Le pagelle di Toro – Inter: Gazzi il migliore, ”tango” Sanchez Mino

Le pagelle di Toro – Inter: Gazzi il migliore, ”tango” Sanchez Mino

Le pagelle di TN / Padelli sugli scudi, Moretti solita certezza, Larrondo il peggiore tra i suoi

di Manolo Chirico, @ManoloChirico

Alessandro Gazzi: sicuri di cederlo? Dopo la prestazione di questa sera, la domanda è lecita. Il rosso mediano è in assoluto il migliore in campo contro l’Inter. Discorso opposto per Larrondo che oltre a sbagliare un prezioso rigore in apertura, appare appannato e non in serata. Bene anche Moretti e i nazionali Darmian e Padelli. Con Sanchez Mino in campo i granata ‘ballano il tango’.

PADELLI 6.5: fresco di convocazione in Nazionale, il portiere granata non sbaglia un intervento. Dimostrando che la convocazione di Conte è piú che meritata, oltre che ben ponderata.

BOVO 6: prestazione pulita nel primo tempo, senza sbavature. Nella ripresa parte con il piede giusto assieme al resto della squadra.

GLIK 6.5: il capitano granata si piazza al centro della difesa e spegne gli attacchi sul nascere. Icardi, da solo, non regge il confronto.

MORETTI 6.5: la solita, quanto solida, certezza. Con Moretti in campo, non si sbaglia. Ventura lo sa e in una partita come questa lo schiera dal primo minuto. Lui risponde come sempre presente, fornendo una grande prestazione.

MAKSIMOVIC 6: come spesso accade quando i granata sono in emergenza e le scelte diventano limitate, Ventura riadatta il serbo sulla fascia destra di centrocampo. Il ruolo non è il suo, ma con colpo di spada e di fioretto, se la cava anche questa volta. In crescita continua. Esce in barella, le sue condizioni saranno valutate successivamente (st 25′ MOLINARO 6: il suo ingresso riporta Darmian nella sua posizione originale e contestualmente arrivano piú cross per le punte. Aiuta a tenere alta la linea di centrocampo, aumentando il pressing sugli avversari. Buon impatto, subentrando dalla panchina).

NOCERINO 5.5: fisicamente non è ancora al top e proprio per questo manca di lucidità negli inserimenti. In mediana copre bene, svolge il classico compitino. Ma da uno con la sua esperienza è lecito aspettarsi di piú, nei prossimi appuntamenti in campo.

GAZZI 7.5: difficile accettare di essere l’ultimo, o quasi, nelle gerarchie della mediana. Un piede sulla porta di via, l’altro in campo. E questo gli basta e avanza per ergere un muro davanti alla difesa. Oggi il migliore, la società ci pensi bene prima di cederlo.

EL KADDOURI 6.5: il belga-marocchino ce la mette tutta, esce con la maglia sudata. Nel primo tempo è uno dei migliori assieme a Gazzi e Darmian (st 10′ SANCHEZ MINO 6.5: uno degli acquisti piú sospirati del calciomercato granata. Tanta attesa per l’ufficializzazione e per l’esordio in campo. Lui non delude. Si dimostra pronto e all’altezza della situazione. Passo elegante, tecnica di chiara marca argentina. Qui a Torino inizino a prendere lezioni di tango, ce ne sarà bisogno).

DARMIAN 6.5: sa giocare anche sulla sinistra? Sí, e non è una novità. Parte integrante di del Toro e della Nazionale? Sí, e non c’è da stupirsi. É uno dei terzini piú concreti e completi della Serie A? Esatto. E ora dovrebbero averlo imparato anche a Milano.

LARRONDO 4: prestazione sotto la media, davvero poco incisivo. Nel primo tempo si prende la responsabilitá di affrontare Handanovic dal dischetto e sbaglia il rigore della vita. Come l’ormai ex granata Cerci nella passata stagione, contro la stessa squadra, nella stessa porta.

QUAGLIARELLA 6.5: ottima prestazione, da attaccante vero. Fatica comprensibilmente a far coppia con un Larrondo non in serata. Si procura con dovizia e malizia il rigore che avrebbe potuto aprire le marcature e, forse, indirizzare la gara verso la vittoria dei suoi. Insomma, le premesse sono buone e i gol arriveranno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy