Mazzarri aggiusta il tiro: pronto il piano atletico per rimettere in sesto il Toro

Mazzarri aggiusta il tiro: pronto il piano atletico per rimettere in sesto il Toro

L’analisi / I granata sono reduci da un ritiro estivo svolto secondo canoni non rituali. Adesso è pronto un piano personalizzato in base alle situazioni dei giocatori

di Marco De Rito, @marcoderito
Mazzarri

La sosta come opportunità, è ciò che sta cercando di fare Walter Mazzarri. Il Torino non ha svolto una preparazione estiva rituale, visti i preliminari di Europa League. I granata hanno disputato la prima gara ufficiale il 25 luglio e avevano bisogno immediatamente di brillantezza per cercare un inizio importante. La squadra però inevitabilmente ne ha risentito e se a ciò si aggiungono i tanti infortuni, l’avvio di stagione non è stato esattamente ideale per Mazzarri.

I SINGOLI – Tra infortunati, rientri e nuovi acquisti, Mazzarri deve gestire i giocatori in base alle singole condizioni. Nicolas Nkoulou, Cristian Ansaldi e Iago Falque – ad esempio – sono rientrati in squadra da 10 giorni e hanno bisogno di un carico di lavoro differenziato dal resto della squadra. Anche Zaza è appena tornato in gruppo (leggi qui), e ha bisogno di carichi graduali prima di tornare nella migliore condizione. Medesimo discorso si può fare per Simone Verdi, arrivato soltanto gli ultimi giorni di mercato. Il tecnico di San Vincenzo ha più volte ribadito che l’attaccante non è ancora al top della condizione, in quanto con il club partenopeo ha svolto una preparazione da sicuro partente. Insomma, giocatori granata stanno facendo carichi di lavoro differenziati: tutto viene deciso da Mazzarri e il suo staff, in base ai dati e alle statistiche che hanno raccolto in questo avvio di stagione.

IL LAVORO – L’allenatore è sempre stato molto pignolo sull’aspetto atletico. I giocatori del Toro sono monitorati ai raggi X: sfruttando tutti i dati raccolti, l’allenatore di San Vincenzo è a piena conoscenza della situazione di ogni singolo giocatore. La scorsa stagione la preparazione atletica ha dato i suoi frutti e, nel momento cruciale del campionato, Belotti e compagni hanno giovato di una condizione migliore rispetto agli avversari. Ciò ha consentito al Torino di centrare la settimana posizione, centrando l’obiettivo Europa League, ma anche di lottare per la Champions sino 5 giornate dalla fine. Quest’anno, vista la preparazione anomala, la situazione di partenza è diversa ma il tecnico sta comunque cercando di aggiustare il tiro.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 5 giorni fa

    Ma come da sicuro partente? Ma se ci hanno raccontato che fino a che ancelotti non avesse trovato un sostituto non li avrebbe fatto partire. E pou lo hanno mollato l ultimo giorno di mercato. Ma quando la finiscono di prebderci per il sedere???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. morassut.maur_9001655 - 5 giorni fa

    Speriamo che trovi la quadratura del cerchio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mario66 - 5 giorni fa

    Speriamo che non carichi troppo come nella sosta precedente. Con il Lecce si è perso anche perché loro erano più reattivi sulle seconde palle. Segno evidente di mancanza di brillantezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. uiltucs.pesar_12159015 - 5 giorni fa

      Ormai il “pieno” è stato fatto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy