Lo strano caso di Longo: conferma lontana ma il Toro si aggrappa a lui

Lo strano caso di Longo: conferma lontana ma il Toro si aggrappa a lui

Focus On / Il tecnico granata si trova nel paradosso di avere un futuro incerto ma la consapevolezza di  poter essere determinante per i piani della società granata

di Marco De Rito, @marcoderito
Longo

Moreno Longo, arrivando al Torino il 4 febbraio, ha siglato un contratto con i granata fino al 30 giugno con l’obiettivo di traghettare i granata alla salvezza e poi decidere il futuro. Le prime tre partite non sono state confortanti: sono arrivate tre sconfitte in tre gare, ovviamente non da additare solo alla sua gestione tecnica ma altrettanto indubbiamente scoraggianti per come sono arrivate. Poi il mondo è completamente cambiato a causa dell’emergenza Covid-19, il campionato si è fermato e anche lo scenario in casa Toro è evoluto in senso inaspettato.

IL CAMBIAMENTO – Davide Vagnati è diventato il nuovo direttore sportivo, sostituendo Massimo Bava che è ritornato alla guida del settore giovanile. Quest’ultimo con Longo aveva un feeling particolare, avendoci lavorato insieme alla Primavera, mentre con il nuovo responsabile dell’area tecnica il rapporto si sta costruendo in questi giorni. Ma è chiaro che ad oggi è difficile pronosticare per Longo un futuro al Torino che vada oltre a questa stagione ed il tecnico è il primo a saperlo, essendosi assunto questo rischio nel momento in cui ha firmato il contratto.

Toro, il primo impatto di Vagnati: l’incontro con Longo e poi un pomeriggio di lavoro

TRAGHETTATORE – Intanto però la ripresa della Serie A ormai è una possibilità davvero concreta, vista anche la decisione del Consiglio Federale Figc di far proseguire il campionato con termine ultimo il 20 agosto (leggi qui). Nel caso in cui il proseguimento diventasse concreto, il tecnico avrebbe una responsabilità importante sulle spalle, ovvero traghettare Belotti e compagni sino al raggiungimento della salvezza. Le prossime pagine della storia del Torino dipenderanno dal lavoro del tecnico granata, che si trova nel paradosso di avere un futuro incerto ma la consapevolezza che ciò che sta facendo adesso sarà determinante per i piani della società granata. Il Toro non può dare certezze a Longo sul futuro, ma oggi si aggrappa al suo tecnico. E lui ha comunque mille motivi per dare il massimo e dimostrare il suo valore.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 settimane fa

    Mi sa tanto che Cairo si è già abbondantemente pentito di aver esonerato lo stagionato Mazzarri per far posto al giovane panzer Longo. A meno che quest’ultimo non faccia un finale di campionato da favola, Covid permettendo, il benservito sembra alle porte. In realtà, ai presidenti la paura di retrocedere o di non andare in Europa fa ancora più paura del coronavirus stesso. Che tristezza!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mimmo75 - 2 settimane fa

    Povero Moreno! Vincile tutte o il 1 Luglio riceverai il benservito a favore del prossimo allenatore del Toro, scelto da Vagnati. Scommettiamo che per te non verrà chiesta la deroga per portare al termine il torneo anche se il contratto è in scadenza il 30 giugno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Ma come…nessuno scrive per chiedere la conferma di mister Moreno? Salutato come salvatore della patria, l’uomo che dopo l’orrida dittatura dell’innominabile di Livorno aveva restituito il fila ai tifosi, il mister della garra e del tremendismo ritrovati, adesso sembra quasi uno di passaggio.

    Tutti a ragionare di Giampaolo o Semplici, e il povero Longo non lo considera più nessuno.

    Mi aspetto che i tifosi che tanto l’hanno voluto scendano in campo facendosi sentire perché Cairo lo confermi, ma qualcosa mi dice che saranno in pochi…

    Che piccola società, si fa imporre l’allenatore dalla parte più ottusa e cieca della tifoseria che cambia idea a seconda di come soffia il vento.

    Tra un po’ si ricomincia a giocare e ci son da fare 13-punti …salvate il soldato Longo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

      Non potendo più aprire il Filadelfia forse per molti il suo scopo è finito.
      O forse in molti si sono resi conto dell’inadeguatezza a salvare una barca alla completa deriva. Longo è stato delegittimato fin da subito nei confronti della squadra grazie ad un contratto capestro che comunque lui ha accettato per poter rientrare nel giro del calcio che conta dal quale è stato estromesso grazie ai pessimi risultati ottenuti in serie A (una sola vittoria ottenuta con il Frosinone prima di essere esonerato). Purtroppo anchebcon noi la striscia negativa è continuata e temo continuerà anche se lui è il meno colpevole

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 2 settimane fa

        Meglio il filosofo Coligno del filosofo Giampaolo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

          Si però a COLIGNO dove essere affiancato il fisiotetaista Palmiro.
          Acqua e giaccio contro tutto.
          Meglio ancora di panzironi che cura ogni malessere con un integratore a base di spezie

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 2 settimane fa

            Acqua e ghiaccio sono quasi gratis. Vade retro panzironi viva Palmiro.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy