Parma, Donadoni: “Col Toro vedremo chi ne ha di più…”

Parma, Donadoni: “Col Toro vedremo chi ne ha di più…”

Verso Torino – Parma / Il tecnico dei ducali in conferenza stampa: “Amauri e Rossini hanno lavorato a parte. Definire il Torino la sorpresa della Serie A sarebbe riduttivo…”

di Redazione Toro News

Ha parlato, in conferenza stampa, Roberto Donadoni, tecnico del Parma, atteso domani a Torino contro i granata in quello che può definirsi un vero e proprio scontro diretto per la qualificazione in Europa League: “Abbiamo la consapevolezza che la gara ha un’importanza grandissima, pero’ abbiamo lavorato come tutte le altre settimane, con la priorità nostra come credo dei nostri avversari, di ricaricarsi dal punto di vista fisico e mentale con tutte le risorse rimaste. Giocheremo a casa loro, uno scenario che da questo punto di vista potrà essere meraviglioso. Andare lì e disputare alla penultima di campionato una partita che ha un peso del genere è di grande stimolo. Dovremo essere bravi ed attingere appunto ad ogni riserva di energia rimasta per fare una prestazione maiuscola e avere la meglio sul Torino. Andiamo con la convinzione che dobbiamo essere bravi a mantenere sempre la gara viva e che le occasioni che ci capiteranno dovranno essere concretizzate. Sotto questo aspetto dobbiamo essere molto cinici e determinati. La voglia di gol deve essere la punta dell’iceberg del lavoro di tutto l’anno, dobbiamo avere determinazione feroce in questo. Affrontiamo poi un Torino in grande salute con davanti giocatori determinanti, non a caso uno è capocannoniere della A. Quindi ripeto, dovremo avere grande attenzione attingendo a tutto quel che rimane delle forze residue di una stagione in cui si e’ speso molto. Vedremo chi ne ha di più”.

Donadoni ha poi parlato delle condizioni dei suoi: “Amauri e Rossini non hanno fatto tutto il lavoro questa settimana come i compagni ma per il resto non ci sono problemi. A centrocampo? C’e’ scelta e questo mi piace. C’e’ chi ha speso di più tirando la carretta con più continuità e chi ha speso meno, ma stanno tutti bene e questo quando devi scegliere e’ un elemento certamente positivo”.

Sul Torino, i giornalisti presenti hanno chiesto se si possa definire la sorpresa del campionato? “Sarebbe riduttivo, non è più sorpresa del Parma o del Verona e delle squadre che si trovano in questa posizione di classifica. Tutte han fatto un ottimo campionato e vanno lodate per quel che ha fatto fin qui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy