Il Toro verso la ripresa: Sirigu, dopo la Sardegna serve ripartire come prima

Il Toro verso la ripresa: Sirigu, dopo la Sardegna serve ripartire come prima

Focus on / L’estremo difensore è ritornato in famiglia per la quarantena, adesso è ritornato ad allenarsi al Fila dove è in cerca della forma migliore

di Marco De Rito, @marcoderito
sirigu

Il trend della curva epidemiologica del Covid-19 continua ad essere positivo. Come stabilito dalle istituzioni del calcio e dal Governo, ci si avvia verso la ripresa del campionato. Il Torino è chiamato a lottare per la salvezza nelle ultime partite che rimangono. Dopo la quarantena forzata, i giocatori gradualmente hanno cominciato ad allenarsi, prima individualmente e poi in gruppo. Andiamo ad analizzare la situazione per i singoli componenti della rosa granata. Si parte obbligatoriamente con il portiere Salvatore Sirigu


Uno dei pilastri del Torino è sicuramente Salvatore Sirigu.  Nonostante l’andamento negativo dei granata, l’estremo difensore sardo è riuscito comunque a rappresentare una sicurezza per Walter Mazzarri prima e Moreno Longo in seguito. Il Toro ha subito 45 gol, la quarta peggior difesa del campionato ma sicuramente la colpa non è da imputare al portiere della nazionale italiana.

PRESTAZIONI – Nonostante i molti gol subiti, Sirigu si è sempre dimostrato attento e reattivo, con un rendimento costante nel corso della stagione. I numeri non gli sorridono, ma la colpa è di una difesa che non ha saputo far filtro alla sua porta. Un rendimento molto diverso rispetto alla scorsa stagione, che era stata il punto forte della formazione di Mazzarri. Così anche uno degli estremi difensori più forti della Serie A non è riuscito a metterci una pezza. Dopo che Giuseppe Conte ha dichiarato il lockdown e, di conseguenza, la sospensione del campionato, Sirigu è ritornato in Sardegna. Dove ha trascorsa la quarantena insieme familiari, nella sua casa, senza violare le regole, come aveva fatto Gonzalo Higuain.

Leggi anche: Baselli, intervento ok: tra due settimane la rieducazione. L’affetto dei compagni

LA RIPRESA – Adesso si trova nel capoluogo piemontese, per la ripresa degli allenamenti di gruppo che stanno facendo recuperare a Belotti e compagni la forma per cercare di ricominciare il campionato nella miglior condizione possibile. Al portiere è richiesto di ritornare quello di prima, con le stesse prestazioni e gli stessi riflessi che gli hanno permesso di non sfigurare in un Toro altamente deludente. La speranza per Longo è che la difesa si assesti e metta nelle condizioni Sirigu di non subire più tutti quei gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy