Bellomo, che prova! Bene anche Comi e Vita

Italia Granata / Sorride il trequartista barese, protagonista allo Spezia, coi liguri che segnano tre goal ad Alfred Gomis. Panchina per Chiosa e Suciu, gioca titolare Scaglia

di Diego Fornero, @diegofornero

Una giornata in chiaroscuro per i giovani granata in prestito o comproprietà sparsi per l’Italia, tra gli alti di Nicola Bellomo, Filippo Scaglia ed Alessio Vita, ed i bassi di Marco Chiosa, Abou Diop e Sergiu Suciu. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio come è andato il weekend per tutti i ragazzi da tenere sotto osservazione.

SERIE B – Giornata da dimenticare, la 25° di Serie B, per il Bari, ma anche per il giovane difensore granata, in prestito tra i galletti, Marco Chiosa. Il ’93, fresco di convocazione in Nazionale Under 20, assiste al tracollo dei compagni, travolti 4-0 dal Modena, dalla panchina, senza staccare il gettone di presenza. 

Sorride, invece, Nicola Bellomo: il trequartista classe ’91, in comproprietà tra Torino e Chievo, oggi in prestito allo Spezia, gioca titolare ed è autore di un’ottima prestazione contro il Crotone, mettendo lo zampino nella prima rete ligure con uno splendido assist per Giannetti e contribuendo alla vittoria per 3-1 conquistata ai danni dei pitagorici, la cui porta è difesa, come sappiamo, da un altro granata, l’estremo difensore classe ’93 Alfred Gomis, che torna in Calabria, purtroppo, con tre reti sul groppone. Titolare anche l’altro ’93 in prestito dal Toro, l’attaccante Abou Diop, che, nonostante la fiducia del tecnico Massimo Drago, non riesce ad incidere sulla partita.

Nel Varese ancora panchina per il terzino classe ’93 Riccardo Fiamozzi, del quale il Torino detiene metà cartellino: nella bella vittoria esterna a Pescara per 2-1 il tecnico Gautieri gli preferisce, ancora una volta, Laverone, ed il giovane difensore deve accontentarsi di fare da spettatore.

Gioca titolare, nella bella vittoria esterna per 3-1 del suo Virtus Lanciano sull’Avellino, il “figlio d’arte” Gianmario Comi, attaccante classe ’92 in comproprietà tra Torino e Milan: pur non segnando, il giovane puntero si mette in mostra ed è autore di una buona prova, al servizio dei compagni, accumulando altri 90 minuti di gioco.

Ancora brutte notizie per la Juve Stabia di Sergiu Suciu e Vittorio Parigini, sconfitta per 1-0 a Siena da una beffarda rete della vecchia conoscenza granata Dellafiore al 94° (assist, tra l’altro, di Alessandro Rosina). Se il centrocampista classe ’89 assiste alla partita dalla panchina, l’esterno offensivo ’96 non è neppure convocato per problemi fisici, con la squadra che è sempre più vicina ad un’inesorabile retrocessione.

Delude l’Empoli, frenato sull’1-1 dal Carpi, con Simone Verdi che parte dalla panchina e subentra al 73′ a Maccarone. Dopo un ottimo inizio, le occasioni di gioco per il giovane talento classe ’92, in comproprietà tra Torino e Milan, si sono rarefatte, e la fiducia di mister Maurizio Sarri nel giocatore non sembra così salda, considerate anche le garanzie offerte al club toscano dal tridente PucciarelliMaccaroneTavano.

Buone notizie, infine, dal Cittadella di Filippo Scaglia: nonostante la sconfitta per 1-0 col Latina (decisiva una bella rete della vecchia conoscenza granata Jonathas), il difensore classe ’92 gioca un’altra buona partita da titolare ed i tifosi del Torino possono essere soddisfatti dell’esperienza che il giocatore sta accumulando in cadetteria, dopo la prima metà di stagione da “fuoriquota” nella Primavera di Moreno Longo.

LEGA PRO – Riposa il girone A del campionato di Lega Pro 1° divisione, compreso il Lumezzane di Emanuele Gatto, con una sola gara in programma: quella del “Romeo Menti” tra il Vicenza ed il Feralpi Salò di Davide Cinaglia e Daniele Milani. I veneti passano con un netto 4-1, con Beppe Scienza che tiene in panchina per tutti i 90 minuti sia il difensore classe ’94, sia il centrocampista classe ’93, entrambi in prestito dal Torino.

In 2° divisione la sconfitta del fanalino di coda Bra non fa più notizia: i braidesi confermano la tradizione negativa perdendo 3-0 anche con la Spal, in campo titolare l’attaccante classe ’94, in prestito dal Torino, Giorgio Fumana, che non riesce ad aiutare i suoi compagni a rendersi pericolosi.

A gonfie vele, infine, il Monza di Antonino Asta, che travolge 5-0 il Bellaria Igea Marina. Titolare indiscutibile Alessio Vita: il giovane centrocampista classe ’93, in comproprietà tra il Torino e la società lombarda, si conferma un lusso assoluto per la “vecchia C2” ed uno dei giocatori di maggior qualità nella sua leva, candidandosi sempre più ad un futuro in categorie superiori. Da segnalare, come curiosità per i tifosi granata, la rete in casa brianzola dell’intramontabile Gasbarroni, ancora protagonista nella formazione dell’ex tecnico della Primavera granata, che lo ebbe già a disposizione proprio nel Torino, quando venne, di fatto, messo fuori rosa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy