno una settimana per riflettere prima di ritornare al lavoro in vista di Roma-Torino.

219 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Peppe - 4 settimane fa

    Grosso modo la squadra attuale è la stessa dell’anno scorso, alla quale si è aggiunto un qualcosina in più. Ora indubbiamente questa non è una delle squadre migliori del nostro campionato, ma all’inizio dell’anno sembrava andare tutto bene, poi c’è stata una dura presa di posizione di Cairo contro la super champion e … guardacaso, la squadra inizia una debacle. Sarà una coincienza? Mazzarri viene pagato da Cairo e basta? Lo scorso anno non ha mai commesso errori gravi come quelli di quest’anno! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi - 4 settimane fa

    Pare che a gennaio vadano via Bonifazi falque zaza edera millico. Vedremo cosa succederà con Belotti Izzo n’koulou, che anche se non venissero venduti subito, dubito resteranno a Torino nel mercato estivo. Scusate ma per Belotti c’è ancora la clausola 100 milioni sulla vendita all’estero? Non che creda serva a qualcosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Praticamente vendono mezza squadra, ma per prendere chi ,poi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. WGranata76 - 4 settimane fa

    A inizio campionato scrissi che gran parte delle colpe era della società per vari motivi e continuo a pensarlo.
    Mazzarri è un allenatore difensivista e vecchia scuola, un preparatore che predilige il contatto fisico alla classe, ma questo lo si sa da sempre e da prima che venisse ingaggiato. Non viene il dubbio che si volesse un allenatore simile? Per caratteristiche il Toro gestito da Cairo ha sempre avuto lacune a centrocampo e assenza di giocatori forti e di classe, quindi un allenatore che la mette su fisico e difesa è una scelta condivisibile. Oggi i risultati sono scarsi e quindi è corretto prendere in esame l’esonero, ma è ancor più giusto porsi altre domande quali ad esempio: perchè la società ancora non cambia? perchè ogni anno e mezzo o ancor meno (Ventura a parte) gli allenatori hanno grossi problemi con noi? Queste domande devono far riflettere.
    L’anno scorso Mazzarri con una stagione preparata dall’inizio con un iter abbastanza standard è riuscito a fare buoni risultati, mentre quest’anno tra europa, inizio anticipato, giocatori assenti per competizioni con le nazionali, infortuni è in una situazione veramente penosa.
    Ma siamo sicuro che la colpa sia solo di Mazzarri?
    Io penso che le colpe maggiori siano sempre della società.
    Analizzando i fatti di questa stagione si vede che:

    – E’ stato gestito malissimo il caso Petrachi, che non è stato sostituito in tempi validi e con una figura abbastanza esperta e di pari valore per la serie A.

    – E’ stato gestito molto male il caso N’Koulou che ha portato problemi evidenti in termini di rosa e ambiente.

    – Non c’è stata una presa di posizione programmata e forte sull’affrontare l’europa league. Di fatto si è atteso fino all’ultimo senza richiamare i giocatori e senza dare un ultimatum alla Uefa entro quale declinare la partecipazione per evitare problemi di preparazione.

    – Non è stato fatto un mercato per affrontare l’europa league e il mercato per il campionato si è risolto agli ultimi due giorni, terminando ancora con delle lacune, oltre a non aver curato attentamente gli esuberi.

    – E’ stata gestita male la comunicazione con la stampa e, presumo, anche nello spogliatoio, dando sempre messaggi di confidenza esagerata sul valore della rosa dell’anno passato. Questo è un fattore molto negativo perchè fa montare la testa ai giocatori e può incidere pesantemente sull’approccio alle gare. (Non è un problema ricorrente quest’anno?)

    – E’ evidente l’assenza della società anche solo in termini di comunicazione. Cairo parla solo quando si vince. Comi è impalpabile nelle dichiarazioni. Bava è quasi un fantasma. L’unico che è sempre presente è Mazzarri che è vincolato alle conferenze stampa. Inoltre nei momenti più critici non sono stati fatti ritiri, tranne uno breve, e non sono state prese iniziative a livello disciplinare per i giocatori che non stanno rendendo.

    Tutti questi problemi, sommati a quelli degli ultimi 14 anni mi danno molto da pensare sull’operato della società. Mancano programmazione e pianificazione a livello sportivo, mentre a livello finanziario sono ben chiare e presenti, infatti i bilanci sono molto più che a posto da anni.
    Non ci sono ambizioni sportive e di conseguenza non si fanno progetti a medio lungo termine per ottenere certi traguardi.
    Addirittura adesso si vede anche come la società gestisca in modo “incauto” lo stadio con eventi come quelli in cui è coinvolto la questura.
    Tutti questi elementi sono una evidenza di chi è il maggior responsabile della situazione, non solo quella di quest’anno, del nostro TORO.
    Se Cairo vuole cambiare ne è in grado, ha tutti i mezzi economici per cambiare rotta. Deve scegliere e delegare due dirigenti sportivi esperti e validi come DG e DS, mettere a staff gente che ama questa società e che riporti il senso di appartenenza anche tra la mura del Filadelfia e degli uffici del Toro. Dopodichè investire nelle strutture giovanili e in un programma a 3-5 anni di crescita, perchè nessuno pretende che il Toro vinca tutto e subito, ma solo che ci sia la volontà di provare a tornare grandi.
    A quel punto l’allenatore sarà solo un di cui che, come sempre nel calcio moderno, può incidere al massimo per il 20-30% sull’esito di un campionato e quelle percentuali valgono solo per quelli davvero molto bravi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ForzaToro - 4 settimane fa

    Per chi pensa che il problema del Torino sia Mazzari, date un occhiata alla classifica del Milan che ha cambiato diversi allenatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 4 settimane fa

      E commesso numerose irregolarità finanziarie, con cambi di proprietari ed investimenti senza le dovute coperture.
      No, credo che i problemi delle 2 società siano diversi.
      Almeno sotto il profilo della solidità economica il Toro di Cairo è inattaccabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. toro52anni - 4 settimane fa

    Da tenere Sirigu Belotti Rincon Nkoulu(se la testa glie lo dice) Zaza Berenguer Falque De Silvestri (che è un mestierante sempre utile) Verdi (se si sveglia) Lyanco(se non si Rompe sempre) Linux(giovane e può migliorare) mentre gli altri possono anche andare al Real visto che si sentono forti.
    Rifondazione totale e speriamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 4 settimane fa

      Potremo fermarci a Sirigu e Belotti. Poi ci sono troppi “se” che hanno poche probabilità di realizzarsi ed alcuni elementi che al massimo potrebbero essere dei rincalzi per una squadra che abbia qualche ambizione. In soldoni, a mio parere, per certi obiettivi, gli 8/10 della squadra sarebbe da rifare. Questo non succederà e, quindi, mettiamoci il cuore in pace.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fgbomp - 4 settimane fa

        Magari se Belotti torna quello di due anni fa…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

      Ma Ansaldi non se lo ricorda nessuno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 4 settimane fa

        Eccome che me lo ricordo! Lo ritengo il migliore tra i giocatori del Toro, ma le remore nei suoi confronti derivano dall’età e dalla frequenza degli infotruni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Athletic - 4 settimane fa

      Noi tifosi possiamo dire tutto quello che vogliamo, tenere questo, cedere quello… io ne vorrei solo uno. Uno che sa quello che sta facendo, che ha un’idea di quello che vuole costruire, dei giocatori che gli servono, uno che costruisce la squadra con un senso, un progetto. Abbiamo sbagliato quasi tutti gli acquisti importanti negli ultimi anni, Zaza, Niang, Verdi. Uno, almeno uno che abbia idee e capacità. Come è possibile gestire una società in maniera così approssimativa??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 4 settimane fa

        Abbiamo sbagliato anche qualche cessione… Ljajic per “pochi” denari…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. redman - 4 settimane fa

    E’ già rimasto due mesi di troppo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 4 settimane fa

      Visto che qui sopra parlano di Belotti, spero che il commento (2 mesi di troppo) si riferisca a Mazzarri!
      In questo caso, condivido.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Wallandbauf - 4 settimane fa

    Ma un allenatore che faccia giocare a pallone no? Giusto per vedere cosa si prova

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dennislaw - 4 settimane fa

    Io penso che Mazzarri sia in confusione e che sia stato sopravvalutato e quindi strapagato . Prima si cambia meglio è,ma serve un traghettatore e poi a fine campionato scegliere un allenatore emergente, stile d aversa o de zerbi. Mazzari sta svalutando buoni giocatori, ha accolto male acquisti come Zaza e Soriano,ha fatto svendere Ljajic, ha fatto spendere 25 mln per Verdi, errori gravi di valutazione.
    Cairo deve fare un esame dì coscienza sulla debolezza della dirigenza societaria. Una debolezza che gli si sta rivolgendo contro e produce danni economici. Addirittura ci fa rimpiangere Petrachi…eppure è lui che ha portato in granata anche a prezzi non di saldo Djidji,Aina, Bremer Berenguer ecc ecc che stanno dimostrando tutti i loro limiti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 4 settimane fa

      Concordo su tutto, ma non rimpiangerei Petrachi, che portò al Toro anche gente come Ayeti, Carlao, Iturbe, Sadiq, ecc, ecc…
      Petrachi di scelte sbagliate, e pure costose, nel Toro, ne fece molte. I nomi di oggi sono da aggiungere ad una lunga lista di esperimenti sbagliati e falliti, tutti costati cari alla Società granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 4 settimane fa

        E per “costati cari” non intendo solo in termini di esborso monetario, ma anche di mancati risultati calcistici e di mete prefissate e non raggiunte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. toro52anni - 4 settimane fa

    Abbiamo giocatori sopravvalutati, che hanno fatto una o mezza annata buona e pensavamo fossero fenomeni, come Aina – Djidji – Meitè – Baselli – Lukic – Izzo
    e altri più Verdi da decifrare ancora.
    Forse avrebbe avuto ragione Cairo a venderli quando soldi te ne avrebbero dati tanti mentre ora valgono si e no un terzo.
    Tolti Sirigu Belotti Zaza(che secondo me a 14 mln di meglio non trovi) falque Lyanco Rincon gli altri sono calciatori da squadra di mezza classifica.
    Inutile illuderci, puoi cambiare gli allenatori che vuoi ma i giocatori questi sono e questi giocano.
    Quindi o si tirano su le maniche e decidono di rendere e far vedere che valgono altrimenti manco se viene Guardiola o il guru di turno arriviamo più su del settimo/ottavo posto, se va bene.
    FVCG sempre e comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 settimane fa

      Meite non ha fatto vedere un bel niente ne quest’anno né tantomeno l’anno scorso.
      È da luglio che vado ripetendo che andava venduto xké, oltre a essere di una lentezza imbarazzante, coi piedi è tutta fuffa.
      Finte sul posto che non servono a un beneamato caxxo e mai un assist.
      Spero che a gennaio lo si frulli via

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. toro52anni - 4 settimane fa

        Non posso che essere d’accordo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ardi - 4 settimane fa

      Beh avere, come dici tu, 5 ottimi giocatori e gli altri da metà classifica, certifica il fatto che mazzarri sta fallendo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. LBgranata. - 4 settimane fa

    L’unico sistema per cacciare il nanetto di Masio è stadio vuoto e basta abbonamenti alle tv.
    Da solo non se ne andrà mai fa affari con le pubblicità e i suoi soci ovini.
    A lui basta tenerci in serie A, a metà classifica.
    Oggi il tanto scarso secondo tanti, Sinisa Mihailovic ci ha superato.
    Fino a quanto sopporteremo due disgrazie come Cairo e Mazzarri?
    Sveglia il Toro è morto non esiste più,ci provarono con Cimminelli, ci stanno riuscendo con il cavallo di Troia degli ovini, Urbano Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Michele Nicastri - 4 settimane fa

    Chi dice che questo è il valore della squadra non può fare finta di dimenticare i primi 70′ con Fiorentina e Verona, il girone di ritorno dello scorso anno e il valore indiscusso e le prodezze di molti giocatori.
    Con un qualsiasi discreto allenatore che non sia questo incompetente totale arriveremmo sesti tranquillamente e con un po’ di fortuna anche quarti… Esoneratelo! Esoneratelo! Esoneratelo! Esoneratelo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 4 settimane fa

      Tu sogni… Sesti? Quarti….ma in che film di fantascienza?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. alexku65 - 4 settimane fa

      Bucheromikkia tu sei un bimbo con tanti troppi problemi . Hai bisogno di uno psichiatra. Con la mancetta di fine settimana puoi tentare il recupero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. alexku65 - 4 settimane fa

      Bischero mikkia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 4 settimane fa

        Da dove scrivi? Dalla Macedonia? Impara l italiano se vuoi parlare di calcio con me. Almeno quello.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. upi_14280152 - 4 settimane fa

      Scusa! ma chi era l’allenatore nei primi 70′ con Fiorentina e Verona e nel girone di ritorno dello scorso anno?
      Sempre Forza Toro!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Carlin - 4 settimane fa

      Basta basta basta con il girone di ritorno dell’anno scorso!!!!!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. miele - 4 settimane fa

    Lui no che non è a rischio; ci mancherebbe, con tutto quel che guadagna e con Cairo che non pensa neanche lontanamente di licenziarlo e quindi di dover pagare due allenatori. Purtroppo, a rischio è il Toro, che proseguendo su questa china si troverà presto in posizione molto precaria e lo siamo noi, tifosi maltrattati, che rischieremo un’indigestione di rospi ingoiati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Madama_granata - 4 settimane fa

    – Speriamo che Cairo ci faccia il regalo di Natale e che ci “doni” un nuovo allenatore!
    Inutile trascinarsi ancora a percorrere una strada ormai senza via d’uscita!
    – Speriamo che il nuovo allenatore rivitalizzi l’ambiente e dia una nuova spinta e speranze nuove alla squadra.
    – Speriamo, perché è importantissimo, che possa già essere il nuovo allenatore a decidere chi tra i nostri calciatori dovrà rimanere e chi partire nel mercato di gennaio.
    Sarebbe grave che quello che sarà prima o poi il nuovo “mister”, al suo arrivo, trovasse la squadra già decimata dalle infauste scelte di Mazzarri.
    Fuori Millico, Rauti, Edera, Parigini, Buongiorno.
    Venduti Bonifazi e probabilmente Zaza.
    De Dilvestri svincolato e nel frattempo già impegnato con altra compagine.
    – Speriamo che il Presidente si decida e si muova in fretta, proprio per evitare che si debba poi dire che il nuovo allenatore dovrà giocare con una squadra tutta “costruita” (o decimata) da un altro.
    – Speriamo..
    Ecco, io credo che ogni concetto legato alla parola “speranza”, per il Toro, sia ormai vincolato a quello di un drastico cambio tecnico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Iltorosiamonoi78 - 4 settimane fa

      Mai stato più d’accordo con lei madama. Non mi spiego come tanti pseudo tifosi possano pensarla diversamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 4 settimane fa

      Ieri sera, su Sportitalia, un guru diceva che parte dei meriti del buon momento della Roma era Petrachi. Noi lo abbiamo conosciuto, nei meriti e nei demeriti, tuttavia è palese come a noi manchi la figura di un DS, scritto in maiuscolo e con i giusti attributi. Bava deve fare esperienza? Non lo so, so solo che priva di Bava la Primavera arranca al pari della prima squadra con Bava. Qualcosa non quadra. O orse no; manchiamo di un elementare assetto dirigenziale con compiti precisi e facoltà di decidere ognuno nel loro ambito di competenze.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. leoj - 4 settimane fa

    Sul sito lega serie a ci sono le statistiche impietose del disastro. Basta leggerle.
    Tra gli altri dati siamo anche la squadra che si muove meno. Principalmente perchè senza schemi da applicare, sembra che fingersi morti sia la miglior tattica possibile.
    Basta leggere le cifre, non c’è altro da capire o discutere.
    Poi, gia solo il fatto che si debba ancora ragionare di un eventuale esonero, dà la misura dello stato comatoso di questa società avvilente e inadeguata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    Il Genoa di Preziosi è in vendita da qualche anno, ma non si è fatto avanti nessuno.

    Eppure il Genoa ha storia, un grande tifo, uno stadio bellissimo, ma non lo vuole nessuno.

    Io sono il primo a lamentarmi di Cairo, e dire che basterebbe poco, veramente poco.

    Non mi capacito ad esempio di come da anni non si riesca a comprare un paio di centrocampisti non dico da Barcellona e Chelsea ma insomma…meglio di Rincon, Baselli, Lukic e Meite’ io credo che potremmo avere anche senza che il Toro lo compri Paperon de paperoni.

    Però poi se mi viene chiesto chi potrebbe comprare il Toro rispondo boh!

    Nel 2006 Cairo’ lo prese che era fallito enza sborsare nulla…ma a parte il mitico Giovannone che gestiva una ditta di pulizie non si fece avanti nessuno.

    E Dopo i soli nomi che sono stati accostati al Toro sono stati da quanto ricordo il mitologico Ciucchiarello e udite udite Lucianone Gaucci.

    Questa è la realta’. Poi ci sono i sogni tipo Ferrero, ma per quanto se ne sa è solo un sogno. E poi il vecchio Ferrero lui si era tifoso del Toro, anche se non lodava tanto a vedere perche’ anche i gobbi compravano la nutella.

    Ma i figli che ne hanno ereditato le fortune neanche so se sono interesati al calcio, e magari sono gobbi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 settimane fa

      Nemmeno del mandrogno se ne era mai parlato. Quando c’era da tirare fuori i soldi per non fallire, bracciamozze era uccel di bosco. Eppure poi è arrivato, presentato dal compare della famiglia agnelli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Toro Forever - 4 settimane fa

    Chissà a “margine” di che cosa parlerà Cairo del Torino?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

    Che poi i 4-5 buoni, con un allenatore vero e con gli altri scappati di casa che abbiamo, possa fare meglio, non c’è dubbio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Andyyytoro - 4 settimane fa

    Ma io dico prova a presentarti davanti ai tifosi con tre o quattro giocatori che fanno la differenza prova a fare una conferenza stampa dove dici questo è il nuovo staff a cominciare dal d.s. prova a dire ai tifosi mi faccio in quattro per ristrutturare almeno le curve visto che non voglio farne uno nuovo così avremo un calore effetto muro e tifo particolari in più cerco di capire come mai l’acustica del mio impianto faccia ridere ai polli INSOMMA dimostri di tenerci altrimenti fuori dai coglioni!
    Basterebbe poco davvero !
    BASTA BASTA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Andyyytoro - 4 settimane fa

    Buonasera, prima volta che scrivo sarò breve e toccherò alcuni punti in maniera sintetica e didascalica
    15 anni il sig. Cairo ci ha provato direi che i risultati sono scadenti per una società con la nostra storia .
    Oggi vedevo Atalanta Milan un esempio a caso un giocatore come ilicic non acquistato per poche centinaia di euro qualche mercato fa
    .entusiasmo del pubblico di Bergamo bellissimo una curva effetto muro imponente etc.etc. ebbene non mi sembra che il presidente bergamasco abbia più risorse del sig. Cairo .. evidentemente ce la volontà di investire e circondarsi di validi collaboratori ..
    Andrei avanti mi fermo dicendo
    Subito via Mazzarri a ruota o Cairo si redime e comincia già da gennaio a comprare almeno tre giocatori importanti a cominciare dal centrocampo o massimo per l’inizio del prossimo campionato venda il TORO a prezzi giusti e si faccia da parte gliene saremo grati a vita!
    Qui non si vuole lo scudetto o la Champion costantemente si vuole che si lotti stabilmente fra le prime 6 con uno stadio a cominciare dalle curve che fanno la differenza in casa e dei professionisti validi con un progetto serio di investimenti.
    Siamo oramai appiattiti ci hanno tolto l’amore per questa unica maglia davvero BASTA BASTA
    non capisco come si possa difendere questa società davvero!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

      Quello che hai scritto mi fa incazzare, perché hai ragione su tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

      Cairo oltre ad essere un incapace nel calcio e non fregargliene nulla del Toro, ora ha problemi molto più pesanti a cui far fronte, che pensare a rinforzare il Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. inf_693 - 4 settimane fa

    Il pesce puzza dalla testa.
    Neanche guardiola riuscirebbe a cavar qualcosa.
    Fino a che non cambierà la società sarà cosi nella migliore delle ipotesi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. mirafiori64 - 4 settimane fa

    mazzarri è virtualmene esonerato, rimane sulla panchina per arrivare ai fatidici 40 punti il piu presto possibile, secondo me un cambio adesso è pericoloso perche 1) in giro non c’e nessuno, e per prendere uno scalzacane qualsiasi mi tengo mazzarri 2)un allenatore per far capire alla squadra il suo modo di fare calcio ha bisogno di almeno tre mesi, troppi per questo campionato 4) non siamo ancora nella posizione di dover dare una scossa disperata all’ambiente 5) costa soldi ! quindi andiamo avanti così.
    Solo nel caso che la squadra non segue piu l’allenatore è giusto procedere al cambio, ma noi non lo possiamo sapere, solo che è all’interno delle spogliatoio conosce lo stato d’animo dei giocatori ed è compito suo riferire alla società, comunque le insoddisfazione del gruppo trapelano sempre e mi sembra che anche la carta stampata non avvalori questa ipotesi, quindi ancor piu convinto di andare avanti così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

      Con tutto il rispetto, abbiamo perso otto partite su 17 di cui 4 in casa di cui 2 con SPAL e Lecce, non abbiamo un gioco,l’allenatore non ci capisce più nulla,stiamo svalutando tutti i giocatori, che vorranno andare via lo stesso,e quindi ce li pagheranno anche poco,se uno guarda una partita del Toro sembra una squadra di lega pro ,e tu dici che non siamo nella posizione di dover fare uno scossa? Ripeto, con tutto il rispetto, io probabilmente vivo in un altro mondo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mirafiori64 - 4 settimane fa

        Antoniogranata, io credo che il cambio possa essere controproducente, io non credo che un longo o un nicola possono cambiare la sorti di questo campionato, anzi rischiamo veramente di entrare in un vortice pericoloso, se la squadra è con l’allenatore io credo che dobbiamo andare avanti con lui. lo scrissi in un altro post, questa squadra lo scorso anno ha fatto un campionato ben oltre le sue possibilita e ci ha ingannato, quest’anno forse lo sta facendo leggermente sotto ma il suo valore è questo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

          Io però sono sempre dell’idea che una scossa ci voglia,anche affidandosi al tecnico della primavera, mandando in ritiro i giocatori per un mese per fargli capire che giocano nel Toro, e per far capire a noi tifosi che almeno ci si vuole provare

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Madama_granata - 4 settimane fa

        Pure io!
        Condivido con Antoniogranata, e penso che, nell’attuale situazione, non ci siano più margini di recupero e miglioramento.
        Credo anche che, pur senza veri e propri ammutinamenti, la squadra, gli uomini, oggi non credano più nelle capacità di chi li guida.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

          Esattamente, mi sembra evidente che Mazzarri non abbia più in mano la squadra, più va avanti e più fa danni,vedi Zaza e Belotti mai insieme dall’inizio, piuttosto che far giocare Bonifazi, mette Frustalupi, la gestione scriteriata di Millico, Parigini ed Edera, insistere su Aina e Meite, mi fermo altrimenti mi viene male al fegato più di quanto ne ho già

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    Si ho capito, Ferrero o la Red Bull per comprare il Toro aspettano che Cairo li chiami e gli dica se per caso sono interessati a comprare il Toro.

    Hai provato a vendere casa senza farlo sapere a nessuno…no perche’ senno’ nessuno saprebbe che voglio vendere casa dato che io sono un pinco pallino qualunque.

    Ma il Toro non è la casa di un pinco pallino qualunque e non ci vuole chissa’ quale 007 per scoprire che oramai la gestione Cairo è venuta a noia alla maggioranza dei tifosi.

    Quindi ripeto, se un salvatore della patria è interessato al Toro batta un colpo, puo’ bastare un’intervista, un qualcosa che palesi un interesse. Poi vediamo come reagisce Cairo, se la montagna non va da Maometto bisogna che si muova Maometto.

    Per ora da quel che vedo e sento tutto tace il che per me vuol dire che non c’e’ nessuno interessato a comprare il Toro.

    Proviamo a scriverlo nella letterina Babbo natale…caro babbo Natale mi porti un presidente bello ricco e vincente, magari babbo natale ci ascolta, che ne dite?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

      Rigaute la nata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ardi - 4 settimane fa

      Granatissimo, che la gestione cairo sia un fallimento sotto tutti gli aspetti a parte per i conti a posto è lapalissiano. Allora perché non mettere seriamente in vendita il Toro avvalendosi di una azienda specializzata? Rischio che arrivi qualche scappato di casa è pari a zero, perché chiederebbe molti soldi, a quel punto vedremo se davvero dopo cairo c’è un buco nero e nel caso ce lo terremo. Certo la società dovrebbe essere venduta al giusto prezzo, perché se Pare che a gennaio vadano via Bonifazi falque zaza edera millico. Vedremo cosa succederà con Belotti Izzo n’koulou, che anche se non venissero venduti subito, dubito resteranno a Torino nel mercato estivo. Scusate ma per Belotti c’è ancora la clausola 100 milioni sulla vendita all’estero? Non che creda serva a qualcosa uno sproposito, grazie al cavolo che nessuno comprerebbe il Toro e non si potrebbe dire: visto nessuno vuole il Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. granata63 - 4 settimane fa

    Va bene ragazzi, teniamoci questo presidente e questo allenatore e non lamentiamoci. È questo che dite? Non possiamo neanche dire tra di noi che stiamo facendo cagare, che questo allenatore è sopravvalutato, che Cairo gestisce il toro solo per trarne vantaggio personale? Noi siamo tifosi del Toro, non pecore. Chi vuol fare la pecora è libero di farla, ma non critichi chi non lo è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

      Concordo, io sono uno che ha sempre sostenuto Cairo, ma ora basta, il bicchiere è stracolmo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

    CAIRO LERDA VATTENE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. policano1967 - 4 settimane fa

    Ke mazzarri sia un incapace lo sappiamo.ma a ke serve mandarlo via se questa e una societa senza ambizioni.e una squadra da meta classifica questa e la finiremo.il male del toro ha un solo nome urbano cairo.finke ci sara lui i mazzarri arriveranno e andranno e ci saranno squadre ke susciteranno poke emozioni come questa.il toro nn esiste piu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

      Cambiamo pupazzo. Magari avrà i capelli rossi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    Ma scusate voi…le ultime vittorie non vanno bene perche’ si è vinto soffrendo.

    E grazie al piffero, io pure vorrei vincerle tutte magari stando gia’ 5 a zero alla fine del primo tempo, a volte lo sogno un Toro cosi’ poi mi sveglio e se vinciamo anche soffrendo sono contento uguale.

    Stasera il Parma che aveva vinto a Napoli ha pareggiato col Brescia all’ultimo tuffo, il Bologna altri 5 minuti di partita e bissa la nostra impresa di farsi rimontare 3 goal di vantaggio.

    Ma che credete alle favole? La realta’ è questa, il Toro è questo punto!

    Io pure vorrei un altro presidente, un Imprenditore coi controcazzi, finanziariamente forte e innamorato della maglia granata.

    Se c’e’ uno cosi’ e vuole comprare il Toro bene…questo è il momento!

    I tifosi granata lo accoglierebbe come un liberatore, Cairo sarebbe costretto a vendergli il Toro.

    Sfonderebbe letteralmente una porta aperta!

    Bene, dove sta il nostro messia? il Mose’ granata capace di condurci alla terra promessa? Lo vedete all’orizzonte? Si? Bene, quando lo avvistate fatemi un fischio, vengo anche io ad accoglierlo e ad intonargli la marcia trionfale.

    Fino a quel momento cari sognatori vi ricordo che c’e’ ancora un campionato da giocare, dobbiamo fare almeno altri 19 punti e la prossima si gioca a Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Iltorosiamonoi78 - 4 settimane fa

      vuol dire che abbiamo vinto di culo, non meritando….non abbiamo gioco, programmazione, nulla di nulla. Non credo in nessuna favoletta. Vedo solo che la non società che abbiamo ci porta a questo. E se a voi va bene cosi……E a Roma che figura faremo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 settimane fa

      Bene giochiamo l ennesimo campionato senza obbiettivi come gli ultimi , Cairo i soldi li ha, solo che non li tira fuori . Ha la mano attaccata al collo. Poi i compratori devi cercarli, hai mai provato a vendere casa senza dirlo a nessuno? Almeno pensa a queste cose prima si s scrivere. Ti rendi conto che abbiamo una media di poco oltre ad un punto a partita? Ma che me ne frega del Napoli , il Napoli sono anni che va in champions…noi sono anni che facciamo cagare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

      Gaute la nata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. FORZA TORO - 4 settimane fa

    potrebbe prenderci Elliot se vende il milan e in panca andrebbe bene pioli,allora si che ci divertiremo,basta chiedere ai milanisti,stanno godendo come pazzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    Se qualcuno anzi no…non un qualcuno qualunque..se un Imprenditore serio, finanziariamente forte e innamorato della maglia granata è interessato ad acquistare il Toro bene…questo è il momento giusto.

    Adesso sfonderebbe una porta aperta, i tifosi veramente costringerebbero Cairo a vendergli il Toro.

    Il nuovo mister x sarebbe portato sulla poltrona presidenziale tra cori di giubilo.

    Quindi…aspettiamo solo che si faccia avanti.

    Ma se il Toro non lo vuole nessuno tocca sopportare Cairo, o avete una terza soluzione da proporre a queste due? Se si quale?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 4 settimane fa

      …non vorrei disilluderti ma nonostante il periodo babbo natale non esiste…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

      Ma lo sai che le TV danno sui 60/70 milioni al Toro da un po’ di anni? Solo gestione di questo curatore fallimentare portaborse staremmo in promozione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. pep4x4 - 4 settimane fa

    A memento, ripubblico un post che feci tempo fa intitolato:

    PER CHI LAVORA URBANO CAIRO?

    Riprendo il preziosissimo articolo di Marina Cismondi che ringrazio e altre informazioni utili nel web, ora il mosaico e’ piu’ chiaro.
    Nel 1995 il dott. Urbano Cairo (soprannominato “lo squalo” per la sua superbia ed arroganza ) viene defenestrato dalla Mondadori di Berlusconi, con gran giubilo di tutti i pubblicitari. Neanche il tempo di brindare e la Rizzoli Pubblicità decide di affidargli la concessione per la raccolta pubblicitaria sui suoi settimanali Oggi, Io Donna, TV Sette. L’azionista principale di Rizzoli era GEMINA, che era della FIAT,
    La concessione della Rizzoli era una concessione che valeva decine e decine di miliardi di lire: la sola testata Oggi fatturava spazi pubblicitari per circa un miliardo a numero, più di 50 miliardi l’anno. Testate che si vendevano da sole, come disse anche Cairo in una intervista.
    Prima domanda’: E’ verosimile rinunciare ad un guadagno certo di miliardi di lire e regalarlo ad uno sconosciuto imprenditore di Masio?
    Seconda domanda : Non e’ piu’ verosimile che un grosso gruppo industriale mantenga quella proficua concessione e ne deleghi la raccolta a qualcun di fiducia che faccia il lavoro per il gruppo industriale?
    Terza domanda: Per chi lavora Urbano Cairo ?
    Urbano negli anni 90 era sposato con una signora torinese di 18 anni piu’ grande di lui ,piuttosto nota nelle famiglie che contano.
    Questa signora, giornalista e scrittrice si chiama Anna Cataldi. Era stata la moglie di un grande imprenditore, Giorgio Falk, uno dei signori dell’acciaio, grande amico di Gianni Agnelli. Ma non solo: Cataldi fu anche legata sentimentalmente al conte Carlo Caracciolo, fondatore dell’Espresso e cognato di Gianni Agnelli (sua sorella Marella Caracciolo è la moglie dell’avvocato). Da Caracciolo la Cataldi ebbe una figlia, Jacaranda , che venne concepita quando Cataldi era ancora sposata con Falk ma poi successivamente riconosciuta da Caracciolo con annessa una causa legale con gli altri due figli del nobile per l’eredità.
    Dopo il matrimonio finito con Falk, Anna Cataldi si ritrovò sola, con una figlia da crescere, nella Milano degli anni ’80, Cairo, all’epoca assistente di Berlusconi, conobbe la Cataldi. Il matrimonio tra lui 31enne e lei 49enne venne celebrato nel 1988,e fu un matrimonio con la benedizione (qualcuno dice con il diktat) di Berlusconi stesso che aveva bisogno di un prestanome. E poi la Cataldi dava prestigio, non era una qualunque, ma l’ex di Falk, ed era molto molto vicina alla famiglia Agnelli.
    Quando finì la sua storia in Fininvest non è difficile immaginare che fu proprio la Cataldi a cercare di aiutare l’ambizioso consorte, che dimostrava già allora doti manageriali fuori dal comune. Magari una telefonata all’Avvocato per chiedere aiuto per il marito disoccupato, chi lo sa….
    Sta di Fatto che nel 1995, Cairo ottiene la concessione per la raccolta pubblicitaria sui settimanali della Rizzoli , Oggi, Io Donna, TV Sette. Poi il matrimonio finì, ma i due sono sempre rimasti in ottimi rapporti (Cairo editore ha anche pubblicato pochi anni fa un libro della Cataldi).
    Giovanni Malago’, potente capo del CONI e dello sport italiano, è da sempre nell’orbita della famiglia Agnelli e socio in affari con loro (Susanna agnelli e figlio Lupo Rattazzi per la precisione).
    Ovviamente ci sarebbe da indagare a fondo sul chiaro conflitto d’interessi tra questi signori e la Juventus nell’espletamento dei loro ruoli che dovrebbero garantire tutte le squadre di serie A.
    Gaetano Micciché è alto dirigente di Intesa San Paolo ,potentissimo amministratore delegato della banca IMI, , di cui detiene quote la Exor degli Agnelli. Pertanto Micciche’ lavorando per la banca IMI ,di cui sono proprietari anche gli Agnelli, sarebbe quindi in qualche maniera anche un dipendente degli Agnelli. La banca IMI è quella che colloca i titoli della Juventus sul mercato azionario e ne cura le analisi ,in piu’ fino a pochi giorni fa era presidente dela lega serie A, vice presidente Federazione Italiana gioco calcio, ed anche socio in affari e consigliere diretto e privilegiato di Urbano Cairo in RCS.
    Semplifico : il presidente della banca che colloca in borsa i titoli della juve e ne cura le analisi (fondamentali per far crescere il valore del titolo), è il consigliere di Cairo in RCS . E Andrea Agnelli e Cairo lo hanno proposto e fatto eleggere (in modo irregolare e sotto inchiesta) a capo della lega calcio . Sembrerebbe che il controllore lavora per i controllati, e questa sembrerebbe una lobby di persone che si frequentano e si scambiano favori , Cairo (Torino f.c.- la7 ,Rizzoli Corriere della Sera,Gazzetta dello Sport), Agnelli (FIAT, Juventus etc..) , Micciche’ (IMI), Malago’ (CONI)
    Un ultimo dettaglio:
    la figlia di Anna Cataldi, Jacaranda, avuta con il Conte Carlo Caracciolo, e’ la moglie di Gaetano Miccichè, che guarda caso, dal 2018 e’ stato fino a 9 giorni fa presidente della Lega Serie A e vicepresidente di della FIGC . Com’è piccolo il mondo.
    Ora sono più chiari i rapporti tra il nostro Urbanetto e i suoi compagni di affari e di merenda. E di conseguenza comprendiamo perché il Toro galleggi chirurgicamente a metà classifica in tutti i suoi anni di presidenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Iltorosiamonoi78 - 4 settimane fa

      E certa gente non lo vuole capire……….beh…non sono tifosi del Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 4 settimane fa

        Caro pep 4×4, il Toro ha avuto presidenti che hanno avuto rapporti d’ affari molto più stretti di Cairo con gli Agnelli e di cui serbiamo grata memoria. Dal grande Orfeo Pianelli, che fu sollecitato a prendere il Toro dall’ Avvocato in persona. Faceva catene da montaggio per il settore metalmeccanico e gli vennero garantite ricche forniture per convincerlo a mettersi nel mondo del calcio. Eppure il Toro soffiò uno scudetto alla Juventus, le fece concorrenza feroce sul calciomercato e visse il più bel periodo del dopo Superga. Prese il Toro nel 1963 e ne fu presidente per 20 anni. Dovette lasciare per una serie di scelte industriali sbagliate (acquisto di società decotte) che fecero fallire il suo gruppo. Prima ancora, un altro presidente con legami stretti di affari con gli Agnelli fu Luigi Morando , l’ uomo che prese il Toro decaduto in Serie B (1959) e lo riportò in Serie A, puntando sui giovani. Lasciò, vittima di una “congiura di palazzo”, capeggiata da un rissoso gruppo di soci. E che dire di Sergio Rossi, proprietario del Comau, fornitore Fiat cui poco alla volta vendette l’ azienda? Investì soldi nel Toro, sfiorò uno scudetto e se ne andò solo perchè alcuni soci del Toro sobillarono la piazza, che lo contestò duramente e stupidamente. Dunque, che Cairo abbia avuto o abbia rapporti d’ affari con gli Agnelli non dimostra una sua sudditanza sportiva. Fra l’ altro, si dice Agnelli, ma non è più la famiglia che aveva punti di riferimento precisi nell’ Avvocato e in suo fratello Umberto, Oggi si tratta di un centinaio di persone non sempre così in sintonia fra loro. Un altro amico tifoso ti ha già fatto notare, a titolo di esempio, che sulla questione “superleague” Andrea Agnelli e Cairo sono su fronti opposti. E poi, nel suo avvicinamento al Toro gli Agnelli o la Juventus non c’ entrato proprio nulla. Cairo l’ ha fatto per imitare Berlusconi, da lui considerato il suo mentore. Gli avevano fatto la corte perchè prendesse l’ Alessandria e ci stava pensando quando l’ avvocato Trombetta, astigiano (nessun rapporto con gli Agnelli, già braccio destro di Galliani in Lega), lo contattò. E infatti Trombetta lo affiancò in quelle caldissime giornate di agosto 2005 quando ci furono le turbinose trattative con Giovanonne, testa di legno per conto del duo Lotito/Mezzaroma. La verità è che in questi 15 anni di presidenza Cairo ha fatto molte più fesserie che mosse azzeccate, si è fatto rifilare fior di bidoni, ha cambiato a raffica allenatori e direttori sportivi, ci ha rimesso inizialmente un bel po’ di soldi che ha poi recuperato con le famose plusvalenze, che hanno impoverito sportivamente il Toro e rimesso in sesto le sue tasche. Il vero guaio è che Cairo di calcio se ne intende poco o nulla, che quando fa di testa sua (cioè spesso) fa errori, come quello di ingaggiare a caro prezzo un allenatore come Mazzarri, invece di puntare su un tecnico moderno ed emergente, ecc. ecc..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 4 settimane fa

          Complimenti, Leggendagranata, post equilibrato e ben motivato.
          Se vivi, oppure “operi” sulla piazza di Torino, gli Agnelli non te li potrai mai togliere di torno.
          Tutto sta a saperci convivere, mantenendo una propria autonomia di azione e di pensiero.
          Credo che questo sia un obiettivo ampiamente dimostrato e raggiunto dal Presidente Cairo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Ardi - 4 settimane fa

          Quindi, Leggenda, tutti zitti e contenti. A posto così

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 4 settimane fa

      Impressionante, non dubito sia tutto vero. Purtroppo nella piccola Italia dei pochi gruppi che contano gli Agnelli sono quasi sempre presenti e condizionano. Se Cairo è legato a loro non potrebbe, nè dovrebbe (condizionale), interferire o compromettere la scalata della Juventus verso i vertici europei e della burocrazia calcistica. Mi domando però come mai Cairo sia uno dei più accesi avversari della Lega europea alla quale ambisce la Juventus ed alcune squadre top del continente. Ma pure se fosse tutto vero, e, ripeto, forse lo è, perchè dovrebbe fare la figura, quale sta facendo tuttora, di tenere una società ed una squadra in un caos tecnico-dirigenziale come l’attuale e che non gli fa certo fare gran figura manageriale sull’esterno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Filadelfia - 4 settimane fa

      Non ricordo 1 presidente slegato dalla Famiglia Ovina in vita mia. Unico che osò sfidare la famiglia fu Pianelli che fini sul lastrico guarda caso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. byfolko - 4 settimane fa

      Grande post, grazie !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. pep4x4 - 4 settimane fa

    Amici, è inutile fare milioni di parole, nel bene o nel male noi stiamo facendo dei “ragionamenti”, cioè stiamo discutendo su un qualcosa che crediamo permeato dalla logica e dal raziocinio, ma qui siamo nell’ambito dell’assurdo; un “mondo di mezzo” dove realtà e contrario non sono percepibili.
    Tutto questo è ragionato dal caimano che, pieno debiti con la spada di Damocle che risponde al nome di BlackStone, ha bisogno di liquidità. E la trova nei giocatori più rappresentativi. In una squadra vincente, perché quella attuale mi rifiuto di credere che non lo sia, potenzialmente, i giocatori potrebbero anche chiedere di restare. Ma con malcontento e delusione assisteremo ad una fuga totale. Andremo in B? Molto bene, il “paracadute” è di molte decine di euro. A quel punto si può anche vendere la società, spolpata di tutto, e guadagnarci ancora.
    Forse il Parassita non coprirà tutti i debiti, però…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    A chi dice che la contestazione deve essere inasprita torno a chiedere…con quale scopo?

    Ora io dico che una squadra con qualita’ gioca e vince anche se contestata, quindi sia chiaro che non voglio dare alibi a società, allenatore e giocatori, perdere in casa con l’ultima in classifica non ha giustificazioni. Punto!

    Da tifoso ieri sera avessi potuto avrei esonerato anche i magazzinieri.

    Poi pero’ vado a rivedere l’ultimo mese del Toro.

    5 partite, una sconfitta con la prima in classifica, tre vittorie e un pareggio a Verona, quest’ultimo da mangiarsi le palle ma non da buttare e con indicazioni incoraggianti.

    Il tutto in un clima di continua contestazione che certo non aiuta che sia piu’ o meno esplicita.

    Questa squadra non mi entusiasma e Mazzarri meno che mai, ma sino a ieri sera eravamo ottavi.

    Ora a occhio questo Torino ne ha almeno 7 /8 piu’ forti davanti, e lo si capiva già a Luglio, bastava leggere le formazioni. Se mi dite che con Nicola o Gasperini potremmo essere terzi o quarti sfoggiando un gioco da spellarsi le mani mi permetto di essere dubbioso…il direttore d’orchestra conta certo, ma se gli orchestrali sono scarsini hai voglia te…

    Quindi, contestare va bene ma capiamoci, il Torino in questo momento è questo.
    Giocare al tanto peggio tanto meglio alla fine si ritorcera’ solo contro noi tifosi, perche’ il prox anno per dire Mazzarri sara’ a san Vincenzo a godersi i suoi milioni o ad allenare da qualche altra parte, ma noi saremo sempre qui a tribolare per i nostri amati colori.

    Quindi, come direbbero gli americani, giusto o sbagliato bello o brutto questo è il Toro e in quanto Toro lo sostengo, pessimismo della ragione e ottimismo della volonta’!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 settimane fa

      Ma guarda che finora non c’è stata nessuna contestazione! Ma quella di ieri sera la chiami contestazione? È un primo segnale di dissenso, ma giusto per dire “guarda che ci siamo a che noi a guardare sto strazio, ormai da due anni!”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Iltorosiamonoi78 - 4 settimane fa

      IO non ti capisco…..dici anche tu che sono 13 anni di nulla. Ma cosa dobbiamo aspettare ancora?
      Siamo scarsi è vero per carità però non penso piu scarsi della Spal. Quindi delle partite che tu dici dell’ultimo mese bisogna anche dire che quando abbiamo vinto abbiamo sempre sofferto e se abbiamo vinto è perchè abbiamo avuto fortuna o san Sirigu, quindi secondo me ma penso anche secondo molti c’è qualcosa che non va. Sono stato abbonato quasi 40 anni e mi sono mangiato l’abbonamento qualche anno fa dopo un TORO-EMpoli non so se ricordi. Da allora non è cambiato nulla.
      Fino a che ci sarà Cairo non farò mai un abbonamento.
      Questo non è il mio TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Pazko - 4 settimane fa

    Aggiungo che, per quel che ho visto ieri sera, dopo ave segnato siamo indietreggiati abbiamo giocato con una fifa nera di prendere gol, infatti abbiamo perso. Spero che durante queste Feste, oltre a divertirsi, i nostri giocatori si ricostruiscano moralmente e sì ricordino di come si gioca a calcio. Comunque auguri a tutti e speriamo in un 2020 migliore anche per il nostro Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    Con tutto le critiche che si possono fare a Cairo come si fa a dire che la sua gestione è peggiore della banda del buco Calleri, Vidulich Cimminelli?

    Cairo almeno il Toro non lo ha fatto fallire, poi siamo tutti d’accordo che dopo 13 anni di Cairo aspirare a qualcosa di meglio sia lecito e criticare doveroso, ma insomma…capisco che perdere in casa con l’ultima in classifica sia una brutta botta ma cerchiamo di mantenere un minimo di equilibrio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 4 settimane fa

      Cairo, a differenza dei presidenti da te citati, può contare su 60/70 milioni di diritti tv. C’è una leggerissima differenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Mestregranata - 4 settimane fa

    Io non sono per esonero del tecnico. Deve continuare e condurre il Toro fino a giugno se la squadra lo segue. La società deve tirare fuori le palle e obbligare i giocatori a obbedire e seguire il mister. Nel frattempo si deve programmare l’annata prossima nuovo mister e nuovi giocatori per un nuovo ciclo. Il mister attuale non è più difendibile se è vero che ha preteso l’esborso di un giocatore come Verdi ed in quasi tre anni non ha ancora capito che c’è bisogno di un centrocampo estroso e tecnico. Mazzarri l ho sempre difeso perche ho sempre pensato dovesse far fuoco con legna trovata. Se è vero che certi giocatori lui li ha voluti tenere e far acquistare per poi vedere sto scempio allora è giusto salutarci a giugno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Iltorosiamonoi78 - 4 settimane fa

      Certo teniamocelo stretto cosi magari ripartiamo dalla B……..sono 15 anni che aspettiamo un progetto o alzare l’asticella. Ma apriamo gli occhi su

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 4 settimane fa

      Secondo me Verdi può essere un buon elemento se gioca in spazi larghi, cosa che il gioco lento ed invasato della squadra non gli permette. La squadra è lunga, in balia degli avversari e pochi seguono l’azione; chi ha la palla non sa cosa farne. Mi ricordo un episodio di alcuni anni fa, era Ventura (certi episodi si ripetono) nel quale un centrocampista (un negretto di cui ora non mi viene più il nome) fece una bella azione sulla destra fin che si fermò, si guardò attorno e non vide nessuno, ovviamente l’occasione fu sprecata. Comunque concordo che ora non ha senso cambiare allenatore, sul mercato non c’è nessuno di affidabile, ma la Società deve, DEVE, organizzarsi. Ieri sera, con gli spalti vuoti, una squadra in bambola ed i pochi presenti che fischiavano, ho avuto la spaventosa sensazione di cadere nel vuoto, verso l’ineluttabile, con giocatori che aspettassero solo che fosse finita, non solo la partita, ma la stagione, un Mazzarri solo e sperduto, e null’altro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Max63 - 4 settimane fa

    È difficile comprendere questa difesa ad oltranza da parte di Cairo che è la società in quanto per il resto non esiste una dirigenza.
    Le cause possono essere le più disparate. Forse il doversi accollare un altro stipendio, una buona giustificazione per dare la colpa dei suoi fallimenti ad altro soggetto, il poter vendere i pezzi pregiati che inevitabilmente vorranno andare via e fare cassa per coprire parte del debito che ha con banca intesa per l’acquisto di RCS. Non lo so quel che so è le umiliazioni che ormai subiamo da chiunque che come popolo granata nn meritiamo.non c’è via d’uscita.FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Pazko - 4 settimane fa

    Forse lo cacciano solo se perde anche con il Genoa in CI, comunque ormai è tardi per recuperare in Campionato, per cui tanto vale tenerlo fino alla fine. Per il prossimo anno dovrebbe essere sostituito, cercando un tecnico più moderno e giocatori ,soprattutto a centrocampo, più idonei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Torello di Romagna - 4 settimane fa

    Non c’è da meravigliarsi la squadra è la stessa dell’anno scorso , gioca male come l’anno scorso ….. semplicemente ora si è perso equilibrio, la difesa subisce un sacco di gol e la qualità del gioco offensivo non è purtroppo cambiata .
    Se ricordate l’anno scorso abbiamo pareggiato 16/17 volte per merito di una solidità difensiva ora smarrita … la differenza è tutta qui .
    Fino a qualche tempo fa parecchi erano convinti che avremmo fatto come l’Atalanta che , dopo un inizio stentato , si era ripresa fino a qualificarsi per la Champions ma noi , a differenza loro , non abbiamo una precisa identità di gioco , una mentalità propositiva e offensiva , un ambiente positivo che protegge e stimola e un settore giovanile di eccellenza che fornisce innesti di qualità ogni anno oltre a fare un paio di sistematiche plusvalenze annue che gli hanno permesso, tra l’altro di acquistare e rifare lo stadio.
    Sostituire il mister ora forse non ha alcun significato …. ormai le prime posizioni sono troppo distanti per ipotizzare un recupero fino al settimo posto con un allenatore nuovo che crei nuovi stimoli e azzeri gerarchie ….
    Finiamo l’annata sportiva meglio che si può e pianificare, fin da ora , il nuovo corso bloccando ora un mister che “giochi” se non Gasperini (purtroppo che per molti gobbo …. ) un De Zerbi , Di Francesco ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. RossoSangueGranata - 4 settimane fa

    Se qualcuno pensa ancora che gente come Vidulich, Goveani, Calleri, Cimminelli e Romero fossero stati il peggio, sta prendendo un grosso granchio.

    Urbano Cairo, il clown ammaestrato degli Agnelli e tutti i suoi burattini e lacchè, costituiscono il vero e unico Male con l’unico scopo di uccidere ed annientare quel che resta del Toro ma, soprattutto, i suoi Tifosi.

    Ci vuole divisi, ci vuole sbandati, ci vuole l’uno contro l’altro, ci vuole colpire nell’Amore più Caro e Dolce che possediamo, che abbiano nel Cuore e nell’Anima, vale a dire l’Essere Granata sino al Midollo, per gli Invincibili, per la Nostra Storia, Blasone, per il Nostro Toro.

    Non fermiamoci adesso: stadio vuoto, Filadelfia presidiato sino a che non verranno aperti i cancelli ai Tifosi per tutti gli allenamenti settimanali, contestazione legale, civile, ferma, sotto quella topaia di Via dell’Arcivescovado che qualcuno ha il coraggio di chiamare Sede, richieste di interrogazioni in Comune per il mancato avvio dei lavori al Robaldo e per il completamento dei Lotti n. 2 e n. 3 del Filadelfia, ora in stato di abbandono, coordinamento e ribellione da parte di tutti i Toro Club d’Italia nei confronti di Cairo e della società, denunce a Cairo e alla società per quanto avvenuto in Curva Primavera, a seguito della vendita dei biglietti rimasti agli ultras interisti, da parte delle persone coinvolte, nonché tutto ciò che sia umanamente, civilmente e legalmente possibile per togliere di mezzo questo mercenario milanista.

    Qui o ci diamo una svegliata, tutti insieme uniti e compatti nel distruggere ed annientare questo mascalzone, oppure per noi ci sarà soltanto più l’oblio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Iltorosiamonoi78 - 4 settimane fa

      Parole sacrosante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Calogero - 4 settimane fa

    Un presidente che se ne frega dei suoi tifosi è un presidente da schiacciare… Stadi vuoti e striscioni di protesta ovunque e primo o poi abbasserà le braghe o le gare se le guarda lui con Comi, Bava e compagnia bella…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Mauri - 4 settimane fa

    Il problema è societario, non sono un estimatore di Mazzarri, ma nemmeno Guardiola potrebbe cambiare le cose. Appare chiaro che nel Torino oramai regni l’anarchia, un vuoto che tutto ingoia. Sembra quasi che i giocatori remino contro, mi vengono loschi pensieri. Nel frattempo il despota al comando spende le energie per reprimere la contestazione e menarsi con Lotito tenendo le parti degli Agnelli.
    Che dire. Buon Natale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 4 settimane fa

      credo che tu abbia intuito il male profondo che alberga nel Toro. Almeno secondo me.
      Se guardi bene, le nostre partite finiscono proprio contro i pronostici. vinciamo quando dovremmo perdere e perdiamo quando dovremmo vincere… oltre naturalmente a quello che hai scritto tu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. gianni bui - 4 settimane fa

    È una questione di tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. michelebrillada@gmail.com - 4 settimane fa

    che squallore ma la soluzione rimane quella di non andare NESSUNO allo stadio e lasciare da solo mister porte chiuse al filadelfia e la società (eufemismo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 4 settimane fa

      infatti la società è composta da una persona

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Forvecuor87 - 4 settimane fa

    Società datti una svegliata se ancora ci sei!
    Situazione a dir poco imbarazzante su tutti i fronti non solo quello tecnico ma anche societario!!! Siete semplicemente vergognosi!
    Un allenatore strapagato che non sa nemmeno lui la scorsa stagione come ha fatto ha fare un girone di ritorno a quei livelli e infatti parla solamente di quello!
    E non ti azzardare mai più a parlare della tifoseria dato che hai preso il vizio a tutte le conferenze di prendertela con i tifosi!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Guevara2019 - 4 settimane fa

    E lo credo che non è a rischio, Cairo dopo la vittoria contro l’Atalanta gli ha fatto un contratto riservato, e ora non lo può licenziare altrimenti lo dovrebbe pagare per altri due anni e mezzo.

    Non si spiegherebbe altrimenti dopo molti flop seriali,ce lo teniamo anche se dovessimo retrocedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro Forever - 4 settimane fa

      Mi sa tanto che è proprio così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

      Allora se è così bisogna solo augurarsi che abbia ancora un minimo di dignità e dimettersi per amore di questo sport.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 4 settimane fa

        Figuriamoci, pochi allenatori si dimettono rinunciando al contratto e buonuscita.
        Vedremo se farà il Signore!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 4 settimane fa

      Se fosse davvero così cairo dimostra nuovamente la sua totale incompetenza in merito a questo particolare business che è il calcio, visto che già dello sport calcio e della squadra Toro ha già dimostrato ampia incompetenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. claudio sala 68 - 4 settimane fa

    A prescindere dai risultati il progetto tecnico di WM direi che è fallito, i problemi sono sempre i soliti (lo scorso anno anche al ritorno perdemmo con Bologna ed Empoli) anzi si sono amplificati, di fatto non riusciamo mai a fare risultato quando potrebbe dare una svolta.
    Oltretutto WM non ha neppure feeling con i tifosi, per cui tocca alla società se finire la stagione con questo tecnico, oppure già provare ad impostare qualcosa adesso. Certo che di tecnici liberi validi in questo momento non ne vedo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. PietroCuoreGranata - 4 settimane fa

    La cosa che più mi rattrista del mio Toro è che da troppo tempo ci siamo infognati nella Teoria degli Alibi,spiegata magistralmente dal Grande Julio Velasco e che vale non solo nel volley,ma in qualsiasi sport o campo della vita.Purtroppo ci ritrovo molte similitudini..W Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 settimane fa

      Se lo chiamano piangina e al presiniente bracciamozze un motivo ci sarà pure. Continuiamo così, che siamo sulla buona strada

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Toro Forever - 4 settimane fa

    …dall’Atalanta!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 4 settimane fa

    C’è solo una cosa da fare: NON ANDARE ALLO STADIO FINCHÉ NON CAMBIA QUALCOSA.
    tutto il resto è fuffa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

      Sacrosanto! Ne vederli alla tv. Io mi sono stancato di intossicarmi le giornate e litigare con chiunque mi stia intorno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Toro Forever - 4 settimane fa

    Cairo oggi è disperato!!! La sua Squadra del Cuore ha perso. Ne ha presi 5 dell’Atalanta!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 4 settimane fa

      Infatti Pioli ha risolto tutto, ribaltato il Milan come un calzino e dato una svolta alla stagione, 3 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toro Forever - 4 settimane fa

      …dell’Atalanta!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro Forever - 4 settimane fa

        dall’Atalanta!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. eurotoro - 4 settimane fa

    inutile sperare..anche quest’anno sarà x l’anno
    prossimo! !!..1 passo avanti 2 passi indietro…evidenti sintomi di non starci con la testa..non era solo nkoulu a voler andare!!! che tristezza agghiaggiande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. GlennGould - 4 settimane fa

    La soluzione è sotto i nostri occhi, ma nessuno la vuole vedere.

    Fuori Vigato Mazzarri e Bava, Cairo in panchina, ds e magazziniere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Granatissimo1973 - 4 settimane fa

    Ma quali sono questi famosi big che se ne dovrebbero andare scusate?

    Io a parte Sirigu non ne vedo, fatemi qualche nome.

    Ansaldi? Bravo si ma discontinuo e cmq i big sono altra roba.

    Belotti? Gli voglio in bene dell’anima ma son più quelli che sbaglia che quelli che fa.

    Izzo? Nkulu? Con tutti i goal che prendiamo….potremmo giocare con Bonifazi e Bremer.

    Iago è sempre rotto, e poi?

    Io davvero big in questa squadra non ne vedo, forse dovrei cambiare oculista…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      E quindi sarebbe ora che cairo oltre a rabbonirci e a esserci, tirasse fuori un po di quattrini SUOI , e comprasse un paio di giocatori di alto li ello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Innav (CAIRO VATTENE) - 4 settimane fa

    Cairo è una lerda di uomo. Pieno di se, in realtà porta borse di poteri forti, di suo potrebbe avere un’edicola, incapace di dare una programmazione e per giunta senza soldi. Galleggia peri 60/70 milioni delle TV. Persino Cimminelli avrebbe potuto far meglio con questi soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Ardi - 4 settimane fa

    Oltretutto, nonostante lo scempio del nostro girone di andata, se avessimo vinto le ultime due partite, saremmo settimi a 26 punti, grazie alla scarsezza generale del campionato. Pensate poi, se avessimo vinto tutte o quasi le partite contro le ultime saremo stati in alto. Quello che voglio dire è che ci vorrebbe poco per brillare in questo campionato, invece siamo lo zimbello della serie a

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jimmy - 4 settimane fa

      La Cairese è per definizione la squadra del “se”. Da 15 anni a questa parte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. Antoniogranata76 - 4 settimane fa

    Ma si teniamoci Mazzarri,alla fine dell’anno, dopo essere arrivati tra il decimo ed il quindicesimo posto, andranno via Belotti, Sirigu ed Ansaldi, a gennaio cediamo Bonifazi,senza prendere nessuno, Izzo, Nkoulu sono già con la testa ad altre squadre e così la prossima stagione lotteremo per la salvezza, il nostro presidente, che nel frattempo non avrà preso un direttore sportivo vero,affermerà con soddisfazione “direi bene” chiedo scusa per il linguaggio, ma andate a fare in culo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 4 settimane fa

      Ah, tra un po’ si libera pure Pioli, ovviamente per il prossimo anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pep4x4 - 4 settimane fa

      Fosse come dici tu, o anche peggio, ma molto peggio, lo accetterei, mi basterebbe che l’arruffone ed il somaro sparissero per sempre, anche rapiti dagli alieni. Per questo motivo che il mio tifo lo sposto momentaneamente verso BLACKSTONE: che ci liberi dalla disgrazia che ci è arrivata addosso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. Ardi - 4 settimane fa

    Come già avevo scritto, credo che la prossima estate sarà l’anno in cui tutti i big se ne andranno. Come dargli torto. L’avvoltoio dirà che è una loro scelta, senza spiegare che è la conseguenza del nulla societario. Visto che fare qui il salto di qualità cercheranno una squadra con cui farlo. Belotti ha 26 anni ed ha già avuto fin troppa pazienza e comprensione verso la maglia. Bisognerà vedere se i loro prezzi di vendita saranno plausibili, o se ci sarà del nero. Vedremo anche quanti e come i soldi incassati verranno reinvestiti. L’unica speranza è che metta seriamente in vendita la società , il prezzo che chiederebbe sarebbe garanzia che non arrivino disgraziati. Si dovrà solo pregare che arrivi qualcuno di meglio, ma il tentativo va fatto e con dietro una società specializzata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 4 settimane fa

      Certo dovrebbe mettere in vendita il Toro ad un prezzo equo, se sparasse 300 milioni, grazie al caxxo che nessuno poi rileverebbe la società

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. Ardi - 4 settimane fa

    Ha pure dichiarato che era una sconfitta già scritta e che contro il destino non si può nulla. Oltre ad aver perso per tre volte contro l’ultima in classifica di turno, fa pure certe affermazioni completamente fuori dal mondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      E poi non si può usare la parola vergogna legata ad uno sport. Un professionista da 2 milioni di euro che parla di stregoneria…ridicolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. Ardi - 4 settimane fa

    Quali altri danni deve fare questo allenatore per essere esonerato?! Dar fuoco al Fila? Forse così non sarebbe più il nostro allenatore, ma solo perché in galera e non per scelta societaria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. Héctor Belascoarán - 4 settimane fa

    Che dite:lo rifacciamo il sondaggione per Mazzarri? 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SIMOLINCE - 4 settimane fa

      Lascia perdere, sono taroccati, non lo hai capito?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Filadelfia - 4 settimane fa

      Fatene uno anche su Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. SemperFidelis - 4 settimane fa

    Vado controcorrente e dico dopo un girone di ritorno dell’anno scorso era difficile esonerare mazzarri e ho difeso il tecnico fino a ieri sera.
    Il pareggio di verona la sconfitta di ieri fa capire di un tecnico che non sa più gestire la squadra. Anche a cairo che ha delle colpe ma inferiori rispetto a squadra e tecnico converrebbe cambiare ci rimetterebbe 6 mesi di stipendio ma placherebbe l’insoddisfazione dei tifosi (del tutto legittima) e a punti non penso che wm possa fare meglio di chiunque altro.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. Fabry - 4 settimane fa

    Non voglio difendere Cairo per carità ma in estate lui ha fatto semplicemente quello che aveva chiesto il mister,confermare tutti (con rinnovi contrattuali anche) e comprato Verdi e Laxalt,non aver rimpiazzato Petrachi l’ unico sbaglio,ora vediamo come ne esce Cairo,e dire vattene è troppo facile adesso ad agosto nessuno lo diceva,poi chi ti compra la società,un fondo, un cinese,un italoamericano vedi Fiorentina che mi sembra sta peggio di noi.Calma e gesso,ma il manico va cambiato la squadra non lo segue più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 4 settimane fa

      Lo dico da 7 o 8 anni almeno che se ne deve andare. Non da settembre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 settimane fa

      L amerista facendo Peggio, ma è al primo anno noi al primo anno eravamo in b . Lui ha comprato Ribery. In 15 anni non abbiamo raggiunto alcun risultato sportivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  62. michelebrillada@gmail.com - 4 settimane fa

    ormai questo fenomeno che chiude le porte agli allenamenti (a vedere come corriamo sembra che le chiuda per non fare vedere che non fanno nulla poichè abbiamo sempre l’autonomia di un tempo o il primo o il secondo )è bollito e lesso non ha piu la squadra in mano basta vedere le sostituzioni di ieri i giocatori sostituiti non lo considerano neanche piu quando escono dal campo è veramente giunto al capolinea

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 4 settimane fa

      Forse i giocatori sono stanchi e durano mezzo tempo perché dormire in auto, tra un allenamenti e l’altro non è facile. Ma ci rendiamo conto che non spende nemmeno i pochi soldi necessari a completare il Fila?! Per non parlare del robaldo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

    Su tutto sport si parla dì contatti con Nicola. Stiamo a vedere,ma qualcosa deve pur succedere. Adesso ci sono alcuni giorni per pensare alla scelta migliore possibile. Magari ce lo porta Babbo Natale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 4 settimane fa

      Credete ancora alle panzane di quel giornale gobbo a prescindere? Sono anni che non lo compro e non lo leggo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 4 settimane fa

      Chi lo contatta Nicola? Barile? Comi? E poi quando arriva Nicola? Cosa capita? Quello che capita ad Udine, Brescia, Genova, Milano. Niente. Gli stessi risultati di prima. Non si vuole andare avanti con Mazzarri?(ma chi decide? Cairo?bava?) nessun problema. Si arriva a fine anno con lui e da oggi si cerca un allenatore su cui si crede e si lavora con lui per creare la squadra del prossimo anno. Non so te cosa ne pensi. Ma se io devo progettare un toro che punti con convinzione all Europa per la stagione a venire non lo farei con Nicola. Il calcio ha bisogno di certezze e progettualità. Non di accontentare una piazza isterica buttando via 1 milione di euro per 6 mesi con Nicola longo papadopulo o chicchessia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 settimane fa

        Ma certo. 2 considerazioni però, con mazzarri andando avanti così si rischia di finire in un gorgo che non voglio nominare, e anche se qualcuno dice che non bisogna usare questa parola per uno sport ,per me si tratterebbe di una cosa vergognosa. La seconda è che noi ogni 2 anni dobbiamo ripartire da zero ,col risultato di non avere MAI alcuna crescita.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. pep4x4 - 4 settimane fa

          E poi chi l’ha detto che Nicola non sia, invece, molto in gamba?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Rugge - 4 settimane fa

        Nicola non sarà da “Europa”, ma è da “Toro”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. Filadelfia - 4 settimane fa

    Il problema sta nel manico aziendale cioè Cairo. Siamo senza un minimo di struttura societaria. Manca un DG alla Marotta e un DS vero. Tutte queste carenze si ripercuotono a cascata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AUGUSTO - 4 settimane fa

      Sante parole!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pep4x4 - 4 settimane fa

      Se è per quello, manca anche un presidente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  65. gianTORO - 4 settimane fa

    Senza parole. Ho difeso mazzarri sino ad ora e ancora nn riesco a capire come la squadra del girone di ritorno dello scorso sia diventata questa….sono convinto serva ora una svolta se nn altro anche per scuotere squadra e ambiente.
    Ma nn penso che sia Longo la soluzione , sono convinto serva un allenatore esperto e di talento riconosciuto dai giocatori. In questo momento Longo sarebbe bruciato subito perché nn ha il carisma e l’esperienza per gestire nazionali e giocatori di livello.
    L’unica protesta a mio avviso che potrebbe servire per l’incentivo all’esodo di Mazzarri sarebbe una comunicazione di tutti i club, senza toni da padroni del vapore o arroganti, che se nn viene cambiato nessuno andrà più allo stadio. Una unica comunicazione sottoscritta da tutti. Toni calmi ma frrmi. E poi ovviamente in base alla risposta di Cairo bisognerà confermare quanto scritto., e cioè sino al cambio nessuno allo stadio…ma neanche fuori dallo stadio per protesta. Nessuno si deve presentare. Pronti poi a ritornarci e sostenere la squadra dla
    Primo mi uto con un mister nuovo. Questa é l’unica possibilità secondo me.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  66. AUGUSTO - 4 settimane fa

    Un’altra bella notizia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabry - 4 settimane fa

      Il bicchiere è colmo non se ne può più,quando si perde 3 volte dall’ultima in classifica c’è qualcosa che non va nel manico,a ogni partita gli stessi errori eppure lui dice abbiamo lavorato tanto in settimana per correggere gli errori,che puntualmente si ripetono,questo vuol dire che gran parte della squadra non lo segue più,e pensare che Cairo dopo Atalanta Torino 2-3 voleva rinnovargli il contratto meno male che dopo si è perso con il Lecce in casa.Darei un opportunità a Nicola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. AUGUSTO - 4 settimane fa

        Non sono un intenditore, quindi non posso entrare nel merito delle questioni tecniche.
        Vedo però, da tifoso comune, che in questa società di Granata non c’è niente e nessuno, nè spirito nè persone.
        In questo senso sarei contento di vedere alla guida Moreno Longo, che non so se sia un fenomeno ma è uno del Toro e da Toro.
        Tra l’altro, mi erano piaciute moltissimo le sue parole quando, dopo gli eccellenti risultati con la Primavera, aveva forse sperato che gli affidassero la prima squadra. Nessuna recriminazione, ma semplicemente: ‘mi sarei fatto trovare pronto’.
        Anche Nicola a livello personale mi piace.
        Però, forse, si se mette una persona così in mezzo al mare di finto perbenismo berlusconian-milanese che ci invade, si rischia di sprecarla.
        Bisognerebbe cambiare dalle fondamenta.
        In ogni caso, mi tengo i miei dubbi e saluto i tifosi granata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ardi - 4 settimane fa

        Granatissimo, che la gestione cairo sia un fallimento sotto tutti gli aspetti a parte per i conti a posto è lapalissiano. Allora perché non mettere seriamente in vendita il Toro avvalendosi di una azienda specializzata? Rischio che arrivi qualche scappato di casa è pari a zero, perché chiederebbe molti soldi, a quel punto vedremo se davvero dopo cairo c’è un buco nero e nel caso ce lo terremo. Certo la società dovrebbe essere venduta al giusto prezzo, perché se Pare che a gennaio vadano via Bonifazi falque zaza edera millico. Vedremo cosa succederà con Belotti Izzo n’koulou, che anche se non venissero venduti subito, dubito resteranno a Torino nel mercato estivo. Scusate ma per Belotti c’è ancora la clausola 100 milioni sulla vendita all’estero? Non che creda serva a qualcosa uno sproposito, grazie al cavolo che nessuno comprerebbe il Toro e non si potrebbe dire: visto nessuno vuole il Toro. sempio, scommesso 10 mila euro al minuto 65 di Verona Torino scommettendo sul pari. Quanti soldi si prenderebbero?!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  67. ALESSANDRO FIENAURI - 4 settimane fa

    Moreno Longo è sarebbe un bene secondo me, conosce l’ambiente è preparato e giovane e poi peggio di Mazzarri sarebbe impossibile. Non condividi chi dice che cambiare ora sarebbe un rischio. Vedi la Lazio con inzaghi, e salito in panchina dopo una finale primavera proprio con il Toro di Longo. O vogliamo continuare senza nessuno stimolo. Comunque alla base di tutto rimane il cambio societario dopo questi 15 anni in cui il Toro ha perso l’anima di guerriero e di tanti altri attributi che ha fatto la nostra storia e ci faceva distinguere anche nei derby ed in Europa fino al 1995 l’era di Borsano….poi tutto è finito li. È ora di tornare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  68. giacki - 4 settimane fa

    Comunque non possiamo dire che non si vede la mano del mister….la squadra ormai affronta le partite con paura….come mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  69. subcomandante - 4 settimane fa

    …e di conseguenza continueremo a navigare al buio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato (quello vero) - 4 settimane fa

      …a fari spenti, è la nostra specialità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. subcomandante - 4 settimane fa

        Si. Più che nostra di sta società di cui l’unico interesse é la visibilità del presidente. Ma prima che prendesse il toro chi lo conosceva Cairo ?? La mamma..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  70. Mario66 - 4 settimane fa

    Mazzarri ormai ha ampiamente dimostrato di non essere all’altezza della situazione gli stessi giocatori mi sembrano in rotta (vedi ieri berenger e lukic) ma ormai cambiare ora che per noi il campionato è finito non ha senso. Cairo poi non lo cambierebbe mai ma le sue motivazioni sono solo di natura economica. A gennaio poi non ha mai operato sul mercato tranne l’anno della rivoluzione dei peones.
    Quanto a programmazione e poi Cairo non ne ha mai fatta perché farla adesso.
    Morale? Sara per noi tifosi del TORO un patimento fino alla fine della stagione e un tormento il prossimo mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  71. subcomandante - 4 settimane fa

    Il problema è la società. Già detto. Sono d accordo con chi dice che non serve mandare via Mazzarri ora. Servirebbe il prossimo anno un allenatore con vista sul futuro e tutta una serie di cose organizzative..ma purtroppo non possiamo decidere noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 4 settimane fa

      Io penso che invece razionalmente sarebbe meglio cambiare adesso. Il prossimo anno se ne andranno in tantiper loro scelta…difesa da ricostruire ckme anche centrocampo e attacco. I pezzi pregiati se ne andranno e come dargli torto! Belotti stesso spero per lui se ne vada.
      Quindi penso sarebbe meglio cambiare ora come scelta propedeutica al futuro….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  72. renato (quello vero) - 4 settimane fa

    Dimenticavo. Cambiare l’allenatore secondo me non è cadere dalla padella nella brace perchè nella brace ci siamo già…
    Vedo molto bene uno come Nicola (meno bene Longo) che ha grinta, gioco e soprattutto voglia di “fare” e non di “dimostrare”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  73. Andreamax - 4 settimane fa

    Cari fratelli, qualcuno mi spieghi, e parlo da Mazzariano convinto (ormai ex)che senso hanno le parole del tecnico allorquando asserisce che la partita era stregata, che quando non va non ci si puo’fare nulla, siprassuede x carita’di patria sul campo pesante. Mazzarri ma noi siamo il TORO, abituati a lottare contro tutto e tutti, contro il destino avverso, contro mafie varie, contro arbitraggi al limite del lecuto(sguizzato docet), contro il sistema intero, e lei viene a dirci che quando non va, non va, ma la smetta e se ne vada. Rimango basito e sconcertato sul mutismo di Cairo, che pure ho sempre apprezzato, qualcuno mi spieghi, grazie. FORZAVECCHIOCUOREGRANATA!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Allora se le partite sono stregate, prendo un esorcista non un allenatore . Allora che serve pagare uno 2 milioni di euro ma vi pare una considerazione professionale? Per molto meno vado ad allenare io.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  74. renato (quello vero) - 4 settimane fa

    Avranno una settimana di tempo per riflettere???
    Veramente avrebbero dovuto cominciare a riflettere dalla fine di agosto, non dalla prossima settimana!
    Mi viene in mente quella bellissima e tristissima canzone di Luigi Tenco: vedrai, vedrai, non son finito ormai, non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  75. garibb_307 - 4 settimane fa

    Senza obbiettivi non ha senso cambiare allenatore. Finchè c’è questo presiniente questo è il toro.
    Il TORO si amerà sempre altrimenti non saremmo a scrivere su questo sito.
    L’unico da esonarare dopo 15 anni di senza obbiettivi, 2 partecipazioni alla Europa League passando da un buco della recinzione, una vittoria di un derby mi sembra veramente poco anzi pochissimo è solo il presiniente.
    Ci vorrebbe una contestazione di massa sotto alla sede di Cairo e fargli capire che il popolo granata non lo vuole più. Anzi partire dalla D che con un fallito del calcio al comando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 4 settimane fa

      Ripartire dalla D anche no. Cairo stesso ha interesse (meramente economico) a nn avere una squadra in una serie minore perché perderebbe valore. Va bene una protesta di massa ( se mai si riuscisse..,ma la vedo difficile) ma senza celodurismi o toni arroganti. Chi urla ha sempre torto e spesso nn ottiene risultati perché l’urlo da una soluzione momentanea solo per far smettere il fastidio. Una protesta grande ma silenziosa che possa coinvolgere anche le famiglie che nn parteciperebbero mai ad una protesta di potenziali violenti. Almeno questo per quanto riguarda il tifo sano vero e “pulito” senza interessi più o meno leciti…
      Come scritto prima per me l’unica soluzione é lo stadio vuoto. Annunciato e realizzato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  76. Pesce - 4 settimane fa

    premessa: non sopporto Mazzarri, non l’ho mai sopportato, lo caccerei oggi, ieri, un mese fa, anzi non l’avrei mai preso (e su questo forum l’ho scritto talmente tante volte che non c’è il rischio che possa essere smentito).
    MA…, oggi come oggi, mi turerei il naso e me lo terrei: sulla piazza non c’è nessuno di buono, perlomeno per mettere in piedi un progetto a medio termine (penso a gente come De Zerbi, D’Aversa, Di Francesco, Giampaolo, magari anche Liverani o altri). Oggi si potrebbe trovare, forse (perché non so in quanti accetterebbero un contratto di soli 6 mesi), un “traghettatore” alla Moreno Longo. ma la domanda è “siamo sicuri che con questo nuovo allenatore non si cada dalla padella alla brace?”. Con quell’incapace, incompetente, antipatico…. di Mazzarri siamo abbastanza sicuri che 40 punti li facciamo, con un altro questa certezza non è così certezza. Tanto ormai il sesto posto è irraggiungibile, tra l’ottavo e il sedicesimo non cambia niente, non c’è nessuno con cui iniziare un progetto, a questo punto turiamoci il naso e sopportiamo Mazzarri fino a Giugno.
    Nel frattempo non sarebbe male se il nostro lungimirante Presidente cominciasse a muoversi per contattare qualcuno di buono per la prossima stagione. Ma questa forse è pura utopia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 4 settimane fa

      Inzaghi ha iniziato alla Lazio con la sola esperienza che gli veniva dalla primavera, in pochi credevano in lui, eppure ha fatto bene. Certo aveva una rosa diversa dalla nostra, ma i giocatori di qualità non danno la certezza di ottenere risultati, ci vuole anche un bravo allenatore. Hai ragione quando dici che a questo punto della stagione è difficile programmare, però siamo anche in un vicolo cieco, c’è la contestazione, i risultati non arrivano, il gioco nemmeno, la squadra non è serena. Cairo non lo si può esonerare, l’unico che può essere esonerato è Mazzarri, e potrebbe servire a dare una scossa all’ambiente. Longo un po’ di esperienza se l’è fatta, e alla fine potrebbe rivelarsi una bella sorpresa. In fin dei conti quest’anno non abbiamo obiettivi, dobbiamo solo salvarci, e con questa rosa, in questo campionato, basta essere sereni e avere uno spogliatoio coeso per riuscirci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  77. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

    Per togliermi l’amore e l’interesse definitivamente per questa squadra che dura dal lontano 76 manca solo la vendita di Belotti che mi auguro con tutto il cuore x luiche avvenga già a gennaio,la conferma di Mazzarri o addirittura che prenda Guidolin.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  78. GioTORO - 4 settimane fa

    Fino a quando non si andrà a contestare in massa davanti alla Cairo Communication non capiterà nulla d’importante, anzi, ci spegneremo sempre più perchè questo è il progetto… Sono un ex abbonato in Maratona, ai miei tempi per molto meno ci saremmo mobilitati… dove sei finito tifoso del Toro? Dov’è finita la tua anima? Con che spirito sali ancora a Superga? Abbiamo una società che non esiste, una microdirigenza che non è tifosa, ma allora!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GioTORO - 4 settimane fa

      Grazie per i non mi piace, non avete a cuore il Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. valex - 4 settimane fa

        Non farci caso. I non mi piace sono dei servi del club Mazzarri Boys.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  79. Sempretoro - 4 settimane fa

    Mimmo e tutti quelli come te dove siete?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  80. ToroNelCuore - 4 settimane fa

    L’allenatore va esonerato senza se e senza ma. Ha fatto pure incazzare Berenguer, che non ha mai battuto ciglio, perchè la sua sostituzione era completamente illogica (“perché proprio me?”)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  81. ALESSANDRO 69 - 4 settimane fa

    Io ho sempre difeso Mazzarri, come ho sempre difeso Mihailovic e Ventura. Non me ne vergogno perché penso che tutti e tre pur con il loro limiti e errori siano uomini che sanno di calcio molto più della maggioranza di noi Leoni da tastiera. Oggi non difendo Mazzarri in nome di una stupida coerenza, semplicemente ho la netta sensazione che non sia lui il problema principale,aggiungo ” magari fosse solamente lui il problema…”.Il problema è che secondo anche la società sa che non è lui il problema principale ed è per questo che preferisce confermarlo onde evitare una possibile deriva che ci farebbe piombare in B alla velocità della luce. Semmai però amareggia che la società non si interroghi sui propri macro errori . Un mio amico noto ristoratore un giorno mi disse : ” L’organizzazione e l’efficienza di un locale la si capisce già dal momento che si varca la soglia aprendo la porta, se cigola o no è già un segnale…..”
    Nel nostro caso oserei dire che di cigoliii ce sono fin troppi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 4 settimane fa

      Quoto ogni singola parola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. leggendagranata - 4 settimane fa

      Non sarà il problema principale, ma è un gran bel problema ed infatti la società se lo tiene (almeno così pare) perchè non sa che pesci pigliare per non fare la frittata. Ma Mazzarri ormai lo si conosce bene, caro Alessandro 69, uno che guadagna troppo per quello che dà in termini di valore aggiunto, uno che ha lasciato andare via un signor centrocampista come Ljajic, senza chiedere un sostituto di valore, uno che ha da subito messo in chiaro che Soriano e Zaza non gli andavano a genio (nonostante i soldi spesi dalla società per ingaggiarli), uno che chiede Verdi e Laxalt e non pensa a rinforzare il reparto più problematico del Toro, il centrocampo. Se poi dici che al Toro ci sono anche altre carenze, in primis quella di una società con uno staff dirigenziale molto debole, sono d’ accordo, ma Mazzarri è un gran bel problema.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 4 settimane fa

        X correttezza d’informazione x Soriano non si è speso nulla essendo in prestito senza obbligo di riscatto. Infatti a gennaio è stato mandato via.
        Discorso ben diverso da Zaza che è stato preso xké gli è stato offerto non xké lo si cercasse.
        In un anno e mezzo wm ancora non ha capito se e in che modo posso coesistere Gallo e Zaza.
        Neanche con l’ultima in classifica. Ciò dimostra la pochezza di tale personaggio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 4 settimane fa

      Uomini che sanno di calcio certamente, ma non certo degli illuminati semidei . E visto che la loro remunerazione è particolarmente generosa proprio perché sanno di calcio, quando non ne sanno abbastanza per portare risultati dovrebbero essere allontanati senza pretendere di essere troppo osannati.in particolare aver 21 punti in classifica dopo 17 partite con questa squadra non mi sembra un gran viatico per essere annoverati nel Guinness dei primati degli allenatori più capaci ,con una squadra come la nostra e in un campionato come il nostro. Non voglio sembrare supponente ma noi stessi leoni da tastiera avremmo potuto a nostra volta fare qualche punto in serie a con questa squadra e non troppi di meno di quelli che abbiamo ora senza aver peraltro 2 milioni di euro in tasca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 4 settimane fa

        Il curriculum di Mazzarri lo conosci molto bene e pur non essendo un fenomeno nemmeno si può dire che nella sua carriera sia stato fallimentare. Che improvvisamente sia diventato un brocco e non sa più mettere una squadra in campo non lo trovi inverosimile???
        E in ogni caso è la società che lo ha scelto e lo sta confermando, quindi la società è la prima responsabile..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 4 settimane fa

          Certo , per me è assolutamente inverosimile. Se devo dire la verità penso anche ci possa essere qualcosa sotto, ma per non essere accusato di dietrologia, dico che come minimo non sa cosa fare. Non aiutano certe sue dichiarazioni sulle partite stregate , non sono cose che dovrebbe addurre come alibi un professionista. Credo che la responsabilità principale sia della società e il peccato di presunzione del nostro presidente di poter fare a meno di una struttura e di un ds. Arrogando a se la capacità di poter far tutto. Deve rendersi conto che purtroppo per noi non lo è. Non lo farà mai , ma per me in questi 15 anni ha dimostrato solo di essere un navigato imprenditore risanatore di aziende. Totalmente incapace di stimolare la piazza oltre ad essere un avaro cronico accentratore.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. ddavide69 - 4 settimane fa

      In quanto alla società avrei già steso da tempo una pesante coltre pietosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. ddavide69 - 4 settimane fa

      In quanto alla società, avrei già da tempo stesso una pesante coltre pietosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. torracofabi_13706409 - 4 settimane fa

      Ormai a parecchi di noi si sono consumati i polpastrelli a furia di citare giustamente ljiaic, Soriano, Zaza, e tutti gli altri messi in campo fuori ruolo….. Ogni domenica è un dejavu. Qualsiasi società a questo punto avrebbe esonerato il mister, noi no. Forse avevo ragione quando ho ipotizzato che Cairo gli ha rinnovato il contratto prima della partita con il Lecce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  82. Jerry - 4 settimane fa

    Penso che la partita di ieri sera, abbia dimostrato a i più, che sia ora di cambiare. Mazzarri è in confusione totale. Lo dimostrano, la formazione messa in campo all’inizio, è le sostituzioni effettuate duramente la partita. Mi spiego. Entri in campo e concedi là superiorità numerica a centrocampo giocandoti 3-2 a favore dei ferraresi, che logicamente ha sfruttato la superiorità, giocando un calcio semplice ma efficace, arrivando a essere pericolosi già prima del gol del pareggio. Entri nella ripresa non cambi nulla, è lo fai solo costretto dall’espulsione di Bremer, trovi la quadra pareggiando la superiorità a centrocampo, mettendo Meité, ma togliendo il giocatore sbagliato. Torni ad attaccare, decidi di mettere Zaza,è che fa’? Sbaglia il cambio è non toglie Verdi( che era da togliere prima al posto di Berenguer) e toglie Lukic, regalando non solo l’uomo in più, ma pure la superiorità numerica a centrocampo a i ferraresi, che puntualmente vanno in gol con Petagna e si mangiano il tre a uno con il medesimo. Ora dopo questa dimostrazione di sagacia tattica, è mettendo in conto tutte le partite dall’inizio a ieri sera, un presidente che ne capisce un po’ di calcio, cosa dovrebbe fare, secondo voi? La risposta è lapalissiana…. ma siccome Cairo di calcio, non capisce una cippa, è in società ha persone, che pur di mantenere la poltrona non lo contraddice mai, si tira a campare, con buona pace per noi tifosi, che SIAMO IL TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  83. Athletic - 4 settimane fa

    Perfetto, quindi la contestazione continuerà o diventerà anche più pesante, l’ambiente più teso e noi vedremo tante altre partite come quella di ieri. Direi bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  84. Giancarlo - 4 settimane fa

    Come siamo caduti in basso! Avevamo forse più dignità (il Toro aveva) quando giocavamo in B. Società assente e disorganizzata, “allenatore” in trance, ma, mi pare, lasciato solo a gestire un ambiente allo sfascio. Giocatori irriconoscibili e forse sul piede di partenza. I tifosi? incazzati ed assenti (allo stadio). Però sono gli unici “clienti” della Spa Torino FC, forse in esaurimento, forse perchè qualcuno dall’alto vuole questo? Una persona di buonsenso penso non tiferà mai per strisce bianco-nere pure se rimanessero l’ultimo calcio a Torino e Piemonte (interpretatela come volete). Rileggo, sono righe un pò confuse, come me, ma è esattamente ciò che penso, cioè stiamo andando del c…o.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Infatti la nostra società è assolutamente una società di serie b, anzi forse di serie c per come è organizzata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  85. Paul67 - 4 settimane fa

    Il male va estirpato alla radice.
    CAIRO GAME OVER.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  86. granata63 - 4 settimane fa

    Un cagasotto in confusione. Ecco cosa è Mazzarri in questo momento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  87. granata63 - 4 settimane fa

    Adesso che ho letto questo articolo, mi sento sollevato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  88. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 settimane fa

    Risvegliarsi e trovarlo ancora al timone del Toro è forse peggio di quando ieri sera ha parlato del campo pesante e delle sue disgraziate scelte tecniche.
    Il problema è che oggi ormai sono disponibili solo traghettatori (vedi la Viola costretta a prendere probabilmente Iachini )
    Oggi la scelta meno rischiosa sarebbe Nicola o Longo, ma Cairo preferisce da sempre i vecchi tromboni, quindi sarebbe più facile un Prandelli o Guidolin, che non mi fanno impazzire. Anche se meglio sarebbero di WM.

    Ad ogni modo mi sa che parliamo di aria fritta. Mazzarri resterà fino a giugno e vediamo dove ci porterà.

    Auguri a tutti noi, per Natale, per l’anno che verrà e per sopportare ancora tutto questo Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 settimane fa

      Anche io ho aperto sperando in un cominicato stampa ma ovvio, niente.
      Vorrei un Longo o un De Nicola, per mettere il cuore in campo e qualche giovane della primavera in piu’
      Si va cosi’ fino a fine anno e si vendono gia’ a gennaio gli stronzi che credono di meritare squadre che giocano in europa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 4 settimane fa

        De Nicola ricordo fosse un parlamentare del dopoguerra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 settimane fa

      Prawn, concordo che la scelta migliore oggi sarebbe un mister dal cuore granata, visto che di bravi e alla portata in giro non se ne vedono.. ma come ho scritto prima penso che Cairo preferisca sempre allenatori di vecchio stampo (De Biasi, Zaccheroni, Ventura, Mazzarri ). Sinisa fu un’eccezione e di fatto non gli piaceva nemmeno visto che lo mandó via ai primi scricchiolii, a differenza di WM che sta facendo crollare tutto ma è ancora qui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  89. leggendagranata - 4 settimane fa

    Di primo acchito mi verrebbe da dire: “Peccato!”. Ma, ragionando a mente fredda(per quanto possibile), non vorrei che si cadesse dalla padella (mazzariana) alla brace di un avvitamento verso il basso, con rischio retrocessione. La verità è comunque che l’ ingaggio di Mazzarri è stato un errore: troppo costoso, troppo datato il suo gioco (anche se lui non è vecchio). Mazzarri è un difensivista cronico, che oggi sbanda, non sa che pesci pigliare; lui stesso ha candidamente ammesso ieri dopo la sconfitta con la Spal: “Anche se eravamo in dieci ho messo un attaccante perchè tutti mi chiedono di mettere attaccanti…”. Insomma, scarsa personalità. Ma anche cocciutaggine nel non schierare Zaza (in gran forma) al fianco di Belotti, per picconare sin dall’ inizio la non certo granitica difesa della Spal. Ma Mazzarri dovrebbe anche pagare per due campagne acquisti molto costose e in parte inutili. Possibile che non si sia reso conto che con la partenza di Ljajic a centrocampo c’ era un buco da colmare e abbia chiesto una punta (Verdi) e un terzino (Laxalt)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  90. jimmy - 4 settimane fa

    Non avevo dubbi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  91. Policano - 4 settimane fa

    Ma vaffanculo Cairo e mazzarri acattone parassita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  92. Simone - 4 settimane fa

    Xké questo millantatore gode di così tanti crediti da parte del presidente?
    Gli altri sono stati cacciati x molto meno.
    Xké dobbiamo ancora sopportare questo personaggio?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. crocian_786 - 4 settimane fa

      I perche sono 2
      1- ci vorrebbe una dirigenza competente (Bava??) E un presidente incazz per decidere il cambio
      2- appurato il punto 1, dimmi quale sedicente si tecnico vorrebbe sedere sulla nostra panchina.
      Ti basta?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 4 settimane fa

        quei due punti e poi c’e’ sempre il dubbio che WM abbia gia’ firmato di nascosto il rinnovo, magari pure con un aumentino visto che ha fatto cosi’ bene a fare schifo per un anno e mezzo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Simone - 4 settimane fa

        La fuori è pieno (!!!) di allenatori.
        Chi vorrebbe andare alla Samp?e c’è andato Ranieri
        Chi vorrebbe andare alla Viola?e x ora pare vada Iachini fino a fine stagione.
        A noi serve uno che traghetti la squadra fino a giugno e non ci faccia più vedere il gioco penoso di questo personaggio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  93. Nero77 - 4 settimane fa

    Cambio allenatore?E chi rimborsa i soldi al Presidente?Prepariamoci per un mercato di riparazione..il 31 gennaio alle 23:00 arriverà qualche scarto e un semisconosciuto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  94. pupi - 4 settimane fa

    Credo che il problema principale sia la mancanza di allenatori plausibili a spasso. Ci sarebbe l’opzione traghettatore ma non ha mai portato troppa fortuna. Di Grosso, Tiago Motta, Gattuso e compagnia cantante son piene le fosse, o Iachini, responsabile della retrocessione di un Empoli che, con l’allenatore precedente e poi tardivamente rimesso al suo posto, giocava da dio. Mazzarri è pessimo ma secondo me garantisce la “non retrocessione”, cosa non certa con un cambio di scarsa qualità. Situazione kafkiana. Tra l’altro noto che la sindrome di Carpi non c’è la togliamo dal groppone, che al timone ci sia Ventura, Mihajlovic o Mazzarri abbiam perso negli ultimi anni partite contro squadre da incubo. Infatti è un Natale da incubo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 settimane fa

      Si si, non c’è nessuno in giro.
      Il Napoli ha fatto lo stesso ragionamento.
      Stessa cosa la Viola o la Samp.
      Non c’è nessuno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pupi - 4 settimane fa

        Infatti il Napoli con Gattuso ha fatto la prestazione peggiore da 5 anni a questa parte, tatticamente messo in campo da incubo. Solo nei primi 10 minuti poteva essere sotto 4 a 0. La Samp era ultima a 3 o 4 punti ed ha preso un allenatore d’esperienza ma che ora non è più disponibile, la Fiorentina ha perso un’infinità di partite da quando c’è Montella. Situazioni diverse. Oppure facciamo che prendiamo un Grosso che ti fa 3 partite con 11 gol presi e 0 fatti, oppure un Tiago Motta che sembrava lo scienziato della panchina quando è arrivato a Genova. Oppure prendiamo Oddo che per anni è stato anelato su queste pagine, poi l’abbiam visto fare disastri con record di sconfitte ovunque. Tieni Mazzarri ma contatti uno su cui credi e cominci a pianificare una strategia che deve per forza cominciare da un DS con i fiocchi ed un passo indietro completo dalle decisioni sportive da parte di Cairo visto che di pedatori non ne capisce una mazza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 4 settimane fa

          Gattuso ha giocato una partita dopo che l’allenava da 3gg.
          Il solo fatto che tu citi quella partita dimostra la tua onestà intellettuale

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Simone - 4 settimane fa

          Toh ma guarda, il Napoli ha vinto a Sassuolo eppure eri pronto a condannarlo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 4 settimane fa

      Eh molto vero, quest’anno abbiamo pero’ battutto tutti i record perdendo lo stesso giorne di andata con le squadre che erano ultime, le abbiamo resuscitate una ad una

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. prawn - 4 settimane fa

      E molto vero anche che WM ci garantisce la salvezza, ma anche un decimo posto garantito.

      Mentre se viene un giovanotto puo’ succedere di tutto a questo punto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  95. Il_Principe_della_Zolla - 4 settimane fa

    “Non per vantarmi ma ho la grandine che mi chiede di insegnarle a fare danni”.
    Il motto della coppia Cairo/Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  96. mirko70 - 4 settimane fa

    …a Roma siederà sulla panchina del Toro e ci condurrà ad un’ottima sconfitta tipo 4-0 per poi dirci che era scritto che doveva finire così. È una SCIAGURA! La Società è completamente svanita, dobbiamo aspettarci il peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 4 settimane fa

      E comunque anche dopo la disfatta contro la Roma la società continuerà a dargli fiducia. E’ evidente che c’è sotto qualcosa di losco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  97. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

    Mancanza dì alternative? Penale esagerata in caso di esonero?masochismo? Quale mistero si cela in questa drammatico (ridicolo) momento non è dato a sapere a noi comuni tifosi. Bisognerà aspettare 20 anni per far luce su questo mistero. A questo punto sto diventando curioso vorrei proprio vedere fino a che punto si può arrivare. Con la Roma non credo che lo esonera,forse l’eliminazione dalla coppa it. ma potrebbe non bastare. Che bel mistero, degno di un film orror. Solo che le vittime siamo noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  98. Aussie - 4 settimane fa

    Purtroppo penso che sinche’ Mr. Cairo rimarra ‘ alla guida del Toro si restera’ sempre sulla meta’ classifica, questo perche’ lui Cairo e’ un business man , per Cairo Il Toro e’ una della sue aziende, dove deve far bilanciare I costi; non ragiona con Il cuore granata, non e’ nemmeno tifoso del Toro. Capisco perfettamente la frustazione della situazione da parte di molti tifosi, ma sinceramente chi potrebbe comprare Il Toro, oggi? Primo investire in un paese instabile come l’Italia la vedo dura, secondo pure se un acquirente fosse interessato, sicuramente Cairo lo cederebbe ad un prezzo sicuramente consistente, e’ ovvio e’ un business man! Faccio un breve esempio: se tu acquisteresti un castello in rovina dove tutto e’ stato rubato internamente, ed esternamente neccessita un Grande restauro, e tu in 10 o 15 anni piano piano lo rimetti nel suo splendore che fu; e’ ovvio che al momento in cui un acquirente si presenterebbe tu chiederesti un prezzo considerevole e’ ovvio . Ora Il Castello e’ Il Toro e Cairo e’ Il business man che ragiona da business man. Ricordiamoci che Il Toro al momento dell”acquisto era in Castello in rovina, oggi ha giocatori di proprieta’ Il bilancio societario e’ in attivo ed lo stadio e’ stato rinnovato. Credo che l’unica cosa che noi tifosi potremmo fare e’ avere un dialogo aperto e rispettoso Verdi Cairo e convincere di cambiare allenatore, cosa non facile. Ci vorrebbe un allenatore che prenda a cuore Il Toro, valorizzi I calciatori, rispetti I tifosi, Mazzarri per me dovrebbe allenare in C1 o C2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 settimane fa

      Eh niente, ricominciamo con le litanie che non ci sarebbe nessuno interessato al Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 4 settimane fa

      Qualcuno c’e’ sicuramente che lo puo’ comprare, quello che e’ vero pero’ e’ che le partite bisognerebbe smetterle di guardarle e invece farsi grosse seghe per i bilanci rosei perfetti.
      Ora di lasciar perdere gioco, risultati, vittorie e godere dei numeri nel bilancio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  99. Toro 8 Scudetti - 4 settimane fa

    Incredibile.
    X Miha bastò meno.
    Presidente il cambio va fatto ora, se aspetta lo farà sicuramente più avanti e con maggiori rischi di tornare a Cittadella

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rksatt_2008673 - 4 settimane fa

      Cittadella sta salendo in A…aspettiamo la fine campionato ci salviamo e prendiamo allenatore del Cittadella

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  100. Tororossogranata - 4 settimane fa

    Vorrei tanto credere in Dio……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 settimane fa

      🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy