Rampanti: “Bravo Toro, hai nuotato contro corrente. E il futuro ti sorride”

Rampanti: “Bravo Toro, hai nuotato contro corrente. E il futuro ti sorride”

Parola al Mister / Serino analizza così i temi in casa granata dopo Empoli-Torino 4-1

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Termina amaramente la stagione del Torino: il pesante ko di Empoli estromette la squadra di Walter Mazzarri dalle posizioni europee con una giornata di anticipo, complici i risultati delle concorrenti e soprattutto la vittoria della Lazio in Coppa Italia. Ecco il consueto appuntamento con Serino Rampanti in “Parola al Mister”: con lui scambiamo qualche riflessione tra presente, passato e futuro del Torino.

Serino, è finita così, come forse non doveva succedere. 

“Dispiaciuto per questo risultato che non rovina, ma intacca solamente tutto ciò che di buono è stato fatto. Sono consapevole – e i punti fatti lo dimostrano – che la squadra quest’anno abbia avuto un rendimento complessivo che può rendere i tifosi orgogliosi e soddisfatti di essere del Toro. Durante tutto il campionato, con le analisi delle singole partite, abbiamo cercato di evidenziare le problematiche e i miglioramenti dei singoli giocatori e della squadra nel suo complesso, provando a mantenere sempre distacco e sano equilibrio. Proprio per questo non dobbiamo dimenticare il contesto in cui il Toro si è trovato a combattere”. 

Cosa intendi dire?

“Intendo dire che la china da risalire è stata sempre ardua, diventare la seconda sorpresa del campionato dopo l’Atalanta non è certo stato semplice; e quando il Torino si è svelato come squadra con ambizioni di arrivare all’élite italiana, la corrente contraria da risalire si è fatta sempre più forte. La squadra ha dovuto superare diversi ostacoli, come i numerosi errori arbitrali (quello di Udine è solo il più clamoroso). Poi gli infortuni di qualche giocatore importante (penso soprattutto a Iago Falque) e il rendimento parziale o negativo di alcuni giocatori su cui si faceva grande affidamento hanno sicuramente inciso. Nonostante questo, la squadra ha avuto il merito di lottare praticamente fino alla fine, mantenendo rendimento e unità di intenti: merito dell’impegno di tutti i giocatori e del lavoro certosino di Mazzarri e del suo staff”. 

Rampanti: “Caro Sassuolo: fai del bene e scordatelo, fai del male e ricordatelo”

Per quanto riguarda la partita di Empoli: pare evidente che su alcuni giocatori abbia influito, dal punto di vista mentale, il fatto di essere a conoscenza della vittoria della Lazio in Coppa Italia, ma anche del risultato della Roma in casa del Sassuolo. Da ex giocatore, sono cose che pesano?

“Sì, certo, a questo proposito dico che nelle ultime giornate bisogna per forza far giocare in contemporanea tutte le squadre che si giocano lo stesso obiettivo. E’ una grossa lacuna di questi ultimi campionati. Ho letto che nell’ultima giornata chi lotta per salvezza e Champions League gioca alla stessa ora, ma è una cosa che va fatta per le ultime quattro-cinque giornate, altrimenti si verificano partite il cui andamento, come si è visto, lascia il tempo che trova…”

Comunque la strada è tracciata per un Toro sempre più forte, sei d’accordo?

“Sì, una cosa è certa, quest’anno si sono gettate le basi per creare qualcosa di duraturo, che possa portare a soddisfazioni in futuro. Il record di punti nell’era Cairo non è stato fatto a caso. Alla base c’è sempre tanto lavoro. E dopo aver elogiato il rendimento della squadra e del tecnico voglio anche sottolineare quello di Gianluca Petrachi, a prescindere dal suo futuro è stato uno degli artefici di questa squadra. Penso al mercato di gennaio: Sampdoria e Fiorentina sono state incensate per gli acquisti fatti, poi sono finite rispettivamente a dieci e venti punti dal Torino. Vuol dire che spesso a gennaio, innestando giocatori, non si facilitano le cose ma si complicano. La scelta di non muoversi da parte della società granata da questo punto di vista ha avuto molto senso”. 

Rampanti: “E’ un Torino con mentalità e valori: ecco la sfida già vinta da Mazzarri”

Hai sempre detto che questo per il Torino poteva essere l’anno della grande gioia o dei grandi rimpianti. Quanti rimpianti ha dunque la squadra di Mazzarri?

“Credo che durante tutto l’arco del campionato siano state “inciuccate” pienamente tre partite: con Parma e Bologna in casa e quest’ultima di Empoli. Inciampi che nell’arco di una stagione ci stanno. Fa parte della forza di una squadra: la capacità di non sbagliare mai partita ce l’hanno le grandi squadre. Il Toro ne ha sbagliate in pieno tre, poche, ma si può fare meglio”. 

Cosa servirà al Torino per crescere?

“Intanto vediamo quali saranno le squadre che avranno definitivamente accesso alle competizioni europee, mi riferisco ovviamente alla situazione del Milan che mi sembra vada approfondita. Vedremo se sarà possibile un ripescaggio. In ogni caso, per fare un paragone col Giro d’Italia che si corre in questi giorni, mi pare di poter dire che il Torino ha troppi “passisti” e pochi “velocisti”. Intendo dire che servono “velocisti”, elementi che possano avere giocate, accelerazioni personali. Su questo magari torneremo tra qualche giorno”.

Per finire, ti è piaciuto il gesto dei tifosi del Torino presenti al Castellani, che hanno applaudito la squadra nonostante la sconfitta pesante?

“Sì, i tifosi hanno riassunto quel che ti dicevo prima, hanno capito che questi giocatori hanno dato tutto. E parecchi di loro si sono rivelati veramente di ottima qualità. Poi c’è anche qualche tifoso a cui non va bene niente e contesta, ma questi esistono in ogni piazza. Io credo che questo gruppo faccia ben sperare e che con qualche tassello giusto possa dare soddisfazioni in futuro”. 

 

 

 

 

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SiculoGranataSempre - 4 settimane fa

    I commenti sullo stato delle grandi sono molto sensati. Non ci avevo riflettuto. È vero. A parte la Dea e un po’ il Napoli, gobbidim, Inter, Milan, Roma Lazio partiranno da zero. Le milanesi e la Roma anche senza tanti soldi da spendere. È proprio vero. Il girone d’andata del prossimo anno potrà essere molto favorevole se noi facciamo 3 4 innesti e manteniamo portiere, difesa, Rincon, Ansaldi e Belotti e anche Falque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ToroSardo - 4 settimane fa

    Mazzarri ha fallito,va cacciato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. DavideGranata - 4 settimane fa

    Ringrazio i paraculi censori della Redazione per aver cancellato il mio post.

    Critico e polemico, certo, ma educato e privo di cattiveria.

    Evidentemente il signor Serino Rampanti non va contraddetto…come capitava per “qualcuno” ai tempi del ventennio…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Innav - 4 settimane fa

    Ciao a tutti. Mi sono appena iscritto per dire un pensiero che qui non vedo espresso:
    Perche questo allenatore che ha fallito completamente sia come gioco che cone risultati, non e’ ancora stato cacciato come il precedente?
    C’e’ qualcosa sotto che non sappiamo? Non e’ polemica, solo curiosita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 4 settimane fa

      Se si crede in un tecnico e lo si fa entrare in un progetto bisogna almeno dargli due anni ,a meno che non sia disastroso . Se è vero che ha fallito l’obiettivo è anche vero che ha comunque fatto 60 punti quindi non direi che sia stato disastroso. Per l’identico motivo fui contrario all’esonero di Miha a metà campionato,in fin dei conti fino a quel momento aveva perso 4 partite di cui 3 con Juve, Napoli e Roma (non esattamente le ultime tre in classifica….) ed eravamo comunque in piena corsa con un girone di ritorno da giocare ma tant’è così in società decisero. Io gli avrei fatto finire il campionato dopodichè avrei tirato le somme e ovviamente se falliva a quel punto lo avrei sostituito. per questo rimango convinto che Mazzarri meriti la conferma per un ‘altro anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav - 4 settimane fa

        Veramente il dr.Cairo ha detto che sentiva la musichetta e voleva l’Europa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Innav - 4 settimane fa

        Si vero. D’altronde siamo abituati ad aspettare. Ora aspetteremo la Uefa x il Milan e se non va bene aspetteremo una decina di anni per la EL. Cosa sono 10 anni? 2 lustri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 4 settimane fa

          Hai un altra soluzione…???

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Innav - 4 settimane fa

            Potrei comprare io il Toro come ha fatto lui.

            Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

      Intanto benvenuto. Ti riporto le testuali parole dette dal presidente e quelle del DS in occasione dell’esonero di Mihaijlovic (che secondo me andava comunque fatto ma questo è un altro discorso): Presidente:”il mister è stato esonerato in quanto i risultati non sono in linea con gli investimenti fatti” DS “il mister non è stato capace di dare una fisionomia di gioco alla squadra”. In base a queste dichiarazioni verrebbe da dire che se non erano in linea con gli investimenti quelli di Mihaijlovic figurarsi i risultati di Mazzarri…anche sul gioco espresso dalla squadra quest’anno ci si potrebbe soffermare, tuttavia credo che sotto ci sia stato anche un logoramento del rapporto personale. Sinisa aveva certi eccessi poco graditi evidentemente ed era inviso anche a qualche addetto ai lavori che invece stravede per Mazzarri. Insomma era forse troppo schietto per qualcuno…Mazzarri sembra aver creato un feeling diverso col presidente, anche se una tiratina d’orecchie se l’è presa anche lui quando ha abbandonato il campo. Diciamo che Mazzarri è più tollerato. Tuttavia io penso che il presidente non abbia questi moti di affetto quando sono in gioco soldi di una sua società, pertanto credo che al mister sarà concessa un’altra possibilità ma stavolta non ci saranno scuse assortite che tengano ed io, sinceramente e per il bene del Toro, mi auguro sfrutti al meglio questa possibilità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav - 4 settimane fa

        In ogni caso ha fallito tutti e 2 gli obiettivi alla nostra portata, con l’aggravante di un non gioco assoluto, quindi andrebbe licenziato, ma probabilmente è l’aziendalista perfetto per Cairo. D’altra pařte il Toro interessa solo a noi tifosi, ai nostri dirigenti importa poco o niente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14142151 - 4 settimane fa

    sempre condivisibile, analisi perfetta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Veyser - 4 settimane fa

    La differenza tra Serino e Cassardo è tutta nell’analisi fatta da entrambi… Serino di calcio ne mastica da una vita ed è perfettamente conscio del progetto perché riesce a vedere al di là del proprio naso…. Il Sig. CASSARDO è il mentore di teorie astruse che trovano sponda solo nei contestatori del sempre e comunque…. quei contestatori che sono spariti negli ultimi mesi per riapparire domenica pomeriggio… i tifosi del contro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 4 settimane fa

      Analisi perfetta, “equilibrata” ma, soprattutto imparziale.

      …degna del miglior politicante da strapazzo che getta fango sugli avversari con le sue solite “promesse elettorali”.

      …quelle del mandrogno durano ormai da 14 anni, partendo dalle false promesse fatte a Sua Madre Buonanima e ai Tifosi, passando per la costruzione del Filadelfia e del suo cmpletamento, continuando con i falsi progetti di crescita.

      E chissà che sorprese avrà in serbo per la prossima campafna acquisti.

      “Non si trada quello che si pensa faccia il mercato, ma quello che si vede e sopratutto seguendo una strategia alla lettera e non contro trend”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 4 settimane fa

    Granata io penso che Mazzarri sappia cosa serve. Ultimamente ha spesso dichiarato che si fa fatica a portare su palla e servire le punte. Quindi o baselli o Berenguer o entrambi lascieranno il posto e forse la squadra. Sul portiere hai ragione visto che ichazo andrà in svincolo e sul esterno io credo serva un destro titolare. Poi si valuterà se aina serva a destra o sinistra. In base a quello forse prenderanno anche una riserva. Sul sostituto di rincon per me hai pienamente ragione. Non abbiamo nessuno con le sue caratteristiche in panchina. Lukic e meité sono 2 doppioni e non hanno la dinamicità e la garra di thomas

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 4 settimane fa

    La stagione è buona nel suo complesso, migliorabile senza dubbio, ed è ciò che mi aspetto venga fatto. Le dichiarazioni di Cairo in tal senso mi fanno essere giustamente ottimista.
    Il girone di ritorno è, secondo me, una linea di demarcazione netta: si è finalmente visto il frutto del lavoro di Mazzarri, della sua concretezza e pragmaticità.
    Tra l’altro credo che in EL ci andremo comunque, 7° o 8° posto non importa (anche se a me arrivare davanti a Lotito farebbe un gran piacere), perché il milan rischia seriamente col fair play finanziario. D’altronde è facile arrivare 5-6 facendo un sacco di debiti e giocando finanziariamente sporco rispetto alle altre squadre che rispettano tutti i vincoli di bilancio.
    Per la campagna acquisti bisognerà vedere se alla fine sarà EL: in tal caso saremo più appetibili. Oltre a questo, Mazzarri avrà sicuramente maturato qualche scelta più precisa di modulo, e, in base al modulo, di uomini. Mi pare che il 3-4-2-1 abbia dato i migliori frutti: necessita quindi un giocatore di livello alle spalle di Belotti, una seconda punta veloce, tecnica e in grado di valorizzare il Gallo; un uomo di qualità a centrocampo e una ritoccatina sulle fasce.
    Non serve di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Bischero - 4 settimane fa

    Ma certo Davide69. Bisogna cmq anche dire che quest anno si sono fatte le cose in maniera corretta non cedendo nessuno e si é speso più di cosa si é incassato erodendo il tesoretto. Infatti si é migliorati. Deve essere una costante per almeno un altro anno. La gente che non ha le giuste qualità e motivazioni deve essere ceduta come dici tu. Questo é fare calcio. Poi ci sarà anche da valutare chi vuole andare via nonostante servirebbe e nel caso sostituirlo degnamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Esattamente.

      Vedremo quante di queste cose verranno fatte davvero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bischero - 4 settimane fa

    Ciao granata. Certamente. 2 titolari e 3 o 4 riserve. Ho scritto quello nel post. Ma la parte fondamentale da cui iniziare sono i 2 titolari da dare subito I primi giorni di ritiro. Esterno destro e mezzala offensiva(ma io opterei per una punta esterna polivalente)rientrerà lyanco in difesa. Come riserve sicuro un altro esterno e un centrocampista centrale giovane. Almeno io la vedo così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 4 settimane fa

      Io spererei un secondo portiere, un esterno di piede sinistro, un vice Rincon, un mezz’ala offensiva molto tecnica da mettere fra centrocampo ed attacco, una seconda punta tecnica veloce e magari sx di piede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Kieft - 4 settimane fa

    Si uno che spacca le partite con strappi alla cerci ci manca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Bischero - 4 settimane fa

    Bravo euro toro. Hai perfettamente ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bischero - 4 settimane fa

    Davide69. La legge Melandri con un progetto tecnico non c entra nulla. Quello é un fine(ridistribuzione dei proventi) per andare a fare mercato con più soldi. Io parlo di calcio giocato. Un mister ha un idea che per essere compiuta ha bisogno di giocatori adatti. Tutto ruota attorno a quello. Sul discorso mentale del gruppo posso anche darti ragione. Ma quella é una caratteristica del giocatore quindi di un gruppo. Il gruppo se stacca la spina non vince ed é quello che é successo domenica. Parlo di gruppo non singoli. Di singoli tenaci e con le palle ne abbiamo. Non faccio nomi ma per me non é un caso che chi piangeva a fine gara ha tirato la carretta. Nel bene o nel male dei propri limiti tecnici e caratteriali tutti hanno dato il 100% in quest anno. Si deve ripartire da questo e andare avanti. Migliorando quello che si può migliorare. Ora la stagione tecnica é finita, si passa alla stagione fuori dal campo con il mercato. Mi aspetto domenica sera il saluto a petrachi con la nomina del nuovo Ds. Ds che dovrà ascoltare e cercare di assecondare Mazzarri. Nessuno lo ha notato ma il mister ha detto che domenica dirà cosa pensa della stagione(quindi della squadra) e da lì si vedrà l imput che darà sul mercato. Ma questa é una rosa da aggiustare non rifondare. 2 titolari e 3 o 4 riserve per migliorare. Perché per quanto sia critico con alcuni elementi sono tutti bravi giocatori chi più chi meno. Bisogna trovarne di migliori e funzionali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Io dico questo , il progetto tecnico per una società come la nostra che non mette soldi propri nel progetto è strettamente dipendente dai soldi che arrivano .

      Fino all’entrata in vigore della legge che ha reso collettivi i proventi dalle tv ,noi stavamo in fondo alla classifica e alcune volte anche in serie B , dopo la collettivizzazione dei diritti che consentono di pagare TUTTI gli stipendi ci siamo posizionati tra la dodicesima e la settima .

      Ora : o il presidente tira fuori soldi propri e/o almeno usa tutti i soldi che ci sono in cassa per prendere gente di livello internazionale visto che non abbiamo stadio di proprietà e non possiamo fare un merchandising serio , oppure staremo sempre a barcamenarci …

      Questo è il mio pensiero , vedremo la prossima campagna acquisti sperando di non arrivare di nuovo all’ ultimo giorno a cedere o acquisire giocatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 settimane fa

      Ti diro’ di piu’ i soldi sono un mezzo e non un fine, in particolare se in un gruppo hai gente senza palle te ne devi liberare .

      Questo deve fare una società sportiva con degli obbiettivi , ma devono essere obbiettivi veri , a me già il presidente che si contenta : ‘se in europa non ci andiamo quest’anno ci andremo il prossimo’

      Non infonde lo spirito giusto alla squadra .

      Lascia spazio a degli alibi.

      Credete che le merde in questi anni hanno vinto perché la società lasciava libera interpretazione ai giocatori sugli obbiettivi , tipo : se non vinciamo quest’anno vinceremo il prossimo ?

      Ma siamo seri , dai..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granata - 4 settimane fa

      Ciao Bischero, se si vuole migliorare e si cambiano 2-3 elementi titolari, si devono necessariamente migliorare le riserve per non creare un vuoto in caso di assenze. @ddavide, il Toro rispetta il FPP che non consente spese se non per un tetto massimo del 30% fatturato o per infrastrutture di proprietà, che non vengono conteggiate. Il Toro spende soldi propri. Esattamente quelli accantonati che superano i 40 mln€ che qualcuno , qui sapientone, diceva essersi intascati Cairo. Chi non fa così, fa la fine di molti altri. Bisognerebbe poter/dover aumentare fatturato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 settimane fa

        cominciamo ad usare quelli che ci sono e poi il 30% maggiore del fatturato sarebbero almeno altri 30 milioni all’anno .

        Significherebbe per quest’anno cacciare fuori almeno 70 milioni senza battere ciglio e senza vendere nessuno.

        Io non credo che avverrà.

        Lo stadio : chi lo deve costruire ? Sarebbe un ottimo modi per aumentare il fatturato eppure… La Juvemerda è riuscita ad ottenere dei fondi da vari finanziatori per costruirlo , pare anche fondi per la riqualificazione delle aree (addirittura FONDI EUROPEI!!!)

        Noi su questo percorso non mi pare ci stiamo muovendo.

        E comunque , gli sponsor come la JEEP alla juvemerda versa 20 milioni di Euro … di chi è la jeep ?
        Questo è solo un modo per fare entrare in cassa soldi della famiglia … l’altro è quello di fare acquistare Sturaro dal Genoa con una plusvalenza di 13 milioni ….ecco come si aggira il fairplay

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. dattero - 4 settimane fa

    a gennaio bastava prendere un solo elemento.un ds serio vede subito,assieme al tecnico,dove va messa la pezza.
    da settembre a novembre hai tutto il tempo x provvedere.
    non è stato volutamente fatto,punto.
    non era rosa corta,era striminzita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      esatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 4 settimane fa

      Ciao dattero, l’elemento che si voleva prendere non si è potuto prendere. Faticando un po, forse lo si prenderà adesso ma si aspettano un paio di mosse in società. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Tarzan - 4 settimane fa

    Condivido il pensiero di mister Rampanti. Ci mancano 2 titolari dicasi 2 per fare un sicuro salto di qualità. Che significa poi fare 4-5 punti in più di quelli fatti quest’anno. Mai come ora basta poco. La cosa più importante è non rompere il giocattolo. E vedrete che l’anno prossimo molte delle big ripartiranno da zero o quasi, con conseguenti fisiologici scivoloni e cali di rendimento. Stavolta siamo noi a partire da una posizione di vantaggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 4 settimane fa

      certo certo…bisogna cavalcare l’onda!..mai come ora si stanno stravolgendo le gerarchie…tante delle sedicenti big cambieranno allenatore e giocatori..chi invece dara’ continuita’ al progetto e si rinforzera’ ulteriormente partira’ con una marcia in piu’ e noi abbiamo questa grande occasione!..sfruttiamola!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bischero - 4 settimane fa

    Condivido in toto ogni parola di serino. Volevo far notare per all utente granatiere che non esiste tifoso a cui va bene qualsiasi cosa. Tutto é migliorabile ed errori é normale e fisiologico che ci siano. La differenza sta nel scindere le cose buone dalla cose cattive e trarne insegnamento. È distruttivo e controproducente guardare solo le cose negative e chiedere rivoluzioni. Si parte dalle cose positive e si correggono gli errori per portare avanti un progetto. E qui mi riaggancio al discorso di Davide69. Per me sbagli quando parli di 14 anni. I 14 anni sono di presidente ma il progetto tecnico ha dei cicli che nascono e muoiono in connubio con Ds e tecnico. Tralasciando i primi 6 anni di caos con continui cambi in corsa e scelte scellerate poi si é iniziato a fare calcio con 3 progetti. Il lustro ventura poi il ciclo mihajlovic e ora Mazzarri. Si costruisce di anno in anno dando tempo al tecnico di turno per costruire una casa solida. Si é fatto con gpv poi con sinisa e ora a Walter. Dopo 2 anni di reggenza si fa la tara e si pesa. La stessa cosa verrà fatta anche con Mazzarri perché almeno parlo per me cosa conta é il toro, non l allenatore di turno. Roma non si é costruita in un giorno. Si deve seguire la via che un allenatore da e poi nel caso se infruttuosa si cambia. Il resto genera solo confusione e si riparte sempre da 0 una volta allontanato l allenatore. Ora ci sono solide fondamenta e un tetto solido. La casa deve essere completata e spero che da qui a 12 mesi sia finita. Se così non sarà si cambierà. Avanti un altro per il bene del toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Il fatto è che qui sento continuamente parlare di crescita , tu mi parli di cicli .

      io di cicli ne vedo sostanzialmente 2 : quelli del Toro ante legge Melandri e quello dopo .

      Prima facevamo la spola tra la serie A e la serie B , poi ci siamo posizionati tra il dodicesimo ed il settimo posto ma non in un ordine crescente.

      Giustificare sempre tutto non porta a nulla , contano i risultati .

      L’atalanta tutte queste scalette della crescita di una posizione per volta non l’ha rispettata , lo stesso vale per la Lazio .

      Secondo me ad oggi siamo sempre nel solito gruppo delle inseguitrici. Anche la mentalità è quella , non è vincente , lo si vede da come viene descritto dagli addetti ai lavori l’approccio alla gara.

      Dei professionisti , degli sportivi , il cui obbiettivo DEVE essere quello di non mollare fino alla fine , non possono gettare la spugna a dieci metri dal traguardo perché ci sono 3 atleti davanti … uno potrebbe sempre inciampare … non è l’atteggiamento corretto.

      Secondo me è anche per questo che no si cresce , si giustifica sempre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. suoladicane - 4 settimane fa

    mi dispiace che una vecchia gloria come rampanti sia da ascrivere a pieno titolo tra gli accontentisti

    io non mi accontento perchè:

    i campionati finiscono all’ultima partita; chi lavora, lavora sempre con il medesimo impegno, anche e soprattutto se il suo datore di lavoro non naviga in buone acque
    sei vuoi raggiungere gli obiettivi che ti poni devi per prima cosa fare il tuo, e non guardare agli altri, avremmo comunque dovuto finire a 66 punti

    dal punto di vista tecnico non sono assolutamente d’accordo:
    1.una società ed uno staff tecnico adeguati agli obiettivi, sanno che in corso d’anno ci sono gli infortuni ed i cali di forma e le squalifiche, quindi la rosa corta è stato un errore enorme, e qui lo diciamo in tanti da tanto tempo
    2. i giocatori devono giocare nel loro ruolo, solo i campioni dove li metti giocano, gli altri si limitano al compitino
    3. basta con la questione arbitri, se perdi con il bologna in casa tua è inutile e controproducente parlare degli errori arbitrali (e ti fornisce un bell’alibi)

    l’unico argomento sul quale mi trovo d’accordo è la tifoseria

    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

    Condivido la parte finale. Per il resto io mi considero del Toro e non un salmone che nuota controcorrente. Gli errori arbitrali ci sono stati certo ma infortuni e scarsità di vena di alcuni elementi fanno parte del gioco e sono comuni a tutti. In ogni caso è appurato che il criterio del grande allenatore se vince con le piccole è superato. Nel caso di Mazzarri non vale…Detto questo la settimana scorsa si sono fatte delle considerazioni preventive sul comportamento professionale del Sassuolo e smentite poi dai fatti. Quando ci si lamenta delle critiche altrui bisognerebbe anche guardare a ciò che si dice di altri professionisti. Resta il fatto che i nostri giocatori invece, poverini, hanno mollato gli ormeggi dopo la partita della Lazio e vanno elogiati perché hanno dato tutto…Sarà pure così ma credo che un professionista lo debba essere sempre, si potevano elogiare anche dopo la Lazio. Tra l’altro si è dato per scontato che la Roma vinca in casa col Parma e invece io avrei almeno aspettato di vedere quel risultato e intanto mi sarei portato a pari punti. È certamente vero che ci sono tifosi a cui non va bene nulla ma è altrettanto vero che ci sono tifosi a cui va bene tutto, ma proprio tutto tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      E’ quello che ho scritto in un altro post.

      Questi sono sempre giustificati e giustificabili .

      Professionismo a corrente alternata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Il_Principe_della_Zolla - 4 settimane fa

    Ci sono voluti tre lustri per poter affermare che il campionato non è finito a gennaio, che non abbiamo ottenuto niente (niente!) ma ci abbiamo provato come si conviene, che abbiamo fallito l’ardua prova del Castellani ma siamo stati in partita almeno un’ora (al Castellani, mica bubbole!). Eh beh, sono soddisfazioni. Con cotante basi, non ci possono attendere che magnifiche sorti e progressive.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-14277019 - 4 settimane fa

    giusta analisi ….Non si può dire di meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ddavide69 - 4 settimane fa

    Veramente noi dopo 14 anni saremmo dovuti essere la prima sorpresa, non la seconda cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      6 non mi piace senza motivare , mamma mia che manica di ….

      Che provincialismo , quasi ce lo meritiamo di languire in queste posizioni di classifica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Mimmo75 - 4 settimane fa

    I fallimenti son duri da accettare quando son figli di scelte sbagliate e mancanza di spirito costruttivo. Non è il caso del Toro di Mazzarri, che ha si fallito l’obiettivo stagionale ma lo ha perseguito nel modo giusto, con il giusto spirito, lavorando duramente. La crescita della squadra è stata esponenziale nel corso della stagione ed ha riavvicinato i tifosi riaccendendone la stagione. Fino allo scorso anno, una debacle come quella del Castellani, avrebbe scatenato fischi e contestazioni. Fa bene Rampanti a sottolineare il comportamento dei tifosi perchè è molto indicativo di come Mazzarri e i ragazzi abbiano saputo “meritarsi” tutta questa passione. Si è perso male, si è giocato malissimo e si è detto addio all’Europa. Eppure applausi e cori di sostegno. Il mister ha fatto un capolavoro nonostante la società gli abbia messo qualche bastone tra le ruote con gli acquisti di Zaza e Soriano e nonostante arbitraggi mai così negativi (e decisivi) come in questa stagione. Sportivamente abbiamo fallito e quando accade ognuno ha la sua fetta di colpa, su questo punto c’è poco da girarci intorno. Ma è un fallimento accettabile proprio perchè si è intrapreso un percorso virtuoso che, se ben assecondato dalla società, farà dimenticare ben presto l’amarezza di questi giorni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 4 settimane fa

      …riaccendendone la passione… non la stagione…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. eurotoro - 4 settimane fa

      ciao concordo su tutto tranne sul bastone tra le ruote…soriano e zaza sono due ottimi giocatori..il mister ha avuto un intero girone di andata x metterli al centro del progetto..il TORO non puo spendere 15 milioni x la riserva del gallo..e gli eventuali 10 x la riserva di baselli!.quest’anno come non mai era fattibile andare in champions..e noi non ci andiamo xche’ ci mancano maledettamente quei 10/15 gol che sono nelle corde di questi due giocatori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 4 settimane fa

        Se il progetto di Mazzarri prevedeva la presenza di Zaza (o di uno come lui) questo gli andava consegnato in ritiro, non a torneo iniziato, all’ultimo secondo di mercato. Se non lo prevedeva (e per me non lo prevedeva, ma magari sbaglio) non andava preso. Da qualsiasi angolazione si guardi la questione la società ha agito male. Stesso discorso per Soriano: serviva un calciatore con quelle caratteristiche? Assolutamente si, non ci sono dubbi. Allora lo prendi per il ritiro. Così, invece, si è atteso l’ultimo secondo per prendere quel che passava il convento. E di per se sarebbe stato anche un eccellente acquisto, visto dall’esterno. Poi, però, sul campo e fuori, si è dimostrato un disastro. Per forza ti esponi a questi rischi se attendi l’occasionissima last minute. Io ero entusiasta del suo arrivo, ma da tifoso, da persona con una visione assolutamente parziale ed esterna delle cose. Una società attenta e che non vuol sbagliare non va a tentoni, sperando nel colpaccio last minute, ma si mette nelle condizioni di farlo, il colpaccio. E Soriano avrebbe dovuto sostituire Ljajic, non Gustaffson! Era un colpo da non sbagliare e lo si è sbagliato. A Gennaio si è perseverato lasciando addirittura vuota quella casella, nonostante Mazzarri (rileggi le dichiarazioni post. Fiorentina di Coppa Italia) avesse chiaramente detto che un acquisto di qualità sarebbe stato il benvenuto. Niente: come per il mercato estivo, si è sperato nel colpaccio last minute. Non è arrivato e allora si è tirato a campare. Contesto a Mazzarri l’essersi fatto andar bene tutto, avrebbe dovuto puntare i piedi. La speranza è che, alla luce dell’ottimo lavoro fatto, si imponga maggiormente nelle scelte della prossima stagione e pretenda di essere messo in condizione di lavorare bene. Per la società è il quarto fallimento consecutivo. Son quattro anni che rincorriamo invano l’Europa (mica lo scudetto) a causa di scelte societarie sbagliate: prima confermando Ventura quando il ciclo era palesemente finito, poi scegliendo di affidare un progetto biennale a Mihajlovic (uno che se gli va di lusso dura 12 mesi su una panchina) e infine rivolgendosi a Mazzarri ma senza dargli tutti gli strumenti necessari per ottenere il risultato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 4 settimane fa

          mi sembra che a Mazzarri gli sia stata data carta bianca x la costruzione della squadra…come mai sapendo di giocare coi due terzini di fascia si e’ fatto bastare solo di averne 3 di ruolo?…glielo ha imposto Cairo?..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 - 4 settimane fa

            Non sono d’accordo sul fatto che abbia avuto carta bianca. Ha spesso ripetuto che l’arrivo di Zaza all’ultimo secondo gli ha scombussolato i piani. E’ solo un esempio. Con ciò non dico che Mazzarri non abbia la sua parte di responsabilità, ma per altri aspetti, non certo per il mercato.

            Mi piace Non mi piace
        2. eurotoro - 4 settimane fa

          concordo che glieli dovevano dare ad inizio ritiro..pero’ proprio perche’ stimo Mazzarri che vale il 5° stipendio in A..mi aspettavo un grande inserimento di zaza e soriano non certamente gia a settembre..ma almeno che risultassero grandi acquisti di gennaio..in questa volata finale…ti immagini fatta con i due in formissima oggi dove potremmo essere?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. eurotoro - 4 settimane fa

          come la vedo io la responsabilita’ sul mercato ce l’hanno in primis Mazzarri che chiede al secondo responsabile(petrachi)cosa gli serve…il quale va dal 3° responsabile(cairo)..che avalla l’acquisto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 - 4 settimane fa

            Perdonami, ma credo che la giusta sequenza non sia quella che indichi tu. Si parte sicuramente dal budget a disposizione e quindi da quello dipenderanno le operazioni che il DS potrà fare per accontentare il mister.

            Mi piace Non mi piace
  23. Conta7 - 4 settimane fa

    Tutto giustissimo… Bravo Serino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-14276130 - 4 settimane fa

    Concordo pienamente
    Primo mattoncino per un Gran Futuro nei piani alti
    FoRzA ToRo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy