Nazionale, Mancini apre a Belotti: “Sta facendo molto meglio”

Le parole / Il commissario tecnico ha aperto ad un ritorno del Gallo in azzurro

di Redazione Toro News
Belotti

Convocazione in Nazionale in vista per Andrea Belotti. Dopo le recenti esclusioni, il Gallo potrebbe infatti tornare a fare parte degli elementi a disposizione di Roberto Mancini per le partite in programma a giugno e valide per la qualificazione ai prossimi Europei. “Belotti in questa seconda parte di stagione sta facendo molto meglio, è un segnale molto positivo” ha commentato il commissario tecnico, intervenuto a margine della premiazione per la Hall of Fame. E Mancini ha poi concluso che “è importante poter scegliere tra tanti bravi giocatori”. Parole che, dunque, sembrerebbero aprire ad un ritorno del Gallo in Nazionale.

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Temitayo Olufisayo Olaoluwa Aina - 2 anni fa

    Avresti dovuto convocarlo sempre se non fossi un presuntuoso ignorante! Chi chiami Lasagna?? Ma levati va’….!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sarino - 2 anni fa

    Per favore lascialo pure a casa a godersi un po’ di riposo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14016513 - 2 anni fa

    ma stai zitto mancini …non bisogna portare un giocatore rispetto a un altro solo perché sta segnando ,non convocare belotti è stata un offesa al giocatore e alla Italia intera.,doveva essere una pedina fissa per l Italia ,essendo giovane e forte e ha un attaccamento alla maglia che quando ti avvicini un po ti succhia pure a te….comunque non e’ colpa tua l Italia sta mettendo in panchina i più’ bruciati ultimamente …ciao ciao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Innav - 2 anni fa

    Se il Gallo restasse alla corte del Pinocchio ci sono solo 2 maniere per fargli fare i 25 goals: prendere una seconda punta che sappia cos’è uno scambio più Ljajic di ritorno, ma vuol direcprivarsi di testa di ghisa, oppure 2 esterni veri, ma costerebbero come la Gazzetta del patron.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy