La FIGC omaggia Vatta, Gravina: “Senza lui un’Italia con meno campioni”

News / La Federazione ha ripercorso le tappe del Maestro, sottolineandone l’importanza per l’intero movimento calcistico

di Redazione Toro News
Gravina

La FIGC ha ricordato il Maestro Sergio Vatta sul proprio sito ufficiale attraverso un comunicato. Oltre a ripercorrere il suo cammino, a sottolineare ulteriormente l’importanza della persona è stato Gabriele Gravina: “Il calcio italiano perde un altro straordinario protagonista. Di Vatta ricorderemo la sua grande passione per questo sport e l’attenzione che ha riservato al mondo giovanile. Senza di lui, l’Italia calcistica sarebbe stata più povera di campioni“.

LEGGI ANCHE: Torino, richiesta per rispettare un minuti di raccoglimento in onore di Vatta

IL COMUNICATO

La FIGC e tutto il calcio italiano piangono la scomparsa di Sergio Vatta, venuto a mancare nella notte all’età di 82 anni. Vatta è stato responsabile del settore giovanile del Torino tra gli anni ’80 e ’90 e allenatore della prima squadra granata nel 1989. Scopritore di tantissimi talenti, ha fatto esordire più di 60 ragazzi in Serie A, lanciando giocatori del calibro di Christian Vieri, Dino Baggio, Diego Fuser e Gianluigi Lentini.

Nel 1991 è entrato in Federcalcio come allenatore e responsabile delle Nazionali Under 16 e Under 17 per poi diventare nella stagione 1997/98 Commissario Tecnico della Nazionale Femminile. Da Ct ha portato le Azzurre alla fase finale del Mondiale statunitense e ha dato un prezioso contributo alla crescita del movimento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy