Le ultime da Varese

Quarto posto in classifica e un sogno chiamato serie A. Il Varese, dopo un girone di andata al di sopra di ogni più rosea previsione, non può continuare a nascondere le proprie ambizioni. Per capire gli umori della piazza e le ultime novità legate ai colori biancorossi, mentre si avvicina il match di sabato contro il Torino, abbiamo sentito il gentilissimo collega Luca Ielmini,…

di Redazione Toro News

Quarto posto in classifica e un sogno chiamato serie A. Il Varese, dopo un girone di andata al di sopra di ogni più rosea previsione, non può continuare a nascondere le proprie ambizioni. Per capire gli umori della piazza e le ultime novità legate ai colori biancorossi, mentre si avvicina il match di sabato contro il Torino, abbiamo sentito il gentilissimo collega Luca Ielmini, de “La Provincia di Varese”, che ci racconta il grande entusiasmo della matricola lombarda.

Come tutti sanno ad inizio stagione la squadra non aveva grandi ambizioni, l’unica cosa che le interessava era quella di una salvezza tranquilla. Cammin facendo, però, tutti hanno iniziato a crederci e questi sono i risultati, poi si sa le parole di agosto se le porta via il vento. Ormai non ci si può più nascondere troppo, a volte passano dei treni storici da prendere al volo e questo è sicuramente uno di essi. Pensare che nella stagione 2004/2005 il Varese militava in Eccellenza è incredibile”. Un Varese, che da quando è arrivato Sannino, sta mantenendo un ritmo incredibile sul campo amico. L’ultima sconfitta casalinga risale ai tempi della C2, nel 2008. Ielmini prova a spiegarci il segreto: “Credo che fondamentalmente si tratti di una questione di atteggiamento. Il Varese non aspetta mai l’avversario, ma prova sempre ad esprimere il proprio gioco e questo evidentemente paga molto. In realtà, poi, questo vale anche in trasferta”. Se lo ricorda bene il Toro, che all’esordio venne sconfitto per due reti ad una dal Varese all’Olimpico. “Ma in quell’occasione il Toro era ancora improvvisato” dichiara il collega biancorosso, che poi ci racconta anche le ultime novità di mercato.

Buzzegoli andrebbe via già oggi, ma il direttore sportivo Sogliano sta aspettando una contropartita valida da parte dello Spezia prima di lasciarlo partire. La sua idea è che nessuno deve essere tenuto a forza, ma non si può lasciarlo andare via se non si ha l’alternativa pronta, lasciando scoperto un ruolo così importante”. Tra l’altro il centrocampista, che segnò su punizione all’andata la rete dello 0-1, sabato non ci sarà, in quanto squalificato. Sannino lo sostituirà con Frara. In avanti potrebbe rientrare Neto Pereira, operato al ginocchio prima di Natale. L’attaccante si sta, infatti, allenando con la squadra regolarmente e spera di conquistare la maglia da titolare.

Questa la probabile formazione del Varese (4-4-2)
                               
                           1 ZAPPINO

31 PISANO    2 PESOLI       3 DOS SANTOS     33 PUGLIESE

11 ZECCHIN    4 FRARA        8 CORTI     7 CARROZZA

                 9 NETO PEREIRA    21 EBAGUA

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy