Il Toro verso la ripresa: Meité pronto al rilancio. Ma potrebbe patire fisicamente

Il Toro verso la ripresa: Meité pronto al rilancio. Ma potrebbe patire fisicamente

Focus On / Il centrocampista granata sarà importante per Longo: ma dovrebbe partire sfavorito nel duello con Lukic

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero
Meité Allenamento Torino Filadelfia

Il trend della curva epidemiologica del Covid-19 continua ad essere positivo. Come stabilito dalle istituzioni del calcio e dal Governo, ci si avvia verso la ripresa del campionato. Il Torino è chiamato a lottare per la salvezza nelle ultime partite che rimangono. Dopo la quarantena forzata, i giocatori gradualmente hanno cominciato ad allenarsi, prima individualmente e poi in gruppo. Andiamo ad analizzare la situazione per i singoli componenti della rosa granata. Concentriamo ora l’attenzione su Soualiho Meité.

L’ombra di se stesso, per quasi tutta la stagione 2019/2020. Dopo le grandi ed alte aspettative legate alla sua prima stagione, quest’anno si è rimasti molto delusi dalle prestazioni di Meité. Adesso però, dopo il lockdown, comincia una nuova parentesi per tutti i giocatori, compreso anche il mediano granata, che ha bisogno di una scossa per riuscire a non rendere completamente deludente tutta la sua annata.

Il Toro verso la ripresa: Berenguer, senza Verdi dovrà trascinare la squadra

SFAVORITO – Ma ovviamente Longo dovrà valutare con molta cautela i giocatori da inserire, perché – come abbiamo già scritto su queste colonne – ci sono solo 16 giocatori di movimento da gestirsi in 13 partite ogni 3 giorni. Per questo, ci sarà una sorta di duello con Lukic, nel quale Meité parte teoricamente sfavorito: il mediano serbo dovrebbe essere pronto per giocare, e dovrebbe avere più facilità nell’inserirsi in campo, anche grazie alla sua stazza fisica meno imponente.

Il Toro verso la ripresa: Lukic pronto a faticare. Longo ne avrà bisogno

PARTITELLA – Però Longo, come detto, valuta attentamente tutte le situazioni. Infatti nella partitella casalinga di questa settimana, l’allenatore ha inserito Meité nel gruppo dei giocatori titolari, insieme a Belotti e gli altri. Quindi dipenderà molto dal mediano ex Monaco: se riuscirà a sopportare il peso della preparazione durante la quarantena e deciderà di tornare a spingere sull’acceleratore potrà prendersi un posto da titolare duellando in maniera produttiva con Lukic.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 3 mesi fa

    Uno dei giocatori più inutili che abbia vestito la maglia granata ad ancora ci preoccupiamo di lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    Sopportare il peso della preparazione a 25 anni…????? Zanetti a 38 anni viaggiava alla media di 3 partite ufficiali a settimana per tutta la stagione senza mai uscire dal campo anzitempo e un ragazzo di 25 anni non dovrebbe sopportare il peso della preparazione….????? Ma di cosa stiamo parlando….????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. martin76 - 3 mesi fa

    Speriamo sia in grado di sfoggiare la solita verve -_-

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14280108 - 3 mesi fa

    Qualche giorno fa avete scritto che era brillante fisicamente, mettetevi d’accordo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      una manica di p..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy