L’Italia riparte, Belotti anche: il gol azzurro, l’attesa iniezione di fiducia

Nazionali / Buona la prima per Mancini: ieri sera sconfitta l’Arabia Saudita per 2-1. Il Gallo ritrova la rete in Nazionale, a distanza di quasi un anno

di Federico Bosio, @fedebosio19

Doveva ripartire cominciando un percorso nuovo, rialzando subito la testa, e la Nazionale italiana l’ha fatto: il primo avversario della gestione Mancini è stato superato ieri sera con il 2-1 che gli azzurri hanno inflitto all’Arabia Saudita in quel di San Gallo. Tutto migliorabile, considerando anche il calibro dei dirimpettai (che comunque parteciperanno al Mondiale ormai sempre più vicino), ma la buona notizia è che l’Italia ha aperto questa nuova pagina con un successo ed un sorriso. E lo stesso si può dire di Andrea Belotti. La seconda marcatura azzurra porta infatti proprio la firma del Gallo, che si iscrive al tabellino dei marcatori di questa ‘ri-partenza Nazionale’ e lo fa attraverso una vera e propria liberazione.

Com’è noto, non è stata una stagione semplice a livello personale quella appena terminata per l’attaccante del Torino: poca lucidità sotto porta, numeri distanti da quelli a cui aveva abituato la piazza granata e non soltanto, prestazioni talvolta sotto tono. Un’annata condizionata senza ombra di dubbio dalle tante problematiche vissute, a cominciare dal punto di vista fisico (l’infortunio ad inizio campionato, il recupero forzato ben i comuni interessi di club granata e Nazionale, la ricaduta) per terminare proprio con la delusione legata ai colori azzurri, con l’eliminazione da parte della Svezia e l’esclusione dell’Italia dalle partecipanti a Russia 2018. “E’ un nodo che abbiamo tutti in gola. Fa male ricordarlo. Abbiamo cercato di voltare pagina e di ripartire proprio da questa partita, cercando di fare tutto quello che serviva per fare una buona prestazione e per avere più fiducia in noi stessi” Il commento in merito, ieri sera.

E proprio la marcatura messa a segno ieri sera può rappresentare quell’iniezione di fiducia di cui il Gallo necessitava, quel segnale in più che lo aiuti a terminare in maniera positiva una stagione tanto, troppo complicata nella quale è comunque riuscito a raggiungere la doppia cifra in campionato, alla penultima giornata. A distanza di quasi un anno Belotti ritrova la gioia del gol con indosso la casacca azzurra: è il quinto, dopo quello alla Macedonia e la doppietta al Liechtenstein targati ottobre-novembre 2016 e quello, ancora al Liechtenstein, datato 11 giugno 2017; tutti validi per le qualificazioni Mondiali. Ieri sera la Nazionale italiana è ripartita, e l’ha fatto anche grazie ad Andrea Belotti e insieme a lui.

DI SEGUITO IL TABELLINO DELL’INCONTRO:

ITALIA-ARABIA SAUDITA 2-1 
MARCATORI: Balotelli (I) 21′ p.t.; Belotti (I) 24′, Al Shehri (AS) 27′ s.t.
ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, Criscito (dal 42’ s.t. De Sciglio); Florenzi (dal 22’ s.t. Bonaventura), Jorginho, Pellegrini (dal 28’ s.t. Cristante); Politano (dal 28’ s.t. Verdi), Balotelli (dal 13’ s.t. Belotti), Insigne (dal 39’ s.t. Chiesa). (Sirigu, Perin, Caldara, D’Ambrosio, Rugani, Baselli, Mandragora, Berardi, Zaza). All. Mancini.
ARABIA SAUDITA (4-1-4-1): Al Owais; Al Shahrani, Os. Hawsawi (dal 39’ s.t. Al Bulayhi), Om. Hawsawi (dal 47’ s.t. M. Hawsawi), Al Harbi; Otayf; Al Shehri, Kanno (dal 1’ s.t. Al Dawsari), Al Faraj (dal 47’ s.t. Al Moqahwi), Al Jassim; Assiri (dal 24’ s.t. Al Muwallad) (Al-Muaiouf, Al Mosailem, Al Qarny, Jahfali, Alburayk, Bahbri, Alsahlawi, Alkhaibri, Almowalad, Alkhaibari, Alabid, Alkuwaykibi). All. Pizzi.
ARBITRO: Scharer (Svizzera).
NOTE: spettatori 10.100. Ammoniti: nessuno. Recuperi: 0’ p.t.; 3’ s.t.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy